Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Serratura smart: come funziona e quali prodotti acquistare

Serratura smart: come funziona e quali prodotti acquistare

di Simone Sala
Specialist Smart Home
aggiornato il 29 gennaio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Per questa settimana eBay punta sulla tecnologia: usando il codice promo “PITECH100EUentro le 17:00 del 19 febbraio, sarà possibile ottenere il 5% di sconto sul prezzo finale, fino ad un massimo di 50€. Il codice è utilizzabile due volte oltretutto; potete fare riferimento alla seguente sezione per accedere alla promo.

 

È iniziata la Super Week di eBay. Potete approfittare delle numerose offerte visitando direttamente la seguente sezione dello store; avete tempo fino al 19 febbraio! Intanto vi segnaliamo alcune offerte relative ai prodotti per smart home, valide sempre fino ad esaurimento scorte:

  • Google Home Mini, il piccolo smart speaker con Google Assistant, passa da 59€ a solo 38,90€;
  • Google Home, lo smart speaker con qualità audio superiore, passa da 149€ a solo 114,99€;
  • Chromecast 3, la nuova chiavetta per trasformare qualsiasi televisore in una moderna smart TV, si acquista a 34,99€.
N.B. La guida serratura smart è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Febbraio 2019.

Aprire la porta di casa è un’operazione spesso più laboriosa del necessario – pensate alla semplicità con cui si apre la portiera di un’auto (keyless o no che sia). Tuttavia oggi, con l’utilizzo di una serratura smart, è possibile semplificare questa azione, con tanti altri vantaggi che ne conseguono. Vediamo in questa guida a cosa serve una serratura smart, quali sono le migliori sul mercato e come installarle.

Serratura smart: quale comprare

Una serratura smart, o smart lock che dir si voglia, è uno strumento da applicare alla propria porta di casa, in grado di automatizzare il processo di apertura e chiusura della porta – riferendoci non al battente, ma proprio al blocco della serratura. Bisogna dire che questo tipo di accessorio non è ancora particolarmente diffuso, tantomeno qui in Italia. Certamente troviamo sistemi simili in tanti hotel, in uffici e altri luoghi non residenziali, ma è davvero rara un’applicazione del genere a livello domestico. Eppure la porta d’ingresso è il primo elemento che ci si para davanti, ancora prima di entrare in casa, e quante volte capita di perdere del tempo cercando le chiavi tra le tasche della giacca o in borsa, quante volte ci siamo preoccupati di averle perse o dimenticate, oppure ci ha dato semplicemente fastidio il doverle portare appresso – soprattutto d’estate, quando si esce leggeri e senza troppi posti dove riporle?

Attraverso una serratura smart è possibile risolvere tutti questi problemi e fare di più. Infatti questo tipo di soluzione si adatta perfettamente anche quelle abitazioni che vengono messe in affitto, per esempio su AirBnB, offrendo agli ospiti la possibilità di entrare in casa senza che sia necessario entrare in possesso di una chiave fisica. Possiamo inoltre, in tutta semplicità, sbloccare la porta ad un amico o parente a cui vogliamo concedere l’accesso in casa, senza che sia necessaria la nostra presenza sul luogo; infine, verificare lo stato di blocco della porta in ogni momento.

Se quanto descritto fino ad ora vi sembra allettante, allora potreste valutare l’acquisto di una serratura smart. Tuttavia, come abbiamo già accennato, i modelli disponibili sul mercato non sono ancora tanti, e vista la delicatezza dell’oggetto di cui stiamo parlando, non vogliamo qui consigliare prodotti economici, di brand semi-sconosciuti o il cui supporto post vendita non sia garantito. Per questo vi offriamo una ristrettissima selezione, concernente solo serrature smart che noi stesi ci fideremmo ad installare nelle nostre abitazioni, raccomandandoci anche non di andare alla ricerca del miglior prezzo su un prodotto così importante e delicato.

Infine, bisogna senza dubbio preoccuparsi della compatibilità della serratura smart con la porta (blindata) su cui la vogliamo installare. Nell’analisi dei prodotti parleremo più nel dettaglio della questione, ma è bene sapere che esistono accessori che si montano sulla serratura e sul cilindro che già avete (se compatibile), mentre altre serrature smart sono vendute in combo con un apposito cilindro – in questo caso potrebbe essere necessario l’aiuto di un fabbro per l’installazione.

Vediamo dunque quali sono le serrature smart che consigliamo, iniziando da una versione installabile in modalità fai-da-te sulla serratura che già avete (se compatibile), e passando poi ai pacchetti serratura smart + cilindro.

Serratura smart Nuki

La prima proposta di serratura smart che abbiamo selezionato è quella offerta da Nuki, azienda tedesca che vende ufficialmente i suoi prodotti in Italia. L’ecosistema Nuki è composto da tre prodotti: Nuki Smart Lock, la serratura smart vera e propria, Nuki Bridge, per collegare la serratura alla rete internet e controllarla a distanza, e Nuki Fob, un telecomando Bluetooth da usare in alternativa allo smartphone per lo sblocco della serratura smart.

Siccome il primo, fondamentale, requisito per l’installazione della serratura smart Nuki è quello della compatibilità, vediamo su quali tipi di serrature preesistenti è possibile montare Nuki Smart Lock, che poi non è altro che un motore che si occuperà di girare la chiave, inserita nello stesso, al nostro posto. Nuki Smart Lock è dunque installabile su serrature che abbiano una forma compatibile con il cilindro europeo e il cilindro svizzero. Inoltre, il cilindro europeo è attualmente lo standard più sicuro e pratico da usare per le porte blindate, più di quanto non lo siano le classiche serrature a doppia mappa. Sul sito di Nuki, a questa pagina, potete trovare maggiori dettagli sulla compatibilità del sistema, ma nell’immagine qui sotto potete farvi un’idea della tipologia di serratura che garantisce la compatibilità con Nuki.

Nuki Smart Lock è costituito da due parti: sopra un pomolo di alluminio sul quale troviamo un grande pulsante e un anello luminoso, utile per lo sblocco manuale e per attivare la funzione Lock ’n’ Go (che vedremo a breve), questo è anche il luogo in cui andrà inserita la chiave al momento dell’installazione, che rimarrà sempre in sede, pronta ad essere messa in movimento dal Nuki; nella parte bassa troviamo invece l’elettronica, la batteria (che consta in 4 pile AA) e la connettività affidata al Bluetooth.

Come abbiamo detto, durante il montaggio dovremo inserire la chiave all’interno del Nuki e nella toppa della serratura, lasciandola in sede coperta dalla serratura smart stessa che, se non fosse ancora chiaro, si installa sul lato interno della porta. A questo punto lo sblocco della porta può avvenire in diversi modi: possiamo affidarci al grande pulsante sul Nuki stesso, oppure agire manualmente roteando il pomello d’alluminio. La funzione Lock ’n’ Go, prima accennata, permette tramite con un doppio click sul pulsante del Nuki di sbloccare la porta prima di uscire di casa, sapendo che questa si richiuderà alle nostre spalle 20 secondi dopo. Ovviamente, essendo una serratura smart, non può mancare lo sblocco tramite app, disponibile per smartphone e smartwatch: Nuki Smart Lock si interfaccerà con i nostri device tramite connessione Bluetooth cifrata, e potremo sbloccare la serratura smart quando siamo in prossimità della porta. Tuttavia, non è certo necessario effettuare questa operazione manualmente, infatti grazie ai meccanismi di geofencing (localizzazione approssimativa in un recinto geografico) e la funzione Auto Unlock, il Nuki saprà quando ci troviamo vicino a casa e attiverà la serratura che monitorerà la presenza della connessione Bluetooth; a questo punto, non appena saremo a pochi metri dalla porta, questa inizierà a sbloccarsi, con un tempismo a dir poco perfetto.

Come già spiegato, una serratura smart diventa uno strumento indispensabile quando vogliamo offrire autorizzazioni di accesso temporanee a persone terze, e tutto questo è gestibile tramite l’ottima app Nuki. È anche possibile gestire autorizzazioni di accesso ricorrenti in determinati giorni ed orari, ad esempio combacianti con gli orari di lavoro di un collaboratore domestico. Tutti gli accessi sono poi monitorati e salvati nel registro della attività dell’app, così che la serratura smart funge anche da badge elettronico per il controllo delle presenze.

Oltre alla vera e propria serratura smart, troviamo anche due ulteriori prodotti, facoltativi che possono completare l’esperienza d’uso. Il Nuki Bridge è un piccolo accessorio dal collegare ad una qualsiasi presa di corrente nel raggio di 5 metri dalla serratura smart; questo non farà altro che collegarsi alla rete Wi-Fi di casa sui 2.4 GHz ed ovviamente a Nuki Smart Lock tramite Bluetooth, offrendo la possibilità di controllare la serratura da remoto. In questo modo è possibile garantire l’accesso anche a chi non è provvisto dell’app Nuki sul suo smartphone, e a cui di conseguenza non abbiamo dato una autorizzazione virtuale d’accesso. Per esempio può essere un’ottima soluzione per il primo accesso degli ospiti di un AirBnb. “E per gli accessi successivi?”, vi starete chiedendo. In questo caso interviene il terzo prodotto, il Nuki Fob, che non è altro che un piccolo telecomando Bluetooth che permette di sbloccare la serratura smart. È certamente il prodotto ideale da fare trovare agli ospiti in casa, ma anche una pratica soluzione per i proprietari di casa e i familiari, poiché garantisce lo sblocco della serratura anche in assenza dello smartphone, o con lo stesso scarico (che tragedia!). Inoltre, in caso di perdita o furto di un Nuki Fob, questo si può disattivare, rendendolo di fatto inutile, con l’ulteriore vantaggio che non è possibile farne una copia. Non bisogna poi dimenticare che è sempre possibile utilizzare la chiave tradizionale dall’esterno, ma solo se il vostro cilindro permette l’uso della chiave anche se dall’altro lato della porta ve ne è un’altra inserita. Nuki raccomanda di utilizzare solo questi cilindri di sicurezza poiché, in caso di batteria scarica della serratura smart, sarebbe altrimenti impossibile aprire la porta dall’esterno.

L’ecosistema Nuki + Bridge è anche compatibile con IFTTT, offrendo quindi la possibilità di creare una sequenza di eventi con vari prodotti per smart home, come ad esempio far accendere la lampada dell’ingresso ad ogni sblocco della serratura. Oltre a questo è possibile controllare Nuki con la voce, grazie agli ecosistemi Amazon Alexa e Google Assistant, compatibili con il prodotto. Nuki vende la sua serratura smart singolarmente, oppure in pacchetti che includono il Nuki Bridge e, eventualmente, tre telecomandi Nuki Fob.

Nell’autunno 2018 Nuki ha anche lanciato la versione Nuki 2.0, con un bridge aggiornato che supporta anche l’ecosistema Apple HomeKit – che poi è la versione che vi stiamo suggerendo in questa guida. Oltre a ciò, nella confezione è presente anche un nuovo sensore da posizionare sul telaio fisso della porta. Questo permetterà al Nuki di capire se la porta è rimasta aperta (ci riferiamo al battente e non alla serratura) per sbaglio, e in caso segnalare l’anomalia. Nuki 2.0 è più potente, ha il Bluetooth 5 e supporta il protocollo ZigBee; inoltre si potranno concedere fino a 200 diverse abilitazioni all’ingresso, anziché 100 come nella prima generazione.

Puoi acquistare Nuki Smart Lock 2.0 su Amazon. In alternativa Nuki Smart Lock 2.0 è disponibile nelle varianti Nuki Combo 2.0, Nuki Combo 2.0 o Nuki Fob .

Serratura smart Yale ENTR

La seconda soluzione che vi proponiamo è quella offerta da una nota azienda del settore, e si tratta della serratura smart Yale ENTR. Esattamente come accadeva con Nuki, anche ENTR di Yale è compatibile con i cilindri europei, ma poiché il brand si occupa anche della produzione di chiavi, cilindri, serrature e così via, è possibile acquistare Yale ENTR già provvista di un cilindro adatto alla vostra porta.

Il principio di funzionamento non è affatto dissimile a quanto visto con la proposta Nuki, ma qui troviamo anche una pulsantiera da usare in fase di configurazione – una soluzione un po’ meno smart di quella scelta da Nuki, dove tutto si fa da app. Le modalità di sblocco della porta sono le medesime: tramite app (per smartphone), telecomando (qui incluso in diversi kit) e dall’interno anche manualmente. All’esterno è sempre possibile utilizzare la chiave tradizionale – i cilindri forniti da Yale sono tutti compatibili per funzionare con due chiavi inserite. La parte più interessante, e che differenza Yale ENTR dal Nuki Smart Lock, è la possibilità di aggiungere all’esterno diversi accessori extra, collegati alla serratura smart tramite Bluetooth. Troviamo infatti sia un tastierino numerico, per garantire l’accesso tramite codice PIN, sia un tastierino con lettore biometrico, che offre l’accesso tramite impronta digitale, soluzione che ormai tutti usiamo sullo smartphone.

Per quanto riguarda il funzionamento della serratura, anche qui troviamo la funzione di chiusura automatica, così come la possibilità di autorizzare diverse persone all’accesso. Tuttavia, la mancanza di un bridge Wi-Fi rende impossibile qualunque controllo a distanza, così come impostazioni che concedano o revochino autorizzazioni fatte da remoto. Tutto deve essere svolto in prossimità della serratura smart, tramite Bluetooth. Yale ENTR si alimenta a batteria, ed in confezione è incluso un alimentatore. L’operazione di ricarica è da effettuare circa ogni 4 mesi, a seconda dell’uso che si fa della serratura, e il processo di ricarica dura circa 2 ore.

Come spesso accade, aziende che non fanno parte del mondo tech, ma costrette ad entrarci per rimanere al passo con i tempi, hanno forti carenze proprio sugli aspetti smart di questi prodotti: l’app non è ben fatta e ricca di funzioni come quella di Nuki, mancano integrazioni con gli ecosistemi domotici e non è stato pensato un sistema per il controllo a distanza. Tuttavia, Yale ha dalla sua l’esperienza nel settore delle serrature, e può fornire un prodotto pronto all’uso completo di ottimi cilindri europei già preassemblati sulla serratura smart. Inoltre sono stati pensati alcuni accessori extra per lo sblocco della porta, come il sensore biometrico e il tastierino numerico a PIN. In definitiva non esiste un prodotto migliore in assoluto, ma sicuramente la serratura smart di Nuki è quella con lo sguardo più rivolto al futuro e le funzioni più interessanti, sebbene Yale ENTR possa essere un’alternativa molto appetibile.

Puoi acquistare Yale ENTR - Kit con cilindro e telcomando (31x35) su Amazon. In alternativa Yale ENTR - Kit con cilindro e telcomando (31x35) è disponibile nelle varianti Tastiera biometrica o nella variante Tastiera semplice.

Come abbiamo detto all’inizio di questa guida, ci raccomandiamo di non affidarsi a produttori sconosciuti, sottobrand cinesi e simili per questo tipo di prodotti, assai delicati. Oltre alla qualità dell’hardware, è anche importante che le comunicazioni siano adeguatamente cifrate e i server su cui viaggiano i dati sicuri. Per questi motivi, l’affidabilità del brand e il Paese dove sono posizionati i suoi server sono aspetti quanto mai rilevanti, così come il supporto che queste aziende possono dare nel post vendita, motivo per cui abbiamo consigliato solo prodotti che sono ufficialmente distribuiti sul territorio italiano.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Simone Sala tramite i commenti.