Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Smartwatch nuoto: i migliori per gli amanti della piscina

Smartwatch nuoto: i migliori per gli amanti della piscina

di Giovanni Mattei
Specialist Smartwatch
aggiornato il 7 agosto 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Smartwatch nuoto è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Agosto 2019.

In questo articolo parliamo dei migliori smartwatch nuoto. L’obiettivo è offrivi una panoramica completa dei diversi dispositivi wearable in modo da aiutarvi nella scelta del prodotto che meglio soddisfa le vostre esigenze.

Smartwatch nuoto: quale comprare

Come abbiamo visto all’interno della guida sui miglior smartwatch, questi dispositivi indossabili stanno lentamente cambiando il nostro modo di intendere la tecnologia, in modi che fino a pochi anni fa non pensavamo possibili. Ma che dire degli smartwatch nuoto? In questa guida ti aiutiamo a capire qual è lo smartwatch nuoto più adatto alle tue esigenze.

Impermeabilità

Il primo criterio di selezione per un buon smartwatch nuoto fa ovviamente riferimento alla impermeabilità. Di cosa si tratta? Semplicemente si fa riferimento ad una particolare protezione della parte elettronica dello smartwatch, in modo che l’acqua o l’umidità non la danneggi causando danni irreparabili. Per tutti gli smartwatch nuoto qui presenti, abbiamo deciso di prendere in considerazione solo quei prodotti muniti di un livello di impermeabilità pari a 5 ATM (50 metri). Quando si fa riferimento all’impermeabilità di un prodotto, si fa quasi sempre tenendo in considerazione il valore di ATM (atmosfere). Indicativamente più il numero è alto, maggiore è la resistenza dell’orologio alla pressione esercitata dall’acqua.

Si tratta del livello standard di resistenza all’acqua che permette al dispositivo di resistere all’immersione. Smartwatch con valori di impermeabilità inferiori non sono stati presi in considerazione, in quanto ritenuti un “limite” per l’utente. Alcuni smartwatch nuoto presentano poi anche certificazione IP68IP67; il primo conferisce resistenza all’immersione sotto un metro e mezzo d’acqua per mezz’ora, mentre il secondo indica che lo smartwatch è resistente all’immersione in mezzo metro d’acqua per mezz’ora.

Anche in questo caso abbiamo deciso di non prendere in considerazione prodotti con una certificazione inferiore all’IP7/68. Ci siamo focalizzati a seguire precisamente questi valori IP in quanto codici di protezione inferiori non sono sufficienti per utilizzare uno smartwatch sott’acqua. Un esempio è la certificazione IP56, che garantisce protezione contro la polvere ma il suo ingresso non è completamente impedito. Se volete maggiori informazioni su come funziona questo sistema, vi consigliamo di consultare il codice IP su Wikipedia.

Se il tuo obbiettivo è non spendere tanto e avere comunque la certezza di poter utilizzare lo smartwatch sott’acqua, il nostro consiglio è di puntare ai modelli con certificazione IP67. Di contro, se hai modo di spendere un cifra importante perché stai cercando un wearable con cui faresti qualche immersione, allora il nostro consiglio è di puntare a smartwatch con certificazione IP68.

Display

Per quanto riguarda questo criterio di selezione, l’elemento più importante da considerare è l’utilizzo del display sott’acqua. Come sappiamo il pannello touch degli smartwatch funziona senza problemi con le mani asciutte, ma che succede quando lo immergiamo sott’acqua? I prodotti qui presenti vi permettono di continuare ad utilizzare il display senza alcun problema, ma i modelli più costosi come l’Apple Watch Series 4 o il Galaxy Watch Active integrano delle funzioni aggiuntive. In questo caso lo smartwatch riconosce automaticamente la presenza di acqua e rende il display “meno sensibile al tocco”, se così possiamo dire. Questo per evitare pressioni fortuite causate dalle goccioline d’acqua. In ogni caso, durante la nostra selezione abbiamo scartato tutti quei modelli che non permettono l’utilizzo del touch sotto il pelo dell’acqua.

Tracking

Uno smartwatch nuoto come si deve dev’essere in grado di seguire gli allenamenti in acqua senza esitazioni. Ecco quindi la nostra volontà di consigliarvi dispositivi muniti di un parco sensori in grado di farlo. Oltre ai classici moduli pensati per tracciare la distanza percorsa o le calorie bruciate, abbiamo selezionato solo quei prodotti muniti di sensore HR per il battito cardiaco e di tecnologie utili per gli amanti del nuoto.

Infatti, i dispositivi qui presenti non sono solo in grado di tenere conto delle vasche completate o delle bracciate, ma riescono a riconoscere i tipi di stile di nuoto, la velocità di completamento di una vasca e i cambi di ritmo il tutto mostrandoli poi in maniera dettagliata all’interno dell’applicazione mobile companion.

I primi modelli qui presenti sono in grado di tracciare correttamente l’allenamento in acqua ma spesso non presentano funzioni particolari come il riconoscimento automatico dell’allenamento o del tipo di stile di nuoto. Di contro, spendendo un po’ di più è possibile puntare su modelli con un tracking più preciso e su un parco sensori tarato per comprendere automaticamente tutte le fasi relative all’allenamento in acqua.

Autonomia

Indipendentemente dall’essere dispositivi pensati per il nuoto o meno, tutti gli smartwatch nuoto qui presenti sono stati selezionati anche tenendo conto dell’autonomia. Nonostante gli enormi passi in avanti fatti da questo punto di vista, i dispositivi wearable hanno ancora qualche piccolo problema nel garantire un livello di autonomia adeguato. La maggior parte di essi non si spinge oltre i due giorni di utilizzo con singola carica, e quelli presenti in questa guida non sono da meno.

Questo ci ha portato ad escludere i wearable muniti di una batteria che richiede un ciclo di carica ogni sera. Due giorni di carica sono il minimo, soprattutto tenendo in considerazione il forte impatto che un allenamento in piscina ha sulla batteria. Per noi è quindi imperativo consigliarvi wearable che non vi obblighi a ricaricare lo smartwatch ogni sera o, in casi più estremi, più volte durante il giorno.

I modelli meno costosi in questo caso sono la scelta saggia per chi cerca uno smartwatch con un’autonomia prolungata. La mancanza di feature particolari come il riconoscimento del tipo di allenamento in corso e via dicendo, tendono a garantire un utilizzo più lungo nel tempo. Se invece due giorni sono un dato più che sufficiente per tracciare i tuoi allenamenti, allora i modelli più costosi garantiscono il giusto compromesso fra qualità del tracking ed autonomia.

Smartwatch nuoto: i migliori prodotti

Fitbit Versa

Apriamo la nostra personale selezione dei migliori smartwatch nuoto con il Fitbit Versa. Lo smartwatch del colosso statunitense è stato il primo ad avere come scopo quello di avvicinare l’utente medio, di tutti i giorni, a questo particolare settore. Ricordiamo che il Fitbit Ionic era stato accolto un po’ tiepidamente – anche per colpa di un software poco maturo al lancio – e indirizzato già ad un ipotetico utente alla ricerca di una precisa idea di smartwatch.

Il Versa, invece, con il suo aspetto decisamente più giovanile e con linee più dolci rispetto al fratello maggiore, ha permesso al colosso hi-tech di fare breccia negli adolescenti e anche nel mercato femminile, grazie ad un apposita funzione che permette di tracciare l’andamento del ciclo mestruale. Nonostante il suo prezzo assolutamente concorrenziale, il Fitbit Versa viene consigliato come smartwatch nuoto in quanto presenta alcune caratteristiche molto interessanti.

Mettendo da parte l’impermeabilità fino a 5 ATM, elemento piuttosto banale per questo genere di prodotti, il Versa è in grado di tracciare senza problemi la distanza della nuotata in corso, rappresentandola di fianco all’orario. L’estrema luminosità del pannello permette inoltre di scorgere senza problemi questi dati anche tenendo lo smartwatch sotto il pelo dell’acqua. Ma non finisce qui: il Versa traccia in maniera automatica il numero di vasche tenendo anche conto dei vari cambi di vasca.

Tutte le informazioni vengono ovviamente riproposte all’interno dell’applicazione mobile – una delle migliori nel panorama wearable – per essere controllate in dettaglio sul proprio smartphone. È uno smartwatch nuoto adatto ad un pubblico che non necessita di un prodotto di fascia alta, magari ricco di funzioni e parametri che spesso confondono il neofita piuttosto che aiutarlo.

Puoi acquistare Fitbit Versa su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Fitbit Versa è disponibile nella variante Fitbit Versa Edizione Speciale.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Samsung Galaxy Watch Active

Con il Samsung Galaxy Watch Active entriamo di diritto all’interno degli smartwatch nuoto di alto livello. Il Fitbit Versa visto poco più su non è solo una scelta adatta ai neofiti o agli utenti che non vogliono spendere tanti soldi, ma anche per chi non vuole perdere tempo ad impostare elementi di tracking supplementari, pensati per offrire una visione più completa della propria attività fisica in acqua.

Il Galaxy Watch Active si muove quindi in tutt’altra direzione. Non solo l’aspetto estetico e la costruzione risultano decisamente migliori – a parità di impermeabilità fino a 5 ATM -, ma anche il tracking stesso della nuotata ha elementi che lo indirizzano verso un target decisamente diverso, più cosciente di quello di cui hanno bisogno per allenarsi in modo serio.

TizenOS 4.0, il sistema operativo proprietario che batte all’interno di tutti gli smartwatch Samsung, permette di customizzare in maniera piuttosto granulare tutte le informazioni relative al tracking della nuotata. Ad esempio è possibile impostare un obbiettivo di allenamento, il tipo di dati da mostrare a schermo, la lunghezza della vasca e tanto altro.

A seguito dell’allenamento in vasca e dopo aver impostato correttamente la lunghezza della stessa, un résumé mostra alcuni dati piuttosto importanti fra cui: il giro più veloce, la durata dell’allenamento, le calorie bruciate, il ritmo della nuotata, il battito cardiaco e molto altro. Infine, per completezza di informazione, il Galaxy Watch Active, proprio come l’Apple Watch Series 4 che vedremo più sotto, permette di disabilitare il touch-screen, il movimento di attivazione con la torsione del polso e la funzione di orologio sempre attivo durante l’allenamento in vasca.

Tutte le informazioni e settaggi descritti devono quindi essere impostati prima dell’entrata in vasca oppure già in acqua utilizzando i tasti fisici.

Puoi acquistare Samsung Galaxy Watch Active su Amazon.

Samsung Galaxy Watch Active
Prezzo consigliato: € Prezzo: € 228.06

Apple Watch Series 4

Chiudiamo la nostra personale selezione dei migliori smartwatch nuoto con l’ultimo smartwatch di Apple, ovvero il Watch Series 4. Dal punto di vista delle specifiche tecniche e delle potenzialità di tracking, siamo più o meno allo stesso livello di quelle viste con il Samsung Galaxy Watch poco più su. La più grande differenza però, la abbiamo sia dal punto di vista dell’OS. Il nuovo Apple Watch integra al suo interno watchOS 5.0, presentato dall’azienda di Cupertino ad inizio autunno dell’anno scorso e ancora più improntato sul tracking dell’attività fisica.

Il vantaggio di watchOS è che enormemente più popolare di Tizen OS di Samsung, cosa che permette agli utenti Apple di poter installare sullo smartwatch applicazioni di tracking sviluppate da aziende esterne ad Apple. Questo apre due tipi di scenari diversi: l’utente standard può fare affidamento a tutto quello che l’Apple Watch riesce a tracciare durante l’allenamento in piscina; quello un po’ più esperto, invece, può scaricare una delle tante app di nuoto presenti sull’App Store e scegliere quelle che secondo lui offrono qualcosa in più.

Tutte le informazioni raccolte durante l’allenamento in piscina – battito cardiaco, tempo di allenamento, calorie attive, calorie bruciate, numero di vasche e distanza percorsa – vengono riversate nell’app Salute, oppure nell’app esterna scaricata tramite l’App Store. Concludendo, l’Apple Watch Series 4 è il miglior smartwatch nuoto per gli utenti Apple in generale e per tutti quelli che cercano un po’ di duttilità in più per quanto concerne l’utilizzo di servizi (app) esterni.

Puoi acquistare Apple Watch Series 4 su Amazon o se preferisci su eBay

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.