Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Prey

Prey

di Stefano Zocchiaggiornato il 27 giugno 2018
valutazione finale9
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Prey presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 20 Novembre 2018.
E3 2018, annunciati nuovi contenuti per Prey

Aggiornamenti Prey

Dal palco dell’E3 2018 Bethesda ha annunciato un sacco di nuovi progetti, ma anche delle novità per alcuni dei suoi titoli principali. Uno di questi è Prey, che, rilasciato nel 2017, era rimasto sino ad ora senza nessun segno di vita; nel corso della presentazione sono stati annunciati due nuovi DLC e altre aggiunte.

Prey DLC Mooncrash: storia e caratteristiche

Il nuovo DLC per Prey si chiama Mooncrash e, a differenza di quello che si aspettava il pubblico, non è un semplice nuovo spezzone di trama ma qualcosa di più complesso. Ambientato sulla superficie lunare, Mooncrash racconta la storia di Peter, un hacker nascosto in un satellite spia che cerca di svelare i segreti della TranStar, la corporation che ha causato le vicende della trama principale. Peter si è accorto che le comunicazioni con la base lunare sono state interrotte, e ha deciso (o meglio, la corporation rivale che lo ha assunto ha deciso per lui) di entrare nella base a investigare, ma in una maniera sicura, sfruttando la realtà virtuale per “rivivere” le esperienze di membri della stazione.

L’idea alla base del gioco è di creare una versione roguelite di Prey, con nemici casuali e da rigiocare più e più volte. Seguendo la strada tracciata da DLC come quelli di Resident Evil 7, si tratta quindi di un contenuto che va a creare esperienze nuove, invece di dare ai giocatori altri contenuti sullo stile del gioco principale. Dovremo cercare di recuperare armi e sopravvivere per poter svelare i misteri della base e salvare la pelle, sbloccando nuovi elementi con ogni partita. Il costo del DLC è di 19,99€.

Sono state aggiunte inoltre tre nuove modalità di gioco disponibili gratuitamente, che vanno a cambiare la campagna: Story, che permette di godersi la trama di Prey senza preoccuparsi dei combattimenti, Survival, che lascia da parte interamente la trama per concentrarsi sulle meccaniche, e un New Game+ per ripetere la campagna con i vari bonus e oggetti in più.

Il DLC è già disponibile immediatamente dai vari store; se avete già il gioco principale potete acquistarlo da ora, e se non lo avete vi invitiamo a leggere la nostra recensione.

Prey DLC Typhon Hunt

Ancora più diverso è il secondo DLC menzionato in questo E3, Typhon Hunt, che risulta però indissolubilmente legato al primo: il secondo DLC è gratuito per i possessori di Mooncrash, quindi è più da considerare come un’aggiunta del precedente lavoro. A differenza del primo, già negli store, sarà disponibile verso la fine di quest’estate e sarà un’esperienza completamente multiplayer.

Qualcosa di completamente nuovo, infine, è il fatto che si tratta di un gioco con funzionalità VR compatibile con tutti i visori disponibili al pubblico, e che ci permetterà di giocare finalmente dalla parte degli alieni: se uno dei giocatori interpreterà infatti un protagonista umano, gli altri indosseranno i panni dei Typhon, gli alieni mutaforma in grado di camuffarsi nell’ambiente e assumere le sembianze di qualunque oggetto, e dovranno cercare di eliminare il giocatore umano prima che abbia raccolto troppe armi e potenziamenti.

Si tratta certo semplicemente di una versione fantascientifica e high tech di una partita a nascondino, ma promette molti spaventi e un’esperienza di gioco completamente nuova, con il giocatore umano che osserverà l’ambiente in VR.

Prey miglior prezzo e offerte

Il gioco ormai ha raggiunto una fase della sua vita in cui il prezzo base è stato abbassato significativamente, vista la data di lancio del 2017 e la sua essenza single player, e non è affatto raro trovare offerte che si avvicinano anche ai 20€. Consigliamo comunque l’edizione speciale per chi volesse provare anche i DLC, visto che sono edizioni che costano sempre meno del comprare i giochi singolarmente uno per uno.

Puoi acquistare il prodotto su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa il prodotto è disponibile nelle varianti Versione Xbox One o nella variante Versione PC.

11 giugno 2018
Prey ora disponibile, la nostra recensione

Prey recensione: Arkane Studios ce l’ha fatta?

Prey è un RPG fantascientifico vecchia scuola, sullo stile di System Shock, e testarlo richiede tempo e cura per poter assicurarsi che tutti i sistemi siano bilanciati a puntino. Ma dopo molte riflessioni siamo pronti a dare ordine ai nostri pensieri e a valutare se l’obiettivo di fondere tradizione e design moderno sia stato raggiunto o no.

Potete sapere cosa ne pensiamo leggendo la nostra recensione a questo link. Ecco una breve anteprima: “Come già provato con Dishonored e Dishonored 2, anche l’ultimo Prey ci insegna come sia possibile creare un piccolo capolavoro anche sacrificando qualche aspetto normalmente cruciale all’interno di questi tipi di esperienze.” Come regge alla prova del mouse (o controller) una volta che sta effettivamente a noi esplorare la stazione spaziale? Offre davvero quelle potenzialità di “gioca come vuoi” che Arkane ha tanto vantato?

Prey opinioni: il giudizio delle principali testate italiane

Come ci ricorda Eurogamer, non è mai un buon segno quando i publisher decidono di non inviare copie in anteprima per poter effettuare le recensioni – questa mossa è quasi sempre effettuata per evitare che siano rivelati gravi difetti prima che i fan abbiano già comprato il gioco, e Bethesda ha deciso di applicarla a tutti i suoi titoli. Ma per quanto la preoccupazione per il futuro resti, in questo caso l’impressione è molto positiva, con la testata italo-europea che loda la libertà di approccio che il gioco permette e le sue armi e potenzialità uniche.

Grandi lodi per la trama da parte di Everyeye, che però sottolinea che dal punto di vista tecnico siamo lontani dal capolavoro, con texture ed effetti particellari che risultano un po’ indietro rispetto ai tempi, anche se lo stile artistico giudicato magnifico compensa i problemi tecnici e lo rende un problema relativo. Multiplayer.it è invece più cauto nel tessere le lodi del titolo dal punto di vista grafico, affermando che, per quanto valido, a loro parere si nota una mancanza di veri e propri scorci che lascino a bocca aperta. Ma le critiche sono tutte concentrate sui dettagli, e il gioco ha accumulato voti che si assestano su una media alta.

17 maggio 2017
Prey ora disponibile sulle maggiori piattaforme

Prey uscita e prezzo in Italia

L’attesa è finita: Prey, il nuovo RPG sparatutto fantascientifico di Bethesda e Arkane Studios, è finalmente approdato sulla nostra stazione spaziale in data 5 maggio 2017Prey è disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC ed è acquistabile per tutte le piattaforme direttamente da Amazon, cliccando su questo link o sui pulsanti presenti su questa pagina.

Prey edizioni: quale scegliere?

Bethesda non pare aver voluto investire in maniera esagerata nel creare molte versioni diverse del gioco. Prey è disponibile solamente in due edizioni sul sito ufficiale, senza nessun extra o oggetto in più – ad eccezione di un fucile a pompa e qualche altro oggetto per chiunque abbia preordinato il gioco, indifferente dalla versione scelta. Tolti i preordini e , il gioco è disponibile in edizione standard o in edizione digital deluxe: standard contiene semplicemente il gioco di base, mentre deluxe ci permette di comprare il gioco e tutti i futuri DLC a un prezzo scontato rispetto all’acquisto separato.

Le edizioni speciali disponibili sono infatti limitate a specifici retailer: EBGames offre una speciale Prey Limited Edition, che contiene oltre a oggetti cosmetici una statuetta di un Typhon, uno dei mostriciattoli che popolano il gioco, mentre GAME propone una Prey Collector’s Edition che include steelbook e soundtrack su CD. Per i fan più appassionati potrebbe risultare quindi difficile recuperare queste edizioni, vista la loro scarsità dovuta all’esclusiva.

Prey trailer di lancio e gameplay

Il trailer è girato in maniera molto frenetica, ma ci sono comunque informazioni che possiamo ricavare con uno sguardo attento. Possiamo vedere un esempio dei nemici, degli ambienti e dei poteri a nostra disposizione, tra cui spicca all’occhio il GLOO Cannon, la pistola spara-cemento in grado di creare sfere appiccicose che vengono usate in questo video per risolvere problemi diversi, come tappare buchi in tubi contenenti gas infiammabile o creare appigli per raggiungere una piattaforma. Vediamo anche molti Typhon in vari tipi diversi, da quella che possiamo ritenere la loro “forma ragno” originale a creature umanoidi che sembrano dotate di poteri particolari, fino a qualcosa di decisamente più mostruoso (forse un boss?). Ci sono anche dei passaggi in cui il protagonista sembra combattere assieme a dei compagni, ma soprattutto vediamo un esempio dei poteri di trasformazione dei Typhon usati dal protagonista, che si trasforma in una torretta per attaccare i nemici.

Puoi acquistare il prodotto su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa il prodotto è disponibile nelle varianti Versione Xbox One o nella variante Versione PC.

5 maggio 2017
Prey, annunciato ufficialmente il reboot della serie

Se fate parte della vecchia scuola dei videogiocatori, potreste ricordare una serie chiamata System Shock. La serie, composta da RPG fantascientifici così complessi da essere quasi impenetrabili al giocatore medio, mischiava horror e fantascienza in una maniera nuova per gli anni ’90, facendo sia innamorare che tremare di terrore chiunque si avventurasse nei corridoi delle navi spaziali in cui erano ambientati gli episodi, con una trama intrigante e piena di colpi di scena che li ha resi giochi di culto. Le idee della serie (assieme al nome) sono state riprese dai più recenti BioShock, ma per chi di voi sentisse la mancanza di quel mix di fantascienza e gameplay unico, c’è un gioco che prova a riportarlo in auge: Prey.

Prey news: tutte le novità conosciute ad oggi

C’è un motivo se parte della critica ha soprannominato Prey “Bioshock 3”. Rivelato sul palco dell’E3 2016, il gioco si richiama a quel tipo di RPG incentrati sulla storia e sui colpi di scena, in cui poter utilizzare speciali poteri che elementi presenti nel mondo di gioco saranno in grado di donarci – una scelta sorprendente, se si considera che si tratta tecnicamente di un reboot dell’omonimo Prey, anch’esso sparatutto fantascientifico/horror ma senza meccaniche RPG e basato sui miti delle popolazioni native americane. Ma gli sviluppatori sono sempre stati chiari: usare il nome di Prey non è stato una loro scelta, e il debito verso System Shock è qualcosa che hanno ribadito più volte.

La trama: fantascienza dura e pura

Ci si avventura nello spazio, quindi. Vestiremo i panni di Morgan Yu, il/la protagonista (a seconda di che sesso si scelga all’inizio) di un’avventura che fa della fantascienza un po’ scienza e un po’ filosofia uno dei suoi punti di forza: la stazione è preda dei Typhon, organismi alieni i cui poteri sono in grado di piegare le leggi della fisica e che paiono aver sterminato la maggior parte degli esseri umani in orbita, e Morgan ha degli evidenti problemi di memoria a riguardo. Il gioco, della cui trama vogliamo intenzionalmente svelare il meno possibile, affronta alcuni dei temi classici del genere, presentando personaggi e situazioni che metteranno alla prova il nostro senso morale, ci faranno riflettere su quali sacrifici siamo disposti a fare per il bene comune e ci chiederanno cosa significhi essere umano. Tutto questo una volta saliti a bordo di una stazione spaziale interamente esplorabile, in cui starà a noi mettere insieme indizi e documenti per scoprire esattamente cosa sia successo alla ciurma e agli scienziati che conducevano esperimenti segreti in quei corridoi.

E cosa dire di questa ambientazione? La stazione spaziale è bellissima, realizzata in uno stile che si sposa perfettamente con la realtà alternativa del gioco, in cui la “epoca d’oro” degli Stati Uniti sotto Kennedy non si è interrotta bruscamente. Uno stile a metà tra l’Art Noveau e gli uffici moderni, che anch’esso richiama le atmosfere di BioShock, si sposa con sprazzi più realistici, in zone della stazione spaziale costruite decenni prima dell’arrivo del nostro protagonista e che ricordano molto l’aspetto che hanno le strutture nello spazio al giorno d’oggi. Il CryENGINE rende ogni ambientazione sopraffina, dagli alloggi dell’equipaggio ai disorientanti labirinti di cunicoli e tunnel che collegano le parti industriali della stazione, fino allo spazio esterno in cui possiamo vagare in completa assenza di gravità, spostandoci tra una sezione e l’altra.

Il gameplay: la libertà è fondamentale

Per quanto riguarda il gameplay, siamo di fronte a un RPG lento, dove gli incontri vanno affrontati come se fossero puzzle per cui cercare una soluzione piuttosto che lanciandoci all’assalto ad armi spianate. Il gioco non è pensato per usare un fucile a pompa come soluzione universale: dobbiamo sfruttare le abilità (sia umane che aliene) che possiamo sbloccare nel corso degli eventi, possiamo lanciare oggetti, scappare nei condotti di manutenzione o hackerare le torrette automatiche in modo che si concentrino solo sui nostri nemici. Ciò è reso ancora più interessante dal GLOO Cannon, un fucile in grado di sparare “palle” di cemento leggero che si attaccano alle pareti e possono essere usate per costruire scale e piattaforme, sigillare buchi, bloccare porte o paralizzare i Typhon. La libertà è al centro del design del gioco, ma attenzione: tra i poteri dei Typhon c’è anche il potersi cammuffare in modo da diventare identici a oggetti nell’ambientazione, e non si può mai sapere se quella lampada sul tavolo ci salterà addosso o no appena ci avviciniamo.

Ovviamente, è normale sentirsi un po’ sopraffatti da tutti i sistemi, le abilità, le meccaniche e le possibilità che Prey ci offre per poter risolvere i nostri obiettivi; per aiutarci a prendere la mano col gioco, abbiamo compilato una lista di guide per Prey consultabili a questo indirizzo. Non abbiamo creato un walkthrough o qualcos’altro che tocchi la trama e gli indovinelli principali, ma abbiamo deciso di concentrarci sullo spiegare le meccaniche di gioco, i requisiti minimi di sistema e altri dettagli sia sul lato tecnico che sul lato del gameplay e del mondo del gioco.

Per tutte le informazioni sul gioco e sui futuri (possibili) DLC menzionati da Bethesda, continuate a seguire questa pagina con le news di Prey.

5 maggio 2017
Bethesda trasforma Prey in un RPG?

Prey rumors: tutto quello che c’è da sapere prima dell’annuncio

Per quanto fosse un interessantissimo esempio di gameplay creativo, con i suoi cambi gravitazionali e un modo tutto suo di affrontare la morte, e nonostante avesse sperimentato con i portali ben un anno prima dell’uscita di Portal, è impossibile negare che dalla sua uscita nel 2006 Prey (l’originale) sia quasi scomparso dalla memoria dei giocatori, e che i pochi che ne ricordano il nome non lo distinguono dagli altri titoli dell’ondata di sparatutto degli anni 2000. È un peccato: anche se assolutamente non perfetto, il lavoro effettuato da Human Head Studios era innovativo in una maniera molto rara al giorno d’oggi, e la sua fusione di cultura Cherokee e horror tecno-biologico non merita assolutamente l’oblio in cui è finita. I proprietari dei diritti del gioco hanno deciso di fermare la distribuzione, e non è più possibile acquistarlo in maniera legale da nessuna parte. Una fine ingloriosa, che fa tornare in primo piano il problema della conservazione dei giochi in un mondo digitale: Prey, al giorno d’oggi, è letteralmente svanito nel nulla e nessuno ci può più giocare.

I rumor su un possibile seguito si sono accumulati per anni, ma Prey 2 pareva destinato ad affrontare lo stesso inferno burocratico e amministrativo che il primo episodio aveva affrontato dopo il rilascio. Annunciato immediatamente in seguito al lancio del predecessore, il gioco iniziò il suo sviluppo effettivo solo nel 2009, tre anni dopo, con il passaggio dei diritti sul titolo da 3D Realms a Zenimax Media, società che controlla Bethesda. Il publisher, più famoso all’epoca per i suoi titoli RPG che per gli sparatutto in prima persona, annunciò nel 2011 che si sarebbe impegnato a portare il titolo sugli scaffali, ma dietro le quinte le cose non andavano affatto bene: Human Head Studios cessò ogni sviluppo pochi mesi dopo l’annuncio, e il gioco fu cancellato ufficialmente nel 2014 da Bethesda nonostante gran parte dei contenuti fossero già stati creati, citando come causa il fatto che non raggiungesse gli standard che il publisher si aspettava. Il mondo cyberpunk alieno in cui interpretare un cacciatore di taglie sopravvissuto agli eventi del primo episodio, e nonostante la tristezza dei fan per qualche tempo non se ne è più sentito parlare.

Ed è diventato infine ufficiale l’annuncio che il nuovo Prey uscirà nel 2016 e sarà un reboot della serie, non un seguito, spostandosi verso un approccio molto più RPG. Quanto manterrà intatti i temi e le idee che presentava il gioco originale, questo non ci è ancora dato sapere, ma le prime informazioni mostrano un gioco estremamente diverso; possiamo solo accendere un cero per il Prey del 2006 e affrontare questo nuovo gioco con una mentalità aperta.

3 maggio 2017