Wi-Fi 802.11 ax: Qualcomm punta all’aumento di portata

scritto da Claudio Carelli il 14 febbraio, 2017

Attraverso un comunicato stampa Qualcomm conferma il grande impegno dell’azienda nel supportare i dispositivi di rete che arriveranno sul mercato. Oggi si parla di Wi-Fi 802.11 ax, nuovo standard che mira all’espansione della portata del tradizionale WiFi, decisamente inferiore rispetto a quella offerta dalle connessioni su cavo via Ethernet. Non si parla di velocità di connessione con il mondo esterno, bensì di portata di rete locale, un aspetto sempre tanto sottovalutato ma fondamentale ora che anche negli ambienti domestici più semplici i dispositivi a disporre di funzioni legate ai collegamenti di rete sono davvero tanti.

Qualcomm ufficializza così il nuovo SoC IPQ8074 pensato per router e periferiche analoghe, nonché il chip QCA6290 che verrà integrato invece, da parte dei vari produttori, all’interno dei dispositivi (smartphone, tablet e notebook) per sfruttare la connettività ax. Questa mira a mettere a disposizione della propria rete una portata pari a circa quattro volte rispetto alla precedente Wi-Fi ad, ancora non ampiamente distribuita. Ciò significa che lo scambio di pacchetti sulla rete locale da parte dei client connessi sarà notevolmente superiore, impensierendo probabilmente la tradizionale Ethernet Gigabit, standard su cavo ampiamente preferito per le connessioni locali ad alta velocità.

I chip verranno resi disponibili da Qualcomm a tutti i produttori partner nella prima metà del 2017 e supporterà anche i recenti standard dual-band e 8×8 MIMO. Si prospetta un periodo decisamente caldo per i dispositivi di rete.

Top