Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Sony A6500

Sony A6500

di Marco Rotunnoaggiornato il 22 agosto 2018
valutazione finale7.5
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Sony A6500 presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 23 Aprile 2019.
Sony A6500 nelle nostre guide all'acquisto

Sony A6500 consigliata per l’acquisto

Sulla base della storia, delle caratteristiche e della sua qualità, abbiamo deciso di inserire Sony A6500 all’interno delle nostre guide all’acquisto, entrando di conseguenza a far parte delle selezioni dei migliori prodotti della categoria. Per le esigenze e le caratteristiche specifiche per cui Sony A6500 viene consigliato all’acquisto, vi invitiamo a controllare la sezione Ridble Awards all’inizio di questa pagina.

Sony A6500 Firmware

Attualmente è disponibile un sono aggiornamento Firmware per Sony A6500, che prende il nome di Ver.1.05. Questo aggiornamento offre principalmente un’ottimizzazione e dei notevoli miglioramenti per quanto concerne il sistema di stabilizzazione della fotocamera. Le prestazioni di stabilizzazione dell’immagine in modalità filmato, così come la stabilità complessiva della fotocamera sono state ottimizzate. Inoltre risolve anche un problema che è possible riscontrare durante l’accensione con determinate modalità e il supporto al nuovo obiettivo superzoom G Master FE 100-400 mm.

Sony A6500 miglior prezzo e offerte

Sony A6500 si può acquistare sui principali portali di e-commerce ad un prezzo più basso rispetto a quello previsto dall’azienda giapponese al momento del lancio. Con uno sconto di qualche centinaio di euro Sony A6500 si inserisce tra le migliori mirrorless con sensore APS-C in assoluto più interessanti del 2018.

Sony A6500
Prezzo consigliato: € 2800Prezzo: € 2199

Sony A6500 recensione

Le nuove funzioni che sono stata integrate su Sony a6500 sono molto interessanti, segno che il produttore, ha in parte ascoltato le esigenze dei professionisti. Questa mirrorless nonostante le sue dimensioni compatte è un modello più robusto ed ergonomico rispetto alla sorella minore Sony a6300.

Questa mirrorless con sensore APS-C ha funzioni e potenzialità simili alla sorella maggiore Sony A7II che integra invece un sensore pieno formato. La qualità fotografica è meravigliosa, la sensibilità ISO soddisfacente e addirittura straordinaria se pensiamo che il sensore è più piccolo del full frame. La qualità video, come siamo abituati ormai su Sony, è decisamente performante. Sony a6500 può essere il vostro “inizio” alla grande con i video e il vostro passo avanti a livello fotografico. Come non menzionare poi la portabilità estrema, la compattezza assoluta, la possibilità di ricarica tramite Power Bank e un potenziale parco ottiche infinito? Ad ogni modo se non avete bisogno delle novità introdotte con Sony a6500 e vi “accontentate” di fare le stesse identiche foto con un buffer inferiore e minore resa agli alti ISO oppure una registrazione video praticamente uguale ma senza stabilizzatore, allora potete tranquillamente acquistare una Sony a6300 risparmiando parecchio. Potete trovare la nostra prova completa e le nostre opinioni su questo modello all’interno del nostro articolo recensione di Sony A6500.

Tra i fattori di rilievo e che ci sono piaciuti molto troviamo sicuramente la qualità dell’immagine che è eccellente, la gestione ad alti ISO che risulta impressionante se pensiamo che si tratta di un sensore APS-C, la nuova ergonomia funzionale e le meravigliose potenzialità video. Non ci è piaciuto invece il menu, che rimane sempre poco intuitivo nonostante qualche novità che è stata apportata, la porta per le cuffie, quasi inaccettabile se pensiamo che si tratta di una mirrorless per videomaker, e la scarsa autonomia della batteria. La gestione e l’utilizzo delle app rimane lento, un vero peccato perché in molti casi risultano davvero comode.

Sony A6500 opinioni

Sony A6500 è secondo noi una fotocamera davvero ottima sopratutto per i videomaker che vogliono ottenere risultati professionali e di alto livello, sfruttando ottiche e sensori APS-C e ottimizzando i prezzi. Infatti il sensore APS-C essendo più piccolo del full frame fa risultare il corpo macchina più leggero, così come le ottiche pensate per APS-C risultano un tantino più leggere e compatte rispetto a quelle pensate per i sensori più grandi. Bisogna accontentarsi di qualche valore ISO in meno e delle possibilità di correzione dell’inquadratura in post un po’ più limitate, ma il compromesso è accettabile se cercate di risparmiare qualcosina. Prima di dare il nostro giudizio molto positivo ci siamo anche confrontati con altri blog che di fotografia se ne intendono. Saggiamente.it da un voto pari a 4/5 per questa mirrorless, ritenendosi soddisfatti praticamente di tutto tranne il corpo macchina. Secondo Maurizio Natali, blogger del sito, la fotocamera risulta troppo compatta, affermando che un corpo sempre compatto ma più stile serie Alpha 7 avrebbe permesso di”migliorare la dissipazione del calore, l’ergonomia, la quantità e la disposizione di pulsanti e ghiere, offrire uno schermo con articolazione completa, uscita audio nativa, doppio slot di memoria ed una batteria più capiente.” Ci troviamo parzialmente d’accordo con questo pensiero, anche se secondo noi questa mirrorless è proprio per chi ha una concezione un po’ più minimalista ed è disposto a rinunciare a qualche comodità, per avere il massimo in termini di portabilità e compattezza. In ogni caso è chiaro che qualche mm in più di qua e di là non sarebbe stato drammatico e forse avrebbe potuto aggiungere qualche piccola comodità in più. Fotocamerapro.it rimane più alta con il voto dando ben 95 punti su 100 a questa mirrorless con un punteggio massimo sia per quanto riguarda le performance che le caratteristiche. Il loro giudizio è positivo sopratutto perché ritengono che Sony A6500 sia una mirrorless di alto livello che può competere tranquillamente con la maggior parte delle DSLR professionali. Il sito afferma che per video di azioni, sport e fauna selvatica la fotocamera è il top e in generale per chi cerca un sistema compatto di mirrorless per video, al prezzo di Sony A6500 non ci sono rivali.

Sony A6500 vs Fujifilm X-T2

Dal momento che stiamo parlando della migliore mirrorless con sensore APS-C della serie Alpha, il confronto con Fujifilm X-T2, la migliore mirrorless della serie X di Fuji è inevitabile. Questo perché entrambe le fotocamere sono di altissimo livello. Si tratta quindi di una bella sfida, che come vedremo è più legata al brand che alla scheda tecnica, dal momento che per molti aspetti si equivalgono sulla carta. Fujifilm con la sua serie X ha creato un sistema ottimizzato di mirrorless con sensore APS-C e può farsi forse grazie al proprio splendido sensore X CMOS e il processore X processor che riescono ad offrire una qualità delle immagini ed una riproduzione dei colori unica nel suo genere. Tanti fotografi consideriamo la qualità della gamma dei colori riprodotta dagli scatti con la serie X davvero unica e appagante. Dall’altra parte troviamo Sony, un brand che non ha certo bisogno di molte presentazioni, che è stato in grado di sfruttare al meglio il mercato delle mirrorless per creare prodotti dalle prestazioni elevate e perfetti sopratutto per i videomaker. Le mirrorless hanno infatti trovato un ottimo campo tra i videomaker che possono finalmente beneficiare di prodotti di ottima qualità per registrare video, ma che hanno anche un peso decisamente ridotto rispetto alle reflex e che quindi offrono molti più comfort.

Fujifilm X-T2 è di conseguenza la migliore mirrorless che è possibile acquistare attualmente tra i modelli Fuji, ha delle caratteristiche che vanno bene sia per foto di ottima qualità che per video abbastanza buoni. La qualità degli scatti che porterete a casa con questo modello sono decisamente appaganti e inoltre potete beneficiare anche di un sistema di ottiche Fujinon perfettamente ottimizzato per il sensore APS-C. Sony invece è il top se siete sopratutto dei videomaker, ma volete comunque un prodotto in grado di generare ottimi scatti, anche se non così unici come quelli che è in grado di catturare il sensore CMOS della serie X. In conclusione potremmo dire che Fujifilm X-T2 è più per fotografi che vogliono fare anche video, mentre Sony A6500 è più per videomaker che vogliono fare anche foto. Si tratta quindi di due ottimi modelli, versatili e performanti, che non vi faranno rinunciare a nulla, sta a voi capire però a quale dei due aspetti dare più peso.

Sony A6500 vs Sony A6300

Un confronto che vi farete per forza quando guardate Sony A6500 è sicuramente quello con la sorella quasi gemella Sony A6300. Infatti le due fotocamere sono state presentata una a distanza di pochi mesi dall’altra, con poche differenze, tanto che in molti hanno pensato che Sony A6500 fosse una semplice evoluzione. Sony ha invece affermato che si tratta di due modelli distinti, e che la A6500 è principalmente indicata a chi predilige ancor di più la parte video, senza nulla togliere alla A6300. Ecco perché giustamente dovreste chiedervi se vale la pena in base alle vostre esigenze scegliere la Sony A6500, oppure scegliere di risparmiare parecchie centinaia di euro che potreste investire in un’ottica di ottima qualità e prendere la A6300. Le caratteristiche comuni tra le due fotocamere sono molte, e non ci soffermeremo su quello, cercheremo invece di capire quali sono le differenze e quanto influiscono sulle prestazioni, per cercare di dare una disposta definitiva alla domanda: quale mirrorless scegliere tra Sony A6500 e Sony A6300?

Le principali differenze come dicevamo riguardano l’aspetto video, anche se il display di Sony A6300 è inspiegabilmente più adatto per i video dal momento che è dotato di schermo estraibile, e la fotocamera risulta più leggera di circa 50 grammi rispetto alla Sony A6500. Quindi potremmo dire che addirittura, solo guardando il design un utente potrebbe confondersi e pensare che la versione A6300 sia più indicata per i video. In realtà guardando la scheda tecnica è facile rendersi conto del contrario: Sony A6500 è dotata del sistema di autofocus a rilevamento di fase sia per video che per foto, in grado di mettere in maniera più efficace a fuoco anche soggetti in movimento, un fattore importantissimo da considerare per video di qualità; la presenza di un microfono stereo che in alcuni casi può essere comodo se non si ha a disposizione un microfono esterno; il display touch, molto comodo e pratico in diverse situazioni; la stabilizzazione ottica integrata e la modalità HDR per video da una qualità ancora più elevata. Tutto questo va però a incidere sulla durata della batteria, che regge 50 scatti in meno rispetto alla Sony A6300.

Risulta davvero difficile quindi capire in quali casi sia meglio acquistare Sony A6500 e Sony A6300. Certamente si tratta di due modelli molto interessanti e se il budget è limitato è senza ombra di dubbio più sensato scegliere A6300 e acquistare delle ottiche più interessanti. Probabilmente la presenza di uno stabilizzatore integrato e del microfono stereo ci fa pensare che Sony A6500 sia pensata per chi vuole la mobilità estrema, quindi cerca di portarsi dietro poca attrezzatura e cavarsela riuscendo a fare a meno di tutto ciò che può considerarsi accessorio. Sony A6300 è invece una fotocamera eccellente che però necessita di qualche aiuto in più come uno stabilizzatore ed un microfono esterno, più lavori di post produzione sui video, e un’attenzione in più per la messa a fuoco. Se la mobilità è la vostra priorità assoluta quindi, è meglio optare per Sony A6500, se invece avete esigenze più statiche e un budget inferiore allora A6300 può considerarsi comunque un’ottima scelta.

Sony α6500: presentata la nuova ammiraglia APS-C

Sony A6500 caratteristiche: tutto quello che c’è da sapere

A sorpresa, Sony ha svelato al mondo α6500, la nuova mirrorless top di gamma con sensore APS-C. Si tratta della mirrorless APS-C con il più veloce sistema di messa a fuoco e il più alto numero di punti (sempre di messa a fuoco) della sua categoria. 

Sony A6500 integra un sensore CMOS Exmor da 24.2 megapixel, uno stabilizzatore d’immagine a 5 assi, una nuova funzione di messa a fuoco tramite display touchsreen posteriore e un sensore BIONZ X in grado di garantire una raffica di scatti da 11fps (per ben 307 frame continui) e un sensibilità ISO fino a 51200. Non manca un mirino EVF XGA OLED Tru-Finder da 2.4 milioni di punti, un nuovo corpo in magnesio con un otturatore integrato in grado di resistere circa 200.000 cicli di scatto, e diverse accortezze (per quanto concerne il design) prese dai modelli superiori della serie α7 II, come un attacco della lente più robusto, un grip migliorato per assicurare più ergonomia, un bottone di scatto più grande e dieci tasti completamente personalizzabili, come i classici C1, C2 e C3.

In Sony α6500 sono presenti anche Wi-Fi, QR ed NFC pienamente compatibili con smartphone iOS e Android o sistemi che supportano il servizio “PlayMemories” di Sony. È inoltre possibile sfruttare il Bluetooth integrato per registrare la posizione GPS dello scatto tramite una connessione con smartphone.

Autofocus

Sony α6500 integra molte evoluzioni nate con la gloriosa α6300, come il 4D Focus, un sistema di messa a fuoco in grado di bloccare il fuoco su un soggetto in meno di 0.05 secondi e i 425 punti di messa a fuoco a rilevazione di fase. Questo sistema è davvero rapido e performante ed è anche presente un sistema di tracking ad alta densità che migliora significativamente il rilevamento del soggetto e il mantenimento della messa a fuoco anche nei movimenti più rapidi. Queste caratteristiche in ogni caso sono presenti anche su Sony A6300, non è stata apportata nessun altra modifica rilevante per il sistema di autofocus che avrebbe reso Sony A6500 ancora più interessante rispetto all’altra fotocamera.

Design

Per quanto concerne il design troviamo il nuovo corpo in magnesio e un attacco della lente più robusto, un grip migliorato per assicurare più ergonomia, un bottone di scatto più grande e dieci tasti completamente personalizzabili, come i classici C1, C2 e C3. I vari tasti funzione sono rimasti praticamente invariati rispetto al modello precedente e troviamo anche a stessa impugnatura ergonomica ma sempre confortevole. Certo, risulta molto compatta ed è pensata per chi ha bisogno di una mobilità estrema, di conseguenza il compromesso da accettare è un comfort inferiore a quello che si potrebbe ottenere con mirrorless dalle dimensioni più generose.

Mirino e display

La parte posteriore presenta il classico display da 3″ (7,5 cm) con la nuova funzionalità touch screen, mentre il mirino integrato è un buon EVF XGA OLED Tru-Finder da 2.4 milioni di punti. Questo minino elettronico è di nuova fattura con una frequenza in fotogrammi fino a 120 che permette di evitare al massimo i lag e possibili sfarfallamenti, in modo tale da rendere l’esperienza di utilizzo del tutto simile a quella di un mirino ottico. Il display integrato è finalmente touch screen, ma incorpora sempre il solito sistema di orientamento a 45° che non permette ribaltamento né estensione laterale, caratteristiche che sicuramente sarebbero molto comode ad un videomaker.

Video

Come abbiamo visto Sony a6500 nei video è perfetta e si posiziona probabilmente come la miglior mirrorless con sensore APS_C per fare video professionali. Il modello è in grado di registrare filmati in 4K privi di pixel binning, caratteristica che permette di realizzare filmati dall’incredibile qualità. Essa sarà inoltre in grado di mettere a fuoco in maniera estremamente rapida anche durante la registrazione dei filmati grazie al sistema Fast Hybrid AF. Il formato di registrazione in 4K sarà basato su codec ad alta qualità XAVC S con possibilità di bitrate fino a 100 Mbps. Troviamo anche la presenza di una funzione “Slow and Quick” che supporta sia lo slow motion sia il quick motion. Il frame rate può infatti variare da 1 a 100fps e il risultato può essere visto direttamente on camera senza passare dal PC. I professionisti del settore ameranno poi la presenza di un S-Log per registrare video ad una gamma dinamica estesa (con supporto all’S-Gamut per un’ampia gamma cromatica).

Sony A6500 obiettivi

Sony A6500 sfrutta l’attacco E-Mount di Sony per abbinare gli obiettivi. È disponible anche un adattatore che permette di montare le ottiche Sony provenienti dalle DSRL per chi ha investito su quelle lenti e giustamente vuole continuare a sfruttarle. Tuttavia scegliere di acquistare un obiettivo studiato per il sistema mirrorless permette di beneficiare di una maggior compattezza e un peso ridotto. Abbiamo deciso di consigliarvi delle lenti che vi permettono di avere un kit estremamente facile da portare, poco ingombrante e abbastanza leggero. Questo perché in questo modo potrete sfruttare Sony A6500 proprio per quello che è stata pensata: una mirrorless compatta, perfetta per i viaggi ma con una qualità strepitosa.

Una delle migliori lenti in assoluto consigliata da moltissimi fotografi che utilizzano questa fotocamera tutti i giorni è Sigma 30mm 1.4 (45mm equivalenti). Quest’obiettivo è un must have perché è relativamente economica, ma ha una luminosità e una nitidezza favolose. L’attacco E-Mount la rende perfettamente compatibile con le mirrorless Sony ed è perfetta sia per foto con splendidi effetti Bokeh, sia per video molto luminosi e di alta qualità. Un altro obiettivo da prendere in considerazione se non vi accontentate del 16-50mm f3.5-5.6 dato in genere in dotazione con il kit base, è il Sony 16-70mm f4 (24-105mm equivalenti). Questa lente “tuttofare” ha una qualità strepitosa, risulta versatile e molto pratica e leggera per i viaggi. Non si tratta certo di una delle lenti più economiche di Sony, ma come sempre la qualità si paga, e un obiettivo così versatile ma allo stesso tempo così comodo da portare con sé non si trova facilmente. Infine potete scegliere di completare il vostro corredo con il piccolo e relativamente economico Sony 50mm 1.8 (75mm equivalenti). In questo modo i vostri ritratti saranno al top e avrete un corredo composto di tre obiettivi che vi permettono di destreggiarvi al massimo in qualunque situazione, con un costo complessivo che non supera i 2000€ ottimizzando i costi e la portabilità.

Scatti di prova

Sony Alpha 6500 news su disponibilità e prezzo

Sony Alpha 6500 prezzo e uscita in Italia

Sony A6500 è disponibile in Europa a partire da dicembre ad un prezzo approssimativo pari a circa 1.700€ per il solo corpo o 2.800€ con ottica Vario-Tessar T* E 16-70 mm F4 ZA OSS. Si tratta di un’obiettivo di ottima qualità, versatile che rende quindi possible sfruttare la mirrorless in diverse situazioni. Guardando le altre mirrorless con caratteristiche simili possiamo dire che il prezzo è molto valido e in linea con il mercato attuale.

Sony A6500
Prezzo consigliato: € 2800Prezzo: € 2199
Sony A6500 i rumors sulla nuova mirrorless

Sony A6500 rumors

Nonostante il nostro impegno a seguire assiduamente la categoria, non abbiamo individuato alcun rumor su Sony A6500 antecedente alla fase di annuncio effettivo. Pertanto, la fase dedicata ai rumors è rimasta priva di indiscrezioni: date direttamente un’occhiata alle caratteristiche ufficiali nella fase sovrastante!