Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
PS4 Pro

PS4 Pro

di Federico Parraviciniaggiornato il 29 marzo 2019
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su PS4 Pro presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 16 Ottobre 2019.
PS4 Pro: tutto ciò che devi sapere sulla console Sony

In anticipo sui tempi rispetto alla più recente Xbox One X ed esordendo ufficialmente con la prima console definita mid-gen, Sony ha lanciato nel 2016 la prima vera evoluzione di PlayStation 4. Anticipata per lunghi mesi con il nome in codice PlayStation 4 Neo, PS4 Pro rappresenta un salto in avanti netto rispetto all’edizione originale di PS4, con un occhio di riguardo per le sempre più ricercate esperienze di gaming in 4K. In questo articolo andremo, dunque, ad approfondire tutte le caratteristiche, le novità e le migliori offerte dedicate a PS4 Pro.

PS4 Pro caratteristiche e scheda tecnica: tutte le novità

Rispetto al primo modello di PS4 lanciato nel 2013 ed accompagnando l’ultima variante dell’edizione base della console, conosciuta come PS4 Slim, PS4 Pro vanta un’evoluzione sostanziale per quanto riguarda le componenti hardware al suo interno e per tutto ciò che queste novità comportano all’interno dell’esperienza di gioco.

La console, infatti, è destinata a supportare un upgrade grafico alla risoluzione 4K. Se da una parte troviamo oggi una console come Xbox One X, capace di offrire per la prima volta una vera e propria esperienza di gaming a risoluzione 4K nativa, PS4 Pro non riesce a raggiungere un simile livello tecnico ponendosi esattamente nel mezzo tra Xbox One X e le precedenti edizioni di PS4. Come si può constatare dalla scheda tecnica che trovate più in basso, PS4 Pro propone un’architettura molto simile lato CPU al precedente modello della console, guadagnando dal punto di vista delle potenzialità della scheda video integrata e dei consumi, chiaramente maggiori per la relativa potenza di calcolo di PlayStation 4 Pro.

L’esperienza offerta da PS4 Pro è destinata a raggiungere il cosiddetto 4K dinamico, seguendo alcune tecniche molto particolari. Alcuni dei titoli supportati da PS4 Pro garantiscono un upgrade grafico “semplice”, vale a dire con un aumento della risoluzione interna, ma senza raggiungere effettivamente i 2160p offerti dal 4K nativo. In questo caso il supporto si limita al raggiungimento dei 1440p o in alcuni casi dei 1800p, raggiungendo lo standard del gaming a risoluzione 2K. Per i titoli maggiormente supportati da PS4 Pro, tra cui la maggior parte dei titoli first party firmati Sony, viene impiegata invece la cosiddetta tecnica del checkerboarding.

In cosa consiste, esattamente, un gioco con supporto checkerboard? In sostanza, si parte da un’immagine renderizzata nativamente ad una risoluzione inferiore ai 2160p – di norma 1440p o 1800p – per poi effettuare un upscaling a risoluzione 4K nativa, guadagnando nel supersampling delle texture di gioco. L’immagine finale, dunque, sarà renderizzata ad una risoluzione finale inferiore al 4K nativo, ma guadagnando diversi filtri di post-processing ed asset a 2160p. Un simile risultato è perfettamente in grado di offrire un impatto visivo sensibilmente superiore alla classica esperienza a risoluzione Full HD.

Esempi di upgrade su PS4 Pro (grazie a Eurogamer)

Non per questo, in ogni caso, tutti gli utenti interessati a PS4 Pro sono obbligati a possedere un monitor o TV 4K, in quanto la console permette un supporto anche per quanto riguarda il gaming 1080p. In questo caso il supporto ai giochi è variabile, passando dal “semplice” aumento del dettaglio grafico garantito dal supersampling, fino ad un aumento netto dal punto di vista delle performance in-game. Ciò significa che, laddove previsto dal gioco, PlayStation 4 Pro su un monitor Full HD permette di effettuare una scelta tra grafica migliorata e framerate migliorato, in quest’ultimo caso offrendo i 60 fps non raggiungibili con la classica PS4. Al di là del dichiarato supporto da parte delle software house per quanto riguarda gli incrementi del framerate, un miglioramento da questo punto di vista viene garantito anche a tutti i titoli PlayStation VR, che riescono a vantare una maggiore fluidità pur senza particolari upgrade dal punto di vista della qualità visiva.

Rimane comunque fondamentale specificare che il supporto a PlayStation 4 Pro non sempre viene garantito in maniera immediata per tutti i nuovi titoli in uscita. Se da una parte questo tipo di supporto è quasi scontato per tutti i titoli first party, dall’altra lo sviluppo di miglioramenti ed eventuali nuove funzionalità è totalmente a discrezione degli sviluppatori. La lista in aggiornamento dei titoli supportati è disponibile direttamente a questo indirizzo.

Supersampling su PS4 Pro a 1080p a sinistra, Checkerboard a 2160p sulla destra (grazie a IGN)

PS4 Pro riesce comunque ad offrire, in ogni caso, una sorta di supporto aggiuntivo garantito dalla cosiddetta Modalità potenziata. Si tratta di una funzione disponibili all’interno delle impostazioni di sistema che dovrebbe portare dei miglioramenti in termini di performance per tutti i titoli non nativamente supportati da PlayStation 4 Pro. Una funzione che, viceversa, potrebbe anche portare a qualche problema laddove si forzi un livello di prestazioni non previsto nativamente da un determinato titolo.

Ai miglioramenti lato hardware si aggiungono anche importanti novità lato software, con il pieno supporto al contrasto dinamico HDR, capace di arricchire il livello grafico raggiunto con la risoluzione Ultra HD con una fedeltà cromatica assoluta ed adattabile alle condizioni atmosferiche reali all’interno dell’ambiente di gioco.

PS4 Pro modelli: tutte le varianti della console

Parlando di design e di modelli, PS4 Pro riprende le linee adottateda Sony con il lancio di PS4 Slim, aumentandone in maniera importante le dimensioni. In sostanza, con PS4 Pro ci troveremo con una PS4 Slim a due piani. Sicuramente questo è dato dai nuovi componenti che, nonostante l’ottimizzazione, hanno dovuto occupare maggiore spazio all’interno della scocca per garantire allo stesso tempo un ambiente ideale per la giusta dissipazione del calore.

Al momento PlayStation 4 Pro è disponibile in un solo modello, con HDD da 1 TB, quest’ultimo comunque sostituibile con un altro HDD o SSD, oppure affiancato dal collegamento di un hard disk esterno per aumentare in facilità lo spazio di archiviazione della console.

Nonostante questo, è pur vero che esiste sul mercato, esattamente come per le varianti di Chassis nel primo modello di PS4, una PS4 Pro Chassis B. Mancando totalmente qualsiasi tipo di informazioni circa novità o differenze rispetto al primo modello di PS4 Pro Chassis A, è facile immaginare che questa definizione faccia semplicemente riferimento ad una nuova linea di produzione senza differenze di sorta. In caso contrario, riporteremo tutte le informazioni necessarie non appena sarà stata fatta chiarezza.

Qualsiasi tipo di differenza non intaccherà, in ogni caso, il supporto a tutti i giochi della famiglia PS4. Il nuovo upgrade a PS4 Pro non comporta, infatti, la presenza di esclusive per quest’ultima console, mantenendo PlayStation 4 all’interno di un’unica famiglia. Tutti i titoli in uscita o supportati tra quelli già disponibili sono giocabilli indifferentemente per entrambe le console, portando su PS4 Pro nuove funzionalità a livello grafico, ma non di gameplay.

PS4 Pro opinioni: vale la pena comparla?

Diciamo che, nel confronto diretto con le ultime console di casa Microsoft, con Xbox One S capace di supportare l’HDR e i soli contenuti multimediali in 4K e Xbox One X che punta invece ad una vera e propria nuova generazione, PS4 Pro si piazza nel mezzo, proponendo una soluzione non troppo dispendiosa per godere dei contenuti di ultima uscita e in arrivo nei prossimi mesi al massimo delle loro possibilità.

Si tratta, dunque, di un acquisto consigliato? La risposta, banalmente è dipende. Dipende da diversi fattori: nel caso siate in possesso di un monitor 4K e volete godere di un effettivo salto qualitativo dal punto di vista del comparto grafico, PS4 Pro può davvero rappresentare un investimento utile. l’impatto visivo sui titoli di nuova generazione è effettivamente strabiliante da questo punto di vista.

Produzioni first party come Uncharted o Horizon Zero Dawn riescono a portare ad un livello qualitativo unico e sensibilmente superiore sul modello Pro, ma anche diversi titoli third party vantano un supporto notevole. Prendiamo come esempio l’ultimo NBA 2K18, che su PlayStation 4 Pro riesce a raggiungere la vera e propria risoluzione 4K nativa, mantenendo le performance sui 60 fps fissi, con risultati davvero maestosi. Non mancano, ovviamente, anche i contenuti multimediali in 4K, con il rinnovamento da parte del colosso nipponico con YouTube e, soprattutto, Netflix, che supportano i contenuti in 4K proprio con PS4 Pro.

 

21 febbraio 2018