Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
ZTE smartphone: i migliori nella nostra guida all'acquisto

ZTE smartphone: i migliori nella nostra guida all'acquisto

di Luca Pierattini
Specialist Miglior smartphone
aggiornato il 6 agosto 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida ZTE smartphone è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Agosto 2019.

In questa guida trattiamo i migliori prodotti del binomio “ZTE smartphone”. Sei alla ricerca di ZTE e smartphone per i tuoi gusti ma non sai ancora quale acquistare? Niente paura: qui sotto troverai la descrizione di ogni gamma di prodotti della compagnia, con il relativo consiglio in merito a quale specifico smartphone acquistare per quella famiglia di prodotti. Pronto a conoscere quale ZTE smartphone fa più al caso tuo? Procediamo.

ZTE smartphone: quale comprare

Quando si parla di ZTE e smartphone facciamo riferimento ad un vero e proprio colosso della telefonia mondiale che ha sede a Shenzen, in Cina. Nata nel 1985 come azienda governativa per realizzare chip e altri semiconduttori per le aziende aerospaziali di Pechino, è negli anni Duemila che sposta il proprio baricentro dal mondo dei processori verso le telecomunicazioni suddividendo il proprio business in due rami ben precisi: da una parte fa accordi con le compagnie telefoniche di mezzo mondo per la gestione e l’infrastruttura delle reti; dall’altra prova a dire la sua nel mondo degli smartphone, ma non solo – si occupa anche di router, proiettori e oggetti per la smart home.

Perché acquistare un prodotto dell’accoppiata “ZTE smartphone”? Perché si tratta di uno dei maggiori produttori mondiali di telefoni, specializzato in smartphone economici e ben realizzati. Purtroppo la disponibilità di telefoni ZTE in Italia non è pari a quella di altri grandi brand della telefonia, considerando che il produttore cinese sceglie di portare da noi soltanto selezionati modelli usciti anche nel resto d’Europa: per questo motivo non troverai tantissima scelta in questa guida. Nonostante questo, per scegliere quali smartphone proporti abbiamo comunque tenuto conto di alcuni fattore chiave che hanno influenzato la nostra scelta.

Innanzitutto, siamo partiti dalla ricerca di una buona fluidità di sistema che ti potesse garantire buone prestazioni, zero rallentamenti e una buona esperienza d’uso anche con le app più pesanti del panorama Android. Per questo abbiamo scelto i device con i migliori processori Qualcomm per assicurarti un’ottima potenza di base e a una buona gestione dei consumi che vanno a fondersi con il sistema operativo nella personalizzazione dell’azienda cinese – sebbene questa non sia tra le migliori in circolazione. All’inizio troverai principalmente smartphone di buon livello e destinati a chi vuole risparmiare qualcosa senza avere troppe pretese, ma scorrendo la guida fino in fondo sarai in grado di trovare i SoC più veloci e capaci di accontentare anche i gamer più incalliti o chi ha bisogno sempre della massima potenza.

Poi abbiamo cercato anche ZTE smartphone che fossero in grado di assicurarti una buona autonomia, per durare tranquillamente per tutta la giornata, senza stressarti troppo a dover ricaricare il telefono a metà giornata. Un livello base, certo, che ci ha consentito di selezionare i migliori dispositivi da proporti; all’interno della guida, però, troverai anche modelli con una batteria più grande per chi ha bisogno di un pizzico di autonomia in più per giochi o lavoro.

Abbiamo tenuto conto anche della qualità del display, cercando una buona risoluzione – almeno Full HD (1920 x 1080 pixel) – e una buona luminosità grazie a pannelli di qualità e in grado di metterti in grado di godere al meglio dei tuoi contenuti multimediali. Purtroppo non è semplice trovare modelli con una risoluzione migliore di questa, per cui puoi scegliere in base al tuo gusto personale, al costo del prodotto e alla dimensione del pannello tenendo presente che, a parità di risoluzione, un polliciaggio inferiore produce una densità superiore di pixel, aumentando quindi la qualità della visione.

Senza dimenticare di cercare la miglior qualità fotografica possibile, trovando il giusto equilibrio tra la sensibilità dei sensori principali e la versatilità degli obiettivi secondari, in grado di aiutarti a catturare ogni genere di soggetto: dal panorama ai ritratti, dal grandangolo alle foto macro.

L’offerta relativa a “ZTE smartphone” è ricca e variegata, anche se molti prodotti sono pensati essenzialmente per la Cina e il Nord America. Abbiamo organizzato la nostra ricerca dentro il mondo “ZTE smartphone” selezionando soltanto i dispositivi usciti nel corso dell’ultimo anno e tagliando fuori quindi quei modelli che noi abbiamo ritenuto essere ancora troppo acerbi per avere successo nel mercato europeo. Non ci resta dunque che andare a scoprire per filo e per segno i migliori ZTE: smartphone economici e validi, scelti tra quelli acquistabili in Italia. Andiamo avanti.

ZTE smartphone: serie Blade

Considerata una sorta di calderone, la serie Blade è perfetta per chi qualcosa relativo a ZTE smartphone che riguardi la fascia bassa e la fascia media di mercato. I cinesi producono tanti telefoni sotto questa etichetta con una tassonomia davvero difficile da identificare, spaziando da device davvero entry-level a modelli più prestazionali con un display in 18:9.

Ad ogni modo ci sentiamo di ritagliare i migliori all’interno della sottocategoria Blade V, considerata un po’ la gamma di riferimento per chi cerca un telefono dalle buone prestazioni e che non costi più di 250€. Per questo abbiamo selezionato ZTE Blade V9, che andiamo a vedere più nel dettaglio.

ZTE Blade V9

Apriamo la selezione dedicata a “ZTE smartphone” con lo ZTE Blade V9 che presenta un design elegante e un rapporto tra pixel e corpo del telefono pari all’83,6%. Lo schermo da 5,7 pollici Full HD+ guadagna il rapporto d’immagine in 18:9 per un utilizzo più confortevole e immersivo nei contenuti, ma soprattutto offre un ottimo comparto fotografico a sostegno per foto e video di qualità. La doppia fotocamera posteriore è composta da un sensore da 16 megapixel con autofocus e da un altro sensore da 5 megapixel a fuoco fisso ed è pensata soprattutto per dare il meglio in condizione di scarsa luminosità: grazie ad un’apertura focale più ampia per catturare più luce, un maggiore controllo per ridurre le distorsioni e PDAF 2.0, che riduce del 40% il tempo di messa a fuoco dell’immagine. Buona anche la fotocamera frontale da 8 megapixel.

Sotto la scocca c’è un processore Qualcomm Snapdragon 450 (otto core a 1,8 GHz e GPU Adreno 506) con due possibili configurazioni: quella base da 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna, o quella più potente da 4 GB di RAM e 64 GB di spazio interno – espandibili con microSD. In entrambi i casi, l’hardware darà la spinta all’ultima versione di Android Oreo e dovrà essere alimentato da una batteria da 3200 mAh. Non manca il jack audio per le cuffie, il modulo Wi-Fi, LTE, NFC, passando per GPS, A-GPS, Glonass e Bluetooth 4.2.

Puoi acquistare ZTE Blade V9 su Amazon o se preferisci su eBay

ZTE Blade V9
Prezzo consigliato: € 177.04Prezzo: € 174.43

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

ZTE smartphone: serie Axon

Diverso l’approccio per quanto riguarda la serie Axon, dedicata ai dispositivi di fascia alta di mercato e dove l’azienda cinese può sperimentare liberamente. Beh, quando si parla di “ZTE smartphone”, bisogna sapere che il brand cinese si è spinto talmente oltre da tentare la strada del doppio schermo, con lo ZTE Axon M, e del doppio notch, attraverso il concept ZTE Iceberg provvisto di doppia tacca in alto e in basso sullo schermo. Questo, a testimonianza dell’enorme lavoro di ricerca e sviluppo del brand che spazia nel mondo mobile alla ricerca della soluzione migliore per il tuo smartphone.

All’interno di questa gamma abbiamo scelto di dare spazio all’ultimissimo arrivato: lo ZTE Axon 10 Pro, il nuovo top di gamma che sposa il design a tutto schermo e prova a metterti in tasca un telefono premium ad un prezzo decisamente inferiore.

ZTE Axon 10 Pro

Il top di gamma tra gli ZTE smartphone sposa la moda del momento: notch in alto sullo schermo e design in 18:9, riducendo al minimo bordi e cornici rispetto al display AMOLED da 6,47 pollici con risoluzione Full HD+ (2340 x 1080 pixel). Dietro, è in bella mostra la tripla fotocamera in verticale sulla parte sinistra del device, mentre il lettore per le impronte digitali viene integrato sotto al display. Un comparto fotografico che promette faville grazie ad un sensore principale da 48 megapixel con apertura focale f/1.75 e stabilizzazione ottica, ad un secondario da 20 megapixel che ha la funzione di grandangolo fino a 130 gradi e un teleobiettivo da 8MP con zoom ottico 3x. Ottima anche la fotocamera anteriore da 20 MP che propone anche un sistema di riconoscimento facciale.

Sotto la scocca c’è il top di gamma Qualcomm 2019, lo Snapdragon 855 – octa-core a 2.8 GHz – affiancato da 6 GB di RAM e da 128 GB di memoria interna, espandibile tramite micro SD fino a 512 GB. Lato software, troviamo Android Pie 9 con una personalizzazione base che si avvicina molto alla versione stock di Google. Bonus: la batteria da 4000 mAh che promette di arrivare tranquillamente a fine giornata e la certificazione IP68 per la resistenza ad acqua e polvere.

Puoi acquistare ZTE Axon 10 Pro su Amazon o se preferisci su eBay

ZTE Axon 10 Pro
Prezzo consigliato: € 614.17Prezzo: € 614.17

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Luca Pierattini tramite i commenti.