Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Xiaomi smartwatch: scopriamo quali sono i migliori sul mercato

Xiaomi smartwatch: scopriamo quali sono i migliori sul mercato

di Giovanni Mattei
Specialist Smartwatch
aggiornato il 10 agosto 2020
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Iniziamo questa nuova stagione con una musica completamente diversa e, soprattutto, in HD! Arriva Amazon Music HD, il servizio di streaming audio che spinge tutto sulla risoluzione massima ULTRA HD. Più di 60 milioni di brani a vostra disposizione, con un prezzo pari a 14,99€ al mese per tutti i clienti Amazon, oppure di 5€ aggiuntivi al mese per tutti i clienti Amazon Music Unlimited (abbonamento individuale o family).

Non sapete se ne vale davvero la pena? Se avete delle buone cuffie o un bell’impianto audio, vi assicuriamo di sì ma… non temete, potete provarlo senza impegno. Sì, come al solito Amazon permette di provare il servizio in anticipo e senza impegno, in questo caso fino a ben 90 giorni di utilizzo. Volete attivare la prova? Vi basta recarvi a questa pagina informativa e procedere eventualmente con l’avvio del periodo di prova!

N.B. La guida Xiaomi smartwatch è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Settembre 2020.

In questo articolo parliamo di Xiaomi smartwatch. L’obiettivo è offrivi una panoramica completa dei diversi prodotti in modo da aiutarvi nella scelta del dispositivo wearable che meglio soddisfa le vostre esigenze.

Xiaomi smartwatch: quale comprare

Xiaomi non produce smartwatch. Sì, avete capito bene, ma non chiudete questa guida, è necessario spiegarvi nel dettaglio di cosa stiamo parlando. Xiaomi è un’azienda molto diversa rispetto a qualche anno fa. Grazie ad una strategia commerciale vincente seguita come un mantra, il colosso cinese è riuscito ad imporsi come una delle migliori realtà nell’intero panorama tecnologico. Sono ormai da anni che la sua mission è abbastanza evidente: aggredire il mercato toccando tutte le tipologie di microsettori, individuando il prezzo medio dei prodotti al suo interno e lanciarne inizialmente uno ad un prezzo più basso di tutti.

La cosa è andata così anche per i wearable, quando Xiaomi scelse di lanciare la sua prima smartband. Siete pronti per un po’ di storia? No non vi preoccupate, non ci dilungheremo inutilmente: vogliamo farvi capire da dove nasce il concetto di “Xiaomi smartwatch” e perché, in realtà, è molto interessante acquistarne assolutamente uno.

La storia dietro Xiaomi smartwatch: parola d’ordine “Huami”

 

Il motivo per cui spesso si parla di “Xiaomi smartwatch” è legato alla collaborazione che il noto brand cinese ha avviato ormai da anni con l’azienda Huami. Tale collaborazione è nata con la commissione della produzione di un dispositivo importante per il settore, cosa che Xiaomi ha spesso fatto per i suoi nuovi “esperimenti”. Il dispositivo in questione era la prima Mi Band, braccialetto smart che abbiamo da sempre associato solo e soltanto a Xiaomi. Huami, con esperienza nel settore, l’ha confezionata generando un successo davvero notevole.

Da allora, i prodotti che casa Huami ha confezionato per Xiaomi sono stati svariati, fino alla recentissima Xiaomi Mi Band 5. Il rapporto tra Xiaomi e Huami continua, ma nel corso del tempo l’azienda che ha avuto la manifattura delle smartband del colosso cinese ha realizzato un nuovo brand: Amazfit. Gli “Xiaomi smartwatch” non esistono, ma quelli dell’azienda che ha prodotto le smartband di Xiaomi sì, e sono proprio gli Huami Amazfit, ormai conosciuti solo col brand “Amazfit”.

In questa guida approfondiremo dunque i migliori modelli fra quelli che oggi l’immaginario classico associa ai modelli di Xiaomi smartwatch. La nostra cernita si basa sul seguire alcuni criteri di selezione al fine di far emergere solo i wearable più interessanti.

Display

Abbiamo iniziato prendendo in considerazione la qualità del display. Gli smartwatch, così come gli smartphone, prevedono un utilizzo davvero intensivo del pannello touch. Tramite esso non solo abbiamo modo di leggere le notifiche in arrivo, ma anche di avviare applicazioni, rispondere a messaggi, impostare profili di allenamento e controllare i dati raccolti durante tutta una giornata di attività fisica.

Selezionando gli Xiaomi smartwatch abbiamo così focalizzato la nostra attenzione nello scegliere wearable muniti di un display luminoso, di buona risoluzione, con la possibilità di essere utilizzato senza compromessi anche sotto la luce diretta del sole – cosa non di poco conto se si considera l’enormità di smartwatch economici che diventano quasi inutilizzabili all’aperto, proprio perché muniti di pannelli molto poco luminosi e non adatti al loro utilizzo sotto il sole. Utenti spinti dalla necessità di acquistare uno smartwatch spendendo poco possono fare affidamento all’Amazfit Bip, ovviamente munito di un display di buona qualità ma privo di alcune feature tipiche di Xiaomi smartwatch più costosi.

Sensori

Ulteriore criterio di selezione è la presenza di sensori di qualità. Lo smartwatch è sempre più un prodotto pensato per aiutare la gente a prendersi cura del proprio corpo. Tutti i dati raccolti durante la vita di tutti i giorni (passi, distanza percorsa, calorie bruciate, frequenza cardiaca, qualità del sonno, e molto altro), sono utilizzati per aiutare l’utente a muoversi di più, abbracciare uno stile di vita sano, abbandonare vecchie abitudini che a lungo andare potrebbero influire negativamente sul proprio corpo.

Questo lavoro può essere portato avanti solo se ci si affida a smartwatch con sensori precisi. Abbiamo quindi messo da parte tutti quei prodotti i cui sensori non fossero in grado di garantire qualità e precisione. Spesso, infatti, per tenere giù i costi di produzione, si preferisce inserire moduli discretamente abili nel tracciare i parametri visti poco più sopra, con il rischio di non dare all’utente un quadro completo della situazione. Se la presenza di tanti sensori non è il tuo obbiettivo primario, puoi tranquillamente fare affidamento ai primi smartwatch presenti nella guida; di contro, continuando a scorrere la guida, troverai soluzioni più costose ma con un numero superiore di sensori.

Autonomia

L’autonomia, infine, è l’ultimo aspetto che ci ha guidati nella scelta di Xiaomi smartwatch di qualità. Proprio per la natura di questi dispositivi, è davvero difficile oggigiorno trovare wearable con un modulo batteria capace di durare giorni e giorni. Spesso elementi come il GPS sono in grado di buttare giù la batteria in una manciata di ore, cosa che abbiamo tenuto bene a mente per evitare di consigliarvi smartwatch con una scarsa autonomia.

Durante la nostra selezione siamo quindi andati ad isolare prodotti con un’autonomia che non ti costringerà a ricaricare lo smartwatch ogni sera, o ad utilizzarlo avendo sempre il timore di ritrovarti con pochissima carica residua dopo qualche ore di attività fisica all’aperto. Ovviamente, però, puntando a soluzioni economiche come il Bip, potrai fare affidamento ad uno smartwatch con un’autonomia di qualche settimana, cosa che cambia puntando l’attenzione su Xiaomi smartwatch più costosi e muniti di tutta una serie di sensori che hanno un peso sulla batteria.

Capiti i criteri selettivi, passiamo ora ai dispositivi selezionati per voi all’interno della nostra guida.

Xiaomi smartwatch: i migliori modelli su cui puntare

Amazfit Bip S

Iniziamo la nostra guida all’acquisto agli Xiaomi smartwatch con un prodotto estremamente economico, estremamente accessibile e semplice su tutti i punti di vista. Parliamo di Amazfit Bip S, prodotto giunto sul mercato durante il corso del 2020 che richiama in parte, almeno dal punto di vista estetico, il formato di orologio smart più “avanzato” tipo Apple Watch. Il quadrante anteriore accoglie un display all’interno di una cassa con cornici piuttosto grandi, le quali riducono il pannello in una zona più elevata del suddetto, con bordo inferiore più abbondante rispetto al superiore.

Il pannello in questione è un TFT da 1.28″ a colori, con risoluzione da 176 x 176 pixel e con un rivestimento in vetro Corning Gorilla Glass 2.5D. La qualità dell’immagine non è ciò a cui ambisce: Bip S ha infatti un sistema operativo molto basic, e mostra a schermo una interfaccia con dati basic sulle performance delle attività sportive.

All’interno troviamo una serie di sensori davvero niente male: oltre a giroscopio e accelerometro, troviamo addirittura GPS e sensore cardiofrequenzimetro, cose davvero non da sottovalutare in prodotti di questa fascia di prezzo. Non mancano Bluetooth 5.0 LE ed una gran bella batteria da 200mAh che gli attribuisce una autonomia da ben 40 giorni; ben 22 ore ad utilizzo di GPS continuo, da record sull’intero settore. La compatibilità è garantita sia su iOS che Android, con un’app Amazfit che ricorda molto Mi Fit di Xiaomi. Su questa è possibile eseguire tutte le attività di tracking classico.

Il peso è davvero molto contenuto, di appena 31 grammi. Vi invitiamo a sceglierlo se volete il prodotto più economico in assoluto ma in grado di ricoprire il ruolo di fitness tracker in modo egregio.

Puoi acquistare Amazfit Bip S su Amazon o se preferisci su eBay

Amazfit Verge Lite

Se siete alla ricerca di uno Xiaomi smartwatch economico, semplice e che strizza maggiormente l’occhio al formato a quadrante rotondo classico, allora Amazfit Verge Lite è il prodotto economico su cui dovete volgere lo sguardo. In questo caso ci troviamo di fronte ad un dispositivo semplicissimo, con una anima principale metallica incastonata in uno chassis plastico dotato di un cinturino in gomma. Il target di questo dispositivo è molto semplice: se state cercando un fitness tracker che possa fare anche da accessorio di design moderno, senza fronzoli, allora eccolo davanti a voi.

La versione Lite, giunta sul mercato dopo un successo più che discreto della controparte Verge classica, ha un display AMOLED da 1,3 pollici e risoluzione di 360 x 360 pixel. I neri sono abbastanza profondi e, sebbene la risoluzione non sia fra le più elevate, il contenuto della watchface personalizzabile è molto piacevole alla vista, anche nelle situazioni di luce diretta. All’interno troviamo un set di sensori davvero ottimo: dal GPS+Glonass al Bluetooth 5.0 e al cardiofrequenzimetro h24. Non manca un tasto fisico (uno solo) e la certificazione IP68 per l’esposizione ai liquidi. Il Wi-Fi, invece, è assente e rappresenta un neo di questo prodotto.

Gli sport in grado di tracciare sono svariati, ma più per chi pratica il fitness o l’outdoor semplice: corsa, camminata, tapis roulant, bicicletta, cyclette, ellittica e palestra. La batteria, se usata sapientemente, riesce a raggiungere addirittura i 20 giorni di autonomia. L’app companion è la classica Mi Fit vista già sugli Xiaomi, ed è disponibile sia su iOS che su Android. Non al top la gestione delle notifiche su polso, ma visto il prezzo è normale scendere a qualche compromesso.

Puoi acquistare Amazfit Verge Lite su Amazon o se preferisci su eBay

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Amazfit GTS

Giunto sul mercato verso la fine del 2019, Amazfit GTS è la proposta “Xiaomi smartwatch” impropria più adatta a chi cerca un prodotto di design più compatto e futurista, ancora una volta ispirato ad Apple Watch. Per GTS lo stile strizza a casa Apple in modo deciso, con un quadrante tendenzialmente quadrato a bordi stondati. La scocca è metallica e sottile, mentre i cinturini sono in gomma in più colorazioni ed intercambiabili (20 mm). Il display anteriore è un bel pannello AMOLED da 1,65″ con risoluzione di 348 x 442 pixel che, come avrete capito, non è quadrato ma leggermente più sviluppato in altezza. Questo è molto luminoso e dispone di una ottima densità.

All’interno troviamo tutti i sensori base, con qualche aggiunta piacevole: Bluetooth 5.0, GPS+GLONASS, cardiofrequenzimetro H24 e chip NFC. In soli 25 grammi è possibile portare sempre con sé un compagno di vita, adatto a tutte le attività da svolgere durante il giorno. Grazie all’app Amazfit dedicata presente sia su iOS che su Android è possibile monitorare tutte le attività classiche, dallo sport al sonno. Gli sport monitorabili sono dodici, dunque non tantissimi ma abbastanza inclusivi per le attività che si svolgono normalmente. Fra queste c’è anche il nuoto, visto che GTS è anche idrorepellente e resistente fino a 5 atmosfere alle immersioni.

Mancano purtroppo le casse per le chiamate mentre la gestione della riproduzione della musica via Bluetooth è sempre possibile. Le notifiche sono in sync con quelle dello smartphone associato ma non è possibile rispondere rapidamente alle suddette. La batteria da 220 mAh punta ad una autonomia media di circa due settimane. Sceglietelo se volete un bello smartwatch elegante, ad un prezzo assolutamente accessibile.

Puoi acquistare Amazfit GTS su Amazon o se preferisci su eBay

Amazfit GTS
Prezzo consigliato: € 129.99Prezzo: € 128.5

Amazfit GTR

Iniziamo a fare più sul serio con un orologio massiccio, sicuramente più adatto ai polsi maschili o in generale a chi cerca qualcosa di fisicamente più “impegnativo”. Lo Xiaomi smartwatch in questo caso è Amazfit GTR, orologio a cassa grande che si propone in due differenti varianti, rispettivamente da 42 o 47 millimetri e dai materiali più svariati: dal semplice alluminio all’acciaio, fino al titanio ma solo per la versione più grande. Il look è quello di un orologio classico, con cinturino intercambiabile standard fino alla cornice.

Frontalmente troviamo un display variabile in base alla versione. Nel modello più piccolo troviamo un pannello da 1.2″ AMOLED con risoluzione da 390 x 390 pixel, mentre il modello più grande monta un 1.39″ AMOLED con risoluzione da 454 x 454 pixel. In entrambi i casi abbiamo la stessa densità, da ben 326 PPI, e la stessa resa davvero ottima anche sotto la luce del sole. Accompagna il rivestimento un Gorilla Glass 3 con pattern anticoating. All’interno troviamo il classico reparto di sensori di casa Amazfit: Bluetooth 5.0 LE, GPS+GLONASS, cardiofrequenzimetro H24. Le attività sportive tracciate sono corsa, camminata, ciclismo, corsa domestica, ciclismo al coperto, nuoto libero, ellittica, alpinismo, corsa in pista, sci ed esercizi a corpo libero.

Lato OS abbiamo un’app companion disponibile sia su iOS e Android che consente anche il flusso delle notifiche, con le quali è sempre impossibile interagire per le risposte. L’autonomia invece è davvero elevata, e nel modello più grande riesce a raggiungere anche i 20 giorni di utilizzo (qualcosa in meno su 42 mm). Presenti due tasti fisici. Sceglietelo se siete alla ricerca di un bell’orologio di accompagnamento per tutte le attività giornaliere.

Puoi acquistare Amazfit GTR su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Amazfit GTR è disponibile nella variante 47 millimetri.

Amazfit Stratos 3

Chiudiamo in bellezza la nostra guida Xiaomi smartwatch con un prodotto davvero molto interessante di fascia alta: Amazfit Stratos 3. Siamo di fronte ad uno sportwatch, e si vede già al colpo d’occhio: abbiamo di fronte un orologio che dispone di un form factor abbastanza “bulky”, con una cassa in acciaio inossidabile 316L e ceramica da ben 48 millimetri. Difficile da immaginarne l’utilizzo in modo snello ad un pubblico femminile, ma anche chi ha in generale un polso esile. Il suo display è transreflective, TFT da 1.34″ con risoluzione da 320 x 320 pixel: non il top del top rispetto agli standard di mercato, ma riesce a contenere i consumi sulla batteria.

Questa punta ai sette giorni di utilizzo, che non sono tanti a prescindere. Dalla sua però può contare su un corredo di sensori davvero molto vasto, che vanno dal Bluetooth 5.0, Wi-Fi, posizionamento sullo spazio che sfrutta tre sistemi differenti (GPS GLONASS, GPS GALILEO, GPS BEIDOU) e tanto altro. Non mancano neanche il barometro, o il più comune giroscopio a sei assi. Resistente all’acqua fino a 5 atmosfere, Stratos 3 consente il tracking di ben ventuno attività sportive univoche, grazie all’app per iOS e Android dedicata.

Inutile dirlo che l’utilizzo del GPS attivo è alla chiave della scelta di Stratos 3, sebbene il fix del suddetto non sia proprio tra i migliori della categoria. Ancora una volta grazie all’OS si Amazfit è possibile sfruttare poche app integrate e fruire le notifiche, ma mai rispondere attivamente ad esse. Ve lo consigliamo se siete degli sportivi che amano l’avventura in outdoor.

Puoi acquistare Amazfit Stratos 3 su Amazon o se preferisci su eBay

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.