Ecco Samsung Chromebook 2

scritto da Riccardo Palombo ultima modifica il 27 aprile, 2015

Samsung Chromebook 2 sono ufficiali e tutto è come previsto. Abbiamo due modelli, da 11.6 e 13.3 pollici, entrambi ARM quindi ultrasottili e ultraleggeri, privi di ventole e con dischi SSD da 16 GB, gestiti dal SoC Samsung Exynos Octa a 1.9 o 2.1 Ghz, con autonomie di 8.5 ore e 4 GB di RAM.

Chromebook 13 pollici (XE503C12) ha un display Full HD 250 nit e una colorazione sobria, grigio titanio; il Chromebook 11 pollici (XE503C32) ha uno schermo 1366 x 768 pixel 250 nit e telaio nero o bianco. Entrambi, usano la finitura effetto pelle già usata su tablet, smartphone e ultrabook Samsung. Qualche altro dettaglio: sono integrate 2 USB – una di tipo 3.0, HDMI, lettore microSD, jack combo per microfono/cuffia e una fotocamera frontale 720p.

→ Aggiornamento: ho inserito le schede tecniche di Chromebook 2 e Chromebook 2 13 nel database prodotti.

Samsung Chromebook 2 saranno in vendita da aprile negli Stati Uniti con prezzi di 319 e 399 dollari. Avevamo visto prevendite un po’ più basse (da 299 dollari) quindi è probabile che il prezzo dei negozi sarà sotto quello ufficiale. Mentre scrivo, non ci sono informazioni definitive sulla distribuzione in Europa, ma scommetto che avremo il Regno Unito come primo mercato, e via via tutti gli altri.

Detto questo, come mi sembrano? Beh, sono i nuovi Chromebook ARM top di gamma, usano hardware di prima categoria (Octa Core, DDR3L a 1600 Mhz, eMMC) e riprendono il design stiloso degli ultimi ultraportatili ATIV Book 9 di Samsung. C’è una certa differenza tra questa generazione e la passata, sia in termini realizzativi sia in quelli prestazionali. Con 1100 grammi, Samsung Chromebook 2 da 11.6 pollici è tra i portatili “da 8 ore” più leggeri sul mercato. Anche i 1360 grammi della versione 13.3 pollici sono un record per la categoria Chromebook: l’unico pari formato, Toshiba Chromebook, ne pesa 1500.

→ Aggiornamento: vedi Samsung Chromebook 2 in video.

Resta da capire quale sarà il SoC inserito da Samsung (Exynos 5420 dei Galaxy Note 3 o Exynos 5422 di Galaxy S5) e questo anche per questioni legate alla GPU. Sono molto curioso di vedere che tipo di esperienza utente sarà permessa da questo ARM con 4 GB di RAM e Chrome OS, sopratutto nel modello Full HD. Così come spero di avere presto i primi riscontri dal vivo per capire la qualità delle finiture, la bontà della tastiera, le eventuali zone calde (inevitabili vista la mancanza di ventole) e tutto il resto. Un top di gamma ARM ci voleva, e adesso mi auguro che anche HP decida di rinnovare il suo bellissimo 11 pollici con questa piattaforma hardware.

  • Agostino Caruso

    Bellissimo quello bianco! Speriamo arrivi in Italia!

  • Kiche

    Lo schermo è opaco?

  • Angelo

    Il mio caro vecchio portatile è andato a farsi benedire e ora ho bisogno di un nuovo PC. Secondo voi questi chromebook possono sostituirsi completamente al normale computer di casa? Non voglio spendere molto e non ho molte pretese. Il mio è un utilizzo prettamente office/streaming/film e basta direi. Prendo un chromebook o mi butto su un PC windows non eccessivamente costoso?

  • Alberto Rizzi

    Ma si sa se gli schermi sono ips ?

  • Marco

    scusate faccio una domanda da ignorante: ma questi portatili che hanno la batteria integrata ne risentono se vengono utilizzati sempre col cavo attaccato? io ad esempio, quando sono in casa, con il portatile normale la batteria la tolgo sempre quando sono collegato alla presa… ma con questi? Andrei a comprometterne la favolosa durata di 8 ore??

  • Marco regoli

    (premetto che mi scuso per l’incompetenza) ma un processore arm a 32 bit puo’ gestire 4 gb di ram? non ha le stesse limitazioni di un x86?

  • Massimo Walter Inter

    Ho letto la diatriba ma, perdonatemi, chi dice di essere esperto e poi mi fa il paragone (e insiste) tra un Chromebook e un Notebook, allora ne sa veramente meno di mio nonno! Preferirei un confronto serio tra i Chromebook. Inoltre, per una questione di serietà aspetterei ad esprimere giudizi di un certo livello, se prima non si testa il prodotto a dovere. Una bella recensione dopo un test complesso eseguito da Riccardo per non meno di 15 giorni, eliminerà ogni dubbio e sarà in grado di indirizzarci sul potenziale acquisto. L’unica cosa di cui mi lamento è che se questo viene usato per utenza domestica come unico computer, allora le due porte usb sono poche, così come i 16 Gb di SSD (per quello che costano e i prezzi in caduta libera si poteva fare meglio). Dico anche che la frase “dipende da quello che ci devi fare” va bene solo per i primi 7 giorni dopo l’acquisto di un computer da parte di chi è al primo acquisto, poi però si vorrebbe fare di tutto! Secondo me, allo stato attuale, il Chromebook è un prodotto aggiuntivo ad un pc di elevate prestazioni. Non condivido l’idea di chi dice che con un tablet collegato ad una tastiera fai le stesse cose, perché un buon tablet + una buona tastiera hanno il loro costo e potresti fare molto meno, specie per lavori di lunga durata.

  • Ho provato chromeos dopo varie peripezie per installare il tutto e
    farlo funzionare a dovere… è non ci trovo nulla di nuovo anzi è più un
    copia incolla da altre derivate.. assomiglia parecchio a Kubuntu come
    desktop.. (nota informativa per installarlo bisogna utilizzare Ubuntu 12.04 su
    piattaforma x86 praticamente da unity passa a chromeos ^_^) poi ovvio
    parlo del sistema in se.. la novità in questo sistema operativo è il
    cloud! Non hai un HD interno enorme perché tutto è online! In America è
    una idea vincente ma qui in Italia che abbiamo zone con velocità
    scandalose non so se andrà mai in porto..

    “Chromebook è un prodotto aggiuntivo ad un pc di elevate prestazioni” concordo come il tablet e tutti gli oggetti da utilizzare fuori casa!

  • Enzo

    non ne ho mai avuto uno e vorrei tanto prenderlo… ma facendo formazione nelle scuole e corsi a ragazzi/insegnanti trovo che per il mio utilizzo solo windows mi garantisce una completa flessibilità… e un’installazione completa di qualsiasi software dalla lim ad altro…

Top