Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Smartwatch cardio: ecco i migliori device

Smartwatch cardio: ecco i migliori device

di Giovanni Mattei
Specialist Smartwatch
aggiornato il 17 luglio 2019
2928 utenti hanno trovato utile questa guida
2928 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Smartwatch cardio è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Luglio 2019.

In questo articolo parliamo del miglior smartwatch cardio. L’obiettivo è offrivi una panoramica completa dei diversi smartwatch con sensore HR presenti sul mercato in modo da aiutarvi nella scelta del dispositivo che meglio soddisfa le vostre esigenze.

Smartwatch cardio: quale comprare

Molto è cambiato dal rilascio dei primi smartwatch, spesso caratterizzati da un set di sensori piuttosto basilari, pensati solo per tracciare elementi piuttosto basilari come i passi, la distanza percorsa e le calorie bruciate. Però, grazie all’avanzamento tecnologico, la stragrande maggioranza degli smartwatch odierni esce di fabbrica munito di sensore HR per il battito cardiaco. In questa guida sugli smartwatch cardio andiamo a mostrarvi quali sono i migliori prodotti disponibili sul mercato, dandovi una breve infarinatura su come funziona il sensore HR.

Come funziona il sensore HR

Ma come funzione il sensore HR presente all’interno degli smartwatch cardio? Semplice: questo modulo è composto da due elementi, un LED ed un fotodiodo. Il primo serve ad illuminare la porzione di corpo che viene poi “fotografata” dal fotodiodo. Quindi, ricapitolando, il LED verde, quella luce che vedete accesa sul retro dei vostri smartwatch, serve unicamente ad illuminare una piccola porzione di pelle.

Il fotodiodo, però, è quello che poi va effettivamente a tracciare il battito. Non abbiamo utilizzato il verbo “fotografare” tanto per, ma perché è più o meno quello che fa il fotodiodo. La luce emessa dal LED permette al fotodiodo di misurare la differenza di luminosità data dal passaggio del sangue nelle vene. La differenza di luminosità viene calcolata dal software presente all’interno dello smartwatch cardio ricavandone poi il numero dei battiti per minuto (bpm).

Tracking

Il primo criterio di selezione è legato al tracking del battito cardiaco, assieme a quello dell’attività fisica standard (quindi passi, distanza percorsa e calorie bruciate). Dopo aver brevemente spiegato come funziona il sensore HR, abbiamo focalizzato la nostra attenzione nello scegliere solo i prodotti muniti di un sensore HR di qualità. Ma che significa “di qualità”?

Oggigiorno molti smartwatch posseggono il sensore HR, ma non tutti sono in grado di offrire una lettura corretta e precisa del battito cardiaco. Infatti, soprattutto quando si fa attività fisica piuttosto concitata, è facile notare letture incorrette del battito cardiaco. Lo scopo della nostra selezione sui migliori smartwatch cardio, è proprio quella di offrirvi la certezza che i prodotti qui presenti siano effettivamente in grado di tracciare il battito cardiaco con precisione, scartando tutti gli smartwatch muniti di sensori HR imprecisi e/o fuorvianti.

Applicazione mobile

L’applicazione mobile è uno degli aspetti più importanti quando si è propensi ad acquistare uno smartwatch cardio. Infatti, tutte le informazioni carpite dal wearable vengono poi riversate proprio sull’applicazione mobile, che in questo caso funge da vero e proprio diario digitale contenente l’intera storia della nostra attività fisica.

Un’applicazione mobile di buon livello non deve solo mostrare i dati relativi al battito cardiaco, ma anche le fasce di attività (minima, media, massima), la media di intervallo di riposo e molto altro. Abbiamo scartato tutti quei prodotti muniti di applicazioni mobile di scarso livello, con una visualizzazione dei dati raccolti poco informativa e generalmente lacunosa.

Autonomia

La stragrande maggioranza degli miglior smartwatch è munita di sensori HR in grado di funzionare costantemente, 24 su 24, oppure ad intervalli di 10′ in modo da preservare la batteria. Il modulo HR non ha un impatto così importante sulla batteria come quello del modulo GPS, ma è comunque un aspetto da non sottovalutare, soprattutto se si vuole evitare di dover ricaricare lo smartwatch ogni giorno.

Per gli smartwatch cardio abbiamo selezionato solo quei prodotti che vi garantiscono un utilizzo continuativo di almeno due giorni, mettendo da parte prodotti che invece non riescono a superare la soglia delle ventiquattrore. In questo modo avrete modo di indossare il wearable senza troppe preoccupazioni, permettendovi anche di avere un tracciato dell’andamento del battito cardiaco senza numerose interruzioni.

Smartwatch cardio: ecco i migliori prodotti

Xiaomi Amazfit Bip Lite

Il primo smartwatch cardio che prendiamo in considerazione è l’economicissimo Xiaomi Amazfit Bip Lite. La strategia Xiaomi è sempre la stessa da diversi anni, e prevede la commercializzazione di prodotti di una certa qualità a prezzi estremamente competitivi. Il rovescio della medaglia – da qualche parte si deve pur sempre tagliare per risparmiare qualcosa – è la scelta di materiali poco nobili per quanto riguarda la costruzione della cassa. Questa, tremendamente simile al design degli Apple Watch, è in policarbonato, quindi di valore minore rispetto a quelle in alluminio o acciaio inossidabile.

Il pannello frontale da 1.28 pollici è lavorato con tecnologia 2.5D, quindi che tende a curvare leggermente verso i bordi. È una tecnica utilizzata per rendere più omogeneo il design del display e della cassa dello smartwatch, evitando brutti stacchi di materiali. Lo smartwatch integra ovviamente il sensore HR per il battito cardiaco ed il modulo GPS, elemento fondamentale per tracciare con estrema precisione i propri spostamenti mentre si fa un po’ di sport all’aperto.

Se siete alla ricerca di uno smartwatch cardio valido e soprattutto economico, allora il Bip Lite è quello che fa per voi. Ovviamente è da prendere in considerazione un tracking non preciso al 100%, ma in questi casi sappiamo benissimo che stiamo parlando di dispositivi pensati per dare una stima e non una lettura corretta; per quelli, come abbiamo detto nel capitolo introduttivo, bisogna chiedere consigli al proprio medico curante.

Puoi acquistare Xiaomi Amazfit Bip Lite su Amazon o se preferisci su eBay

Samsung Gear Sport

Assieme ad importanti player nel mercato dei dispositivi wearable, anche Samsung ha da tempo imposto la sua linea di prodotti che vedono la presenza di validi smartwatch e smartband. Il Samsung Gear Sport è l’ultimo fra gli smartwatch cardio ad avere una connotazione piuttosto sportiva, anche se può essere tranquillamente utilizzato anche da chi pratica attività fisica in modo amatoriale e senza un calendario fisso. Nonostante i suoi due anni di vita – è stato presentato per la prima volta ad IFA 2017 -, il Gear Sport sa la sua anche dal punto di vista del design.

È un qualcosa che avevamo già visto in passato con i vecchi modelli Gear, ed infatti questo smartwatch può essere visto come la normale evoluzione dell’intera gamma. Ovviamente, come tutti gli smartwatch di Samsung, anche il Gear Sport basa il suo funzionamento su Tizen OS, ovvero il sistema proprietario che il colosso sudcoreano ha sviluppato per l’intero segmento wearable.

Vi proponiamo di prendere in considerazione lui come miglior smartwatch cardio per la grande qualità del sensore HR posto sul retro. I dati, raccolti in maniera costante 24/7, sono così precisi e validi da mimare in toto quelli che possono essere captati da una fascia di rilevamento toracica. Normalmente la fascia toracica è quella a cui si fa affidamento quando si vuole una misurazione molto precisa, ed in questo caso l’azienda hi-tech ha lavorato a lungo per fornire un tracking così preciso da non temere il confronto con questi dispositivi di tracciamento.

Questo rende il Samsung Gear Sport come una fra le migliori scelte da prendere in considerazione quando si vuole acquistare uno smartwatch con cardio.

Puoi acquistare Samsung Gear Sport su Amazon.

Samsung Gear Sport
Prezzo consigliato: € 349Prezzo: € 201.67

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Garmin Vivoactive 3

Assieme al Gear Sport visto poco più su, c’era un’altra azienda che lanciava un altro smartwatch cardio davvero interessante: Garmin. La compagnia statunitense è impegnata da diversi anni anche in questo settore, e lo fa sviluppando dispositivi di altissimo livello, anche quelli che spesso vengono venduti a prezzi decisamente abbordabili.

Rispetto al Gear o all’Apple Watch Series 4 che vedremo subito dopo, il Garmin Vivoactive 3 ha un design che lo rende più adatto ad un utilizzo da tutti i giorni. Lo smartwatch di Apple e di Samsung hanno dalla loro un design che tende più allo sportivo che al casual, cosa che spesso crea qualche difficoltà se si vuole indossare un outfit un po’ più curato.

Trattandosi di un prodotto Garmin di alto livello, il Vivoactive 3 integra un sensore HR per il battito cardiaco con rilevazione costante, 24/7, compreso anche per quanto riguarda l’attività fisica. Il sensore HR offre una precisione tale da essere adatto anche ai corridori, spesso impegnati in sessioni con battiti elevati per diverso tempo.

Questo elemento rende il Garmin Vivoactive 3 un ottimo smartwatch adatto agli sportivi più incalliti ,oppure agli utenti che sono interessati ad uno smartwatch cardio per restare in forma e mantenere uno stile di vita sano e dinamico.

Puoi acquistare Garmin Vivoactive 3 su Amazon o se preferisci su eBay

Apple Watch Series 4

Chiudiamo la nostra guida sugli smartwatch cardio con quello che al momento potrebbe essere incoronato come la soluzione a cui puntare se non si hanno problemi a spendere una cifra importante. Stiamo parlando dell’Apple Watch Series 4, ovvero l’ultima generazione di wearable presentata da Apple qualche mese fa. Questa generazione si differenzia parecchio dai modelli passati, già a partire dal design.

Quest’ultimo, al contrario dei passati modelli, presenta un display rinnovato per quanto riguarda le ottimizzazioni delle cornici. La cassa in alluminio è squadrata con i bordi arrotondati, ma il pannello touch copre adesso una superficie maggiore, cosa che permette di leggere notifiche in maniera più chiara oppure di impostare un nuovo set di watchfaces create appositamente per questa serie di Apple Watch.

Ma forse il cambiamento più grande lo troviamo sul retro dello smartwatch, dove un tempo era presente un “classico” sensore HR per il battito cardiaco. L’Apple Watch Series 4 è uno fra i miglior smartwatch cardio per via del sensore ECG presente sul retro. Questo, rispetto al modulo presente nelle vecchie generazioni di Apple Watch, non solo permette di controllare il battito cardiaco, ma addirittura di azionare un vero e proprio elettrocardiogramma.

Queste informazioni vengono poi automaticamente riversate all’interno dell’applicazione Salute, su iOS, e possono essere inviate al proprio medico di fiducia in formato PDF. Purtroppo la funzione non è ancora attiva nel nostro Paese, ma Apple ha fatto sapere che è al lavoro con le varie istituzioni internazionali al fine di avere le carte in regole per attivare la funzione ECG per tutti i possessori di Apple Watch. ECG a parte, il sensore HR del Series 4 è uno dei più precisi sul mercato.

Puoi acquistare Apple Watch Series 4 su Amazon o se preferisci su eBay

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2928 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.