Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Samsung Galaxy Watch Active

Samsung Galaxy Watch Active

di Giovanni Matteiaggiornato il 16 maggio 2019
valutazione finale7.5
La storia del prodotto
Questa pagina raccoglie tutte le news a tema Samsung Galaxy Watch Active ed è costantemente aggiornata. Il contenuto in cima è il più recente e l'ultimo aggiornamento risale al 27 Maggio 2019.
Prezzo

Samsung Galaxy Watch Active prezzo

Samsung Galaxy Watch Active
Prezzo consigliato: € 238.99Prezzo: € 238.99
15 maggio 2019
Ecco il nuovo Samsung Galaxy Watch Active!

Samsung Galaxy Watch Active caratteristiche: tutto quello che c’è da sapere

In un evento evidentemente animato da molto interesse per quanto riguarda la nuova gamma di Samsung Galaxy S10 (con tutte le varianti del caso), il colosso sudcoreano ha presentato anche il nuovissimo Samsung Galaxy Watch Active. Come abbiamo visto qualche settimana fa per quanto riguarda i rumor che iniziavano a circolare su questo smartwatch, Samsung continua a puntare molto in alto in questo settore.

Il motivo è abbastanza semplice e se vogliamo piuttosto scontato: il settore wearable (inteso sia come smartwatch che come smartband) è in fase di tremenda espansione, con un grandissimo numero di utenti attualmente interessati ad un settore del mercato snobbato fino a qualche anno fa. Questo è sicuramente merito di grandi aziende hi-tech (Garmin, Fitbit, Huawei, Apple e Samsung stessa) che nel corso di questi anni hanno investito in questo campo senza sosta, portando prodotti sempre più curati esteticamente e ricchi di tecnologie innovative.

Il Samsung Galaxy Watch Active si presenta così come la risposta di Samsung a questa crescente domanda, puntando soprattutto agli sportivi alla ricerca di uno smartwatch adatto all’attività fisica di tutti i giorni. Come per il Samsung Galaxy Watch, anche qui c’è bisogno di fare una piccola precisazione: il Galaxy Watch Active non è indirizzato a sportivi impegnati in competizioni agonistiche. Potremo dire che nessuno degli smartwatch commerciali lo è realmente in quanto ancora legati alla possibilità di offrire un’esperienza utente a 360°, e non per forza di cose focalizzata unicamente al tracking dell’attività fisica.

Nonostante questo, però, il design del Galaxy Watch Active è difficilmente adattabile ad un utente alla ricerca di uno smartwatch elegante. Non che il Galaxy Watch Active non lo sia, anzi, ma i suoi connotati sportivi non lo rendono poi così adatto ad un outfit da cerimonia, tanto per dire. A differenza del Galaxy Watch, l’Active abbandona completamente il concetto di ghiera. Se per l’azienda sudcoreana era un elemento fondamentale – e anche piuttosto utile, siamo sinceri -, la nuova gamma di smartwatch abbandona completamente questo elemento puntando su un aspetto minimal, che tende più ad un orologio smart che ad un orologio classico.

Il cuore del Galaxy Watch Active è animato da un processore Exynos 9110 da 1,15 GHz con 750 MB di RAM e 4 GB di storage interno. Si tratta ormai dello standard per quanto riguarda la sezione wearable di Samsung, e sinceramente non è poi così male. Tizen OS 4.0 si dimostra come sempre estremamente reattivo, anche se lamenta ancora i soliti problemi per quanto riguarda la presenza di un parco applicazioni (soprattutto quelle di terze parti) inferiore rispetto a quella offerta da Wear OS di Google.

Display

A primo impatto, il design del Samsung Galaxy Watch Active è quello che potremmo definire da “smartwatch puro”. La passata gamma di wearable di casa Samsung ci ha sempre colpito per la sua somiglianza agli orologi classici – la famosa ghiera rotante -, ma questa volta l’azienda ha preferito puntare su un design più pulito, lineare, morbido. Da un certo punto di vista l’assenza delle ghiera permette al display di avere più spazio a disposizione.

Banalmente gli 1,3 pollici del Galaxy Watch sembrano avere poco spazio a disposizione proprio perché in qualche modo ostacolati dalla ghiera. Il Galaxy Watch Active è invece munito di un display circolare da 1,1 pollici – quindi più piccolo – con tecnologia Super AMOLED da 360 x 360 pixel. Si tratta di un pannello a colori, always-on, che sicuramente avrà dalla sua l’ottima calibrazione dei colori tipica dei display dei dispositivi Samsung.

Oltre ad essere facilmente gestibili tramite il pannello touch, le funzioni dello smartwatch possono essere controllate anche dai tasti incassati nella ghiera dell’orologio. Come sempre le funzioni restano sempre le stesse: quello in alto funge da tasto “indietro”, mentre quello immediatamente inferiore da tasto “home”.

Connettività e sensori

Per quanto riguarda il reparto connettività e sensori, bisogna sottolineare come il nuovo Samsung Galaxy Watch Active sia piuttosto ricco di interessanti novità. Lo smartwatch del colosso sudcoreano presenta il necessario per offrire un grado di connettività di altissimo livello, grazie alla presenza dei seguenti moduli: Bluetooth 4.2, Wi-Fi b/g/n, NFC, GPS Glonass/Beidou/Galileo. È però forse nel comparto sensori che si inizia a vedere qualcosa di realmente accattivante.

Come abbiamo sottolineato più volte, il Galaxy Watch Active è uno smartwatch pensato per gli sportivi (e non solo). Oltre al sensore HR posto sul retro del quadrante e tramite cui controllare il battito cardiaco, lo wearable è anche in grado di misurare la pressione sanguigna. Questo elemento viene misurato attraverso i sensori integrati nello smartwatch che riversano poi i dati raccolti all’interno dell’applicazione My BP Lab, sviluppata a quattro mani con l’UCFS (University of California, San Francisco) e direttamente installabile sullo smartwatch.

Ecco quindi che il Samsung Galaxy Watch Active, così come il nuovo Apple Watch Series 4, iniziano ad offrire importanti feature focalizzate sul tracking di elementi estremamente importanti per la salute del corpo. Purtroppo non abbiamo ancora chiaro su come funzioni il tutto – Samsung si è limitata ad annunciare la feature senza scendere troppo nei dettagli -, ma ci aspettiamo di capirne un po’ di più nel corso delle prossime settimane.

Infine troviamo il classico accelerometro, giroscopio e barometro, così come le certificazioni IP68 MIL-STD-810G.

Batteria

Il Samsung Galaxy Watch Active monta una batteria da 230 mAh. Rispetto al Galaxy Watch siamo in leggero difetto (230 contro 270 mAh), anche se quest’ultimo è leggermente più grande e quindi in grado di offrire un modulo batteria più capiente. Ovviamente non abbiamo dati certi sulla qualità del modulo inserito, ma ci aspettiamo che sia in grado di garantire un utilizzo continuato di qualche giorno.

Ovviamente sono dati da prendere con le pinze, vista l’assenza di un qualsivoglia dato da parte dell’azienda. Non manca la ricarica wireless che può essere sfruttata per ricarica lo smartwatch con le basette supportate, o semplicemente poggiando lo smartwatch sul retro dei nuovi Samsung Galaxy S10.

Samsung Galaxy Watch Active prezzo e uscita in Italia

Attualmente non è ancora ufficiale la data di uscita del nuovo Samsung Galaxy Watch Active per l’Italia. Per quanto riguarda il prezzo sappiamo che sarà commercializzato a 249€ – un prezzo davvero competitivo – nelle colorazioni nera, silver, rosa gold e verde.

Samsung Galaxy Watch Active
Prezzo consigliato: € 238.99Prezzo: € 238.99
20 febbraio 2019
Tutti i rumors sul Galaxy Watch Active di Samsung

Samsung Galaxy Watch Active rumors

Prima dell’effettivo inizio del nuovo Unpacked 2019 in cui Samsung presenterà al mondo la sua nuova collezione di smartphone – Galaxy S10, S10+ e S10e -, inizia ad arrivare il classico treno di rumors su quello che l’azienda andrà realmente a mostrare durante l’evento. Mettendo da parte gli smartphone appena citati, di cui ovviamente si sa già tutto visto l’altissimo interesse verso questa categoria di prodotti, arriva alla nostra attenzione una importante sezione di rumor circa l’arrivo di un nuovo smartwatch.

Ricordiamo che il colosso sudcoreano aveva presentato il Samsung Galaxy Watch giusto qualche mese fa a ridosso dell’IFA 2018 di Berlino. Nonostante questo, Samsung è pronta a svelare al mondo il nuovo Samsung Galaxy Watch Active. Il nome ci suggerisce che fa riferimento alla nuova serie “Watch”, quindi stilisticamente differente rispetto alla gloriosa serie “Gear”.

Anche se i rumor non sono poi così approfonditi per quanto riguarda l’Active (ricordiamo che il fulcro dell’evento sarà la nuova gamma di smartphone), abbiamo fra le mani alcune informazioni che ci fanno capire quale sarà il target del nuovo smartwatch di casa Samsung. Innanzitutto sarà un wearable pensato per gli sportivi, quindi con la possibilità di tracciare in completa autonomia alcuni tipi di allenamento – ricordiamo che le più grandi aziende in questo settore (Apple, Garmin, Fitbit) offrono feature del tutto identiche – compresa qualche interessante novità sul tracking della pressione sanguigna.

Il nuovo Samsung Galaxy Watch Active dovrebbe presentare un design simile al Galaxy Watch, anche se molto probabilmente perderà la classica ghiera rotante vista appunto nel Watch. Dal lato tecnico il Watch Active avrà un display da 1,1 pollici con tecnologia AMOLED, Wi-Fi, Bluetooth 4.2, GPS, sensore per il battito cardiaco e ricarica wireless. Non ci resta che aspettare il prossimo 20 febbraio quando il colosso hi-tech svelerà ufficialmente il nuovo Galaxy Watch Active.

11 febbraio 2019