Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
PS4 Pro vs Xbox One S: le due console a confronto

PS4 Pro vs Xbox One S: le due console a confronto

di Federico Parravicini
Specialist Migliore console
aggiornato il 30 giugno 2018
2742 utenti hanno trovato utile questa guida

L’Amazon Prime Day 2018 inizierà il 16 luglio alle 12:00 e si estenderà fino al 17! Dal 9 luglio al 15 luglio però, preparati a tantissimi sconti di pre-apertura con offerte su migliaia di prodotti. Per accedere a questi servizi è necessario un account Amazon Prime: creane uno, con prova gratuita di 30 giorni, attraverso questo link!

N.B. La guida PS4 Pro vs Xbox One S è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Luglio 2018.

Con la presentazione di Xbox One S l’annuncio di PS4 Pro, Sony e Microsoft hanno certamente destato lo stupore di molti appassionati di videogame, i quali ovviamente hanno anche dato il via ad innumerevoli discussioni. Sebbene non si tratti a conti fatti di una nuova generazione, le console vanno a compiere i primi passi verso il 4K nativo, con degli interessanti vantaggi anche in termini di resa finale. Ma quali sono tutte le effettive differenze fra PS4 Pro e Xbox One S? In questo focus ci occupiamo appunto di sviscerare tutte le caratteristiche tecniche e la strategia dei titoli associati alle console di Microsoft e Sony, sancendo ufficialmente un nuovo eterno confronto: PS4 Pro vs Xbox One S. Vediamo tutte le differenze sulla carta e le funzioni distintive di ognuna delle due piattaforme.

PS4 Pro vs Xbox One S: novità e differenze

PS4 Pro vs Xbox One S: le caratteristiche di Xbox One S

Xbox One S arriva con un design molto più ricercato e piacevole dato anche dalla colorazione bianca, ma soprattutto con delle dimensioni molto più accessibili. Rispetto all’importanza in termini di dimensioni di Xbox One, questa edizione Slim riduce lo spazio richiesto di circa il 40%, ottimizzando anche le proprie caratteristiche interne e la connettività. Infatti, troviamo una porta USB accessibile frontalmente ed un alimentatore interno, eliminando lo spazio extra occupato dall’enorme “mattone” per l’alimentazione della console. La presenza nella confezione di vendita di uno stand verticale, inoltre, permette finalmente di posizionare la console in piena libertà.

Altra novità importante è l’introduzione dell’IR Blaster, vale a dire un sensore ad infrarossi potenziato in grado di aumentare notevolmente il raggio d’azione del controller, quest’ultimo privo di particolari novità ad eccezione della possibilità di creare un pad interamente personalizzato(al momento il servizio non è disponibile in Italia).

Dal punto di vista delle caratteristiche tecniche, Xbox One S non si differenzia particolarmente dalla precedente Xbox One, almeno in buona parte: a bordo troviamo il medesimo processore AMD coadiuvato da una GPU leggermente potenziata nella potenza di calcolo ed in grado di fornire l’unico vero upgrade per quanto riguarda il supporto a contenuti in Ultra HD. Spieghiamoci meglio, Xbox One S non è in grado di supportare giochi a risoluzione nativa 4K, né tantomeno di fornire un aumento della risoluzione dinamicamente tramite upscaling: l’upgrade riguarda la resa cromatica dell’immagine tramite il supporto all’HDR.

Passando ai contenuti 4K, Xbox One S presenta, prima di tutto, un lettore Blu Ray UHD, in grado di riprodurre film su supporto ottico Blu Ray 4K. A questo si aggiunge il supporto a contenuti multimediali online, quali – giusto per fare il nome più altisonante – Netflix. Pertanto, nessun supporto viene dato per un aumento effettivo della risoluzione all’interno dei giochi, come prevedibile data la scheda tecnica della console praticamente inalterata rispetto al passato (lettore Blu Ray a parte).

PS4 Pro vs Xbox One S: le caratteristiche di PS4 Pro

PS4 Pro rappresenta una sorta di via di mezzo – almeno sulla carta – tra le novità introdotte da Xbox One S e lo step ulteriore di Xbox One X, accogliendo per la prima volta la possibilità del gaming a risoluzione 4K anche su console, con alcune limitazioni. Come riportano le specifiche tecniche, che potete trovare più in basso, PS4 Pro si differenzia dalla precedente unicamente per la potenza di calcolo maggiore della scheda video, lasciando CPU e quantitativo di RAM al modello precedentemente installato su PlayStation 4.

Il passaggio ai 4.20 TFLOPS, dunque, va ad influire sulle possibilità grafiche dei giochi su PS4 Pro, ma in che termini? Parlando di passaggio ai contenuti in 4K, la console sarà in grado di effettuare un upscaling della risoluzione per sfruttare pienamente la risoluzione nativa dei nuovi TV, tuttavia il passaggio avviene solo attraverso l’hardware della console, mentre il gioco in sé sarà predisposto originariamente ancora per i classici 1080p. Ciò significa che il miglioramento dell’immagine è constatabile unicamente nella minore sgranatura dell’immagine, prima dovuta all’esecuzione di un titolo in Full HD su un pannello a risoluzione maggiore, ma nessun miglioramento puro di texture o in generale di qualità grafica viene apportato al gioco. L’unico salto in avanti effettivo per ciò che riguarda l’immagine avviene tramite le potenzialità del proprio televisore grazie al supporto HDR, in ogni caso appena giunto anche su PS4 e PS4 Slim tramite il recente firmware 4.0.

Al contrario, PS4 Pro beneficia di alcuni miglioramenti anche mantenendo una riproduzione a 1080p, vale a dire un miglioramento della stabilità e della fluidità di gioco: la maggiore potenza di calcolo della GPU, infatti, riesce a garantire un framerate maggiore in alcuni titoli. Ciò non significa che tutti i giochi precedentemente rilasciati su PS4 saranno in grado di passare automaticamente da 30 a 60 fps, ma alcuni di essi saranno ottimizzati per delle performance maggiori in base alla volontà diretta degli sviluppatori. Per farvi un esempio pratico, la versione PS4 di Rise of the Tomb Raider è in grado di offrire tre diverse configurazioni: risoluzione Full HD con framerate bloccato a 30 fps, 4K a 30 fps, o Full HD con dettagli leggermente inferiori ma framerate aumentato a 60 fps.

Se da una parte il mondo del PC gaming sta subendo un importantissimo passaggio alla sfera dei notebook e dei mini PC da gaming, spostando il mercato e le nuove tecnologie verso la miniaturizzazione delle piattaforme da gaming, PS4 Pro va controcorrente proponendo una macchina decisamente importante per quanto riguarda le dimensioni. Riprendendo le linee presentate per la nuova PS4 Slim, Pro ne aumenta decisamente le dimensioni guadagnando una sorta di “strato in più” dato dalle maggiori dimensioni della componentistica interna e dalle maggiori necessità di raffreddamento della stessa.

Rispetto a Xbox One S, infine, PS4 Pro si avvicina anch’essa al mondo dei contenuti multimediali in 4K, ma unicamente attraverso servizi on demand di terze parti tra cui Netflix e YouTube, non presentando a livello hardware un lettore Blu Ray 4K. Un tantino paradossale, considerando che è stata proprio Sony a lanciare prima il Blu Ray e successivamente il Blu Ray 4K come supporto ottico per la nuova generazione.

Trattandosi di una versione potenziata di PlayStation 4 e non di una console di nuova generazione, Sony ha precisato che le ottimizzazioni dedicate alla riproduzione dei giochi su PS4 Pro avverrà tramite il rilascio di un aggiornamento specifico per ogni singolo titolo. Purtroppo, questa notizia ha dato immediatamente il via ad una serie di speculazioni: di norma, si penserebbe che tali aggiornamenti avvengano in maniera automatica e, soprattutto, gratuita dopo l’acquisto della nuova console. Tuttavia, diverse voci avrebbero riportato che le patch di ottimizzazione per PS4 Pro sarebbero state distribuite a pagamento, come una sorta di DLC aggiuntivo. Gli addetti ai lavori hanno voluto commentare tali rumor, ma senza migliorare di molto la situazione, affermando che sarà solo a discrezione degli sviluppatori l’eventuale rilascio di una patch a pagamento per il passaggio al 4K su Pro.

PS4 Pro vs Xbox One S: i migliori bundle

 

PS4 Pro

PS4 Pro è destinata a supportare un upgrade grafico alla risoluzione 4K. Se da una parte troviamo oggi una console come Xbox One X, capace di offrire per la prima volta una vera e propria esperienza di gaming a risoluzione 4K nativa, PS4 Pro non riesce a raggiungere un simile livello tecnico ponendosi esattamente nel mezzo tra Xbox One X e le precedenti edizioni di PS4. Come si può constatare dalla scheda tecnica che trovate più in basso, PS4 Pro propone un’architettura molto simile lato CPU al precedente modello della console, guadagnando dal punto di vista delle potenzialità della scheda video integrata e dei consumi, chiaramente maggiori per la relativa potenza di calcolo di PlayStation 4 Pro. L’esperienza offerta da PS4 Pro è destinata a raggiungere il cosiddetto 4K dinamico, seguendo alcune tecniche molto particolari. Alcuni dei titoli supportati da PS4 Pro garantiscono un upgrade grafico “semplice”, vale a dire con un aumento della risoluzione interna, ma senza raggiungere effettivamente i 2160p offerti dal 4K nativo. In questo caso il supporto si limita al raggiungimento dei 1440p o in alcuni casi dei 1800p, raggiungendo lo standard del gaming a risoluzione 2K. Per i titoli maggiormente supportati da PS4 Pro, tra cui la maggior parte dei titoli first party firmati Sony, viene impiegata invece la cosiddetta tecnica del checkerboarding.

Puoi acquistare il prodotto su Amazon su eBay o su Gamestop

Xbox One S

Xbox One S è sostanzialmente la versione 1.1 dell’Xbox One originale, offrendo numerosi miglioramenti sul fronte delle dimensioni, dei consumi e persino della resa grafica visto che la console ora vanta una potenza computazionale maggiore. Grazie alla sua GPU/CPU potenziate, infatti, Xbox One S effettua un upscaling della risoluzione da 1080p a 2160p; il motivo di questo incremento è dato dal fatto che tutti i contenuti non videoludici della console possono lavorare nativamente in 4K, quindi per evitare immagini “sgranate” è necessario effettuare un minimo di upscaling. Se siete interessati ad acquistare una piattaforma Xbox One ma non desiderate investire in una Xbox One X per giocare in 4K allora Xbox One S è perfetta per le vostre necessità.

Puoi acquistare il prodotto su Microsoft su eBay o su Amazon In alternativa il prodotto è disponibile nelle varianti Xbox One S 500 GB + Rocket League + 3 mesi di Xbox Live Gold, Xbox One S 500 GB + Forza Horizon 3 o Xbox One S 1 TB + Assassin's Creed Origins + Rainbow Siege.

2742 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Federico Parravicini tramite i commenti.