Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Xiaomi smartband: ecco i migliori modelli

Xiaomi smartband: ecco i migliori modelli

di Giovanni Mattei
Specialist Fitness tracker
aggiornato il 22 gennaio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Per questa settimana eBay punta sulla tecnologia: usando il codice promo “PITECH100EUentro il 28 febbraio, sarà possibile ottenere il 5% di sconto sul prezzo finale, fino ad un massimo di 50€. Il codice è utilizzabile due volte oltretutto; potete fare riferimento alla seguente sezione per accedere alla promo. Ma non finisce qui, perché per i prodotti per la casa, eBay ha previsto fino al 60% di sconto su una selezione davvero interessante di dispositivi: se dovete rinnovare la vostra casa è l’occasione adatta, anche perché potete combinare la promo usando il coupon indicato poco più su!

N.B. La guida Xiaomi smartband è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Febbraio 2019.

In questo articolo parliamo delle migliori Xiaomi smartband. L’obiettivo e offrivi una panoramica completa dei diversi fitness tracker in modo da aiutarvi nella scelta del prodotto che meglio soddisfa le vostre esigenze.

Xiaomi smartband: quale comprare

Xiaomi ha un modo tutto suo di intendere la tecnologia. Mi piace definirla un’azienda che osserva tantissimo le richieste portate avanti dagli utenti, cercando di accontentarli in tutto. Un esempio è l’ottimo lavoro fatto con il Xiaomi Mi A2, seconda generazione di un prodotto che ha stupito tutti per la sua qualità e il suo prezzo estremamente competitivo. Il colosso cinese fa la stessa identica cosa anche per le smartband. Infatti, nel corso degli ultimi anni, Xiaomi ha lanciato la linea “Mi Band” proponendola come il punto di riferimento per chi è alla ricerca di un wearable economico e completo.

Decine e decine di recensioni sono a disposizioni di tutti come prova che quanto proposto da Xiaomi non è solo vantaggioso dal punto di vista economico, ma anche per quanto riguarda il tracking vero e proprio dell’attività fisica. All’interno della nostra guida sulle Xiaomi smartband, prenderemo in considerazione l’attuale generazione delle Mi Band, ovvero la Xiaomi Mi Band 3. Quest’ultima riprende il lavoro fatto dalle passate generazioni cercando di migliorarlo ulteriormente.

Come vedremo qualche riga più in giù, scegliere una Xiaomi smartband è conveniente sotto tanti punti di vista. L’aspetto estetico è piacevole e adatto ad entrambi i sessi, l’autonomia di lunga durata non costringe a ricaricare la smartband ogni sera, la certificazione IP67 garantisce il suo utilizzo (e salvaguardia) anche a contatto con l’acqua e il prezzo estremamente basso la rende perfetta per tutte le tasche. La Mi Band 3 non dev’essere però intesa come un prodotto proposto solo a chi vuole spendere poco. Viste le sue qualità consigliamo quantomeno di provarla anche a chi si può permettere di spendere qualcosina in più.

Xiaomi Mi Band 3

Che si può dire della Xiaomi Mi Band 3? Come abbiamo detto all’interno del capitolo introduttivo sulle Xiaomi smartband, il colosso cinese è riuscito a ritagliarsi un posto di primissimo livello all’interno di un settore in estremo fermento e popolato da aziende altrettanto agguerrite (Samsung, Garmin, Fitbit e molte altre). La bravura di Xiaomi è stata quella di studiare a fondo il mercato delle smartband a buon mercato, cercando però di dare un qualcosa in più all’utente finale.

Dove sta scritto che chi vuole spendere di meno è per forza di cose interessato ad un prodotto scadente? È proprio qui che gioca duro la Mi Band 3, riuscendo ad offrire il massimo dell’ergonomia, dell’autonomia, del design e delle feature in un prodotto che molto spesso non supera i 30€. Strutturalmente abbiamo il classico cinturino in silicone di buona fattura al quale si incastra il cuore pulsante della smartband. Questa, posteriormente, presenta il sensore HR per il battito cardiaco (ovviamente con il tracking costante, ma volendo può anche essere attivato manualmente, giusto per ottenere qualcosa in più a livello dell’autonomia).

Frontalmente trova posto il nuovo display PMOLED da 0,78 pollici con 128 x 80 pixel di risoluzione. La struttura cambia in modo radicale rispetto alla passata generazione, con il tasto per comandare la smartband adesso direttamente incastonato nella struttura e non più a parte come nella Mi Band 2. Per quale motivo una persona dovrebbe scegliere questa Xiaomi smartband? Beh i motivi sono davvero tanti.

Si parte da una lavorazione di alto livello, senza pecche o sbavature – ricordiamo che parliamo di un prodotto estremamente economico -, accompagnata da un’applicazione mobile robusta e costantemente aggiornata. Il sensore per il battito cardiaco funziona egregiamente e anche la batteria non è da meno, soprattutto considerando che l’attivazione costante del sensore ha un suo peso in termini di consumi. È inoltre presente il riconoscimento automatico dell’attività fisica per la camminata, la corsa (all’aperto o sul tapis roulant) e la pedalata.

Insomma, quello che offre è difficile da trovare altrove e non abbiamo problemi a consigliarvi questa Xiaomi smartband come il vostro primo acquisto tecnologico in questo ambito.

Puoi acquistare Xiaomi Mi Band 3 su Amazon su eBay o su ePrice

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.