Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa

Radxa Rock: CPU RK3188 e Linux a buon prezzo

di Riccardo Palomboaggiornato il 3 maggio 2015

Radxa Rock e Radxa Rock Lite sono due nuove schede basate su Rockchip RK3188. Arrivano dal fondatore del progetto Cubieboard e promettono supporto Linux e Android. Differiscono solo nel quantitativo di RAM e memoria flash installata: Radxa Rock ha 2 GB di RAM DDR3 e 8 GB di spazio, Radxa Rock Lite esattamente la metà. Saranno in vendita per 89 e 69 dollari – un prezzone – per un hardware che prevede:

[listitems is_numeric=”no”]CPU Rockchip RK3188 (4x Cortex-A9 core @ 1.6 GHz)
GPU Mali 400 MP4 @ 533 MHz
Lettore microSD SDXC fino a 128 GB
WiFi n (150 Mbps) con antenna esterna + Bluetooth 4.0
Ethernet 10/100
USB 2.0 host + Micro-USB OTG
HDMI 1.4 + AV out
Ricevitore IR + S/PDIF
Console seriale ed espansione I/O con 2 headers 40-pin[/listitems]

Il tutto in 100 x 80 x 12 mm con alimentazione 5V/2A su jack dedicato. Con una porta SATA sarebbero state perfette, ma sappiamo che il SoC Rockchip non integra questa connettività. Le schede Radxa Rock vengono date buone per Android (ed è scontato) e Linux. In particolare si parla di PicUntu Linux, la distro derivata da Ubuntu già vista su RK3066 e ora in via di sviluppo per RK3188.

E’ un po’ che si lavora al supporto Linux per SoC Rockchip, e proprio adesso è in atto il massimo dello sforzo possibile. Si è creato un vero movimento di hacker, di sviluppatori che hanno fatto (e stanno facendo) pressione perché vengano rilasciati i codici sorgente dei chip ARM più usati in questo settore. Linux-sunxi è il gruppo più diffuso, quello dedicato ai chip Allwinner, ma ne esistono altri dove si discutono esclusivamente chip Rockchip; un esempio è Linux-Rockchip, attivo con tanto di wiki, ora pronto ad unire le forze con Linux-sunxi.

Vedremo cosa ne uscirà. Radxa Rock e Radxa Rock Lite non hanno ancora una data di arrivo, ma a sentire l’ideatore Tom Cubie verranno distribuiti dei sample (venduti a metà del prezzo di listino) già la prossima settimana. Per i dettagli potete visitare il sito ufficiale radxa.com o seguire lo stesso Tom Cubie su Google Plus.

Via: linuxgizmos