Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Telecamera D-Link: le migliori soluzioni per la sorveglianza

Telecamera D-Link: le migliori soluzioni per la sorveglianza

di Simone Sala
Specialist Smart Home
aggiornato il 8 maggio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

In più, fino al 26 maggio, puoi approfittare su Amazon di una serie di sconti dedicati a tutto ciò che ruota intorno ad HP grazie alle promozioni per gli “HP Days“, dove puoi trovare notebook, monitor, cuffie e stampanti in offerta. Nello stesso periodo, puoi approfittare anche della “Huawei Week“, una settimana di promozioni dedicata al colosso cinese con tantissimi prodotti in offerta.

N.B. La guida telecamera D-Link è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

In questa guida agli acquisti entriamo nel catalogo della nota azienda di Taiwan per vedere quale sia la migliore telecamera D-Link per le diverse esigenze di sorveglianza domestica.

Una telecamera di sorveglianza adatta ad una smart home deve essere affidabile, sempre connessa e capace di monitorare le zone sensibili dell’abitazione e del suo perimetro, inviando notifiche repentine in caso di rilevamento di una attività. Esistono tuttavia diversi tipi di telecamere, e di D-Link ha un vasto catalogo che copre quasi tutte le più comuni esigenze di sorveglianza, con prezzi che partono dalla fascia entry level via via salendo.

A seconda delle esigenze di ciascuno, è necessario capire quale sia il tipo di telecamera D-Link che si vuole acquistare. In primo luogo esistono telecamere fisse e telecamere motorizzate, cioè che possono far roteare il loro occhio in modo da coprire una più vasta zona sensibile, oppure due zone (ad esempio due finestre) che si trovano contrapposte tra loro. Ovviamente un altro aspetto da prendere in considerazione è dove si vuole posizionare la telecamera D-Link, se in un ambiente chiuso o all’esterno, cosa che obbliga alla scelta di un prodotto certificato per la resistenza agli genti atmosferici. I più avvezzi all’argomento smart home, sapranno poi che esistono diverse piattaforme domotiche, in grado di integrare diversi prodotti di varie tipologie e brand, per controllarli più facilmente, oppure attraverso la voce; i sistemi più noti sono Google Assistant, Amazon Alexa, Apple HomeKit e IFTTT. Quindi, a seconda del dispositivo che usate (iOS o Android), o il fatto che vi piacerebbe controllare alcuni aspetti tramite i comandi vocali, o personalizzare la vostra esperienza tramite le catene di causa-effetto offerte da IFTTT, tutto ciò è da prendere in considerazione nella scelta di una telecamera. In generale, la piattaforma domotica con il supporto meno diffuso è Apple HomeKit, ma D-Link ha pensato ad una telecamera compatibile con questo ecosistema per smart home, che quindi non mancheremo di trattare.

Parlando invece dell’app mydlink e dei servizi cloud offerti dall’azienda, trattiamo ora l’argomento, valido in generale, prima di vedere quali sono i prodotti consigliati più nel dettaglio. L’app mydilink consente di accedere e controllare le telecamere in tempo reale, ma è un vero e proprio hub dei prodotti demotici dell’azienda, quindi in grado di controllare anche prese smart ed eventuali futuri prodotti. Il piano cloud offerto con una telecamera D-Link, si differenzia tra diverse tipologie: quello gratuito consente di gestire i video di 3 telecamere, che vengono conservati in cloud per 24 ore. Ovviamente i video, in quell’arco di tempo, possono essere scaricati e salvati in locale su un proprio dispositivo, mentre molte telecamere hanno anche il supporto ad una scheda di memoria. Piani superiori partono da 2,49€ al mese, per 3 telecamere e 7 giorni di permanenza nel cloud, fino a 9,99€ al mese (99,99€ all’anno) per 10 telecamere e video conservati per 30 giorni. Tutte le telecamere compatibili con Amazon Alexa e Google Assistant consentono anche di trasmettere le immagini su una TV, sfruttando i classici dongle come Chromecast e Amazon Fire TV Stick.

Vediamo quindi quale è la migliore telecamera D-Link suddividendo questa guida in telecamere da interno (dove troviamo sia quelle fisse che quelle motorizzate) e telecamere da esterno. Per chi fosse interessato ad un’opzione compatibile con Apple HomeKit, D-Link offre una specifica telecamera, che troverete tra quelle da interno fisse. Per le varie tipologie – ove possibile – abbiamo scelto almeno due prodotti, così da coprire un più ampio range di prezzo. Iniziamo dunque a scoprire la migliore telecamera D-Link per ogni esigenza e budget.

Iniziamo con la selezione delle migliori telecamere D-Link da interni, dove troverete sia prodotti con testa fissa che con testa motorizzata. Tra i prodotti da interni con testa fissa è disponibile anche l’unica telecamera dell’azienda, e una delle poche in commercio, ad essere compatibile con l’ecosistema Apple HomeKit. Queste sono le telecamere D-Link non dotate di una testa mobile, ma possono vantare alcune altre caratteristiche interessanti, come vediamo subito nella nostra selezione.

Telecamera WiFi HD Mini (DCS-8000LH)

La prima proposta tra le telecamere fisse D-Link, è quella del tutto particolare della Telecamera WiFi HD Mini (DCS-8000LH). Questo modello si distingue per un design caratteristico ed estremamente compatto, cosa che le permette di passare del tutto inosservata una volta appoggiata su un mobile o una libreria, e confusa tra vari oggetti. La forma pseudocilindrica vanta un diametro massimo di 3,8 cm per un’altezza di 9,2 cm ed un peso piuma (non che questo sia rilevante) di solo 57 grammi. Insomma il nome mini è del tutto azzeccato per questa telecamera D-Link.

Le altre caratteristiche tecniche ci dicono che nel suo minuto corpo si cela un sensore d’immagine da 1 MPx in grado di registrare filmati a 720p. Il sensore è posto dietro ad un obiettivo capace di inquadrare un campo visivo di 120°, e grazie al sensore di luminosità e ai LED ad infrarossi, questa telecamera è adatta anche alla visione notturna. Sul retro è presente la porta microUSB per l’alimentazione, mentre è assente uno slot per memorie SD. La telecamera DCS-8000LH si occuperà quindi di inviare nel cloud tutti i filmati registrati in seguito al rilevamento di un movimento o di un suono sospetto. Proprio quest’ultima caratteristica, quella del rilevamento dei suoni, non è comune tra le telecamere di fascia media ed entry levelcome questa. Tuttavia non è presente un altoparlante, cosa che consentirebbe una comunicazione audio a due vie con chi si trovi davanti alla telecamera. Lato connettività la telecamera si aggancia alla rete Wi-Fi sulla frequenza dei 2.4 GHz, e grazie al Bluetooth l’accoppiamento e la configurazione con lo smartphone è semplice e rapida. La Telecamera WiFi HD Mini è compatibile con gli ecosistemi Amazon Alexa e Google Assistant e può comunicare e inviare le immagini ad una Chromecast o un dispositivo Amazon. Infine è presente il supporto ad IFTTT, per interfacciare la telecamera con altri prodotti smart, facendo per esempio accendere in automatico le luci al rilevamento di un movimento.

Puoi acquistare D-Link DCS-8000LH su Amazon o se preferisci su eBay

Telecamera mydlink Full HD WiFi Camera (DCS‑8300LH)

La seconda opzione selezionata per questa categoria è la mydlink Full HD WiFi Camera (DCS‑8300LH), una telecamera di sorveglianza indoor di livello superiore, che vanta interessanti caratteristiche tecniche. Il design è piacevole e non banale, e il suo sensore può registrare video in Full HD, con un angolo di campo sufficientemente ampio, pari a 137°. Non manca ovviamente la visone notturna agli infrarossi, e come per la versione più piccola il rilevamento dei movimenti e dei suoni. Qui tuttavia è presente anche un altoparlante, che abilita la comunicazione audio a due vie, e consente di dialogare con chi si trovi davanti alla telecamera, tutto attraverso l’app per smartphone. Ovviamente la funzione può essere sfruttata per mandare un messaggio minaccioso ad un potenziale intruso, e fargli così sapere che la Polizia è in arrivo, mettendolo in fuga. La telecamere DCS‑8300LH, oltre a mandare le immagini in cloud, consente di salvare una copia in locale su un scheda microSD. Anche qui troviamo il protocollo Wi-Fi a 2.4 GHz, sempre in abbinamento al Bluetooth per un accoppiamento semplice e veloce. La telecamera D-Link in questione vanta la compatibilità con gli ecosistemi Google Assistant, Amazon Alexa e IFTTT.

Puoi acquistare D-Link DCS‑8300LH su Amazon o se preferisci su eBay

Telecamera Omna 180 Cam HD (DSH‑C310)

La soluzione che D-Link ha sviluppato per l’ecosistema Apple HomeKit si chiama Omna 180 Cam HD (DSH‑C310) e, come dice il nome, si tratta di una telecamera da interni con angolo di visuale ultra ampio, pari a 180°. Il design cilindrico è piuttosto elegante e caratteristico, e cela sul fondo uno slot per microSD. Il sensore di immagine registra in Full HD, mentre il LED a infrarossi consentono di illuminare fino 5 metri di distanza nella completa oscurità. Sono presenti anche microfono e altoparlante per l’audio bidirezionale.

Tuttavia, gli aspetti più particolari di questa telecamera D-Link riguardano il software. Qui l’app di gestione è diversa, e si tratta della Omna App, disponibile per iOS e Android. Attraverso di questa è possibile configurare e gestire la telecamera, ma soprattutto integrarla in Apple HomeKit (e in questo caso iOS è d’obbligo). Grazie a questa integrazione la telecamera può prendere parte alle nostre scene, interagendo facilmente con tutti gli altri accessori domotici dell’ecosistema di casa Apple. I controlli vocali sono invece garantiti dall’assistente Siri, ed è anche possibile vedere una ripresa al volo attraverso Apple Watch. Usando Omna App si è anche in grado di impostare delle zone di attività del fotogramma, per le quali riceveremo le notifiche di movimento. La carenza più grande, in questo caso, è la mancanza di compatibilità con il cloud D-Link, che obbliga a salvare le immagini solo sulla microSD – a tal proposito vi rimandiamo alla nostra guida all’acquisto della migliore micro SD. Tuttavia, questa proposta è una delle pochissime che offre Apple HomeKit in abbinamento ad una telecamera di sorveglianza, e l’unica del brand D-Link.

Puoi acquistare D-Link Omna 180° (DSH‑C310) su Amazon o se preferisci su eBay

Vediamo ora alcune opzioni di telecamere motorizzate per interni, in grado quindi di ruotare e inclinare il loro obiettivo per inquadrare un ambiente a 360°.

Telecamera WiFi Pan & Tilt Day/Night Camera (DCS‑5000L)

Questa telecamera motorizzata, Pan & Tilt Day/Night Camera (DCS‑5000L) è la versione più economica tra le videocamere di questo tipo di D-Link, ma presenta alcuni limiti poiché non si tratta di un modello recentemente aggiornato. Il design è quello classico delle telecamere motorizzate, che di solito non spicca per eleganza, mentre il sensore d’immagine è in grado di registrare video alla risoluzione massima di 640×480 pixel a 20fps. Sono dati che possono sembrare anacronistici, è vero, ma per una telecamera di sorveglianza, che non deve certo regalare emozioni attraverso le immagini, ma solo fornire un’informazione, può avere ancora senso. Il vantaggio qui è nella possibilità di comandare la testa della telecamera per inquadrare l’ambiente a 340° in orizzontale, e 120° in verticale. Non manca la visone notturna agli infrarossi e il rilevamento dei movimenti, che manda una notifica contenente alcuni snapshot via email. La telecamera si connette alla rete via Wi-Fi oppure sfruttando la classica porta Ethernet 10/100. Essendo una telecamera più datata non vi sono qui particolari altre funzioni smart, sebbene la telecamera sia sempre accessibile e controllabile dall’app mydlink. Tuttavia mancano le integrazioni con gli assistenti domotici, i servizi cloud e le funzioni più avanzate. Il vantaggio in questo caso è nel prezzo più contenuto dell’opzione successiva che vi proponiamo.

Puoi acquistare D-Link DCS‑5000L su Amazon o se preferisci su eBay

Telecamera mydlink Full HD Pan & Tilt (DCS‑8525LH)

Ecco qui la telecamera mydlink Full HD Pan & Tilt (DCS‑8525LH), la versione più recente e avanzata delle telecamere motorizzate dell’azienda. Questa telecamera D-Link vanta un sensore che riprende in Full HD, che grazie al movimento della testa copre uno spazio di 340° orizzontali e 120° verticali. Il design purtroppo non è dei più eleganti, con l’antenna laterale che la rende ancora più sgraziata. Tuttavia svolge bene il suo lavoro, con la visione notturna e il rilevamento dei suoni e dei movimenti. Anche qui troviamo sia la connettività wireless sui 2.4 GHz, che quella cablata, a cui si aggiunge il Bluetooth. In questo caso è presente anche uno slot per memorie microSD, che si aggiunge come backup dei servizi cloud mydlink. L’altoparlante integrato offre la possibilità di sfruttare la comunicazione a due vie per parlare con chi si trovi in casa. Infine, come abbiamo visto per le telecamere più recenti, vi è il supporto all’Assistente Google, ad Alexa di Amazon e al sistema IFTTT, per creare interazioni con altri accessori per smart home.

Puoi acquistare D-Link DCS‑8525LH su Amazon o se preferisci su eBay

Vediamo ora le telecamere dell’azienda di Taipei dedicate all’outdoor, e quindi dotate di resistenza alla pioggia e agli agenti atmosferici.

Telecamera WiFi HD Day & Night da esterno (DCS‑2330L)

Questa telecamera WiFi HD Day & Night da esterno (DCS‑2330L) è la versione più economica e meno recente tra quelle outdoor, con il vantaggio che si può portare a casa ad un prezzo ridotto. Nonostante questo garantisce prestazioni di tutto rispetto, grazie al suo sensore in grado di registrare in HD 720p a 30fps. L’angolo di campo visivo è invece piuttosto limitato, ma può non essere un problema se si è interessati ad inquadrare una zona specifica, come una porta o una finestra, anzi un vantaggio, poiché si evita così che altri elementi entrino nel campo visivo, facendo scattare inutili allarmi. La telecamera è dotata di visione notturna agli infrarossi, ma questa funziona fino ad un massimo di 5 metri circa, oltre i quali sarà davvero difficile scorgere alcun dettaglio. Non essendo una delle telecamere più recenti, non è presente il supporto ai vari ecosistemi domotici, ma si può comunque controllare il tutto con l’app mydlink. La connettività avviene tramite Wi-Fi a 2.4 GHz, e in confezione troverete anche una scheda di memoria microSD da 16 GB. Se tuttavia siete interessati ad una telecamera da esterni più recente e performante, ma più costosa, allora vi consigliamo di passare al prossimo prodotto.

Puoi acquistare D-Link DCS‑2330L su Amazon o se preferisci su eBay

Telecamera Wi‑Fi Full HD 180° per esterni (DCS‑2670L)

Eccoci dunque a vedere la più recente telecamere per esterni di D-Link, la DCS‑2670L. Questa è dotata di un design più particolare, ma soprattutto di un sensore Full HD con angolo di campo di ben 180°. Praticamente è in grado di riprendere tutto ciò che si trova davanti e di lato, anche agli angoli più estremi. I LED agli infrarossi più potenti permettono di vedere al buio fino a 10 metri di distanza, ed è disponibile il rilevamento dei movimenti e quello dei suoni. La telecamera si connette tramite Wi-Fi, oppure via cavo Ethernet, e va sempre alimentata con la rete elettrica. Ovviamente, essendo un modello più recente, è garantito il pieno supporto ai servizi cloud mydlink, ma purtroppo non agli assistenti domotici, che qui ancora mancano. Le immagini possono sempre essere svelate anche su una memoria microSD.

Puoi acquistare D-Link DCS‑2670L su Amazon o se preferisci su eBay

D-Link | mydlink Pro Wire-Free Camera Kit (DCS-2802KT-EU)

Passiamo a vedere un prodotto diverso, ovvero un kit di telecamere per esterno, full wireless e alimentate a batteria. D-Link propone un kit composto da un HUB e 2 telecamere (estendibili fino a 4). Le telecamere  a batteria proposta da D-Link sono equipaggiate con un sensore che registra in Full HD, con un angolo di visuale di 115°(140° in diagonale). Non mancano tutti i più avanzati sensori (PIR) per il rilevamento dei movimenti, la visione notturna, audio a due vie e, come è d’obbligo per una telecamera da esterni, la certificazione IP65 per la resistenza alle intemperie. All’interno di ogni telecamera troviamo una batteria agli ioni di litio, ricaricabile tramite la porta microUSB posta sul retro; questa dovrebbe garantire 2-4 mesi di autonomia, a seconda dell’uso che se ne fa.

L’HUB, necessario per il collegamento delle telecamere, presenta una sirena d’allarme da 100 dB, mentre la connessione avviene tramite Wi-Fi a 2.4 GHz, oltre ad un protocollo a 866 MHz di supporto. Sempre sull’HUB troviamo anche uno slot per microSD (fino 128GB) e una porta USB per collegare un disco rigido o una pen drive, fino a 2 TB. Le telecamere si gestiscono attraverso l’app mydlink, con la quale possiamo anche accedere al live streaming in ogni momento. Le clip catturate possono inoltre essere inviate in cloud, sfruttando il servizio dall’azienda. Con l’acquisto del kit sono inclusi 12 mesi di archiviazione illimitata, con video mantenuti nei server per 2 settimane, e sempre scaricabili. Un aspetto estremamente positivo è il supporto agli assistenti domotici Google Assistant, Amazon Alexa, nonché alla piattaforma IFTTT; inoltre, è anche possibile inviare le immagini ad una TV, sfruttando un dongle come Chromecast e Fire TV Stick.

Puoi acquistare Camera Kit (DCS-2802KT-EU) con 2 telecamere su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Camera Kit (DCS-2802KT-EU) con 2 telecamere è disponibile nella variante Telecamera aggiuntiva.

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto adatto alle loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti da anni, al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota, in base alle più disparate necessità. La fiducia nei nostri riguardi è ripagata con un tasso di soddisfazione elevatissimo, pari al 98% complessivo. Per consolidare il nostro modus operandi abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo per l’Italia, ma affrontando anche mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo.

Il perché questo è possibile è legato alle competenze e alle conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare oltre 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Io sono Simone, e come Specialist Smart Home mi occupo di testare e selezionare tutti i prodotti connessi che sono destinati ad entrare tra le mura domestiche, rendendo così le nostre case più “intelligenti”. Ho provato tantissimi dispositivi connessi, smart speaker e prodotti domotici, dalle luci ai termostati, passando per le telecamere, prese di corrente e sensori; i prodotti sono così tanti che ormai non esiste angolo della mia casa che non sia controllabile in modo smart, con lo smartphone o con la voce.

Inoltre ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide all’acquisto di mia competenza.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Il metodo Ridble è il sistema che utilizziamo per selezionare tutti i prodotti che trovate nelle nostre guide. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e affinato nel corso del tempo, ed è composto da 4 fasi.

Un  prodotto entra nel mio radar una volta che è stato ufficializzato: rumors, indiscrezioni e chiacchiere non sono affatto rilevanti. Attraverso varie fonti (comunicati stampa, inviti ad eventi ecc…) raccolgo l’ufficialità sull’esistenza dei prodotti appartenenti alla mia categoria di competenza, la smart home.

Tuttavia un prodotto per poter essere preso davvero in considerazione, e quindi per avere la possibilità di far parte delle guide, deve raggiungere un ulteriore requisito, quello dell’eleggibilità. Questo significa che solamente i prodotti davvero acquistabili in Italia (online o offline) sono eleggibili di poter entrare nelle guide all’acquisto di Ridble.

La terza fase è quella relativa alla prova. I prodotti in vendita vengono testati per conoscerne da vicino i punti di forza e le criticità, al fine di esprime un giudizio completo ed esaustivo. Inoltre, in questa fase, mi faccio un’idea di quali esigenze di acquisto il prodotto sia in grado di soddisfare, e per quali utenti risulti maggiormente adatto.

Infine, i prodotti che ottengono un buon giudizio sono selezionati per essere inseriti nelle guide all’acquisto. Questa fase è ripetuta almeno una volta al mese, visto l’aggiornamento mensile delle nostre guide all’acquisto. Quindi, mensilmente, metto in discussione i prodotti che ho precedentemente inserito, e decido se aggiungere o meno i prodotti che nel frattempo ho messo alla prova.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina Come Lavoriamo.

Test tecnici

Testare una telecamera D-Link richiede l’analisi di svariati aspetti. Una volta che entro in possesso del prodotto, provvedo ad installarlo in un ambiente d’utilizzo reale (indoor o outdoor,  a seconda del modello), testando nel frattempo l’adattabilità del prodotto a diverse necessità d’installazione. Il passo successivo consiste nel download dell’app mydlink, e alla configurazione del prodotto.

Le prime prove tecniche riguardano la rilevazione di movimenti e suoni da parte della telecamera, dove controllo la sensibilità con cui il prodotto riesce a notare un’attività. Se si tratta di una telecamera con testa motorizzata, controllo la funzionalità di motion tracking, vedendo se l’obiettivo riesce riconoscere ed inseguire il soggetto a dovere. In seguito passo al test sulla qualità video, dove registro diverse clip in varie condizioni di luce, controluce, penombra, fino al buio completo – momento in cui si mettono alla prova gli infrarossi; provvedo poi a visualizzare queste clip sul monitor del PC, per analizzare meglio la qualità video: pulizia dell’immagine, dettaglio, distorsione e angolo di campo raggiunto.

Un ulteriore punto di vitale importanza è il tempo di reazione della telecamera nell’invio di notifiche: controllo quindi che le notifiche siano tempestive, e che si possa accedere velocemente allo streaming video, nonché che si possa effettuare una chiara comunicazione audio a due vie, dallo smartphone e sotto rete cellulare. Infine, è bene verificare che l’app sia stabile e reattiva, e permetta di recuperare le immagini salvate su microSD o sul cloud; oltre a questo, metto sotto torchio le funzionalità domotiche che alcune telecamere D-Link hanno, quindi la compatibilità con Google Home e Amazon Alexa, e l’invio delle immagini – tramite comandi vocali – ad una TV dotata di dongle integrato (smart TV) o collegato.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Simone Sala tramite i commenti.