Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Smartphone Sony: la nostra guida all’acquisto aggiornata mensilmente

Smartphone Sony: la nostra guida all’acquisto aggiornata mensilmente

di Luca Pierattini
Specialist Miglior smartphone
aggiornato il 21 maggio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

In più, fino al 26 maggio, puoi approfittare su Amazon di una serie di sconti dedicati a tutto ciò che ruota intorno ad HP grazie alle promozioni per gli “HP Days“, dove puoi trovare notebook, monitor e cuffie in offerta. Nello stesso periodo, puoi approfittare anche della “Huawei Week“, una settimana di promozioni dedicata al colosso cinese con tantissimi prodotti in offerta.

Tra queste offerte, segnaliamo la presenza di questi smartphone da non perdere, disponibili salvo esaurimento scorte:

  • Huawei Mate 20 in offerta a 399€, rispetto ad un costo precedente di 460€;
  • Huawei Mate 20 Pro in offerta a 579€, rispetto ad un costo precedente di 660€.
N.B. La guida Smartphone Sony è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

Ti diamo il benvenuto nella nostra guida all’acquisto agli smartphone Sony. Su questa pagina andiamo a consigliarti quelli che sono attualmente i miglior smartphone Sony sul mercato, suddividendo l’offerta giapponese in base ai modelli migliori all’interno delle diverse serie e al prezzo, cercando di trovare l’alternativa migliore in base ai tuoi gusti e alle tue necessità. Pronto a scoprire lo smartphone Sony che fa maggiormente al caso tuo? Procediamo.

Smartphone Sony: quale comprare

Gli smartphone Sony sono un grande classico del panorama Android, essendo uno dei produttori presenti praticamente fin da quando il sistema operativo di Google è presente in circolazione. I giapponesi hanno attraverso un periodo di alti (pochi) e bassi (tanti) nel corso degli anni che si è concluso (per ora) con l’arrivo di Sony Xperia XZ3, l’ultimo top di gamma del produttore, finalmente convincente e in grado di spostare le scelte di acquisto degli utenti. Comprare uno smartphone Sony è un po’ come andare a botta sicura dal punto di vista dell’affidabilità, della rete capillare di assistenza e dell’aggiornamento del sistema operativo, grazie agli anni di esperienza messi alle spalle dal marchio.

Quando parliamo di smartphone Sony dobbiamo mettere in chiaro i passi avanti fatti dall’azienda giapponese nel corso degli ultimi anni, recuperando molto dello svantaggio che aveva nei confronti di Apple, Samsung e Huawei che tirano il gruppo dei big del settore: dove ha cercato di rimediare ai danni del passato è soprattutto sul fronte del design e del prezzo, considerati fin qui i talloni d’Achille della sua offerta. Con lo Xperia XZ2 e poi con lo XZ3 appena uscito, Sony ha messo a segno dei punti importanti nella corsa al design borderless rimanendo ancorata ai suoi punti di forza: la fotocamera posteriore e l’ottima personalizzazione a livello software (ben alleggerita e veloce).

Quindi, come scegliere uno smartphone Sony? Innanzitutto abbiamo selezionato i migliori telefoni dal punto di vista della qualità fotografica in modo da permetterti di scattare ottime immagini in ogni condizione, poi abbiamo passato in rassegna le schede tecniche dei dispositivi per avere display ampi e luminosi e una buona fluidità di sistema grazie ai migliori processori Qualcomm. Si tratta di dispositivi dall’ottima affidabilità e che difficilmente ti fanno storcere il naso nel corso dell’utilizzo di tutti i giorni. In più Sony sceglie di confezionare pochi telefoni ogni anno, per cercare di individuare soltanto le esigenze degli utenti provando a coprire tutte le fasce di prezzo a disposizione, senza disorientarli con mille smartphone tutti uguali. Dalla linea Xperia L fino alla Xperia XZ, avrai a disposizione uno smartphone solido, bello da vedere e con una grande qualità fotografica, indubbiamente uno dei punti di forza di tutta la gamma. Vediamo l’offerta di smartphone Sony più da vicino.

Smartphone Sony: linea Xperia L

L’aggiornamento della gamma lo scorso anno ha introdotto la nuova serie Xperia L, tra gli smartphone Sony quella riservata ai dispositivi entry-level dell’offerta giapponese. In buona sostanza, sono perfetti per chi si avvicina per la prima volta al mondo degli smartphone o per chi vuole un telefono che costi meno di 200€ che abbia buone prestazioni senza troppi compromessi sul fronte delle caratteristiche tecniche.

Tra questi dispositivi abbiamo scelto il Sony Xperia L3, un buon telefono per chi non ha grosse pretese in termini di potenza e che gode di un buon rapporto tra qualità e prezzo, oltre ad un’ottima batteria che garantisce un’autonomia ben superiore alla singola giornata. Andiamo a scoprirlo.

Sony Xperia L3

Quando si pensa a Sony e smartphone, vengono in mente soltanto dispositivi di fascia alta, fin troppo costosi per chi cerca un telefono economico e che se la sappia cavare nel basic: telefonare, andare sui social e fare delle buone foto. In questo caso, il Sony Xperia L3 è perfetto, grazie al display da 5,7 pollici con risoluzione HD+ (720 x 1520 pixel), contraddistinto da un nuovo design che riduce al minimo bordi e cornici. Il punto di forza del dispositivo sta nella batteria da 3300 mAh che promette di fare di più, più a lungo e, con le tecnologie intuitive di ricarica intelligente, assicura una maggior longevità. Al suo interno è presente un SoC MediaTek MT6762, un octa-core con clock a 2 GHz affiancato da 3 GB di RAM e 32 GB di storage espandibili tramite micro SD.

Buono il comparto fotografico con una doppia camera principale da 13+2 MP e un sensore frontale da 8 megapixel con super grandangolo da 120° per avere selfie perfetti. Belle le superfici riflettenti in grado di enfatizzare il design “loop surface”, con una modalità di sblocco super semplice grazie al sensore di impronta posizionato si lato, sotto al pulsante di accensione. Perché acquistarlo? Perché si può trovare ad un prezzo che oscilla intorno ai 200€, portandosi a casa un dispositivo completo, funzionale e di qualità, pur in un quadro di limiti tecnici emersi dalla scheda tecnica.

Puoi acquistare Sony Xperia L3 su Amazon o se preferisci su eBay

Sony Xperia L3
Prezzo consigliato: € 199.9Prezzo: € 169.99

Smartphone Sony: linea Xperia 10

Saliamo di livello e passiamo agli smartphone Sony che rientrano di diritto nella fascia media di mercato. Dopo l’addio alla gamma XZ e XA, i giapponesi hanno salutato l’arrivo della nuova serie Xperia 10, cercando di sposare caratteristiche premium con un prezzo che non supera i 500€. E proprio l’idea di portare tecnologie d’avanguardia in questa fascia di mercato, nel modo più accessibile possibile, ha guidato questa prima generazione fondata sul display in 21:9 che mira a metterti il cinema in tasca, grazie a un design a tutto schermo e prestazioni nella media.

All’interno di questa gamma abbiamo scelto il Sony Xperia 10 Plus per vari motivi: come detto, per il comparto fotografico, ma anche per un buon display in grado di giocarsela anche con modelli più costosi. Scopriamolo.

Sony Xperia 10 Plus

Il secondo smartphone Sony che vogliamo presentare è il mid-range perfetto per l’offerta dei giapponesi. Monta uno schermo Full HD da 6,5 pollici brillante e luminoso, racchiuso in un design a tutto schermo irrobustito dalla protezione in Corning Gorilla Glass nel nuovo formato da 21:9, più ampio e immersivo e perfetto per l’intrattenimento. Il lettore per le impronte digitali si sposta di lato, sotto al pulsante di accensione, mentre dietro si nasconde una doppia fotocamera posteriore da 12+8 MP composto da un sensore principale e da un teleobiettivo con zoom ottico 2X che assicura estrema nitidezza agli scatti anche in condizioni di scarsa luminosità. Buona anche la camera frontale da 8 megapixel con super grandangolo da 120°.

Sotto la scocca c’è il processore Qualcomm Snapdragon 636 – octa-core, 1.8 Ghz – assistito da 4 GB di RAM e da 64 GB di storage, espandibile via micro SD e alimentato da una buona batteria da 3000 mAh che promette di arrivare tranquillamente a fine giornata. Per chi è pensato? Per chi vuole un telefono compatto, che faccia belle foto e che funzioni bene: il tutto ad un prezzo inferiore a 500€.

Puoi acquistare Sony Xperia 10 Plus su Amazon o se preferisci su eBay

Sony smartphone serie Xperia XZ

Eccoci arrivati alla portata principale: tutti conoscono gli smartphone Sony Xperia XZ, sono i top di gamma del brand e assicurano soltanto il meglio della qualità giapponese. La gamma si compone di tre varianti: quella standard, considerata un po’ il punto di riferimento per gli appassionati; quella Compact, pensata più per garantire la continuità al segmento degli smartphone 5 pollici; e, infine, quella Premium, il vero sforzo di Sony per proporre qualcosa al di fuori del normale.

All’interno della guida abbiamo scelto di includere soltanto i primi due modelli, perché, secondo noi, il terzo – contraddistinto da uno schermo in 4K, doppia fotocamera e una potenza fuori dal comune – è più un esercizio di stile da parte di Sony che una concreta soluzione da prendere in considerazione. Andiamo a vedere più da vicino Sony Xperia XZ2 Compact e Sony Xperia XZ3.

Sony Xperia XZ2 Compact

Se si parla di smartphone Sony, non si può non menzionare in questa guida il Sony Xperia XZ2 Compact: un po’ perché è l’ultimo top di gamma a puntare sulle dimensioni da 5 pollici, un po’ perché si tratta del modello che ti consente di risparmiare un centinaio di euro per avere tutta la qualità del top di gamma giapponese. La variante Compact ha un display Full HD+ da 5 pollici con un design che riduce cornici e bordi, unendoci la resistenza del Corning Gorilla Glass 5.

A livello di hardware, monta il top di gamma Qualcomm, lo Snapdragon 845 – octa-core a 2.8 GHz – insieme a 4 GB di RAM e a 64 GB di spazio di archiviazione, espandibile via micro SD. Uno dei cavalli di battagli è il comparto fotografico: dietro, c’è un’ottima fotocamera posteriore da 19 megapixel che ti offre l’opportunità di registrare video HDR o in Super slow motion (a 960 fps) con una serie di strumenti premium per la messa a fuoco e lo scatto. Perché comprarlo? Per il rapporto tra qualità e prezzo: con meno di 500€ puoi portarti a casa un telefono compatto che ha tutti i canoni per durare anni in termini di design, potenza e affidabilità.

Puoi acquistare Sony Xperia XZ2 Compact su Amazon o se preferisci su eBay

Sony Xperia XZ3

L’ultimo smartphone Sony presentato ad IFA 2018 riprende quanto di buono visto sullo Xperia XZ2 e cerca di portarlo ad un altro livello inserendo uno schermo OLED da 6 pollici con risoluzione Full HD+ (1440 x 2880 pixel) dentro una scocca in vetro Corning Gorilla Glass 5 e cornici in metallo. Bello il retro, dove fa capolino il sensore per le impronte digitali e una fotocamera posteriore da 19 megapixel con apertura focale f/1.8 e tecnologia HLG per la registrazione di video in 4K HDR.

Sotto la scocca troviamo ancora il processore Qualcomm Snapdragon 845 con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, espandibile via micro SD, che dovrà gestire Android Oreo insieme alla buona batteria da 3300 mAh che promette di essere sufficiente per durare tutto il giorno. Ottimo il lato multimediale, grazie all’Hi Resolution Audio che, assieme alla tecnologia DSEE HX per l’upscaling, assicura una qualità di ascolto prossima all’alta risoluzione; così come la resistenza all’acqua certificata (IP68). Invece, non c’è il jack audio per le cuffie, sostituito dalla porta USB-C. Per chi è pensato? Per chi vuole soltanto il massimo da Sony in un telefono finalmente bellissimo e in grado di far bene praticamente tutto. Scopri di più nella nostra Sony Xperia XZ3 recensione.

Puoi acquistare Sony Xperia XZ3 su Amazon o se preferisci su eBay

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Ad esempio, come responsabile su Ridble degli smartphone, mi dedico in prima persona a provare e testare ogni genere di telefono: dai più costosi agli smartphone di fascia bassa, dai rugged fino a quelli pensati esclusivamente per gli anziani. Un compito che, nel corso degli anni, mi ha permesso di riuscire a vedere tutte le trasformazioni che hanno segnato la storia del settore: dai mitici Star Tac a conchiglia all’avvento dell’iPhone fino, adesso, al futuro chiamato smartphone pieghevole. In questo tempo sono riuscito a dedicarmi a centinaia di telefoni, informandomi quotidianamente sullo sviluppo del mercato per sapere sempre quale consigliare all’interno delle guide sui migliori smartphone.

Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Ogni smartphone Sony presente all’interno delle nostre guide agli acquisti è selezionato attraverso una serie di passaggi che definiamo come “metodo Ridble”. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo e che si compone di 4 fasi.

Qualsiasi smartphone Sony entra nei nostri radar a seguito della sua ufficializzazione da parte dell’azienda. Elementi come rumors, indiscrezioni, fughe di notizie e quant’altro non ci interessano. Attraverso l’utilizzo di varie fonti (comunicati stampa, inviti ad eventi ecc..) ogni specialist raccoglie l’ufficialità sull’esistenza dei prodotti appartenenti alla sua categoria di competenza.

L’annuncio non è però un requisito di per sé valido per poter essere preso in considerazione per l’inserimento nelle nostre guide all’acquisto. Il dispositivo di turno, in questo caso lo smartphone, deve raggiungere un requisito necessario: l’eleggibilità. Bisogna che lo smartphone Sony sia realmente acquistabile in Italia (online o offline) per poter essere oggetto di scelta.

A questo punto, se i primi due principi sono stati rispettati, allora passiamo alla terza fase, quella della prova. Testiamo i prodotti in vendita per conoscerne da vicino punti di forza e di debolezza, e poter esprimere un giudizio generale. In questa fase ogni specialist capisce quali esigenze di acquisto il prodotto è in grado o meno di soddisfare, in modo da riuscire ad identificare l’utente tipo, in questo caso riguardante smartphone Sony.

I prodotti che ottengono un giudizio positivo sono selezionati e inseriti nelle guide all’acquisto. Questa fase si ripete ogni volta durante l’aggiornamento mensile delle guide all’acquisto. Quindi almeno una volta al mese lo specialist mette di nuovo in discussione tutti i prodotti selezionati in precedenza e decide se inserirne o meno di nuovi.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Quando si parla di smartphone Sony è necessario valutare la qualità generale delle fotocamere con un test fotografico in più momenti della giornata: inizio da un giudizio generale dell’app Fotocamera capendo se è semplice da usare, quali modalità sono a disposizione e quanto è facile scattare una bella foto con la modalità automatica. Poi passo a testare tutte le altre funzionalità con una serie di scatti in modalità macro, grandangolo, ritratto, paesaggio, low-light e selfie. Al termine dei quali, ripeto la procedura per la componente video e valuto come il sensore è stato in grado di replicare la scena, il bilanciamento dei colori, la luminosità e la nitidezza complessiva dell’immagine.

Una volta stabilito che il telefono ha degli ottimi sensori, è necessario testarne il display. Provo a regolare tutti i parametri nel menù Impostazioni per valutare che la luminosità sia forte anche alla luce diretta del sole, poi inclino il telefono a destra e a sinistra, in alto e in basso, e verifico fino a dove riesco a vedere il contenuto, giudicando se è sufficiente o meno e infine do un’occhiata a foto e video per capire se i colori sono realistici e non sono né troppo freddi o troppo caldi. Per avere un metro di giudizio migliore, uso l’app Display Tester che mi mette a disposizione una serie di immagini standard con colori prestabiliti che mi consentono di verificare la resa del display di fronte a tantissime sfumature cromatiche permettendomi di avere una valutazione ampia e dettagliata.

In seguito, rimane da accertarsi che il dispositivo assicuri una corretta fluidità di sistema con ottime prestazioni di base. Per testare questo parametro, installo sul telefono una raccolta delle principali app più utilizzate del momento facendo una carrellata tra social, videogiochi e app dedicate al lavoro in mobilità. Poi utilizzo lo smartphone con regolarità e, dopo una giornata di telefonate, mail, social e notifiche varie, capisco con esattezza se il processore ha retto bene il colpo e se tutto ha funzionato alla perfezione. Infine, cerco di spremere al massimo il sistema, intensificando il mio utilizzo con film in streaming e sessioni di gioco prolungate e verifico che non ci siano rallentamenti o che il processore non scaldi sul retro – un problema che metterebbe a repentaglio la batteria nel lungo periodo. Per avere un ulteriore metro di giudizio, uso l’app Antutu Benchmark, un software che effettua una serie di test sulla scheda tecnica del dispositivo (principalmente processore e scheda grafica) e assegna un punteggio di sistema in base alle prestazioni: un buon termine di paragone nel caso in cui due telefoni siano troppo simili tra loro.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Luca Pierattini tramite i commenti.