Raspberry Pi Zero 2 W: ritorna la dev board più economica del mondo

N.B. Questo contenuto, come tutti gli altri, è sempre il risultato del nostro lavoro costante. Per maggiori dettagli su come realizziamo i nostri contenuti ti invitiamo alla pagina Come lavoriamo.

 

Ritorna la piccola regina delle dev board: dopo alcuni anni dall’ufficializzazione della prima Zero, ecco che arriva Raspberry Pi Zero 2 W. Nata come strumento per portare l’apprendimento allo sviluppo di software nelle scuole, la Raspberry Pi Zero mette a disposizione tutto ciò che c’è bisogno per sviluppare software anche non troppo banali in ambiente Linux. La scheda, giunta alla sua terza edizione (precedenti Zero e Zero W, identica ma con connettività wireless), va a rinnovarsi per quelli che sono i componenti, rimanendo assolutamente identica nelle dimensioni e dunque in tutta la accessoristica dedicata.

All’interno della Zero 2 W troviamo un processore Broadcom BCM2710A, quad-core a 64-bit che mette a disposizione un clock da 1 GHz. Associati troviamo 512 MB di memoria RAM e storage prettamente micro SD. Corredano il tutto una porta Mini HDMI, connettore camera CSI-2, USB 2.0 con supporto OTG e set I/O a 40 pin. Nella connettività senza fili – ed ecco perché la lettera W nel suffisso – troviamo Wi-Fi b/g/n e Bluetooth 4.2.

Come al solito potete portarvi questo prodotto a casa tramite i rivenditori più disparati, tramite importazione. Il prezzo della dev board originale è 15$, tuttavia come è ovvio che sia per acquistarla in Italia è necessaria spendere un po’ di più. Vi consigliamo di fare riferimento anche in questo caso ad Amazon e, nello specifico, questo starter kit completo di tutto a 49€.

Claudio Carelli

Sono il responsabile editoriale di Ridble e mi occupo del coordinamento di tutto il team garantendo che i contenuti realizzati siano in linea con la nostra linea editoriale. Ricopro anche il ruolo di specialist per alcune categorie come le cuffie visto il mio trascorso da musicista, ma anche per ciò che riguarda le soluzioni di ricarica.

Lascia un commento