Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Smartwatch Samsung: scopriamo quali sono i migliori

Smartwatch Samsung: scopriamo quali sono i migliori

di Giovanni Mattei
Specialist Smartwatch
aggiornato il 15 giugno 2018
1 utenti hanno trovato utile questa guida
1 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida smartwatch samsung è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Giugno 2018.

In questo articolo parliamo del miglior smartwatch Samsung. L’obiettivo è quello di offrivi una panoramica completa degli smartwatch prodotti dal colosso coreano in modo da aiutarvi nella scelta del dispositivo che meglio soddisfa le vostre esigenze.

Smartwatch Samsung quale comprare

Come ben sappiamo, Samsung è un colosso (o conglomerato) impegnato in tantissimi settori. L’azienda passa facilmente dal commercializzare lavatrici o condizionatori, arrivando anche a condizionare pesantemente settori dal valore di diversi miliardi di dollari – pensiamo solo a quello della telefonia. In tutto ciò, la compagnia coreana è anche da diversi anni impegnata nel campo dei wearable.

In questo ambito scopriamo che la sua strategia è molto simile a quella intrapresa da altri big del settore, ad esclusione di pochi, come Apple. Per conquistare una posizione di dominio nel campo dei wearable, Samsung produce smartband e smartwatch. Entrambi sono caratterizzati da una costante e certosina ricerca del miglior rapporto qualità/prezzo, ma in questa guida ci andremo a focalizzare unicamente sugli smartwatch Samsung.

La linea di smartwatch prende il nome di “Gear” e in questo momento troviamo pochi esemplari che attualmente vale la pena prendere in considerazione per l’acquisto. Trattandosi di un settore molto particolare e attualmente aggredito anche da una moltitudine di aziende che puntano tutto sul fattore economico, Samsung preferisce lavorare per lungo tempo su un prodotto prima di immetterlo sul mercato. Questo fa si che, come vedremo, alcuni prodotti hanno uno o due anni sulle spalle.

Se per uno smartphone questo lasso di tempo può essere visto come un aspetto punitivo, per gli smartwatch Samsung vale l’esatto contrario. Un esempio sono i Samsung Gear S3, prodotti presentati per la prima volta all’IFA 2016 di Berlino ma ancora oggi fra gli smartwatch migliori sul mercato. Non abbiate quindi paura di acquistare un prodotto “vecchio”, in quanto si tratta ancora oggi di dispositivi assolutamente validi, anche grazie al naturale calo di prezzo causato dal passaggio del tempo rispetto la data di presentazione.

Nella nostra guida sugli smartwatch Samsung  vi presentiamo quindi i prodotti che per noi sono validi e meritevoli di essere acquistati, e sono proposti in ordine di prezzo crescente, ovvero dal più economico al più costoso.

Samsung Gear Sport

Per Samsung, il 2017 si è concluso con l’arrivo di un nuovo smartwatch pensato soprattutto per gli sportivi. Infatti, a differenza dell’anno precedente in cui aveva annunciato la nuova gamma di Gear S3 (Classic e Frontier), l’anno scorso è stato completamente sfruttato per posizionare meglio l’azienda all’interno di un mercato sempre più inclinato verso il fitness e lo sport in generale.

È con queste premesse che nasce il Samsung Gear Sport, il primo smartwatch Samsung che vi consigliamo all’interno della nostra guida. Nonostante la sua vena da smartwatch sportivo, il Gear Sport è prima di tutto uno smartwatch vero e proprio. Dal punto di vista del design, Samsung si è ancora una volta superata per aver concepito un prodotto adatto a tutti i polsi, anche in contesti formali. Frontalmente troviamo un display Super AMOLED da 1,2 pollici con risoluzione da 360 x 360 pixel.

La qualità del pannello e la tecnologia presente, permette di sfruttare al massimo la funzionalità “always on”. Come si sa, infatti, i display AMOLED permettono di avere una gestione dei pixel diversa dai pannelli IPS. Senza entrare in inutili tecnicismi, un pannello AMOLED permette di “accendere” solo i pixel che servono realmente, spegnendo gli altri. È per questo motivo che spesso si sente dire che i “neri” degli AMOLED sono molto più corposi rispetto a quelli dei display IPS.

Questa tecnologia permette quindi di sfruttare la funzionalità always on, garantendo all’utente la possibilità di controllare alcune funzioni dello smartwatch senza doverlo attivare. Lato hardware troviamo un processore Exynos 3250 dual core da 1.0 GHz, 768 MB di RAM e 4 GB di memoria interna. Il software non è basato su Wear OS ma bensì su Tizen OS, il sistema operativo sviluppato internamente da Samsung. Il tracking dell’attività fisica, oltre a tenere conto delle calorie bruciate, la distanza percorsa, i passi, la qualità del sonno, il battito cardiaco e molto altro, mostra per la prima volta informazioni anche sul nuoto.

Questo perché il Gear Sport è il primo smartwatch Samsung ad avere certificazione MIL-STD-810G e impermeabilità fino a 50 metri.

Puoi acquistare Samsung Gear Sport su Amazon.

Samsung Gear Sport
Prezzo consigliato: € 349Prezzo: € 206.51

Samsung Gear S3 Classic

Passando alla gamma che potremmo definire smartwatch per definizione – non che il Gear Sport non lo sia, ma ha un’anima che lo spinge di più verso l’estremo “sportwatch” -, il Samsung Gear S3 Classic è ancora oggi lo smartwatch Samsung per antonomasia, nonostante sia stato presentato ormai da quasi due anni. Era infatti durante l’IFA 2016 di Berlino che il colosso coreano aveva calato il suo guanto di sfida ai big del settore wearable, presentando un prodotto che era la naturale evoluzione del Gear S2 ma che migliorava il design e le caratteristiche tecniche.

Guardando appunto l’aspetto estetico, il lavoro di Samsung è stato quello di puntare l’attenzione sul rendere il Gear S3 estremamente simile ad un orologio vero e proprio. La differenza con il Gear S2 è lampante, soprattutto sul design dove la precedente generazione di smartwatch era ancora troppo legata al mondo digitale; non che questo Gear S3 non lo sia, ma il lavoro fatto sulla ghiera e sul look & feel in generale camuffano perfettamente la nuova versione come un orologio classico.

La cassa è in acciaio 316L, quindi bello al tatto ed adatto per essere indossato in qualsiasi contesto, anche in presenza d’acqua. Infatti, grazie alla certificazione IP68, il Gear S3 può entrare in contatto con i liquidi per breve tempo (si parla di trenta minuti di immersione in un metro e mezzo d’acqua). Non siamo ai livelli del Gear Sport visto poco fa, ma è più che sufficiente per proteggere lo smartwatch da schizzi di acqua più o meno volontari.

Frontalmente troviamo un quadrante circolare da 1,3 pollici con risoluzione 360 x 360 pixel. Siamo più o meno agli stessi livelli del Gear Sport, anche se quest’ultimo monta un pannello leggermente più piccolo (1,2 pollici contro 1,3 dell’S3). Il processore è come sempre affidato ad un Exynos, in questo caso l’Exynos 7270 dual-core da 1.0 GHz; la RAM è da 760 MB e la ROM da 4 GB. Dal punto di vista dei sensori troviamo come sempre quello per il battito cardiaco, l’accelerometro, giroscopio e barometro.

Presenti poi il modulo Bluetooth 4.2 LE, Wi-Fi 802.11 b/g/n, GPS + GLONASS ed una batteria da 380 mAh. Anche questa volta, l’OS è basato su Tizen OS e non su Wear OS.

Puoi acquistare Samsung Gear S3 Classic su Amazon.

Samsung Gear S3 Classic
Prezzo consigliato: € 270Prezzo: € 270

Samsung Gear S3 Frontier

Il Samsung Gear S3 Frontier è quello che potremmo definire come lo smartwatch Samsung  di punta. Infatti, la compagnia, sempre durante l’IFA 2016 di Berlino, aveva deciso di affiancare questa variante al Gear S3 Classic. Sebbene le differenze siano in alcuni casi piccole, è un prodotto che ha decisamente del fascino da vendere. Dal punto estetico siamo di fronte ad una copia perfetta del fratello “Classic” ma con qualche aggiunta interessante.

Resta la cassa in acciaio 316L e la ghiera girevole (tramite essa è anche possibile accettare o rifiutare una chiamata), ma arriva il display touch protetto dal Gorilla Glass SR+. Questo non significa che lo smartwatch è in grado di resistere ad ogni tipo di urto, ma sicuramente offre una sicurezza in più ai tanti che hanno timore di graffiare o danneggiare il display con urti accidentali.

Il pannello è come sempre da 1,3 pollici con risoluzione da 360 x 36 pixel e tecnologia Super AMOLED. Restano uguali anche la componentistica interna (SoC, RAM, ROM, batteria e sensori) ma arriva una importante aggiunta: la connettività LTE. Il Samsung Gear S3 Frontier non è il primo smartwatch Samsung ad offrire pieno supporto alla eSIM, non dimentichiamoci del Gear S2 3G, ma è certamente l’unico a garantire velocità di connessione tipiche di una LTE. A differenza del Huawei Watch 2 che presenta un vero e proprio slot per la nano SIM, il Gear S3 Frontier integra un chip pensato per gestire la funzione telefonica, evitando di dover dipendere da una SIM vera e propria.

Puoi acquistare Samsung Gear S3 Frontier su Amazon.

Samsung Gear S3 Frontier
Prezzo consigliato: € 429Prezzo: € 276
1 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.