Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Samsung Galaxy S10

Samsung Galaxy S10

di Luca Pierattiniaggiornato il 30 luglio 2019
attesaelevata
La storia del prodotto
Questa pagina raccoglie tutte le news a tema Samsung Galaxy S10 ed è costantemente aggiornata. Il contenuto in cima è il più recente e l'ultimo aggiornamento risale al 18 Settembre 2019.
Samsung Galaxy S10 è disponibile all'acquisto in pre-ordine su Amazon

Samsung Galaxy S10 prezzo e uscita in Italia

Il Samsung Galaxy S10 sarà disponibile in Italia nelle versioni Prism White, Prism Black e Prism Green a partire dall’8 marzo 2019 al prezzo di 929€ per la versione da 128 GB di memoria, che salgono a 1179€ per la versione da 512 GB di storage. Entrambi i dispositivi, sono già pre-ordinabili fin da subito su Amazon.

Un prezzo tutto sommato in linea con le caratteristiche tecniche del dispositivo: c’è un rincaro di 30€ rispetto ad un anno fa, ma stiamo parlando di un telefono completamente diverso praticamente in ogni suo aspetto, per cui possiamo ritenere giusta la forchetta di costo scelta da Samsung. Certo, non è un device economico e dovrà mostrare i muscoli all’atto pratico per riuscire a convincerci del tutto dal punto di vista del rapporto tra qualità e prezzo.

Samsung Galaxy S10 offerte operatori telefonici

Il nuovo Samsung Galaxy S10 è offerto anche dai principali operatori telefonici nazionali, in abbonamenti legati a un contratto che mette insieme, oltre al dispositivo, anche chiamate, sms e GB di Internet. Vediamo quali sono le offerte nel dettaglio.

Samsung Galaxy S10 Tim

Se stai cercando l’offerta Samsung Galaxy S10 Tim è possibile acquistarlo nello store online al prezzo di 929,99€ oppure, se hai una linea di casa Tim, in 48 rate da 17,99€ al mese. Incluso nel costo riceverai una SIM (del valore di 5€) con 60 GB gratis di Internet 4G per 30 giorni.

Samsung Galaxy S10 Vodafone

Abbiamo cercato nel database dell’operatore in cerca dell’offerta Samsung Galaxy S10 Vodafone, ma ancora non ci sono pacchetti o proposte per acquistare lo smartphone. Torneremo ad aggiornare la pagina appena ci saranno maggiori dettagli

Samsung Galaxy S10 Wind

L’offerta Samsung Galaxy S10 Wind prevede l’acquisto attraverso un piano di abbonamento: se hai Wind Family, puoi acquistare lo smartphone con un anticipo di 149,99€ e un canone mensile di 16,99€ per almeno 30 mesi.

Samsung Galaxy S10 Tre

Tra le tante opzioni di acquisto previste per Samsung Galaxy S10 Tre, segnaliamo la possibilità di acquistare Samsung Galaxy S10 all’interno del piano ALL-IN Power, che ti dà accesso a 60 GB di Internet e minuti illimitati pagando 27,98€ per 30 mesi con anticipo zero.

1 marzo 2019
Samsung Galaxy S10, com'è il nuovo top di gamma coreano

Samsung Galaxy S10 caratteristiche: tutto quello che c’è da sapere

Samsung ha scelto San Francisco come copertina per il lancio del suo nuovo smartphone di punta, il Samsung Galaxy S10. Molte novità già svelate dai rumor delle settimane precedenti sono stati confermati dalla presentazione di Samsung: come il display AMOLED da 6,1 pollici o la tripla fotocamera posteriore con grandangolo e teleobiettivo. Vediamo tutto quello che c’è da sapere sul nuovo Samsung Galaxy S10 che lancia la corsa ai nuovi smartphone premium 2019, giusto in tempo per l’arrivo del Mobile World Congress di Barcellona.

Design

Il Samsung Galaxy S10 è considerato lo smartphone del decennale dal lancio del primo Galaxy S nel 2009. Una sorta di punto di arrivo e di ripartenza che chiude la prima generazione e apre le porte ai prossimi smartphone del futuro. Per questo i coreani hanno scelto di abbandonare l’Infinity Display, utilizzato un po’ dappertutto negli ultimi due anni, passando al nuovo Infinity-O che riduce ulteriormente i bordi curvi e le cornici in alto e in basso. Esteticamente il risultato è ottimo e la scelta di introdurre un “buco” in alto a destra per la fotocamera anteriore non infastidisce alla vista e sembra essere una soluzione elegante e poco ingombrante.

Dietro, la fotocamera diventa tripla, posizionandosi in orizzontale nella parte superiore del device, subito sopra il logo “Samsung”. Addio al lettore per le impronte digitali sul retro e benvenuto al nuovo sensore a ultrasuoni nella parte frontale dello schermo: basterà premere un po’ dappertutto e il sistema invierà delle onde a ultrasuoni che ricostruiranno la tua impronta digitale proprio come se fossero un radar, assicurando sicurezza e velocità. In più, con l’intelligenza artificiale, anche se metterai il dito poco più in alto o in basso, il sistema sarà in grado di adeguarsi in automatico.

Display

Il Samsung Galaxy S10 arriva con un display AMOLED da 6,1 pollici Quad HD+ (3040 x 1440 pixel), confermandosi come uno dei punti di forza dello smartphone coreano. L’ottima risoluzione – ben 550 PPI – fa sì che le immagini siano nitide e luminose sul display, con una concentrazione di pixel che si avvicina davvero al 4K.

Il display è bello ma anche comodo da utilizzare: nonostante sia leggermente più grande rispetto al suo predecessore (che aveva un pannello da 5,8 pollici), l’ulteriore riduzione di bordi e cornici rendono lo smartphone ancora più maneggevole che in passato, consentendoti una buona ergonomia e un utilizzo facile del telefono anche con una mano sola.

Pur contando però su una buona superficie che ti consente di vedere tranquillamente foto e video senza alcuna difficoltà. Una visione ulteriormente facilitata dal rapporto d’immagine in 19:9 che consente di immergersi ancora di più nei contenuti, senza avere a che fare con le odiose bande nere su app o YouTube.

Il display, per la prima volta su uno smartphone, supporta la tecnologia HDR10+ e offre una visualizzazione dei contenuti estremamente definita e una gamma di colori più ampia per immagini brillanti e realistiche. In più dispone anche della certificazione VDE per colori vivaci e un rapporto di contrasto da record per un dispositivo mobile, per neri ancora più profondi e bianchi più luminosi.

Prestazioni

Sotto la scocca, Samsung Galaxy S10 monta il nuovo processore Samsung Exynos 9820 – octa-core a un massimo di 2,7 GHz – insieme a 8 GB di RAM e due tagli di memoria da 128 o 512 GB, entrambi espandibili per ulteriori 512 GB via micro USB. Una configurazione estremamente potente che promette di essere perfetta per gestire bene il multitasking, i videogiochi e le app più pesanti.

Un aiuto ulteriore dovrebbe arrivare dalla nuova One UI, la nuova personalizzazione basata sul sistema operativo Android 9.0 Pie che ha riscritto l’intera esperienza utente in uno smartphone Samsung: linee minimal, icone più grandi e soprattutto tanta pulizia in più nei contenuti. E, grazie all’intelligenza artificiale, ottimizza automaticamente la gestione della batteria, della CPU, della RAM e perfino la temperatura del dispositivo in base al modo in cui si utilizza il telefono, continuando a imparare e migliorare nel corso del tempo. Sfruttando le funzionalità di intelligenza artificiale, Samsung Galaxy S10 apprende anche il modo in cui l’utente utilizza il dispositivo per avviare più rapidamente le app utilizzate più di frequente e ottimizzando i processi in background.

Ottima la presenza di due nuovi standard di connessione ultra veloci: il Wi-Fi 6 di nuova generazione, che offre un accesso prioritario quattro volte più veloce rispetto agli altri utenti in aree affollate come gli aeroporti e una stabilità massima. E la connessione LTE Cat.20, che consente il download e la navigazione fino a 2,0 Gbps, disponibile per la prima volta in assoluto.

Batteria

Apprezzabile il tentativo di Samsung di provare ad andare oltre il problema dell’autonomia con una batteria leggermente più grande da 3400 mAh: vedremo se quel pizzico di energia in più unito a un processore più ottimizzato dal punto di vista delle prestazioni riusciranno a colmare il gap con gli altri top di gamma presenti sul mercato.

Buona la presenza della ricarica rapida sia via cavo che wireless con Fast Wireless Charging 2.0 a 25W. Presente anche la modalità Wireless PowerShare, che consente di ricaricare facilmente i dispositivi con certificazione Qi semplicemente avvicinandoli al retro di Samsung Galaxy S10: per la prima volta, la funzione di condivisione della carica consentirà di ricaricare anche i dispositivi wearable compatibili (come gli auricolari wireless o gli smartwatch).

Fotocamera

Dopo anni di innovazione nel campo della fotografia mobile, come ad esempio il sensore Dual Pixel o la doppia apertura focale, con il Samsung Galaxy S10, i coreani introducono nuove tecnologie per la fotocamera e un’intelligenza avanzata che rendono molto semplice scattare foto e video eccezionali. Per la prima volta nella serie S, c’è una tripla fotocamera posteriore con un sensore principale da 12 megapixel, un obiettivo da 16 megapixel grandangolare con un campo visivo di 123 gradi, equivalente a quello dell’occhio umano e un teleobiettivo da 12 megapixel che ti assicura uno zoom ottico da 2x.

A questo si aggiunge una Neural Processing Unit (NPU) dedicata, che permette di ottenere scatti di livello professionale perfetti da condividere senza dover selezionare manualmente le impostazioni pro della fotocamera: ad esempio, con la modalità Ottimizzatore Scene può riconoscere ed elaborare molte più scene rispetto al passato, migliorando la qualità delle immagini e il tono dei colori. C’è la registrazione video in 4K e HDR10+ e la stabilizzazione digitale Super Steady: che tu stia ballando nel bel mezzo di un concerto o cercando di registrare ogni dettaglio durante una gita in bicicletta, otterrai comunque un video fluido.

Multimedia

Il Samsung Galaxy S10 ha tutte le caratteristiche che cerchi da un top di gamma: certificazione IP68, connettività Bluetooth 5.0, ingresso USB Type-C e GPS, oltre a servizi Samsung come Bixby, Health, Pay e DeX. In più è basato sulle funzionalità di sicurezza di Samsung Knox, nonché su un’archiviazione sicura supportata da hardware, che ospita le chiavi private per i servizi di telefonia mobile abilitati per le blockchain.

L’ampio schermo lo rendono un dispositivo perfetto per guardare video o giocare. Proprio su questo punto, è progettato per la migliore esperienza di gioco possibile: Samsung Galaxy S10 offre un nuovo sistema di raffreddamento, funzioni audio dedicate e l’ottimizzazione delle prestazioni per garantire una fluidità massima.

Samsung ha annunciato che Samsung Galaxy S10 sarà disponibile all’acquisto dall’8 marzo al costo di 929€.

Samsung Galaxy S10 anteprima

Samsung ha preso uno dei design migliori in assoluto e ha provato a migliorarlo introducendo il “foro” per la fotocamera anteriore: una soluzione ingegneristica che sembra banale ma che richiede uno straordinario lavoro di precisione e di progettazione. Esteticamente consente di avere bordi e cornici ancora più sottili e un telefono che è ancora più elegante e immediatamente riconoscibile.

Samsung prova a rendere tenue questo passaggio e nei device in esposizione è installato un salva-schermo che parte chiarissimo in basso a sinistra e va a scurirsi proprio in prossimità del buco (la stessa cosa che ha fatto Apple con l’iPhone XS). In realtà questa soluzione non è invasiva e non dà fastidio alla vista e, in più, non va a influire con le app in caricamento visto che una soluzione software impedisce alle immagini di “scalare” sopra il foro. Meglio questo o il notch? Noi scegliamo questo perché è meno ingombrante, però riconosciamo che può variare da persona a persona in base ai gusti.

Per il resto siamo di fronte a un device sottile, leggero e comodo da maneggiare con una superficie da 6,1 pollici che è la dimensione ideale in termini di compattezza e di esperienza d’uso, anche per film e videogiochi. Lo schermo è il migliore tra i nuovi Samsung Galaxy S10 e puoi contare su un’ottima fotocamera che, da un primo utilizzo veloce, ci sembra rispondere bene e veloce ai comandi.

Ottimo il processore che se la cava bene passando da un’app a un’altra e tanto di cappello a Samsung per la nuova One UI: interfaccia pulita, bella da vedere e graficamente eccellente. Bonus: il mantenimento del jack audio per le cuffie. A livello di rapporto tra qualità e prezzo è il dispositivo che rischia di essere maggiormente cannibalizzato dagli altri due S10, essendo la via di mezzo perfetta: in termini di scheda tecnica ci sentiamo di dire che sia il migliore in assoluto, ma capiamo che per una piccola differenza (100€) puoi avere più autonomia e una fotocamera anteriore in più. Forse il gioco può valere la candela.

20 febbraio 2019
Samsung Galaxy S10, cosa sappiamo sul flagship in arrivo

Samsung Galaxy S10 rumors

Samsung ha deciso di anticipare il Mobile World Congress per svelare la sua prossima generazione di smartphone nel consueto Samsung Unpacked, in programma il prossimo 20 febbraio. In questa occasione, il colosso sudcoreano toglierà i veli al grande protagonista del 2019, lo smartphone pieghevole ma coglierà l’occasione per svelare la nuova generazione di Galaxy S che, stando alle indiscrezioni che si rincorrono a pochi giorni dal lancio, dovrebbero chiamarsi Samsung Galaxy S10, S10 Plus e la new-entry S10e.

Parlando del modello base, se i rumors della vigilia dovessero essere confermati, dovremmo trovarci di fronte a una mini-rivoluzione: addio Infinity display e benvenuto Infinity-O, il design a tutto schermo che ritaglia un “foro” in alto a destra per ospitare la fotocamera anteriore. Poi dovrebbe esserci uno schermo AMOLED ultra-risoluto da 6,1 pollici con bordi e cornici più sottili, e l’arrivo, nella parte posteriore, di una tripla fotocamera che cercherà di rincorrere Huawei nel campo della fotografia mobile, dove i cinesi sembrano essere un passo avanti rispetto alla concorrenza.

Non mancherà un processore di nuova generazione, la resistenza all’acqua e alla polvere e una dotazione RAM che non dovrebbe essere inferiore ai 6 GB, anche se c’è chi ipotizza addirittura il passaggio a ben 8 GB di RAM. Per quanto riguarda la batteria, capiremo se Samsung deciderà di spingere sull’acceleratore dal punto di vista dell’autonomia, considerata storicamente uno dei suoi principali punti critici. Per il resto dovrebbe esserci ancora il jack audio per le cuffie, il supporto alla ricarica wireless e gli speaker stereo di derivazione AKG. Restiamo a vedere quante di queste indiscrezioni verranno confermate.

8 febbraio 2019