Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Toshiba Portégé X30T-E

Toshiba Portégé X30T-E

di Fiorenza Polverinoaggiornato il 13 settembre 2018
La storia del prodotto
Questa pagina raccoglie tutte le news a tema Toshiba Portégé X30T-E ed è costantemente aggiornata. Il contenuto in cima è il più recente e l'ultimo aggiornamento risale al 21 Settembre 2018.
Toshiba Portégé X30T-E presentato a Berlino in occasione di IFA 2018

Toshiba Portégé X30T-E caratteristiche: tutto quello che c’è da sapere

Toshiba Portégé X30T-E è il notebook 2-in-1 pensato per l’uso in azienda. Come tutti i prodotti della sua categoria è costituito da un tablet a cui si può agganciare una tastiera, per poterlo utilizzare come un portatile tradizionale. A differenza di Surface, il concorrente a cui somiglia di più, all’interno della tastiera sono presenti una batteria aggiuntiva e una notevole quantità di porte, coerentemente con la sua vocazione di prodotto business. Presenti come accessori extra anche una stylus e una seconda tastiera “da viaggio”, più leggera e priva dei componenti che caratterizzano la keyboard standard.

Design e connettività

Il Toshiba Portégé X30T-E è un 2-in-1 con schermo da 13 pollici costituito da una parte tablet perfettamente autonoma: è qui che sono inclusi, al di là dello schermo, le componenti hardware, una batteria e alcune porte, tra cui spicca la USB Type-C, (che supporta Display e Power Delivery) oltre al jack audio, al lettore SD e allo slot per la sim LTE (opzionale). Sul retro del tablet è presente il lettore di impronte digitali.

A questa unità principale è possibile collegare una tastiera, che, a differenza di quella del Surface, ha dei veri e propri connettori e non solo un aggancio magnetico. Questo perché al suo interno sono presenti una seconda batteria, utile per prolungare l’autonomia del pc, oltre che ad un buon numero di porte che vanno a completare la dotazione del del Toshiba Portégé X30T-E. Troviamo infatti 2 USB 3.0, 1 USB Type-C (che supporta la ricarica e che va a sostituire quella presente nel tablet), HDMI e, nonostante lo spessore contenuto, anche una porta ethernet e una VGA. Sono in particolare questi ultimi due elementi che ci danno una chiara idea del tipo di utenza (professionale) a cui è rivolto questo modello.

Il case del notebook è nero, realizzato in lega di magnesio, ed è molto robusto (risponde agli standard militari STD 810G). Il peso è contenuto: si parla di circa 800 grammi per il solo tablet a cui si aggiungono i 600 grammi della tastiera completa (per un totale di 1,4 kg). Per rimanere più leggeri sarà possibile scegliere anche una tastiera in formato “travel”, molto simile a quella che troviamo sui Surface per intendersi, che perde le porte aggiuntive e la seconda batteria, ma pesa soltanto 300 grammi. Ancora un accessorio opzionale: si tratta di una penna Wacom sensibile a più punti di pressione, per poter prendere appunti o disegnare direttamente sullo schermo.

Display

Il Toshiba Portégé X30T-E è dotato di uno schermo da 13,3 pollici touchscreen a risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel) e dotato di una finitura antiriflesso opaca. Il display è ricoperto da uno strato in vetro (Corning Glass). Ottimo il livello di luminosità che, con 400 nit, dovrebbe consentire la visibilità anche in condizioni di luce poco favorevoli.

Hardware

Non sono ancora ufficiali le schede tecniche complete delle varie configurazioni in cui sarà disponibile Toshiba Portégé X30T-E. Sappiamo che a bordo troveremo i processori Intel della serie Kaby Lake Refresh e che una delle configurazioni includerà l’i7-8550U (un quad core con otto thread, frequenza di clock da 1,80 GHz fino a 4,00 GHz in burst). La scheda grafica è un’integrata Intel (probabilmente la Intel UHD 620), mentre la RAM è di tipo LPDDR3, configurabile fino ad un massimo di 16 GB. Per l’archiviazione si avranno a disposizione fino a 1 TB di memoria su SSD, su disco SATA o PCIe a seconda delle configurazioni.

Batteria

L’autonomia massima raggiungibile del Toshiba Portégé X30T-E è di 15 ore, almeno secondo le dichiarazioni del produttore. Questo dato si riferisce all’utilizzo con tastiera (e seconda batteria) connessa al tablet. In caso di utilizzo del solo tablet probabilmente l’autonomia andrà a calare. Al Portégé inoltre sarà sufficiente una sola ricarica di 30 minuti per garantire 4 ore di utilizzo.

Toshiba Portégé X30T-E prezzo e uscita in Italia

il Toshiba Portégé X30T-E arriverà in Italia a partire da ottobre 2018. Non sappiamo ancora il prezzo con cui sarà lanciato nel nostro paese ma, basandoci sui 1550 dollari del listino statunitense, probabilmente staremo tra i 1500 e i 2000 euro, a seconda della configurazione e degli accessori aggiuntivi. Il prezzo è alto, ma c’è da considerare che si tratta di un device con un target ben preciso e che di notebook 2-in-1 pensati per l’utilizzo professionale non ce ne sono molti. A competere con il Portégé ci sarebbe il Surface Pro, dal prezzo forse leggermente inferiore. Al Surface però manca la significativa dotazione di porte di cui dispone questo notebook; inoltre la sua tastiera è acquistabile a parte, mentre sembrerebbe che Toshiba includa la prima keyboard nella confezione del Portégé X30T-E (ma rimaniamo in attesa di dati certi su questo).

Certo, non si tratta di un computer per tutti e l’utente medio che sta cercando un 2-in-1 probabilmente potrà orientarsi su soluzioni più economiche pensate per il mercato consumer. Ma il professionista che desidera un prodotto versatile e di alto livello potrebbe facilmente trovare nel Toshiba Portégé X30T-E, ancora più che nel Microsoft Surface, un compagno di lavoro ideale.

Toshiba Portégé X30T-E anteprima

Abbiamo provato il Toshiba Portégé X30T-E a IFA 2018 e ci è subito apparso come uno dei prodotti più interessanti visti nel corso della fiera. Esteticamente gradevole, grazie anche alla colorazione nera e al case in metallo, non è però sottilissimo: lo schermo, che effettivamente è un tablet e ospita anche tutto l’hardware del portatile, misura poco meno di 1 cm di spessore, a cui si vanno ad aggiungere altri 1,3 cm di tastiera (quella completa). Se una tastiera più sottile avrebbe contribuito a contenere lo spessore del notebook, questa versione full-size però presenta tutta una serie di vantaggi, primo tra i quali l’ampia dotazione di porte. È davvero raro trovare una porta ethernet in questo tipo di prodotti, e ancora più eccezionale è la presenza della VGA; entrambi gli elementi fanno subito capire il tipo di target a cui si rivolge Toshiba: aziende e utenti business in generale, che apprezzeranno le molteplici possibilità di connessione, senza doversi procurare un adattatore o una docking station. Se consideriamo che questo prodotto fa della portabilità uno dei suoi punti di forza, il doversi sempre portare in borsa un adattatore avrebbe penalizzato questo aspetto. Il secondo vantaggio sta nella tastiera stessa: i tasti hanno una buona corsa e restituiscono un feedback d’uso soddisfacente.

Un’altra cosa che ci è piaciuta del Portégé è il suo schermo: abbiamo un pannello una finitura antiriflesso che fa davvero il suo dovere. Complice anche il buon livello di luminosità raggiunto (400 nit; se consideriamo che la media dei notebook si aggira tra i 200 e i 300 nit e che il top è rappresentato dai 500 nit del MacBook Pro, il valore è interessante), la visibilità in situazioni di forte luce, come ambienti esterni o, nel nostro caso, le tante luci di una fiera, non viene affatto compromessa.

29 agosto 2018
Tutti i rumors su Toshiba Portégé X30T-E

Toshiba Portégé X30T-E rumors

Nonostante il nostro impegno a seguire assiduamente la categoria, non abbiamo individuato alcun rumor su Toshiba Portégé X30T-E antecedente alla fase di annuncio effettivo. Pertanto, la fase dedicata ai rumors è rimasta priva di indiscrezioni: date direttamente un’occhiata alle caratteristiche ufficiali nella fase sovrastante!

28 agosto 2018