Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia

Backup e ripristino dei propri device Apple: come e a cosa serve

di Claudio Carelliaggiornato il 24 maggio 2018

La procedura di backup è uno strumento che consente di salvare i dati di un dispositivo sul proprio computer o su un server. Tramite essa sarà quindi possibile archiviare e recuperare i dati presenti su iPhone, iPad e iPod Touch nel momento in cui questi manifestino dei malfunzionamenti di qualsiasi natura. In ogni momento tutte le foto scattate, tutti i documenti, le note, le mail, le preferenze e le impostazioni (o un sottoinsieme di questi) potranno essere sicuri sul vostro computer o sul server iCloud (ecco la nostra guida a riguardo). L’esecuzione di un backup implica un successivo recupero dei dati tramite ripristino, e può essere utile anche nel momento in cui acquistate un dispositivo Apple di nuova generazione (per quest’ultima opzione date un’occhiata all’ultimo paragrafo).

Backup locale e Backup iCloud

Dall’introduzione di iOS 5 le tipologie di backup sono ben due, ovvero locale, da eseguire tramite iTunes su un computer (Mac o PC), e iCloud, eseguibile direttamente sul dispositivo. Le differenze? Sostanziali.

[img_sinistra][/img_sinistra]Il backup locale eseguito tramite cavo USB sul proprio computer consente di salvare fisicamente tutti i file multimediali (foto, video, ecc), le preferenze, le impostazioni, i progressi ottenuti nei giochi, la disposizione delle app e quant’altro, direttamente su disco. Alcuni dei dati appena riportati vengono archiviati e ripristinati poi durante la sincronizzazione, mentre altri subiscono un’archiviazione cronologica tramite un elenco che al ripristino consente ai dati di essere scaricati ritrasferiti senza il minimo sforzo.

[img_destra][/img_destra]Il backup in clouding invece è sicuramente più limitato. Oltre alla possibilità di sfruttare soltanto 5 GB gratuiti per l’archiviazione di qualsiasi contenuto (da condividere oltretutto con tutti gli iDevice in possesso), crea varie cronologie attraverso le quali riscarica sfruttando internet tutte le App, le foto e i video presenti nel Rullino foto, messaggi, suonerie, dati delle App (qualora queste supportino il salvataggio via iCloud), documenti, e le varie Impostazioni. Sono inclusi in questo caso anche i brani e i video acquistati su iTunes store o le foto e i video presenti nel Rullino foto. Vi è comunque la possibilità di acquistare spazio aggiuntivo sul server iCloud fino ad un quantitativo di 50 Gigabyte, ma se non siete utilizzatori frenetici del terminale allora potete affidarvi ai classici 5 GB gratuiti.

Come eseguire un backup

Eseguire un backup è davvero molto semplice. Ovviamente la procedura varia in base alla natura del backup, ovvero se la scelta ricade su iTunes o iCloud. Ogni backup può essere personalizzato a proprio piacimento in base alle proprie esigenze.

Tramite iTunes

1. La prima cosa da fare è collegare il dispositivo al computer su cui volete allocare il backup tramite cavo di connessione USB (questa operazione è da svolgere almeno una volta poiché alla prima configurazione tramite iTunes sarà possibile anche abilitare la sincronizzazione Wi-Fi).

2. A questo punto, se non si avvia da solo, sarà necessario lanciare iTunes. Se siete utenti Mac il software sarà preinstallato nel sistema operativo, mentre se siete utenti Windows potete scaricarlo cliccando qui. Per ulteriori informazioni sull’utilizzo di iTunes 11 potete consultare la nostra guida su come funziona iTunes.

3. Normalmente, il backup verrà eseguito non appena sincronizzate il vostro iPhone, iPad o iPod Touch. Se volete comunque rieseguire un backup per salvare cambiamenti apportati dopo la sincronizzazione all’iDevice basterà cliccare sul riquadro corrispondente al dispositivo posto in alto a destra dell’interfaccia. Qui apparirà un apposito menu.

Al suo interno è disponibile l’interfaccia di configurazione attraverso la quale sarà possibile effettuare un ulteriore backup o ripristinare il dispositivo ad un backup precedente attraverso i tasti “Effettua backup adesso” e “Ripristina backup“. Saranno anche disponibili le impostazioni per le tipologie di backup (iTunes o iCloud) e, nel caso del backup iTunes, per le eventuali codifiche tramite password.

Tramite iCloud

Per effettuare un backup sul server iCloud sarà necessario navigare direttamente dal dispositivo su Impostazioni – iCloud – Archivio e backup e verificare che l’opzione “Backup di iCloud” sia attiva. Potete anche attivare il backup di iCloud attraverso iTunes, come illustrato nel paragrafo precedente.

Ad ogni modo, una volta attivato il backup iCloud, il sistema effettuerà automaticamente dei backup periodici quando l’iDevice sarà collegato all’alimentazione, bloccato, e connesso tramite Wi-Fi. In questo caso tramite cronologie il backup consisterà nel salvataggio di foto e video registrati dall’iDevice, delle App presenti su di esso (queste verranno completamente riscaricate da zero), delle preferenze, dei dati delle App e degli altri contenuti acquistati su iTunes Store, dei contatti, dei calendari, e delle note. Qualsiasi altro contenuto non sarà incluso.

Ripristino Backup iPhone, iPad e iPod Touch

Anche per il ripristino esistono due metodologie differenti in base al tipo di backup eseguito. Una è quella tramite iTunes che implica l’utilizzo di un computer, e l’altra è quella tramite iCloud che sfrutta il server Apple e una connessione ad internet. Sulla scelta di una delle due vi è davvero ben poco da dire: se scegliete di effettuare backup tramite iTunes allora il ripristino dovrà avvenire tramite iTunes. Lo stesso vale per iCloud.

Ripristino da iTunes

La fase di ripristino da iTunes, oltre ad essere quella più “completa”, è anche la più veloce poiché non richiede lo scaricamento di alcun tipo di dato sul web. Vediamo brevemente le varie fasi per portare a termine l’operazione.

1. Per prima cosa sarà necessario collegare tramite cavo USB il dispositivo Apple al computer e aprire iTunes.

2. La seconda cosa da fare disabilitare (se attive) nelle impostazioni di iCloud sul dispositivo, quindi in Impostazioni > iCloud, Trova il mio iPhone (o iPad – iPod Touch). Tale misura di sicurezza è stata introdotta ufficialmente con l’arrivo di iOS 7 (la troviamo anche in iOS 8)al fine di evitare che qualche malintenzionato potesse ripristinare il vostro dispositivo. A questo punto sarà necessario navigare nella schermata relativa al dispositivo. Come illustrato qualche riga più su, sarà necessario premere sul pulsante relativo al nostro dispositivo. Il pulsante è localizzato in alto a destra della finestra di iTunes. Cliccato e comparsa la schermata, basterà premere su “Ripristina backup“.

3. Una finestra chiederà la conferma per portare a termine la pratica. Dopo qualche minuto il dispositivo sarà ripristinato con tutti i dati presenti sull’ultimo backup eseguito.

Se volete invece ripristinare un dispositivo come nuovo è necessario scegliere l’opzione “Ripristina iPhone/iPad/iPod Touch“. Cliccato il pulsante, iTunes controllerà la presenza sul disco dell’ultima versione di iOS (ed eventualmente la scaricherà), e ripristinerà il vostro dispositivo Apple praticamente come nuovo.

Ripristino da iTunes – Procedura alternativa

La stessa procedura può essere svolta tramite iDevice navigando su Impostazioni > Generali >Ripristino e scegliendo Ripristina Impostazioni. Per far sì che l’azione vada a buon fine è necessario disabilitare a priori Trova il mio iPhone (o iPad – iPod Touch), se attivo, da Impostazioni > iCloud.

Al termine della fase di ripristino il dispositivo mostrerà la configurazione iniziale, attraverso la quale, dopo aver immesso i primi parametri, sarà possibile selezionare l’opzione “Ripristina da backup iTunes“.

Tenete presente che però a livello tecnico tale procedura non comporta gli stessi benefici di quella tramite computer, quindi se doveste riscontrare ancora problemi nell’utilizzo dell’iDevice vi consigliamo di provare la procedura classica sovrastante.

Ripristino da iCloud

Il ripristino tramite iCloud è sicuramente l’opzione ideale per chi non possiede una grossa mole di dati sul proprio dispositivo. Il quantitativo dei passi presenti in tale procedura è identico rispetto a quella tramite iTunes.

1. Per prima cosa sarà necessario collegare tramite cavo USB il dispositivo Apple all’elaboratore desktop e aprire iTunes.

2. Anche qui bisognerà recarsi nella schermata relativa al proprio dispositivo previa disabilitazione (se attivo) di Trova il mio iPhone (o iPad – iPod Touch) in Impostazioni > iCloud sul proprio device. Accedendo dal pulsante in alto a destra di iTunes che comparirà quando il proprio prodotto risulterà collegato visualizzerete la scheda relativa; una volta dentro è necessario selezionare “Ripristina iPhone/iPad/iPod Touch“.

A questo punto il sistema provvederà a ripulire completamente il proprio dispositivo e a reinstallare l’ultima versione di iOS. Nel caso in cui questa non sia già stata scaricata dal sistema in precedenza, sarà necessario aspettare qualche minuto in più. A fine step il dispositivo si accenderà e risulterà, non fisicamente parlando, come appena uscito dalla fabbrica.

3. Terminata questa procedura, non dobbiamo fare altro che seguire i passaggi che ci verranno mostrati sullo schermo del nostro dispositivo. A un certo punto della configurazione iniziale ci verrà chiesto se ripristinare da un backup iCloud. Selezionando questa opzione e inserendo email e password relative al proprio Apple ID, il sistema provvederà automaticamente a ripristinare i dati attraverso iCloud.

Attenzione: per completare il ripristino attraverso iCloud sarà ovviamente necessaria una connessione ad internet tramite Wi-Fi. Prima di fare qualunque cosa, il sistema richiederà il collegamento ad un punto di accesso wireless. Una volta finito, il vostro dispositivo si accenderà come al solito e provvederà al download delle applicazioni. Tutto qui!

Ripristino da iCloud – Procedura alternativa

La stessa procedura può essere svolta tramite iDevice navigando su Impostazioni > Generali > Ripristino e scegliendo Ripristina Impostazioni. Per far sì che l’azione vada a buon fine è necessario disabilitare a priori Trova il mio iPhone (o iPad – iPod Touch), se attivo, da Impostazioni > iCloud.

Al termine della fase di ripristino il dispositivo mostrerà la configurazione iniziale, attraverso la quale, dopo aver immesso i primi parametri, sarà possibile selezionare l’opzione “Ripristina da backup iCloud“.

Tenete presente che però a livello tecnico tale procedura non comporta gli stessi benefici di quella tramite computer, quindi se doveste riscontrare ancora problemi nell’utilizzo dell’iDevice vi consigliamo di provare la procedura classica sovrastante.

Consigli utili

Buona parte dei nuovi utenti Apple non sanno scegliere subito quale tipologia di backup selezionare per salvare i propri dati, qualche consiglio in merito quindi non può certo guastare. Se siete utenti che amano riempire buona parte dello spazio sull’iDevice di App, foto, musica o video personali allora il backup da iTunes è la scelta migliore. Se invece siete utilizzatori semplici, che utilizzano esclusivamente contenuti su iTunes Store e poche App, allora scegliete iCloud.

Eseguire un backup troppo spesso inoltre non è la cosa più giusta per evitare eventuali tipologie di virus/worm o malfunzionamenti causati da modifiche di sistema. Se eseguite un backup dovete essere sicuri al 100% che il vostro dispositivo funziona correttamente, altrimenti, eseguendo un ripristino, porterete con voi problemi presenti in precedenza, rendendo oltretutto vana l’esistenza del backup (non del tutto, i dati sono sempre estraibili tramite software di terzi).

Trasferire dati da una vecchia ad una nuova generazione di iDevice

“Piccola grande” funzione che sfrutta i backup e il conseguente ripristino è quella di applicare quanto esplicato in questo articolo su due dispositivi diversi. Capiamoci meglio. All’acquisto di un nuovo iDevice (qui la nostra guida su come sceglierlo) di nuova generazione può essere sicuramente un’ottima soluzione per non perdere tempo prezioso o dati utili quella di importare un backup proveniente da un dispositivo Apple di generazione precedente.

La cosa è possibile tramite il backup del vecchio dispositivo della Mela e del ripristino tramite iTunes o iCloud direttamente dalla configurazione iniziale del nuovo prodotto. Se questo dovesse essere un iPhone 6 ad esempio, tramite la prima schermata di prima configurazione sarà possibile ripristinare dati provenienti da un iPhone 5S direttamente tramite ripristino semplice di un vecchio backup.

Se il dispositivo di ultima generazione dovesse essere stato già attivato come nuovo, basterà effettuare un ripristino rapido tramite Impostazioni – Generali – Ripristino e scegliendo Ripristina Impostazioni. Terminata l’operazione basterà selezionare l’opzione “Ripristina da backup iCloud/iTunes” e il gioco è fatto (vedi Procedura alternativa sovrastante).

Prima di salutarvi vi ricordiamo che questo articolo faceva parte dello Starter Kit, la collana di guide ed approfondimenti rivolte a tutti gli utenti alle prime armi con il mondo Android o che vogliono imparare ad utilizzarlo al massimo.