Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa

pi-topCEED: desktop modulare per la Raspberry Pi

di Giovanni Matteiaggiornato il 13 novembre 2015

Sappiamo bene cos’è in grado di fare fare e permettere di fare la Raspberry Pi 2. Sia che si tratti di “giocarci” o per prendere dimestichezza con le dev board e la programmazione, l’avvento di questo genere di prodotti sta pian piano rimodulando il concetto di apprendimento – purtroppo molto più all’estero che qui da noi in Italia.

A dare manforte a questo dato di fatto, arriva in questi giorni la proposta di una nota azienda londinese con il suo pi-topCEED. Di che si tratta? Come si può vedere dalla pagina su Indiegogo, sì è un prodotto in crowdfunding, è una soluzione desktop modulare che permette di utilizzare qualsiasi versione di Raspberry Pi in tandem ad uno schermo con risoluzione HD da 13,3”.

Perché modulare? Perché una volta spesi i 99$ per portarselo a casa, aprendo il vano subito sotto al pannello LCD è possibile inserire di volta in volta tutte le dev board che la Raspberry Pi Foundation rilascerà in futuro sul mercato. Questo permette ad istituti scolastici di mettere nella mani dei suoi studenti – ma anche in famiglia – un prodotto sempre nuovo e al passo coi tempi.

Ma c’è di più: l’azienda che ha sviluppato questo inedito case, abbina il tutto al suo sistema operativo customizzato, chiamato pi-topOS che viene offerto sotto forma di SD card preinstallata ed offre out-of-the-box i tool necessari per imparare a programmare – e giocare, grazie a Minecraft. Il case è munito di un piccolo stand che permette di inclinare la struttura di 180° oppure, per chi lo vuole, di appenderlo al muro.

Per chi volesse prendere parte a questo interessante progetto educativo, la raccolta fondi che ha già superato il cap minimo richiesto e scade fra ventotto giorni.