Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Smartphone Google: i migliori modelli da acquistare

Smartphone Google: i migliori modelli da acquistare

di Luca Pierattini
Specialist Miglior smartphone
aggiornato il 11 marzo 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Fino al 27 marzo puoi approfittare dei nuovi “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco. Inoltre, usando nel carrello il codice “PIT50EURO” su una spesa minima di 20€, puoi ottenere il 5% di sconto (fino a 50€ massimi) su tutti gli acquisti per il settore di tecnologia, videogiochi, casa e fotografia.

 

Ecco gli sconti principali nella categoria smartphone, disponibili fino al 27 marzo o fino a esaurimento scorte:

N.B. La guida Smartphone Google è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Marzo 2019.

Benvenuto sulla nostra guida dedicata al miglior smartphone Google. In questa guida ti offriamo la nostra selezione sugli smartphone Google attualmente disponibili sul mercato, in modo tale da aiutarti nella scelta del tuo prossimo telefono. Se ti trovi su questa pagina significa che sei alla ricerca di un device di qualità, basato sul sistema operativo Android e che faccia ottime foto: qui troverai solo il meglio dell’offerta di Big G, organizzato in ordine di prezzo. Scopriamo dunque gli smartphone Google che fanno al caso tuo.

Smartphone Google: quale comprare

Quando Google sbarcò nel mondo degli smartphone nel 2010, voleva offrire agli utenti il miglior smartphone Android, costruendo un dispositivo che fosse lontano dagli orpelli grafici di molti costruttori, coniugando semplicità e praticità d’uso. Big G non aveva l’esperienza per costruire da sola un telefono perciò, anno dopo anno, si affidò alla collaborazione con diverse aziende costruttrici in modo tale da sfruttare la loro catena produttiva per mettere in pratica la sua idea.

In realtà l’obiettivo nascosto degli smartphone Google era dimostrare alle compagnie (e agli utenti) quale fosse il metodo migliore per sfruttare al massimo tutte le qualità del robottino verde, cercando, al contempo, di costruire uno smartphone pensato apposta per l’utente e che potesse migliorare l’immagine complessiva del brand. A un certo punto Big G ha pensato di poter realizzare in proprio gli smartphone Google – da qui la decisione di acquistare Motorola – ma il ritardo sui concorrenti e il fatto che il segmento derivante dalle vendite degli smartphone non fosse centrale per lo sviluppo della società ha fatto sì che questo esperimento naufragasse, costringendo Big G a vendere tutto a Lenovo.

Fino al 2016, quando gli smartphone Google sono usciti dal guscio del brand Nexus e hanno trovato la loro casa sotto il nome di Google Pixel: in quel momento l’azienda di Mountain View ha voluto dare uno schiaffo morale a Apple, dimostrando che anche nell’ambiente Android era possibile confezionare e realizzare uno smartphone pensato in funzione del robottino verde. Il risultato è stato uno dei telefoni più apprezzati nel panorama smartphone internazionale.

Quindi, perché acquistare uno smartphone Google? Perché otterrai uno dei telefoni più completi del mercato, con la miglior integrazione software-hardware possibile in campo Android e un bel pacchetto di intelligenza artificiale applicata alle fotocamere che si permetterà di avere uno dei migliori cameraphone in circolazione. Non esiste un’offerta ampia e variegata, in quanto Google segue il percorso intrapreso da Apple: pochi smartphone ogni anno e che puntano esclusivamente a competere con gli smartphone top di gamma del mercato.

In più, gli smartphone Google sono dipendenti dal Google Store e non si trovano con facilità sugli e-commerce tradizionali: ragion per cui ti sarà capitato di vederli raramente a giro. Ma questo non deve spaventarti, abbiamo pensato noi a cercare le offerte migliori su Amazon, eBay ed ePrice affinché tu possa sempre trovare a disposizione i miglior smartphone Google che abbiamo scelto nella nostra guida. Andiamo a scoprire quali sono.

Google Pixel 2 XL

Il primo smartphone Google ad essere arrivato in Italia è Google Pixel 2 XL, che proponiamo come alternativa per chi cerca il massimo del risparmio in una versione non più nuovissima (risale al 2017) ma comunque di tutto rispetto. Dotato di uno schermo p-OLED da 6 pollici QHD+ (1440 x 2880 pixel), conserva ancora un design tradizionale con due cornici in basso e in alto sullo schermo, ma ha comunque una dimensione compatta che lo rendono un telefono ergonomico e facile da maneggiare.
Con Pixel 2 XL c’è la possibilità di provare Google Lens in Google Foto. Lens si basa sui progressi compiuti da Google nella visione artificiale e nel machine learning, combinati con il Knowledge Graph che sta alla base della Ricerca Google. Fin da subito, sul tuo Pixel 2 XL potrai cercare informazioni su luoghi d’interesse, libri, brani musicali, film e opere d’arte semplicemente facendo clic sull’icona di Lens in Google Foto. Un bagaglio di intelligenza artificiale che supporta la fotocamera posteriore da 12,2 megapixel a scattare foto davvero eccellenti, soprattutto in modalità notturna.

Sotto la scocca troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 835 – octa-core a 2.35 GHz – con 4 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, non espandibile via micro SD. Buona la batteria da 3520 mAh: e se volete ricaricare il telefono velocemente, con 15 minuti di ricarica potrete usarlo fino a sette ore. Pixel è anche resistente alla polvere e all’acqua secondo lo standard IP67 e ha importanti funzionalità di sicurezza integrate. Con gli aggiornamenti mensili per la sicurezza di Google, inoltre, il vostro telefono avrà sempre le precauzioni di sicurezza più avanzate integrate: non dovrai più preoccuparti di aggiornamenti o upgrade.

Puoi acquistare Google Pixel 2 XL su Amazon o se preferisci su eBay

Google Pixel 3

L’ultimo smartphone Google ad essere arrivato sul mercato è Google Pixel 3, la versione base che ha debuttato per la prima volta in assoluto in Italia. In questa versione, Big G ha scelto di inserire uno schermo OLED da 5,5 pollici e realizzare un telefono davvero compatto e semplice da utilizzare con un display 18:9 che conserva bordi e cornici ed evita l’utilizzo del notch in alto sullo schermo. Anche in questo caso, il punto di forza del dispositivo è nell’unione tra la fotocamera posteriore da 12,2 megapixel e la miriade di funzionalità collegate all’intelligenza artificiale presente nel dispositivo: una su tutte si chiama Scatto migliore, che utilizza l’AI per immortalare la foto perfetta in ogni occasione. Quando fate una foto in movimento, questa funzionalità scatta foto alternative in HDR+, per poi suggerire la migliore, anche se non era esattamente quella dell’istante in cui avete premuto il pulsante, in cui tutti sorridevano e guardavano l’obiettivo. Scatto migliore, infatti, cerca automaticamente la migliore dandoti la possibilità di salvarla.

A livello hardware, troviamo il processore Qualcomm Snapdragon 845 – octa-core a 2.5 GHz – con 4 GB di RAM e 64 o 128 GB di storage, non espandibile via micro SD. Nella confezione di Pixel 3 è incluso un caricabatterie rapido da 18 W, che con 15 minuti di ricarica può fornirvi 7 ore di utilizzo grazie ad una batteria da 2915 mAh. Con la tecnologia della batteria adattiva, che si basa sull’Intelligenza Artificiale, Pixel 3 dà la priorità alle app più importanti in modo che la batteria duri tutto il giorno. In più c’è il jack audio per le cuffie, la certificazione IP68 contro acqua e polvere, l’ingresso USB Type-C e la connettività Bluetooth 5.0. Perfetto se cerchi un telefono che sappia scattare ottime foto e che abbia un form factor compatto ed ergonomico, da tenere bene in tasca.

Puoi acquistare Google Pixel 3 su Amazon o se preferisci su eBay

Google Pixel 3
Prezzo consigliato: € 719.99Prezzo: € 719.99

Google Pixel 3 XL

La versione extralarge dell’ultimo smartphone Google rappresenta la soluzione perfetta per chi cerca un display più grande, un po’ di autonomia in più e un design fresco e rinnovato, comprensivo del notch in alto sullo schermo. Il Google Pixel 3 XL arriva con un display OLED da 6,3 pollici QHD+ (1440 x 2960 pixel) e una concentrazione altissima di pixel: ben 523 PPI, a testimonianza dell’ottima qualità dello schermo. Ma soprattutto abbatte bordi e cornici per far spazio alla tacca sullo schermo che serve a Big G per nascondere la fotocamera frontale da 8 megapixel e tutti i sensori necessari per il riconoscimento facciale.

La fotocamera posteriore è la stessa del Pixel 3: da 12,2 megapixel e conserva tutte le funzionalità dovute alla fotografia computazionale che hanno reso il Pixel 3 XL tra i migliori telefoni dell’anno in ambito fotografico. Sotto la scocca troviamo il SoC Qualcomm Snapdragon 845 – octa-core a 2.5 GHz – con 4 GB di RAM e 64 o 128 GB di spazio di archiviazione, non espandibile via micro SD. Il Pixel 3 XL offre protezione da acqua e polvere di grado IP68 ed è dotato di un chip di sicurezza progettato da Google chiamato Titan M, che lo rende il telefono più sicuro mai realizzato dall’azienda di Mountain View. Titan M migliora la sicurezza del dispositivo proteggendo le vostre credenziali di sblocco, la crittografia del disco, i dati delle app e l’integrità del sistema operativo, in questo caso Android 9 Pie. Ottima la batteria da 3430 mAh. Per chi è indicato? Per chi vuole un display più grande e un pizzico di autonomia in più, ma è disposto a spendere qualche decina in euro in più per portarselo a casa. Dal punto di vista fotografico, consigliamo comunque il Pixel 3 che ti permette di risparmiare qualcosa.

Puoi acquistare Google Pixel 3 XL su Amazon o se preferisci su eBay

Google Pixel 3 XL
Prezzo consigliato: € 1156.96Prezzo: € 1151.23

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Luca Pierattini tramite i commenti.