Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
PS4 Slim

PS4 Slim

di Federico Parraviciniaggiornato il 11 maggio 2018
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su PS4 Slim presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 21 Maggio 2018.
PS4 Slim: novità, caratteristiche, differenze e migliori offerte della console Sony

In contemporanea con il lancio di PS4 Pro, Sony ha ufficialmente lanciato PS4 Slim, naturale evoluzione della famiglia di console lanciata nell’ormai lontano 1994 con un’occhio di riguardo al risparmio, in termini di prezzo, spazio e consumi. Vediamo dunque le caratteristiche, le novità e le migliori offerte nel dettaglio.

PS4 Slim caratteristiche, scheda tecnica e dimensioni

La nuova variante della console è leggermente più piccola nelle dimensioni rispetto all’originale PlayStation 4 – all’incirca del 30% – ed è stata migliorata in termini di efficienza energetica e sistema di raffreddamento, rimuovendo fra le altre cose anche la banda luminosa della scocca in favore di LED a basso consumo. Nuove funzionalità sono state aggiunte anche nella nuova versione del DualShock 4, che introduce lievi variazioni al D-Pad, aumenta leggermente nelle dimensioni ed abbraccia una banda luminosa frontale – esattamente come per il led RGB posteriore – con lo scopo di fornire in maniera più efficace notifiche all’utente.

Alcune diversità hardware sono presenti, seppure non a livello prestazionale: da una parte osserviamo la rimozione della porta ottica, impiegata fra le altre cose anche per l’output audio in svariati modelli di cuffie da gaming, dall’altra vediamo l’introduzione del supporto al Wi-Fi 5 GHz, in grado di assicurare agli utenti una migliore velocità di upload e download.

La PS4 Slim, vi ricordiamo, va a sostituire la produzione della PlayStation 4 rilasciata per la prima volta sul mercato a novembre 2013, rendendo di fatto questo il nuovo modello standard di PS4Grazie a questa PS4 Slim siamo certi che molti utenti che fino ad oggi si sono trattenuti dall’acquistare un modello della più recente console Sony abbiano trovato finalmente ciò che stavano aspettando per unirsi alla famiglia PlayStation.

PS4 Slim Chassis D: le differenze con i precedenti modelli

Chiaramente quando si deve parlare PS4 Chassis D – modello codice CUH-2000 – si deve tenere bene a mente che, esattamente come è avvenuto in passato con PS One, PS2 Slim e PS3 Slim, questa è una console sostanzialmente uguale sul piano prestazionale ma rinnovata in molti frangenti, presentando anche un’estetica leggermente differente rispetto alle vecchie versioni. L’hardware si è ovviamente modernizzato, dovendo rispettare un nuovo standard di dimensioni del case (26.5 x 28.8 x 3.8 cm contro i 27.5 x 30 x 5.3 cm dello Chassis C) e di consumi, scesi a 165 W (ovvero del 37%) per migliorare l’efficienza energetica.

Confermiamo che la CPU, una versione più recente del modello già trovato nelle PlayStation 4 presenti attualmente nelle nostre case – un AMD Jaguar custom da 8 core che viaggia a 1,6 GHz e offre la medesima architettura da 28 nanometri – ha prestazioni analoghe con un consumo ridotto. La GPU è anch’essa una AMD e – tanto per cambiare l’antifona – propone la medesima frequenza di lavoro di 800 MHz e 1,84 teraflops a cui siam tanto abituati dagli scorsi chassis; il supporto all’HDR chiaramente è presente, come nei precedenti modelli, grazie al recente aggiornamento di sistema. Anche il quantitativo di RAM presente è ovviamente lo stesso, ovvero 8 GB GDDR5, e l’hard disk nella console è da 500 GB o 1 TB (proprio come su PS4 Chassis C) e gira a 5400 rpm.

Parlando invece di ciò che è concretamente cambiato, anzitutto è finalmente presente un’antenna Wi-Fi che supporta i 5 GHz di frequenza e questo, assieme al passaggio dalla tecnologia Bluetooth 2.1 al Bluetooth 4.0, colma una lacuna fino ad oggi presente nelle specifiche tecniche di PlayStation 4.

A livello di connettività notiamo similarità, con una piccola migliora ma al prezzo di una mancanza che per alcuni giocatori potrebbe risultare grave. In PS4 Chassis D abbiamo come sempre una uscita HDMI 1.4 ed una AV, ed incontriamo ora due porte USB 3.1 che vanno a sostituire le 3.0, però vediamo sfortunatamente l’abbandono della porta S/PDIF per l’uscita audio digitale. Questa mancanza andrà a minare le possibilità di molti giocatori di sfruttare le proprie cuffie da gaming di fascia alta ed i sistemi surround che impiegano il formato DTS, se non per mezzo di qualche adattatore da recuperare separatamente.

PS4 Slim opinioni: vale la pena comprarla?

Se partiamo dal presupposto che il risparmio in termini di dimensioni e di risparmio energetico non impattano in alcun modo sulla vera e propria esperienza di gioco, PS4 Slim non si discosta in maniera evidente dal precedente modello lanciato nel 2013. Questo ci pone davanti ad un bivio: nel caso siate in possesso di una PS4 originale, in questo caso l’upgrade a PS4 Slim non vi porterà alcun tipo di vantaggio, come invece potrebbe fare PS4 Pro.

Viceversa, se siete intenzionati ad acquistare la vostra prima PS4, la variante Slim è oggi a tutti gli effetti l’acquisto migliore da fare, considerando soprattutto il fatto che la precedente edizione risulta ormai difficilissima da reperire se non nel mercato dell’usato o del ricondizionato. In questo caso, dunque, PS4 Slim rappresenta l’unica scelta possibile per quanto riguarda la versione base della console, specialmente nel caso la vostra configurazione non si sposi perfettamente con l’eventuale acquisto di PS4 Pro.

 

28 febbraio 2018