Finalmente ci siamo: Samsung presenta i nuovi Gear S3 Classic e Frontier

Dopo aver popolato il web nella forma di rumors e leak vari, ecco che Samsung presenta ufficialmente la nuova serie di smartwatch. Stiamo ovviamente parlando della terza generazione che si manifesta nei nuovi Gear S3 Classic e Gear S3 Frontier. Frontalmente, com’era sperato da tutti e confermato quest’oggi all’IFA 2016 di Berlino, campeggia lo stesso quadrante circolare che abbiamo avuto modo di apprezzare nelle precedenti generazioni.

Per quanto riguarda il sistema operativo adottato, potremmo dire che “squadra che vince non si cambia”; al suo interno batte Tizen OS e il dispositivo è certificato IP68, quindi in grado di resistere alle intemperie nella forma di polvere e acqua. Interessante notare che al suo interno trova posto un modulo GPS per tenere traccia dell’attività fisica effettuata all’aperto e, per la prima volta in assoluto, il cuore del dispositivo è protetto da un vetro Gorilla Glass SR+.

Presente in entrambe le due versioni, la nuova generazione di display è stata progettata per resistere al meglio agli urti, graffi e cadute che potrebbero presentarsi durante la propria attività fisica. Il display è da 1.3″ con tecnologia Super AMOLED e a risoluzione 360 x 360 pixel con 278 PPI. Il processore al suo interno è un dual-core da 1.0 GHz, la RAM è affidata da un modulo da 768 MB e lo storage in formato da 4 GB.

Lato autonomia i Gear S3 Classic e Frontier integrano una batteria da 389 mAh con ricarica wireless e la connettività è garantita da moduli Bluetooth 4.2, Wi-Fi b/g/n e NFC. Forse la differenza principale fra i due, almeno per quanto riguarda la componentistica interna, è la presenza di un modulo LTE nel modello Gear S3 Frontier che permette quindi di avviare chiamate direttamente dal proprio polso. Questo è associato ad una nuova eSIM.

Migliorie sono presenti anche sulla ghiera dei due smartwatch. Tramite una semplice rotazione della ghiera circolare, gli utenti potranno effettuare alcune azioni rapide come rifiutare una chiamata, silenziare una notifica e tanto altro. Il feeling al tatto è davvero incredibile; i cinturini sembrano di ottima fattura (soprattutto quello in pelle presente sul Gear S3 Classic) e anche il peso generale è davvero contenuto. Il dubbio più grande, sopratutto per la controparte iOS, è quanto arriverà il supporto anche per i dispositivi mobile di Apple.

Sappiamo che l’azienda ha avviato un programma di beta per iniziare a testare la funzionalità per la precedente generazione di smartwatch e, sempre sul palco di IFA, abbiamo avuto conferma che i nuovi Gear S3 abbracceranno anche la piattaforma Apple – incrociamo le dita.

Pare proprio che siamo di fronte ad un nuovo blockbuster, altroché.

Top