Router Nintendo Switch: la nostra guida all’acquisto

Router Nintendo Switch: la nostra guida all’acquisto

L'Amazon Prime Day 2021 sta per iniziare! Segui solo le VERE offerte sulla nostra pagina dedicata alle offerte Amazon Prime Day. Ricordati che per aderire alla campagna è necessario attivare un abbonamento Amazon Prime, gratis per i primi 30 giorni.

N.B. Questa guida all'acquisto, proprio come tutte le altre, è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo.

In questa guida affronteremo la selezione del router Nintendo Switch più adatto ai tuoi bisogni di giocatore. Il discorso è complesso e tecnico; per evitare di scendere troppo nei dettagli, questa guida spiegherà la situazione e le soluzioni in maniera semplificata, in modo da evitare confusione il più possibile. Offriremo inoltre una selezione dei migliori router sul mercato per la console, spiegando le loro caratteristiche e a che tipo di utenti sono adatti.

Router Nintendo Switch: quale comprare

Ora che Nintendo ha lanciato il suo servizio online a pagamento, è chiaro che Nintendo Switch è una console che non pensa solo ai giochi da party o in solitaria, ma che la Grande N intende piazzarla sul mercato allo stesso livello delle altre console, invece di dare l’impressione di un prodotto “secondario”. C’è però un piccolo problema: la console presenta problemi di compatibilità con alcuni router, per dare una spiegazione rapida della situazione senza scendere in dettagli. Questi problemi possono essere risolti in alcuni casi aprendo le porte NAT o cambiando la banda, ma alcuni router sul mercato o forniti dal nostro operatore non consentono modifiche, o non sono pensati per il gaming online.

Il modem che ricevi dal tuo operatore, inoltre, è quasi sicuramente un insieme di modem (che si connette direttamente a internet) e router (che connette i tuoi apparecchi al modem, dalla parola inglese per “dirigere”). Per poter collegare un router “puro”, o per utilizzare solo la parte router di un combo, serve il cosiddetto bridging o collegamento a cascata, il cui scopo è disattivare la parte router del modem e rimpiazzarla. L’alternativa a questo processo è connettere direttamente un altro combo modem+router sostitutivo, ed è di questi che ci occuperemo in questa guida. Ci concentreremo principalmente sul segnale Wi-Fi, essendo la console utilizzata principalmente nella sua versione mobile che si può connettere solo via wireless.

Prima di iniziare, vogliamo fare una segnalazione: su internet è possibile trovare consigli sul come settare una DMZ, una “zona separata” di traffico internet che in teoria dovrebbe risolvere i problemi di connessione della console. Noi sconsigliamo questo approccio: in primo luogo non è sicuro al 100% che risolva i problemi, visti i resoconti contrastanti segnalati da diversi utenti, ma soprattutto perchè crea rischi per la sicurezza rendendo più facile il lavoro ai malintenzionati attraverso la rete, che potrebbero sfruttare proprio la console come punto d’ingresso.

Tipo di segnale

La considerazione principale è che il router presenti Wi-Fi 802.11ac, un protocollo di trasmissione del segnale molto più veloce dei precedenti. Grazie anche ai nuovi modelli a banda larga introdotti nel 2016, questo elemento rappresenta spesso un vero e proprio upgrade rispetto ai modem forniti dagli operatori, non necessariamente creati per il gaming, e migliora enormemente la godibilità dei giochi online.

Velocità di trasmissione dati

Legato al precedente, la velocità di trasmissione dei dati è l’altra discriminante da seguire. Ovviamente, più è alta la velocità e migliore è il prodotto, ma con un fattore da ricordare: la velocità di un router non potrà superare la velocità fornita dal tuo provider, che dipende dal contratto che hai sottoscritto e dal tipo di connessione usata. Bisogna quindi scegliere un modem in grado di offrire una velocità pari quantomeno alla velocità massima della tua connessione internet. Ciò non vuol dire che comprare un router ancora più veloce sia uno spreco: se progetti di fare un upgrade alla tua connessione prima o poi, è sempre meglio comprarlo pensando al futuro piuttosto che trovarsi a doverne comprare un altro tra qualche anno.

Portata del Wi-Fi

Per quanto riguarda il campo coperto dal Wi-Fi del router, la selezione dipende dal tipo di casa in cui abiti più che dal router stesso. Se vivi in un piccolo appartamento è quasi sicuro che anche i router meno potenti potranno coprire tutte le stanze, mentre se abiti in una larga casa di proprietà ti tornerebbe più utile un modello con antenne multiple di buon livello, se non addirittura l’acquisto di ripetitori in grado di intensificare il segnale nei punti in cui è più debole.

Adattatore Network USB

Prima di parlare dei router veri e propri, c’è una considerazione da fare: se il tuo problema è che soffri di una connessione altalenante quando giochi online con Nintendo Switch, la cosa potrebbe essere legata al segnale Wi-Fi piuttosto che al router in sé. Se però hai già provato a connettere la console via cavo, ti sarai accorto che né il tablet né il dock presentano una presa Ethernet. Ciò non vuol dire che l’azienda non offra alcuna possibilità per questa configurazione: è sufficiente inserire un adattatore USB/Ethernet in grado di fare da ponte tra i due formati se inserito nel dock, e la console lo riconoscerà come tale senza bisogno di modificare le opzioni di rete. Consigliamo di tentare questa soluzione soprattutto se il prezzo è la tua preoccupazione principale, e raccomandiamo questo adattatore prodotto da Ugreen, essendo un buon punto d’incontro tra prezzo e qualità. Ovviamente non risolve il problema durante la modalità mobile; per questo, andiamo a vedere i router.

Router Nintendo Switch: i migliori

TP-Link VR300

TP-Link Archer AX50

Netgear R8000

Lascia un commento