Wolfenstein 2 The New Colossus I diari dell’agente Morte Silenziosa recensione: l’atmosfera non basta

«Tutto qui?». È questa la domanda che mi sono fatto alla conclusione de I diari dell’agente Morte Silenziosa, secondo episodio del gruppo di DLC per Wolfenstein 2 The New Colossus, la cui collana prende il nome di Cronache della Libertà. Si torna a massacrare nazisti, sulla base di uno sparatutto in prima persona estremamente solido e pieno di sangue ed esplosioni. L’idea di pubblicare contenuti scaricabili ad episodi resta molto valida, ma l’esecuzione non sembrerebbe esattamente dare il migliore dei risultati. Scoprite tutto nella nostra recensione di Wolfenstein 2 The New Colossus I diari dell’agente Morte Silenziosa.

Questa recensione contiene minimi spoiler per Wolfenstein 2: The New Colossus. Potete leggere la recensione del gioco principale a questo indirizzo.

Una struttura episodica che procede un’idea alla volta

ridble Wolfenstein 2 The New Colossus I diari dell'agente Morte Silenziosa recensione

L’obiettivo degli sviluppatori con questi DLC è chiaro: ognuno di essi va a sfruttare uno dei tre gadget sbloccabili durante la campagna di Wolfenstein 2, costruendo una serie di livelli basati sul loro utilizzo. In questo episodio, andremo ad interpretare un personaggio che incarna pienamente il lato pulp e noir della serie: l’agente Morte Silenziosa, una femme fatale che preferisce il pugnale al rossetto, pronta anche lei a fare strage di nazisti. Lo stealth è la sua specialità e grazie al suo fisico esile potrà infilarsi in condotti d’aerazione per sgattaiolare dietro le quinte nemiche, imitando il gadget dallo stesso effetto presente nel gioco principale.

Jessica, questo il nome dell’agente, ha un approccio più simile a James Bond che a John Rambo, e la cosa si riflette nel gioco: se veniamo avvistati non sarà game over, ma dovremo vedercela con nemici che sono di gran lunga più potenti di noi. E, sebbene sia tecnicamente possibile vincere questi scontri, la mancanza di un arsenale pari a quello di BJ, protagonista del gioco principale, unito alla gracile costituzione della protagonista, lo rende uno scontro quasi impossibile. Meglio evitare guai e pugnalare alle spalle, cose che, come sottolineano le diapositive stile fumetto pulp anni ’50 che aprono i livelli, sono la specialità della protagonista di questo episodio.

ridble Wolfenstein 2 The New Colossus I diari dell'agente Morte Silenziosa recensioneIl tutto sembra davvero promettente, ma purtroppo è una premessa sfruttata molto poco. La “storia” di per sé dura al massimo una o due ore, a seconda di quanto intendiate dedicarvi all’esplorazione e alla ricerca di oggetti collezionabili o documenti – non che ci sia granché da scovare onestamente, a meno che non siate fan del completare i giochi al 100%. Vista la scelta di tenere la narrativa al minimo e separata dalla trama principale, la lettura dei documenti risulta molto superflua, variando da qualche semplice riga riempitiva a frasi del tipo sono malvagio, adoro essere malvagio nel caso dei diari dei nemici. Un vero peccato: si poteva fare qualcosa di più con questi personaggi.

ridble Wolfenstein 2 The New Colossus I diari dell'agente Morte Silenziosa recensione

Un’impostazione molto semplice, dunque, connessa ad una narrativa dello spessore di un foglio di carta: dei traditori hanno ammazzato il marito di Jessica Valiant, la nostra agente Morte Silenziosa, e un misterioso informatore l’ha contattata per farle sapere dove si trovano per poter eseguire la sua vendetta. Con questi eventi completamente slegati dalla trama principale, il nostro obiettivo sarà esplorare tre livelli alla ricerca di questi bersagli, in un’atmosfera molto pulp, ma senza alcun tipo di filmato o narrazione oltre al monologo della protagonista; quest’ultimo ben recitato e doppiato in maniera più che degna, ma che decisamente non basta a tenerci interessati.

La struttura è identica per ogni livello: penetreremo di nascosto in un complesso nazista e ci dovremo orientare mentre cerchiamo un bersaglio da assassinare tra i corridoi e i saloni. La sezione iniziale, dove gli ambienti sono più simili a uffici, è quella che ho apprezzato di più: gli spazi angusti permettono di trovare molti nascondigli, e il fatto che parecchie stanze siano collegate da condotti e cunicoli permette di aggirare i nemici più potenti per evitarli o coglierli di sorpresa, mentre cerchiamo di tenere a mente una mappa mentale della zona per non perderci. Nel momento in cui ci si inizia veramente a divertirsi, purtroppo, il bersaglio viene eliminato ed il livello termina.

ridble Wolfenstein 2 The New Colossus I diari dell'agente Morte Silenziosa recensione

A parte questo sprazzo di creatività iniziale, in linea di massima i tre livelli che compongono l’episodio sono molto lineari: è chiaro che – con l’eccezione del livello finale, che sembra essere la stessa stanza ripetuta senza molta cura – c’è un percorso che gli sviluppatori vogliono che noi seguiamo, e la libertà di improvvisare è poca, pena una morte rapida e molto dolorosa. Ci sono situazioni in cui gli spazi si fanno più larghi e abbiamo la possibilità di aggirarci in ambientazioni più interessanti, ma per la maggior parte si tratta di corridoi, con elementi per la grande maggioranza riciclati dal gioco principale. Uffici della Gestapo, studi cinematografici, basi spaziali: non c’è molto che non sia stato già visto, ed è tutto molto ripetitivo.

Non c’è più l’arsenale sovrumano

Rispetto al gioco principale, l’equipaggiamento a nostra disposizione è molto limitato: pistola silenziata, due tipi di mitragliatrici ed un fucile a pompa, con la pistola silenziata che resta l’unica arma che utilizzeremo per la maggior parte del gioco. Un colpo alla testa basta ad eliminare qualunque nemico umanoide senza farci notare, cosa non difficile visto che avremo tutto il tempo di prendere la mira di nascosto, con l’eccezione dei cani (meccanici e non) e dei colossi corazzati. Meglio evitare questi ultimi, però, vista la fragilità della protagonista: Morte Silenziosa non è BJ, e la sua salute si esaurirà velocemente se faremo scattare l’allarme e avremo un’orda di nazisti assetati di sangue tra noi ed il bersaglio.

ridble Wolfenstein 2 The New Colossus I diari dell'agente Morte Silenziosa recensioneÈ un peccato, però, che le meccaniche stealth non siano state sviluppate ulteriormente rispetto al gioco principale. Si poteva costruire qualcosa di sperimentale, seguendo il filone di Blood Dragon e altri DLC-esperimento, invece continuiamo a non poter nascondere cadaveri, o a non aver nessun modo per tracciare i nemici che stanno fuori dal nostro campo visivo. È presente un rallentatore ogni volta che un nemico ci avrà avvistato, sullo stile di Metal Gear Solid 5, ma lo stile visuale di Wolfenstein è così buio che a volte è difficile capire se qualcuno ci abbia visto o se il rallentamento sia dovuto a uno degli sparsi bug che è possibile incontrare. Un’altra aggiunta: il recuperare salute ad ogni uccisione sembra più pensato per l’assalto frontale che per lo stealth. L’impressione che danno questi particolari è che il gioco sia stato messo insieme senza molta cura.

Wolfenstein 2 The New Colossus I diari dell’agente Morte Silenziosa recensione: le nostre conclusioni

Non c’è molto altro da dire: Wolfenstein 2 The New Colossus I diari dell’agente Morte Silenziosa conta tre livelli, per un totale di circa un’ora di gioco, a meno che non vogliate prendervela comoda con le sfide a punti. Francamente, se siete fan della serie potreste voler completare la vostra collezione, ma per tutti gli altri i DLC rilasciati finora non sembrano aggiungere niente di veramente interessante. Sono brevi spazi in cui esplorare le meccaniche già viste nel gioco principale, e per quanto avere luoghi dedicati ad ognuna di esse aiuti in un paio di casi a creare scenari stealth più solidi, il risultato finale tende a lasciare indifferenti, soprattutto per la brevissima durata che, considerato il prezzo di 10€, è molto difficile da giustificare.

Pro

  • Grafica e atmosfera sempre di alto livello
  • Armi soddisfacenti

Contro

  • Troppo, troppo corto per il prezzo
  • Trama quasi inesistente
  • Livelli riciclati e poco ispirati

5

Stefano Zocchi


Il gioco principale resta ancora raccomandato, soprattutto al prezzo scontato che ha in questi giorni. Potete acquistare Wolfestein 2 The New Colossus a questo indirizzo, o cliccando sul box qui sotto, e comprare il Season Pass o i singoli episodi attraverso il gioco. Il gioco è disponibile per PCPlayStation 4 e Xbox One.

Per restare aggiornati sulla data d’uscita dei restanti episodi, seguite la nostra pagina Wolfenstein 2 The New Colossus news.

Top