Cos’è e a cosa serve la profondità di campo

Introduzione

La profondità di campo (PdC o DoF, dall’inglese depth of field), fondamentale per la riuscita dello scatto, guida lo spettatore all’interno dell’immagine accompagnandolo nella tridimensionalità dei suoi elementi visivi.

Profondità di campoPer profondità di campo si intende quella parte dll’immagine in cui gli oggetti appaiono a fuoco ed è in strettissima relazione con l’apertura di diaframma, l’angolo di ripresa, la vicinanza con il soggetto e la sua lunghezza focale.

Quando scattiamo, la parte dell’immagine che appare più nitida delle altre, viene chiamata campo nitido, si tratta dell’intervallo di distanze davanti e dietro il soggetto in cui non riusciamo a percepire una reale sfocatura o comunque, la tolleriamo.

Il saper sfruttare e gestire la profondità di campo è segno di buona conoscenza della tecnica fotografica, scopriamo quindi com’è in relazione alle altre variabili che creano una fotografia.

Distanza dal soggetto

La messa a fuoco di un soggetto molto lontano produce più profondità di campo rispetto a quella di un soggetto vicino. Esiste però un modo per poter estendere la nostra profondità di campo sia ad elementi in primo piano che a quelli presenti nello sfondo; grazie alla distanza iperfocale (immagine sottostante) è possibile mettere a fuoco tutti gli elementi della scena contemporaneamente e uniformemente.

Profondità di campoQuest’ultima richiede di impostare fuoco all’infinito e con un certo valore di diaframma a seconda della lunghezza focale utilizzata: nel momento in cui tutti gli elementi del primo piano e tutti quelli dello sfondo appariranno a fuoco avrete trovato il punto di distanza iperfocale. Sono state sviluppate comodissime applicazioni sia per iOS – “Simple Dof Calculator” – che Android – “Dof Calculator” – per poter calcolare esattamente la profondità di campo e la distanza iperfocale di una certa lente immettendo come unici dati la lunghezza focale, il diaframma e la distanza dal soggetto.

Apertura del diaframma

Anche il diaframma, come già approfondito nell’articolo a lui dedicato, influenza la profondità di campo. Un diaframma molto aperto, per esempio f/2.8, ci darà una profondità  di campo limitata ed aumenterà l’effetto dello sfocato prima e dopo il soggetto; contrariamente un diaframma chiuso, f/16, farà  aumentare la nostra profondità di campo costringendoci però ad allungare i tempi di esposizione o ad aumentare gli ISO.

Profondità di campo

Lunghezza focale

Profondità di campoSolitamente una lunghezza focale maggiore offre meno profondità di campo e viceversa, bisogna fare però una precisazione che riguarda l’utilizzo che viene fatto di una determinata lente.

Facciamo un esempio: scattando una pallina da tennis a 10 metri con un 500 mm a diaframma f/4 montato su una macchina full frame avremo una profondità  di campo di 9 cm circa, se montassimo invece un 50 mm mantenendo gli stessi parametri precedenti passeremmo a più di 10 metri di profondità di campo. Diversamente se ricomponessimo l’immagine facendo in modo che la pallina abbia la stessa dimensione che aveva quando era inquadrata con il 500 mm, dovremmo avvicinarci alla distanza di 1 metro e otterremmo la stessa profondità  di campo di 10 cm circa.

Conclusioni

Tenendo presente tutti questi elementi, la profondità di campo, se padroneggiata, arricchirà la vostre foto donando carattere e tridimensionalità. Attenzione però, i suoi limiti operativi sono comunque presenti quindi dovrete avere sempre bene in mente l’immagine che vorrete ottenere ancor prima di scattarla. Se al primo tentativo  non otterrete l’obiettivo prefissato, non demordete, continuate a provare variando angolature, punti di ripresa, composizioni e parametri di scatto. Al termine di questo percorso avrete ottenuto l’immagine che tanto desideravate oppure una completamente diversa, ma che se soddisfa ancor di più le vostre aspettative perché frutto di tentativi, errori e passione.

Top

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi