Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Xbox One S vs Xbox One X: come e quale scegliere

Xbox One S vs Xbox One X: come e quale scegliere

di Matteo Gobbi
Specialist Migliore console
aggiornato il 28 novembre 2018
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Xbox One S vs Xbox One X è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Dicembre 2018.

Xbox One S vs Xbox One X è uno dei confronti più frequenti e naturali da fare oggi come oggi se si è interessati ad entrare nel mondo delle console Microsoft di questa generazione. Con questo articolo, quindi, andremo ad aiutarvi a capire le principali differenze tra i due modelli e quale potrebbe fare al caso vostro, confrontando le caratteristiche più importanti e suggerendovi di conseguenza quale acquistare fra Xbox One S e Xbox One X.

Xbox One S vs Xbox One X: novità e differenze

Xbox One S vs Xbox One X: le caratteristiche di Xbox One S

Partiamo con Xbox One S, il modello più “vecchio” tra i due sistemi. Pensata come upgrade di Xbox One – lanciata originariamente nel 2013 – Xbox One S fa parte di un trend che da quasi vent’anni ormai esiste nel mondo console, ovvero quello delle varianti “Slim”. Rilasciate qualche anno dopo l’uscita della piattaforma originale, questa tipologia di sistemi offre miglioramenti in termini di form-factor e/o prestazionali rispetto all’edizione originale, e Xbox One S aderisce appieno a questa filosofia.

Come vi abbiamo già detto nel nostro articolo dedicato ad Xbox One S, questa console vanta diversi miglioramenti ma il più palese a colpo d’occhio riguarda le dimensioni del sistema. Anzitutto Xbox One S ha un volume inferiore del 40% rispetto alla prima edizione della piattaforma, oltre che un design più curato e ragionato per troncare nettamente con l’estetica “da decoder” di Xbox One e consentire al sistema (finalmente) di essere posizionato verticalmente. Inoltre, assieme a questo nuovo design è stato implementato all’interno dello chassis il sistema d’alimentazione, rimuovendo quindi il noioso e voluminoso power brick dal cavo e ponendolo dove sarebbe dovuto essere sin dall’inizio (dentro la console).

Rimanendo sul tema dell’alimentazione, il consumo di corrente medio è stato ridotto di oltre 1/3, andando dai 70 – 120 W di Xbox One ai 35 – 90 W di Xbox One S. In termini di miglioramenti alla connettività, è importante segnalare invece l’inclusione dell’IR Blaster, tecnologia ad infrarossi che consente di configurare e gestire l’accensione e lo spegnimento di televisori, decoder e quant’altro senza ricorrere a telecomandi proprietari.

Passando ora alle funzionalità software introdotte con Xbox One S, le più importanti sono sicuramente il supporto all’HDR e della risoluzione 4K. Mentre la tecnologia HDR è facile da identificare e fornisce benefici visivi in ogni tipologia di contenuto, il 4K è relegato esclusivamente allo streaming ed agli aspetti multimediali del sistema. Quando si parla di videogiochi, infatti, l’unico cambiamento presente rispetto alla Xbox One originale è che quando si collega la console ad una TV 4K viene effettuato un up-scaling a 2160 p per conservare la qualità dell’immagine, quindi per definizione Xbox One S non è una console 4K da gaming, al contrario di Xbox One X.

Xbox One S vs Xbox One X: le caratteristiche di Xbox One X

La più grossa differenza tra le due console, motivo dietro all’evidente impossibilità nel dichiarare un “vincitore” del confronto Xbox One S vs Xbox One X, è che non sono pensate per lo stesso pool d’utenza. Xbox One X, infatti, è una piattaforma concepita da zero per essere la console più potente del mondo, e per un motivo ben preciso: il gaming in 4K nativo.

Grazie al su hardware superiore Xbox One X è l’unica piattaforma in grado di riprodurre anche i più recenti titoli AAA con risoluzione nativa 4K, aspetto di cui vi abbiam parlato in dettaglio anche nel nostro articolo di confronto PS4 Pro vs Xbox One X. La ragione dietro a questo incremento nella resa grafica è molto semplice: l’hardware incluso in Xbox One X è notevolmente prestante per il mondo console.

Il processore di One X è infatti una versione overclockata dell’AMD Jaguar usato nella stessa One S, con una frequenza di 2,3 GHz (circa 30% in più). La RAM è considerevolmente migliore sia per capacità che velocità di lavoro, passando da 8 GB DDR3 a 12 GB GDDR5, ed anche la GPU integrata vanta miglioramenti sostanziali alla velocità di trasferimento dei dati, conferendo complessivamente un miglioramento del 40% alle performance grafiche del sistema.

Tralasciando la scheda tecnica superiore, è importante specificare che contrariamente a quanto potrebbe sembrare inizialmente Xbox One X non offre all’utente molto in più a livello di funzionalità se rapportata a Xbox One S; entrambi i sistemi d’altro canto vantano la stessa libreria di giochi e supportano i medesimi servizi, come Xbox Live Gold, EA Access e Xbox Play Anywhere.

L’unica feature vera e propria aggiuntiva (oltre al gaming 4K) che si può evidenziare nel confronto Xbox One S vs Xbox One X è che quest’ultima supporta il codec H.265 per catturare filmati a 4K a 60 fps offrendo un livello di compressione notevolmente superiore senza perdita di qualità dell’immagine.

Xbox One S vs Xbox One X: i migliori bundle

Xbox One S

Partendo da Xbox One S nel taglio da 500 GB, una delle migliori soluzioni presenti sul mercato è offerta dal bundle Xbox One S da 500 GB/1 TB con 3 mesi di Xbox Live Gold e Rocket League, che potete acquistare direttamente da questa pagina Amazon, raggiungibile anche selezionando il box dedicato. Se anche questo taglio di Xbox One S vi risulta poco allettante, vi segnaliamo che è pur sempre possibile acquistare su GameStop una console Xbox One originale usata ad un prezzo davvero allettante, soprattutto considerando che è possibile crearsi un custom bundle con inclusi una Xbox One originale usata con due giochi a scelta (presi da una lista che include titoli come Call of Duty Infinite Warfare Legacy, Dead Rising 3, Homefront The Revolution, Killer Instinct) e un grip pack per il controller ad appena 149,98€.

Se invece ciò che volete acquistare è una console con HDD da 1 TB, in grado quindi di offrire una capacità di storage considerevolmente superiore, sono presenti anche in questo caso un paio di soluzioni davvero interessanti. Il primo bundle che suggeriamo include al suo interno una Xbox One S da 1 TB con Forza Horizon 3, ma se siete in cerca di una soluzione ancor più ricca allora vi suggeriamo una Xbox one S da 1 TB con Assassin’s Creed Origins e Rainbow Six Siege; anche in questo caso per acquistare questi bundle vi basta selezionare gli appositi box.

Puoi acquistare Xbox One S 500 GB + Rocket League + 3 mesi di Xbox Live Gold su Amazon o se preferisci su Microsoft In alternativa Xbox One S 500 GB + Rocket League + 3 mesi di Xbox Live Gold è disponibile nelle varianti Xbox One S 1 TB + Assassin's Creed Origins + Rainbow Siege, Xbox One S 1 TB + 3 mesi di Game Pass + 3 mesi di Live Gold o Xbox One S 1 TB + Shadow of War.

Xbox One X

Se siete invece alla ricerca di una Xbox One X, sfortunatamente la console non è proposta in combinazione con alcun gioco. Se desiderate impossessarvi della console più potente al mondo, quindi, dovete per forza acquistare una Xbox One X da 1 TB stand-alone, che include al suo interno semplicemente il controller e potete acquistarla direttamente da questa pagina Amazon.

Puoi acquistare Xbox One X da 1 TB su Amazon su eBay su Microsoft o su ePrice

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Matteo Gobbi tramite i commenti.