Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Samsung Galaxy S9

Samsung Galaxy S9

di Luca Pierattiniaggiornato il 14 giugno 2018
valutazione finale8
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Samsung Galaxy S9 presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 23 Giugno 2018.
Samsung Galaxy S9 è all'interno delle nostre guide all'acquisto

Samsung Galaxy S9 consigliato per l’acquisto

Sulla base della storia, delle caratteristiche e della sua qualità, abbiamo deciso di inserire Samsung Galaxy S9 all’interno delle nostre guide all’acquisto, entrando di conseguenza a far parte delle selezioni dei migliori prodotti della categoria. Per le esigenze e le caratteristiche specifiche per cui Samsung Galaxy S9 viene consigliato all’acquisto, vi invitiamo a controllare la sezione Ridble Awards all’inizio di questa pagina.

Samsung Galaxy S9 firmware

Samsung – ma in generale tutto il mondo degli smartphone – ci ha abituato a rilasciare un corposo aggiornamento iniziale nel momento in cui viene messo in vendita, in modo tale da migliorare immediatamente il nostro nuovo telefono. Questo perché i costruttori non hanno tempo materiale per caricare il nuovo software sul dispositivo prima dell’inizio della distribuzione in tutto il mondo e si riservano un periodo di tempo, immediatamente successivo alla data ufficiale di lancio, per rivedere tutti i bug e lanciare un aggiornamento che li sistemi.

Questo è successo anche con il Galaxy S9 che ha ricevuto a fine maggio un corposo update sulla sicurezza che ha aggiornato il suo firmware con un bel miglioramento delle prestazioni in ambito LTE e l’attivazione del supporto al 4G in entrambe le SIM per il modello che supporta il Dual-SIM, un fattore determinante che hanno permesso di eleggere il Samsung Galaxy tra i miglior smartphone Dual-SIM in circolazione.

Aspettiamoci nel corso delle prossime settimane, l’attesissimo aggiornamento ad Android Oreo 8.1 (adesso il telefono è fermo ad Android Oreo 8.0) che dovrebbe ottimizzare ulteriormente il telefono, eliminare alcuni bug e rendere ancora più intuitiva l’interfaccia grafica. Vedremo se questo update riuscirà a risolvere – almeno in parte – i problemi di autonomia che abbiamo riscontrato nel corso della nostra recensione.

Samsung Galaxy S9 miglior prezzo e offerte

Il Samsung Galaxy S9 si può acquistare sui principali portali di e-commerce ad un prezzo più basso rispetto a quello previsto dall’azienda coreana al momento del lancio. Con uno sconto di almeno 300€ sul costo di listino, il dispositivo è ancora più stuzzicante, a maggior ragione in relazione ai nuovi aggiornamenti firmware approntati da Samsung.

Puoi acquistare il prodotto su Amazon.

Samsung Galaxy S9
Prezzo consigliato: € 899Prezzo: € 540
12 giugno 2018
Galaxy S9 in prova: ecco l'esito della nostra recensione

Samsung Galaxy S9 recensione

Il Samsung Galaxy S9 è uno smartphone che aspira all’eccellenza ed è stato fabbricato per cercare di rispondere alle esigenze di tutti. Siamo riusciti a provarlo per alcune settimane e siamo rimasti pienamente soddisfatti: è la giusta evoluzione di un Galaxy S8 che ci aveva fatto strabuzzare gli occhi con la rivoluzione targata Infinity Display. Adesso non c’era spazio per fare un balzo in avanti della stessa portata, ma c’era bisogno di consolidare le già buone fondamenta con passi avanti sul fronte delle prestazioni e della fotocamera, davvero vicini alla perfezione.

L’obiettivo di Samsung era offrire una valida alternativa a quell’iPhone X che aveva assorbito tutta l’attenzione mediatica e del pubblico: possiamo dire che c’è riuscita in pieno e proprio per questo abbiamo deciso di assegnare un bel voto 8 al nuovo Samsung Galaxy S9. Un risultato dovuto all’ottimo design complessivo che rende il telefono uno dei più belli in circolazione, oltre alle ottime prestazioni del processore e della fotocamera e che ti dà l’impressione che non manchi mai niente.

Uno smartphone completo sotto tutti i punti di vista che ha un’unica pecca: l’autonomia della batteria. Quando il telefono è stato annunciato, abbiamo dato fiducia a Samsung sperando che una buona implementazione di Android Oreo 8.0 con le capacità del SoC proprietario fossero in grado di darci l’opportunità di arrivare tranquillamente a fine giornata con una batteria da 3000 mAh.

Purtroppo non va oltre le 3-4 ore di display attivo, senza particolari accorgimenti per risparmiare batteria, per cui ti ritrovi spesso a dover caricare il telefono a metà pomeriggio. Paradossalmente, la variante con SoC Qualcomm Snapdragon 845 – disponibile nel continente americano e in Cina – è dotata di un’ottimizzazione dei consumi migliore e, dalle recensioni dei colleghi statunitensi, si intuisce che dura di più arrivando tranquillamente a fine giornata.

La scarsa autonomia influisce ovviamente sulla valutazione finale, soprattutto a fronte di un prezzo importante da sostenere: se per te non è un problema portarti dietro un powerbank e caricare lo smartphone, il Galaxy S9 è perfetto; se invece sei sicuro di dimenticartelo a casa, oppure non hai modo di riuscire a metterlo sotto carica, è bene pensarci due volte prima di acquistarlo.

Puoi leggere Samsung Galaxy S9 recensione per approfondire tutti i dettagli sulla nostra prova e sul nostro giudizio complessivo, dopo settimane di test.

Samsung Galaxy S9 opinioni

Due punti chiave – l’autonomia e il rapporto tra qualità e prezzo – che sono al centro delle osservazioni mosse a Samsung anche dai nostri colleghi di AndroidWorld, HDBlog e TuttoAndroid. La recensione di AndroidWorld assegna una votazione di 8,2 al Samsung Galaxy S9: considerati ottimi lo schermo, la fotocamera e la qualità costruttiva, mentre è da rivedere il rapporto tra qualità e prezzo: troppo alto il rincaro dal modello precedente e non giustificato da concrete evoluzioni di sorta.

Ma se per il costo dello smartphone, può venirci incontro il passare delle settimane (e con l’inevitabile sconto sul prezzo finale, soprattutto sui principali siti di e-commerce) rimane da valutare l’impatto della durata della batteria nel corso della vita di tutti i giorni. HDBlog suggerisce di «disattivare l’Always on Display ma anche attivare il Risparmio energetico, lasciare la risoluzione di fabbrica, e ascoltare i suggerimenti sull’ottimizzazione delle apps che, di tanto in tanto, il nostro S9 propone» come formula per riuscire a superare i problemi di durata dell’alimentazione. Oppure dotarsi di un buon powerbank e ricordarsi di mettere sotto carica il Samsung Galaxy S9. Il loro voto è il più basso di tutti (7,9) confermando le ottime indicazioni, riscontrate anche nella nostra recensione, su schermo, multimedia e fotocamera, ma finendo per puntare il dito anche contro i 4 GB di RAM – troppo pochi per un top di gamma.

TuttoAndroid ha lodato il Galaxy S9 con una votazione di 9,1, dicendo che lo smartphone «sfiora la perfezione per quanto riguarda la fotocamera, lo schermo, l’audio, il design e il software» ma ha nella batteria il suo «tallone d’Achille» arrivando ad avere problemi di consumo anche in standby.

Samsung Galaxy S9 vs iPhone X

Ma per avere un quadro chiaro della situazione è giusto metterlo al confronto con i suoi principali concorrenti. Il confronto più ovvio è con il top di gamma più chiacchierato degli ultimi anni, l’iPhone X che ha segnato il decimo anniversario dello smartphone della mela: guardando al prezzo sembrerebbe che non ci sia confronto, visto che il Samsung Galaxy S9 è disponibile online ad almeno 300€ in meno rispetto al modello di punta di Apple.

Una distanza economica che però non viene rispecchiata dal punto di vista delle caratteristiche tecniche che sostanzialmente sono in equilibrio: se il Galaxy può contare su più RAM (4 GB contro 3 GB) e più memoria interna aggiungendo una micro SD, iPhone X risponde con una doppia fotocamera (da 12+12 megapixel) rispetto al sensore singolo del flagship coreano. Al SoC proprietario Samsung Exynos 9810, Apple controbatte col proprio A11 Bionic, più incentrato sull’intelligenza artificiale e incatenato al centro dell’integrazione pressoché perfetta tra hardware e software, inarrivabile per l’S9.

Dalle nostre impressioni, mescolando tutto insieme, queste sono soltanto inezie. Dal punto di vista dei punti a favore, i due smartphone si equivalgono in termini di prestazioni, fotocamere e display, così come nelle debolezze: se il Galaxy S9 ci è sembrato troppo caro, non possiamo che rincarare la dose per iPhone X (con i suoi 1189€ di prezzo di listino), mentre la durata della batteria non può essere considerato un elemento di forza da nessuno dei due.

Alla fine a fare la differenza è tutta una questione di gusto. Se cerchi un design diverso, ti piace il notch e ami l’ecosistema Apple – compreso iOS 11 – allora non puoi che scegliere iPhone X; se invece pensi più al multitasking, ti piace sbloccare il telefono con l’impronta digitale o odi il notch, il tuo dispositivo è senza dubbio il Samsung Galaxy S9. Ricordando che tra i due ballano almeno 300€ di differenza di prezzo finale.

Samsung Galaxy S9 vs Samsung Galaxy S9 Plus

Fino all’anno scorso, la differenza tra le versioni basi e i modelli Plus riguardava soltanto la dimensione dello schermo e poco altro. Nel 2018 però, con l’introduzione del Samsung Galaxy S9 Plus, l’azienda coreana ha introdotto tante differenze tra i suoi due top di gamma. Il modello Plus si trasforma nell’opzione intermedia per chi cerca qualcosa in più da un modello di fascia alta, ma non ha voglia di spendere cifre a tre zeri per arrivare al Galaxy Note 8. Insomma, una via di mezzo tra i flagship che offrirà più potenza e fotocamere migliori.

Tutti e due hanno display OLED con risoluzione 1440 x 2960 pixel ma il Plus è leggermente più grande (6,2 pollici) del Galaxy S9 (5,8 pollici), oltre ad avere una fotocamera posteriore in più: oltre al sensore da 12 megapixel, il modello superiore ha un’altra camera da 12 MP che opera da teleobiettivo e ti consente di zoomare senza perdere qualità d’immagine. Infine è più potente: sotto la scocca montano entrambi un Exynos 9810 con 64 GB di memoria, espandibile fino a 400 GB via microSD; ma il Plus può contare su 2 GB di RAM in più (6 GB contro 4 GB).

Una differenza che non è fondamentale da far propendere per un dispositivo oppure per un altro ma è ovvio che in condizioni di utilizzo estremo (film, giochi o realtà virtuale), questa potenza in più può far comodo per rendere Android Oreo rpiù fluido. Insomma, in buona sostanza, se hai bisogno di uno schermo più grande e di una fotocamera con lo zoom, ti conviene spendere cento euro in più (999 euro per il Samsung Galaxy S9 Plus contro gli 899 euro del Galaxy S9). Altrimenti il modello base basta e avanza.

Samsung Galaxy S9 vs Huawei P20 Pro

L’altro grande competitor del top di gamma Samsung è l’ultimo arrivato di casa Huawei, lo Huawei P20 Pro che ha scioccato tutti per la tripla fotocamera posteriore, una prima volta nel mondo degli smartphone. Più grande il flagship cinese rispetto al coreano – 6,1 pollici contro 5,8 – ma entrambi con display OLED, seppur la tecnologia Super AMOLED di Samsung consenta al Samsung Galaxy S9 di strappare un po’ di risoluzione in più (2960 x 1440 pixel con 568 PPI, al confronto 2244 x 1080 pixel e 408 PPI per Huawei).

Sotto la scocca Huawei gioca il suo HiSilicon Kirin 970 – octa-core a 2.36 GHz – che sbatte contro la potenza del SoC Exynos 9810, anch’esso octa-core ma capace di spingere a una frequenza massima di 2.8 Ghz: una distanza, compensata dai cinesi con più RAM a disposizione – 6 GB contro 4 GB – e con la stessa memoria interna: 128 GB, seppur il Galaxy S9 abbia la possibilità di espanderla via micro SD.

La grande differenza tra questi due smartphone – a favore del modello Huawei – sta tutta nel comparto fotografico: fotocamera posteriore da 12 megapixel a doppia apertura focale per l’S9; tripla fotocamera per il P20 Pro – 40+20+8 megapixel con sensore monocromatico e zoom ottico da 3X – per una forza di fuoco da 94 megapixel. Insomma, se stai cercando un telefono da utilizzare soprattutto per l’intrattenimento – quindi video, app e giochi – l’S9 è un’ottima scelta anche in virtù del prezzo più basso (si trova, all’incirca, a 100€ meno), mentre se cerchi il meglio del meglio in termini di fotografia da smartphone, forse è più indicato per te lo Huawei P20 Pro.

10 aprile 2018
Samsung Galaxy S9 è disponibile all'acquisto per meno di 900€

Samsung Galaxy S9 prezzo e uscita in Italia

Dopo la presentazione del nuovo Samsung Galaxy S9 due settimane fa, l’azienda coreana ufficializza il prezzo e la disponibilità in Italia, lanciando il nuovo top di gamma nelle colorazioni Midnight Black, Coral Blue e nella nuova tonalità Lilac Purple al prezzo consigliato di €899.

Un costo tutto sommato in linea con le dotazioni tecniche del dispositivo, trattandosi di uno dei migliori smartphone del 2018 visti fino a qui. Se consideriamo che il meglio del mercato si posiziona su una fascia di prezzo vicina ai 1000€ – come iPhone X o il fratello maggiore dell’S9, il Galaxy S9 Plus – questo smartphone è sicuramente nella forchetta di prezzo giusta.

La volontà di Samsung è di spacchettare ulteriormente il segmento top di gamma in tre mini-fasce: se le due più in alto sono coperte rispettivamente dal Samsung Galaxy Note 8 e dal Galaxy S9 Plus, la terza (e meno costosa) è pensata per il Galaxy S9, che punta ad essere un modello di riferimento per chi vuole tutta la qualità Samsung senza dover spendere una cifra a tre zeri.

Samsung Galaxy S9 offerte operatori telefonici

Il nuovo Samsung Galaxy S9 è offerto anche dai principali operatori telefonici nazionali, in abbonamenti legati a un contratto che mette insieme, oltre al dispositivo, anche chiamate, sms e GB di Internet. Vediamo quali sono le offerte nel dettaglio.

Samsung Galaxy S9 Tim

Se stai cercando l’offerta Samsung Galaxy S9 Tim è possibile acquistarlo nello store online al prezzo di 899,99€ oppure, se hai una linea di casa Tim, in 48 rate da 16,99€ al mese. Incluso nel costo riceverai una SIM (del valore di 5€) con 60 GB gratis di Internet 4G per 30 giorni.

Samsung Galaxy S9 Vodafone

Se invece quello che vuoi è l’offerta Samsung Galaxy S9 Vodafone, puoi averlo in abbonamento al costo di 10,99€ al mese con un vincolo di almeno 30 rinnovi, senza contributo iniziale. Altrimenti puoi scegliere l’opzione Vodafone RED con 10 GB di Internet e minuti illimitati che porta il prezzo a 40,99€ al mese, più 99,99€ di contributo iniziale.

Samsung Galaxy S9 Wind

L’offerta Samsung Galaxy S9 Wind prevede l’acquisto anche su un piano ricaricabile con un anticipo di 99,90€ e un canone mensile di 15€ (per 30 mesi) che ti dà accesso anche a 5 GB di Internet, 500 sms e minuti illimitati.

Samsung Galaxy S9 Tre

Tra le tante opzioni di acquisto previste da Tre, segnaliamo la possibilità di acquistare Samsung Galaxy S9 all’interno del piano ALL-IN Power Smart, che ti dà accesso a 100 GB di Internet, 1000 sms e minuti illimitati pagando 34€ per 48 mesi (con un contributo di 99€ e rata finale da 70€).

Puoi acquistare il prodotto su Amazon.

Samsung Galaxy S9
Prezzo consigliato: € 899Prezzo: € 540
15 marzo 2018
Samsung Galaxy S9: ecco tutte le novità sul flagship coreano

Samsung Galaxy S9 caratteristiche: tutto quello che c’è da sapere

L’evento più atteso del Mobile World Congress 2018 era l’Unpacked 2018 di Samsung nel quale sono stati svelati i nuovi smartphone top di gamma Samsung Galaxy S9 e Samsung Galaxy S9 Plus. Molte novità già svelate dai rumor delle settimane precedenti e confermati dalla presentazione di Samsung: come il display Super AMOLED da 5,8 pollici o la fotocamera posteriore da 12 megapixel con doppia apertura focale. Vediamo tutto quello che c’è da sapere sul nuovo Samsung Galaxy S9 che promette di dare battaglia a tutti gli altri smartphone top di gamma in circolazione.

Design

Il nuovo Samsung Galaxy S9 non cambia il design vincente dello scorso anno e conserva l’Infinity Display che incastona la superficie di pixel tra bordi e cornici disegnate in maniera elegante e sottilissime. Se mettiamo a confronto un Galaxy S8 e un Galaxy S9, frontalmente non notiamo nessuna differenza: stessa dimensione e uguali bordi e cornici senza grossi passi avanti di alcuna sorta.

In alto non c’è il notch, caratteristica oramai diventata un classico tra i nuovi smartphone 2017 e del 2018, ma tutti i sensori necessari al riconoscimento facciale sono stati integrati nella cornice superiore che scorre lungo tutto lo schermo.

L’unica novità di rilievo dal punto di vista estetico è sul retro, dove il lettore per le impronte digitali viene spostato sotto la fotocamera per consentire un utilizzo più comodo ed evitare di lasciare impronte sopra il sensore.

Display

Il Samsung Galaxy S9 conserva dunque lo stesso schermo del modello 2017: un Super AMOLED da 5,8 pollici Quad HD+ (2960 x 1440 pixel), confermandosi come uno dei punti di forza dello smartphone coreano. L’ottima risoluzione – ben 568 PPI – fa sì che le immagini siano nitide e luminose sul display, con una concentrazione di pixel che si avvicina davvero al 4K.

Il display è bello ma anche comodo da utilizzare: grazie al design a tutto schermo e all’addio a bordi e cornici, i 5,8 pollici sono una delle dimensioni ideali per gli smartphone di oggi, consentendoti una buona ergonomia e un utilizzo facile del telefono anche con una mano sola.

Pur contando però su una buona superficie che ti consente di vedere tranquillamente foto e video senza alcuna difficoltà. Una visione ulteriormente facilitata dal rapporto d’immagine in 18,5:9 che consente di immergersi ancora di più nei contenuti, senza avere a che fare con le odiose bande nere su app o YouTube.

Prestazioni

Sotto la scocca, Samsung fa valere la sua posizione di leadership nel campo dei microprocessori con il nuovo SoC proprietario Exynos 9810, octa-core a 2,8 Ghz, che promette di essere più che sufficiente per gestire al meglio tutto il bagaglio tecnico del Samsung Galaxy S9.

Ad aiutare il chip nel suo lavoro ci saranno 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, espandibili via micro SD fino a 400 GB. Qualcuno qui potrebbe storcere il naso, convinto che la scelta di inserire soltanto 4 GB di RAM possa rendere il telefono inferiore ai suoi principali concorrenti.

Samsung ha privilegiato il “motore” del telefono (che ha una frequenza massima superiore al top di gamma Qualcomm 2018, lo Snapdragon 845) preferendo dotarsi di minor potenza bruta, la RAM, probabilmente perché il processore è in grado di svolgere più compiti sfruttando meno memoria. Siamo convinti quindi che il Samsung Galaxy S9 sia in grado di cavarsela alla grande in tutte le situazioni, anche se dovremo cercare conferma in una più approfondita recensione.

Batteria

Quello che era il punto debole 2017, si conferma ancora nel 2018: il modulo standard da 3000 mAh scelto per il Samsung Galaxy S9 sembra essere inferiore al resto delle potenzialità offerte dalla scheda tecnica del nuovo top di gamma coreano.

Vedremo come sarà in grado di ottimizzare le prestazioni il nuovo processore, insieme ad Android Oreo 8.0 nella personalizzazione Samsung Experience, che determineranno i consumi dell’alimentatore.

Buona la compatibilità con la ricarica wireless attraverso lo standard più diffuso, il QI, che richiede il contatto tra dispositivo e stazione di ricarica e alimenta il telefono sfruttando una tecnologia induttiva risonante. In questo modo potrai utilizzare qualsiasi pad per la ricarica wireless che sia disponibile in commercio.

Fotocamera

Il Samsung Galaxy S9 fa un bel passo avanti sotto il punto di vista fotografico, spingendo al massimo le potenzialità della fotocamera (unica) posteriore da 12 megapixel: il sensore Super Speed Dual Pixel è in grado di combinare fino a 12 fotogrammi in un solo scatto per la migliore qualità fotografica possibile, grazie a potenza di elaborazione e memoria dedicate. Ma soprattutto Samsung offre il primo smartphone con doppia apertura focale, variabile tra f/1.5 e f/2.4, che farà vedere i suoi frutti soprattutto in condizioni di scarsa luminosità.

La possibilità di variare l’apertura del diaframma consente di lasciar passare automaticamente più luce quando l’ambiente è buio, e meno luce quando è troppo luminoso, per scattare foto nitide e chiare ovunque e in qualsiasi momento. In più c’è la stabilizzazione ottica (OIS) e la possibilità di registrare video in 4K e in Super Slow-motion a 960 fps, con la possibilità di selezionare una musica di sottofondo tra 35 diverse opzioni o aggiungere un brano dalla propria playlist preferita.

Cambia anche la fotocamera anteriore che viene dotata di un sensore da 8 megapixel con autofocus e scansione dell’iride. Il riconoscimento facciale viene migliorato – scacciando così tutte le critiche subite con il Galaxy S8 – e vengono introdotte le My Emoji, grazie alle quali è possibile creare un avatar con aspetto, suoni e comportamenti del tutto simili a quelli degli utenti. Una risposta alle Animoji di Apple, realizzata da Samsung sfruttando un algoritmo di apprendimento automatico che analizza un’immagine 2D dell’utente e mappa più di 100 caratteristiche facciali per creare un modello 3D che rispecchia e imita le sue espressioni, per una vera personalizzazione e per condividere gli stati d’animo non solo in video, ma anche utilizzando file in formato AGIF, per condividere gli emoji sulla gran parte delle piattaforme di messaggistica.

Multimedia

Blindato sul fronte sicurezza contando sul nuovo Knox 3.1, il più recente aggiornamento della piattaforma di sicurezza Samsung. Il Samsung Galaxy S9 supporta tre diverse opzioni di autenticazione biometrica (riconoscimento dell’iride, delle impronte digitali e del viso), per scegliere il metodo migliore per proteggere il dispositivo e le applicazioni. In più grazie alla nuova funzione Scansione Intelligente, è in grado di combinare in modo avanzato i punti di forza della scansione dell’iride e della tecnologia di riconoscimento del viso per sbloccare il telefono comodamente e in modo rapido in qualsiasi ambiente.

Ottima la dotazione dal punto di vista audio grazie ad un sistema di speaker targati AKG che promettono di far risaltare al meglio musica e video sul fronte dell’intrattenimento. Completano la dotazione multimediale, la modalità Dual-SIM e la connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, il chip NFC oltre al Bluetooth 5.0, all’ingresso USB Type-C e al modulo LTE.

Samsung ha annunciato che lo smartphone dovrebbe essere disponibile nel corso della prima metà di marzo ad un prezzo di listino di 899€.

Samsung Galaxy S9 anteprima

Il primo impatto con Samsung Galaxy S9 non è dissimile dall’esperienza d’uso che negli ultimi 12 mesi abbiamo potuto avere con il suo predecessore S8. Il nuovo flagship di casa Samsung infatti non stravolge ma rifinisce una squadra vincente: il risultato finale è un prodotto che non colpisce, ma che probabilmente potrebbe risultare molto soddisfacente nell’utilizzo quotidiano. Tutte le funzionalità che su Galaxy S8 non avevano particolarmente colpito qui sono state riviste al meglio, nel tentativo di perfezionare un’esperienza d’uso che già nel 2017 risultava fra le migliori in assoluto.

Le somiglianze non sono soltanto estetiche, ma anche nel software, che è ancora una volta la Samsung Experience basata però nativamente su Android Oreo 8.0. Buone notizie per gli sblocchi biometrici: confermo che il sensore di impronte è adesso decisamente più comodo da raggiungere, e l’unione dei metodi di sblocco facciale permette di avere una alternativa per quando magari si indossano guanti. Il look & feel è sicuramente premium, ma non dissimile da S8. L’ergonomia rimane più che accettabile anche con questo grande e luminoso schermo, ancora fra i migliori della sua categoria. Niente rivoluzione quindi, ma una serie di piacevoli conferme e di migliorie molto attese.

25 febbraio 2018
Samsung Galaxy S9, cosa sappiamo sul top di gamma in arrivo

Samsung Galaxy S9 rumors

Samsung alzerà il velo sul suo nuovo top di gamma il prossimo 25 febbraio, quando l’azienda coreana annuncerà il nuovo Samsung Galaxy S9. Nonostante manchino ancora diversi giorni, rumor e anticipazioni si rincorrono da settimane, svelando – qualora fossero confermate – pressoché tutte le caratteristiche tecniche del nuovo telefono in arrivo. Samsung tornerà dunque a mostrare i muscoli subito prima del Mobile World Congress di Barcellona, l’evento più importante a livello mondiale per quanto riguarda gli smartphone e snobbato nel 2017 da Samsung, che aveva preferito organizzare un evento ad hoc per il lancio del proprio dispositivo.

Ma se nel 2017 la rivoluzione toccava praticamente ogni aspetto dello smartphone, quest’anno è lecito aspettarsi pochi ritocchi in termini di design e di schermo senza bordi e cornici, puntando soprattutto a consolidare il cammino intrapreso con il Samsung Galaxy S8 e, al contempo, a rintuzzare gli attacchi degli avversari. Se i rumor della vigilia dovessero essere confermati, il nuovo Samsung Galaxy S9 dovrebbe avere un Infinity Display da 5,8 pollici Super AMOLED dotato di bordi curvi in metallo e vetro e uno schermo allungato con angoli arrotondati.

Sarà migliorato il riconoscimento facciale (con un sensore che dovrebbe disporre di 3 megapixel) e si lavorerà molto sull’intelligenza artificiale, provando a implementare una rete neurale artificiale che possa far lavorare meglio Bixby (di cui aspettiamo la versione in italiano), grazie al nuovo processore Exynos 9810 – sostenuto da 4 GB di RAM con 64 GB di spazio di archiviazione.

Ma sarà in ambito fotografico che Samsung punta a sorprendere tutti: nel modello base la fotocamera da 12 megapixel sarà migliorata e potrai scegliere l’apertura del diaframma (tra f/1.5 e f/2.4) con la possibilità di registrare video in super slow-motion, mentre sarà rivista anche la fotocamera frontale che avrà un sensore da 8 megapixel e potrà essere utilizzata per registrare dei video con le emoji animate, in una sorta di replica delle Animoji di Apple. Poi ci sarà ancora il jack audio per le cuffie, il supporto alla ricarica wireless, la resistenza all’acqua e alla polvere e l’arrivo degli speaker stereo di derivazione AKG. Restiamo a vedere quante di queste indiscrezioni verranno confermate.

25 gennaio 2018