Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Samsung Galaxy Note 8

Samsung Galaxy Note 8

di Luca Pierattiniaggiornato il 30 luglio 2018
valutazione finale8.9
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Samsung Galaxy Note 8 presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 24 Aprile 2019.
Samsung Galaxy Note 8, il nuovo phablet è finalmente disponibile

In questo articolo raccogliamo tutte le news e le conferme ufficiali su Samsung Galaxy Note 8. Cerchiamo dunque di fare un po’ di chiarezza sul nuovo phablet di Samsung, sul suo design, le sue specifiche, data d’uscita e prezzo. Non manca oltretutto la nostra anteprima, realizzata in sede di evento Unpacked 2017. Proseguiamo.

Samsung Galaxy Note 8 news e caratteristiche ufficiali

Dopo aver passato un’annata disastrosa con l’annuncio e il successivo ritiro dal mercato Samsung Galaxy Note 7, l’azienda prova a rifarsi con un modello successivo, che segue ancora la gamma Note e che non cambia rotta in nomenclatura, lasciando volutamente il caso vivo nelle nostre memorie, pronte ad essere rimpiazzato dal nuovo Samsung Galaxy Note 8. Il retro è dotato di una splendida finitura in alluminio, piacevole al tatto e alla vista, mentre sul fronte presenziano cornici frontali praticamente quasi inesistenti e curve sui bordi, nel solito formato denominato “Edge Display”.

Il display è un Super AMOLED (e non soltanto OLED, come si vociferava) da 6.3″ con risoluzione Quad HD+ (2960 X 1440 pixel, per una densità da ben 521 PPI). Questo è dotato di un digitalizzatore compatibile con una nuova S-Pen, ovvia presenza nella serie Note apprezzata dai consumatori per l’estrema praticità di utilizzo nel prendere note (e tanto altro).

Dentro al nucleo troviamo invece un processore Samsung Exynos non ancora precisato, octa-core a 64-bit prodotto con un processo a 10 nanometri. Questo dispone di quattro core a 2.3 GHz e quattro a 1.7 GHz. Ad esso sono associati ben 6 GB di memoria RAM LPDDR4 e tagli di storage variabili fra 64, 128 e 256 GB, espandibili fino a 256 GB ulteriori via micro SD. Grandissima attenzione viene data ovviamente alla fotocamera, che in questo caso occupa il retro con un formato a doppio sensore, un po’ unico nel suo genere. Entrambi i sensori sono infatti da 12 megapixel, ma differenti fra di loro. Nonostante ciò, la grande novità rispetto agli altri smartphone è che entrambi dispongono di una stabilizzazione ottica dell’immagine, cosa che consente di ottenere scatti e video estremamente nitidi anche in condizioni non particolarmente stabili e tranquille. Il primo sensore ha un’ottica wide-angle, gode dell’autofocus Dual Pixel e offre un’apertura f/1.7; il secondo invece è un telephoto, con apertura f/2.4. Gli scatti, ovviamente, vengono combinati tra loro con degli algoritmi automatici. Non manca inoltre uno zoom lossless 2X, con uno digitale invece fino a 10X. La fotocamera frontale è da 8 megapixel, dotata di autofocus e apertura f/1.7.

Lato connettività troviamo un mare di interessanti dettagli. Fra questi presenziano il supporto al Wi-Fi b/g/n/ac dual-band MU-MIMOLTE Cat.16 (uno fra i primi), Bluetooth 5.0USB Type-C su standard 3.1, NFC e GPS. Fra i sensori, oltre ai classici nomi troviamo sensore biometrico e scanner dell’iride, come su Samsung Galaxy S8. Non manca il jack audio tradizionale, oltre alla certificazione IP68 per esposizione a liquidi o polvere.

Lato OS è presente Android Nougat 7.1.1 personalizzato da Samsung con una serie di nuove e interessanti funzionalità che avremo modo di approfondire. L’attenzione su Bixby, l’assistente vocale made in Samsung, è tanta: purtroppo questo non è ancora disponibile in Italia. Ad alimentare il tutto troviamo invece un modulo da 3.300 mAh non removibile con ricarica wireless e tecnologia di ricarica rapida, retrocompatibile oltretutto con la QC 2.0.

Il dispositivo dispone di dimensioni e peso molto interessanti: parliamo di 162.5 x 74.8 x 8.6 millimetri, per 195 grammi. Niente male, visto che si parla di un device davvero ampio.

Samsung Galaxy Note 8 news su prezzo e data uscita in Italia

Tempo di parlare di prezzi. Come ipotizzato, il nuovo Samsung Galaxy Note 8 si propone al pubblico ad una cifra davvero impressionante, forse anche un po’ eccessiva. Il dispositivo è già disponibile nelle due colorazioni pensate per l’Italia, ovvero Midnight Black e Maple Gold, al prezzo di 999€.

1 settembre 2017
Samsung Galaxy S8, la nostra anteprima

Samsung Galaxy Note 8, le nostre impressioni dal vivo

Abbiamo avuto modo di provare Samsung Galaxy Note 8 dal vivo, e le impressioni sono davvero buone. Samsung si è impegnata davvero tanto per cancellare quella che è la pessima ombra di Note 7 e del suo “vizietto di esplodere”. I bordi sui lati lunghi rimangono un must-have per cui scegliere Samsung: sono curvi, piacevoli al tatto e hanno un certo fascino alla vista.

Il nuovo display dalle ampie dimensioni, grazie alle ottimizzazioni delle cornici anche sul lato superiore – praticamente ispirate al fratello minore Galaxy S8 – è davvero spettacolare, un piacere per gli occhi. Un po fa storcere il naso il posizionamento del sensore di impronte digitali, ancora sul retro insieme al modulo fotografico; avrebbe potuto essere almeno nel tasto sleep laterale destro, ma a quanto pare Samsung non vuole saperne ragione.

Le funzioni S-Pen sono sempre sorprendenti: dalle note prese off-screen, sfruttando la natura dell’AMOLED e dei suoi neri profondi, lo stylus si comporta sempre bene rappresentando, per una ristretta cerchia di utenti, un vero e proprio motivo per acquistarlo. Per quale altro motivo farlo, altrimenti? Per l’hardware di prima scelta? Sono ormai svariati i dispositivi che hanno raggiunto i 6 GB di RAM e uno storage abbastanza ampio. Sono probabilmente display ed S-Pen a determinarne l’interesse.

Anche le fotocamere fanno la loro. Come al solito sulla serie Samsung si raggiungono livelli davvero spaventosi, che Apple e Google dovranno provare a battere quest’anno nei rispettivi iPhone 8 e Google Pixel 2. I sensori con doppio stabilizzatore ottico sono davvero buoni, almeno per i pochi scatti che abbiamo avuto modo di provare.

Note 8 è un dispositivo che ha l’aria di essere decisamente maturo, più pronto e basato sul dare un’ottima esperienza di utilizzo grazie anche al lato software (che sì, speriamo si rinnovi presto col recente Android Oreo). Un po’ meno fronzoli, più sostanza.

15 settembre 2017