Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Robot aspirapolvere Samsung: i migliori modelli di ogni serie

Robot aspirapolvere Samsung: i migliori modelli di ogni serie

di Simone Alvaro Segatori
Specialist Pulizie di casa
aggiornato il 13 maggio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

Inoltre, impazza su Amazon la nuova campagna HP Days: alla seguente pagina trovate una serie di prodotti davvero non indifferente con sconti che oscillano tutti intorno al 20% rispetto al prezzo di listino. Davvero niente male per anticipare il back-to-school, non vi pare? Inoltre continua l’iniziativa della Huawei Week sul segmento mobile: tantissimi dispositivi Huawei in offerta ad un prezzo decisamente interessante direttamente presso la seguente sezione Amazon.

N.B. La guida Robot aspirapolvere Samsung è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

Samsung non si è distinta solo nel campo degli smartphone, ma anche in quello della pulizia casalinga. I robot aspirapolvere Samsung sono infatti dei prodotti rivoluzionari con tecnologie innovative e che vi faranno dimenticare delle faccende domestiche.

Robot Aspirapolvere Samsung: quale comprare?

Prima di procedere con la nostra selezione dei robot spendiamo due parole sul loro produttore, Samsung, che dal 1938 ad oggi ha fatto molta strada attraversando quasi ogni campo dell’industria. Cominciata come un’avventura nel settore alimentare della pasta fresca, Samsung passa in breve tempo da produttore di spaghetti a raffinatore di zucchero per poi diventare il più grande lanificio della sua patria, la Corea del Sud. I numerosi cambiamenti portati dalla seconda grande guerra portano Samsung attraverso una serie di vicissitudini che la vedono approdare nel campo degli elettrodomestici. Prima con i televisori e poi con qualcosa di ancora più tecnologico come i personal computer. Raggiunto finalmente il settore industriale per cui oggi è conosciuta, l’azienda ha deciso di conquistare anche il settore della pulizia casalinga.

Nell’ultimo ventennio, Samsung si è adoperata a portare nei suoi aspirapolvere lo stesso livello di qualità che l’ha resa grande negli altri settori della sua storia. Gli aspirapolvere Samsung si sono adattate al mercato evolvendosi di conseguenza e proponendo sempre prodotti al passo con il tempo. Ad oggi l’azienda dispone di una serie di aspirapolvere a traino, una di scope elettriche e una di robot per la pulizia. La nostra guida si concentra proprio sui robot aspirapolvere Samsung, cercando di fornire una nutrita panoramica su questa tipologia di prodotto e sui migliori modelli disponibili al momento.

Prima di vedere la selezione di prodotti scelti eccovi la serie di caratteristiche che abbiamo utilizzato per scegliere questi robot aspirapolvere Samsung:

Innanzitutto i sensori. La sensoristica è una parte essenziale dei robot, corrisponde agli occhi e alle orecchie della macchina senza i quali non riuscirebbero nemmeno a muoversi, evitare ostacoli, rilevare lo sporco ecc.

Il serbatoio è un altra caratteristica da considerare prima dell’acquisto, specie se non volete rientrare a casa la sera e trovare il robot fermo a metà pulizia per via del serbatoio pieno. Vanno infatti preferiti robot con un serbatoio ampio e che abbia una manutenzione veloce e pratica, in grado di garantire il minimo contatto con lo sporco.

Un’altra importante caratteristica riguarda, la forza di aspirazione. Questa è una componente essenziale in tutte le tipologie di aspirapolvere e fa spesso la differenza tra una macchina discreta e un top di gamma.

Un buon robot deve avere però anche un buon sistema di controllo o un giusto sistema per le vostre esigenze, specie se cercate una macchina con una buona facilità di utilizzo. Volete, ad esempio, un robot semplice e che possa utilizzato da tutta la famiglia (compresa la nonna)? Meglio preferire un robot aspirapolvere con telecomando classico. Se invece stavate pensando a qualcosa di più smart, allora scegliete un robot con controllo tramite app e assistenti vocali. In questo secondo caso i robot aspirapolvere Samsung selezionati non possono però aiutarvi perchè sprovvisti di app di supporto.

Infine è bene tenere in considerazione anche l’autonomia di un robot, in modo che questo non lasci mai la pulizia a metà ma che sia inoltre in grado di andare a ricaricarsi da solo.

Sono due le serie di robot aspirapolvere Samsung in commercio, la serie V9000 e la serie V7000. La prima più vecchia, risalente al 2014, ma che introduce tutte le innovazioni Samsung portate nell’idea di robot per la pulizia come il motore con Digital Inverter, per una potenza superiore, o i sensori FullView, per rilevare gli ostacoli e l’ambiente circostante. La seconda serie invece è la diretta evoluzione della prima, con robot ancora più snelli e performanti, per arrivare dappertutto e garantire il massimo della pulizia. Vediamo nel dettaglio i migliori esponenti di queste due serie:

Samsung PowerBot VR20J9010UR – Serie V9000

Pur essendo uscito ormai da diversi anni, questo Samsung PowerBot VR20J9010UR supera di gran lunga diversi modelli più recenti offerti dalla concorrenza. La sua caratteristica principale è l’elevata potenza, garantita da un motore con tecnologia proprietaria Digital Inverter che promette il 60% di forza ciclonica in più rispetto ad un qualsiasi altro robot tradizionale. Inoltre, grazie al sistema CycloneForce, separa la polvere dall’aria senza mai intasarsi e mantenendo il livello di aspirazione sempre costante.

La grande spazzola di questo robot aspirapolvere Samsung è lunga ben 31 cm e dotata del sistema Pet Hair Care studiato per raccogliere peli di animali e grumi di capelli. Sul fronte della navigazione invece troviamo il sistema di Samsung FullView che garantisce al robot una visione di 170 gradi, senza punti ciechi e che gli permette di evitare anche gli ostacoli più piccoli e insidiosi. Non dispone di dell’app per il controllo e la programmazione ma ha un telecomando apposito con il sistema Point Cleaning che grazie ad un puntatore laser porta il robot in un determinato punto per una pulizia più approfondita.

Sul fronte della mobilità troviamo delle grandi ruote chiamate Easy Pass che gli permettono di scavalcare facilmente ostacoli come tappetti troppo spessi. Per muoversi utilizza il sistema Visionary Mapping Plus che gli permette di scegliere il percorso migliore tramite una fotocamera digitale e 10 sensori intelligenti che individuano lo sporco. Il design è quello di un macchinario futuristico e all’avanguardia peccato solo che, per alcuni mobili, il robot aspirapolvere di samsung risulti troppo alto (13,5 cm) e non riesca a infilarsi sotto per pulire al meglio. Il serbatoio per la raccolta dello sporco si giova invece dell’ampiezza del robot con un volume di accumulo pari a 0,7 litri, uno spazio davvero elevato per essere un robot.

Questo Robot aspirapolvere di Samsung, propone 7 modalità di pulizia per soddisfare ogni esigenza di pulizia e una autonomia di quasi 100 minuti, con la possibilità di andarsi a ricaricare automaticamente alla stazione di ricarica. È il miglior esponente della serie V9000, offrendo non solo il meglio della tecnologia Samsung ma anche una delle migliori tecnologie tra i robot aspirapolvere. Se però non vi sentite soddisfatti da questa scelta scoprite la diretta evoluzione di questo robot che vi permetterà anche di risparmiare qualcosa sul prezzo.

Puoi acquistare Samsung PowerBot VR20J9010UR su Amazon o se preferisci su eBay

Samsung PowerBot VR10M703IWG – Serie V7000

Il Samsung PowerBot Serie V7000 è il 28% più sottile degli altri robot Samsung e risolve già uno dei maggiori problemi della serie V9000. La nuova dimensione non è però l’unica novità di questo robot che è dotato della versione 2.0 del FullView Sensor di Samsung. Come abbiamo già visto, questo sensore scansiona l’ambiente circostante individuando gli ostacoli più insidiosi, ora con una accuratezza che raggiunge i 180 gradi di visione. Troviamo anche in questo modello il Visionary Mapping Plus che permette al robot di mappare l’ambiente e scegliere il percorso migliore da seguire senza sprechi di energia o tempo.

Rispetto al precedente, questo robot aspirapolvere Samsung offre il sistema Edge Clean Master per approfonditamente lungo le pareti e la tecnologia Auto Shutter per creare un muro aspirante a cui non sfugge nemmeno un granello di polvere. La spazzola è sempre dotata del pratico sistema autopulente che concentra lo sporco al centro e lo prepara ad essere aspirato nel serbatoio senza intoppi.

Torna anche il sistema CycloneForce con l’aggiunta di sensori per riconoscere la tipologia di pavimento e impostare la forza aspirante di conseguenza. Sul fronte delle funzioni troviamo invece 3 livelli di velocità d’aspirazione e alcuni programmi di pulizia. Purtroppo nemmeno questa volta Samsung ha dotato il suo robot di app ma c’è sempre l’ottimo telecomando per controllarlo e programmarlo.

Il robot aspirapolvere Samsung PowerBot Serie V7000 è l’evoluzione della precedente tecnologia Samsung. Con un design quasi fantascientifico e un sistema di mappatura eccellente. Rispetto ad altri robot del genere è poi disponibile ad un prezzo molto più accessibile. Infine, per gli amanti di Star Wars, esiste anche una limited edition bianca (Stormtrooper) e una nera (Darth Vader) che riproduce i classici suoni della saga cinematografica ideata da Geroge Lucas. Trovate una di queste varianti nel box.

Puoi acquistare Samsung PowerBot Serie V7000 su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Samsung PowerBot Serie V7000 è disponibile nella variante Variante Star Wars - Darth Vader.

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Io sono Simone e su Ridble mi occupo di qualcosa con cui tutti dobbiamo fare i conti ogni giorno: la Pulizia Casalinga. Come specialist Pulizia mi informo continuamente sui modi e i prodotti più innovativi e veloci per pulire la casa. Dagli aspirapolvere ai lavapavimenti, non c’è dispositivo di pulizia che non sappia utilizzare e il mio armadio delle scope è un vero e proprio arsenale di strumenti per combattere la polvere.

Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Tutti i prodotti selezionati all’interno delle nostra guida all’acquisto ai robot aspirapolvere Samsung, sono scelti tramite il metodo Ridble. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo e che ogni giorno ogni specialist applica a seconda del proprio settore di competenza, seguendo 4 rigorose fasi:

L’ufficializzazione è il primo passo importante per far si che un robot aspirapolvere Samsung entri nei nostri radar di scelta. Non diamo peso a rumors e chiacchiere ma seguiamo direttamente il brand Samsung, sviluppiamo contatti con l’azienda durante fiere ed eventi di settore, rimanendo costantemente aggiornati. Ogni giorno ogni specialist si aggiorna sullo sviluppo e sulle nuove tecnologie utilizzate nel proprio settore di competenza finché il prodotto non arriva finalmente alla fase di lancio sul mercato.

In questa fase il robot aspirapolvere Samsung deve soddisfare un secondo requisito, l’eleggibilità. Questo vuol dire che per essere inserito nelle nostre guide deve essere realmente acquistabile in Italia, sia negli store online che nei negozi fisici.

Una volta esserci assicurati di questo passiamo alla terza fase, quella della prova. A questo punto ogni specialist approfondisce la conoscenza sui prodotti selezionati, in questo caso lo specialist di pulizia si aggiorna a proposito dei robot aspirapolvere Samsung, ne scopre debolezze e punti di forza facendosi una precisa idea sulle esigenze di pulizia che il prodotto è in grado o meno di soddisfare.

Infine, se riteniamo il prodotto valido, si passa all’ultima fase, quella della selezione, in cui l’aspirapolvere scelto viene inserito nelle nostre guide all’acquisto. Il lavoro degli specialist però non finisce qui e una volta al mese aggiorniamo ognuna delle nostre guide rimettendo in discussione le scelte fatte e valutando nuovi prodotti in base ai cambiamenti del mercato, per garantire sempre i migliori dispositivi per ogni area di competenza.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

La prova dei robot aspirapolvere Samsung parte parte dai sensori proprietari FullView, testando le loro reazioni a vari input esterni. Passo diverso tempo a guardare e studiare i movimenti del bot per capire come evita gli ostacoli, anche quelli improvvisi come le sedie che aggiungo nel suo cammino. Inoltre lo metto in stanza strette come lo sgabuzzino, per vedere come riesce a muoversi ed uscire da queste situazioni.

Vado poi a verificare la facilità di rimozione del serbatoio e di quanto tempo di manutenzione richiede. Estraggo il cassettino, lo svuoto e lo lavo cronometrando le tempistiche e osservando quanto se ho o meno contatto diretto con lo sporco.

Valuto poi la forza di aspirazione.  Trasformo il pavimento in un campo di battaglia fatto di croccantini, farina, cereali e briciole di ogni genere. Mentre lo faccio osservo come reagisce il robot all’aggiunta di sporco e in che modo il motore con Digital Inverter Samsung riesca ad aspirare o meno i residui più voluminosi. Inoltre metto in difficoltà il robot spingendo lo sporco contro le pareti per vedere quanto è in grado di portarne via con una sola passata.

Testo poi il sistema di controllo. Provo il telecomando in dotazione, mi allontano di vari passi dal robot per vedere fino a che punto riesco a controllarlo. Schiaccio ogni tasto e provo tutti i comandi, per vedere se posso davvero gestire il robot da remoto o per qualche funzione devo alzarmi dal divano e schiacciare i tasti sul robot stesso.

In tutto questo tengo costantemente sotto controllo l’autonomia osservando quali sono le funzioni che richiedono al robot più batteria e cronometrando sia i tempi di carica che quelli di ricarica.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Simone Alvaro Segatori tramite i commenti.