Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
PES 2019

PES 2019

di Federico Parraviciniaggiornato il 13 agosto 2018
La storia del prodotto
Questa pagina raccoglie tutte le news a tema PES 2019 ed è costantemente aggiornata. Il contenuto in cima è il più recente e l'ultimo aggiornamento risale al 14 Dicembre 2018.
PES 2019: disponibile la demo gratuita su PS4, Xbox One e PC

PES 2019, più di ogni altra edizione dell’ormai ben nota serie calcistica firmata Konami, si trova di fronte ad un punto di svolta nei confronti del pubblico così come della concorrenza sempre più agguerrita. Se da una parte troviamo un titolo che si prepara ad affinare ulteriormente un sistema di gioco profondo, appagante e assolutamente realistico per gli amanti di questo sport, dall’altra PES 2019 deve fare i conti con una sempre più importante questione legata alle licenze ufficiali presenti per squadre e competizioni. Dopo il mancato rinnovo degli accordi con l’UEFA, la serie Konami perderà quest’anno la presenza esclusive delle licenze per UEFA Champions League ed Europa League, a vantaggio di un FIFA 19 pronto a calare l’asso pigliatutto. Nonostante mancanze tanto significative, PES 2019 ha molto da offrire agli appassionati, con alcune novità di rilievo per quanto riguarda il sistema di gioco ed alcune interessanti chicche riservate alle modalità più amate delle ultime edizioni della serie.

PES 2019 news: tutte le novità del titolo calcistico di Konami

Per sopperire alla mancanza delle importanti licenze citate poc’anzi, PES 2019 punta tutto in questa nuova edizione sulla rifinitura ulteriore di quel sistema di gioco che ha saputo soddisfare in maniera convincente gli appassionati del gameplay calcistico altamente simulativo. Da questo punto di vista PES 2019 non intende smentirsi, mirando a limare quei piccoli deficit che avevano fatto storcere il naso nella passata edizione della serie, sia dal punto di vista della qualità che della quantità (con tutte le limitazioni del caso).

Modalità: per le novità di rilievo ci sarà ancora da attendere

Partiamo subito con le note dolenti: sia in fase di annuncio sia durante la nostra prova diretta del titolo (che potrete trovare scorrendo più in basso), dal punto di vista delle modalità non sarà sicuramente il prossimo PES 2019 a rappresentare quel rinnovamento che in tanti si sarebbero aspettati. Con un FIFA 19 pronto a riconfermare una modalità carriera single player tanto acclamata come Il Viaggio e a puntare ancora in maniera massiccia sull’ormai storico FUT, PES 2019 intende concentrare la propria attenzione solo sul comparto PvP, con una modalità My Club che andrà ad aggiungere piccole ma significative novità, specialmente per quanto riguarda le presenze illustri delle leggende del passato; una su tutte si fa notare la presenza tra i giocatori storici di David Beckham, protagonista quest’anno anche dell’edizione speciale del titolo.

Gli amanti del gioco offline dovranno quindi accontentarsi di alcune minime novità per quanto riguarda i trasferimenti nella Master League e piccole limature alla modalità Diventa un Mito, ancora lontana dal raggiungere le vette della concorrenza. Da questo punto di vista, dunque, è indubbio che Konami dovrà ancora lavorare parecchio per colmare un gap che si sta rivelando sempre più netto.

Gameplay: maggiore dinamicità per un gioco più coinvolgente

Le maggiori novità, come facile aspettarsi, riguardano senza dubbio il gameplay di PES 2019. Da questo punto di vista, Konami ha ribadito la volontà di voler rifinire ulteriormente un sistema di gioco già reso molto profondo nelle due passate edizioni con una maggiore dinamicità. In questo senso dovrebbe giovarne sicuramente il ritmo delle partite, che perderanno quell’attendismo un po’ troppo marcato per dare maggiore coinvolgimento alla manovra d’attacco e all’organizzazione difensiva. Se da questo punto di vista non possiamo che essere contenti della direzione di PES 2019 a livello di giocatore attivo, tutto è da vedere invece per quanto riguarda l’IA avversaria, ancora con qualche dettaglio da limare, soprattutto per quanto riguarda la gestione della difesa avversaria.

Un secondo aspetto su cui sta lavorando attivamente Konami è il sistema di controllo e fisica del pallone, con un Touch Control che arriverà rinnovato in PES 2019 e permetterà un contatto con il pallone più naturale e realistico; rapido e predisposto alle giocate di prima per i giocatori più tecnici, più fisico per altri tipi di giocatori, che tenderanno a coprire maggiormente il pallone prima di effettuare la giocata verso il compagno. Proprio le individualità dei giocatori saranno messe in primissimo piano nel nuovo titolo per rendere ogni squadra unica e con il proprio stile di gioco. PES 2019 vedrà infatti l’introduzione di nuove abilità specifiche, dal cambio di direzione rapido di 180° agli scambi incrociati, fino alla freddezza nei rigori.

Licenze: si punta nuovamente sulle partnership, con qualche piccola esclusiva

Nonostante l’ormai ufficiale perdita della licenza UEFA per Champions League ed Europa League, PES 2019 punterà nuovamente sulle squadre partner, oltre ad una serie di licenze nuove ed esclusive. Per quanto riguarda queste ultime, il titolo vedrà la presenza esclusiva della Russian Premier League, a cui si aggiungono campionati di rilievo come la Liga Argentina, il Campeonato Brasileiro, L’Eredivisie olandese e diverse altre leghe totalmente licenziate in forma ufficiale. Per quanto riguarda i club partner di PES 2019, si rinnova anche quest’anno la partnership con il Barcellona, insieme a Liverpool, Arsenal, Shalke 04, Monaco e le due squadre nostrane Milan e Inter. Queste ultime potranno anche vantare un’edizione esclusiva con copertina personalizzata all’uscita del gioco.

PES 2019 PS4 e PS4 Pro

Anche quest’anno PES 2019 garantirà pieno supporto alle cosiddette console mid-gen, con un comparto grafico dedicato a PS4 Pro che passa dalla modalità Full HD ad una risoluzione 4K dinamica tramite checkerboard e pieno supporto HDR per una resa cromatica molto più ricca ed un dettaglio decisamente maggiore.

PES 2019 Xbox One e Xbox One X

Discorso simile anche per quanto riguarda i possessori di Xbox One S e Xbox One X. Nel primo caso, come sempre, la console Microsoft garantirà il supporto HDR sui monitor e TV compatibili, mentre su Xbox One X il supporto si estenderà fino a garantire una risoluzione 4K nativa per il miglior livello di dettaglio grafico disponibile su console.

PES 2019 Nintendo Switch

Nessuna notizia, e non ne arriveranno certamente prima dell’uscita del gioco, per quanto riguarda una possibile edizione Nintendo Switch di PES 2019. Nonostante anche Konami si sia detta pronta a dare il proprio contributo per supportare l’ultima console della grande N, questa non vedrà anche quest’anno – almeno per il momento – l’ultima edizione di PES.

PES 2019 anteprima: la nostra prima prova con il nuovo titolo

Nel nostro primo contatto diretto con PES 2019 abbiamo potuto sicuramente ricevere conferme importanti su quanto visto precedentemente nelle novità riservate a questa nuova edizione, ma anche far crescere qualche dubbio su alcuni aspetti che speriamo potranno essere risolti prima del lancio ufficiale, ormai davvero vicinissimo. La demo su cui abbiamo potuto mettere le mani è molto vicina a quanto vedremo nella release finale, pur con qualche aspetto ancora aperto ad ulteriori interventi da parte degli sviluppatori; e sarà sicuramente la versione di anteprima su cui anche i giocatori potranno mettere le mani tra non molto in vista del rilascio della demo gratuita su PC e console.

A nostra disposizione pochi club e due nazionali, nello specifico Argentina e Francia, con cui poterci mettere alla prova. Due le arene, con un Camp Nou in grande forma e capace di offrire degli scorci splendidi all’apertura della scena di introduzione alla gara. Ma entriamo subito nel vivo dell’azione e parliamo delle nostre impressioni sulle novità riservate al gameplay di PES 2019. La primissima impressione è che il lavoro fatto dal team di sviluppo sulla dinamicità dell’azione di gioco abbia garantito finalmente un salto in avanti sul ritmo generale della partita. Ora il sistema di gioco di PES 2019 riesce ad adattarsi perfettamente non solo ad un gioco ragionato, ma anche ai giocatori più avvezzi alle giocate rapide.

Questo risultato si nota immediatamente per un aspetto in particolare: l’azione risulta sempre dinamica e coinvolgente indipendentemente dall’utilizzo dello scatto. Ciò significa che anche la condizione fisica dei giocatori rappresenta un aspetto fondamentale nella gestione della partita, con l’energia che sarà fondamentale proprio per controllare eventuali ripartenze rapide in cui – in questo caso sì – lo scatto sarà comunque importante per superare in velocità una linea difensiva scoperta.

Da questo punto di vista abbiamo comunque notato una problematica che da troppo tempo di porta dietro la serie di PES, e riguarda proprio la gestione della stamina dei giocatori. Così come nelle passate edizioni, anche PES 2019 soffre di un calo sempre troppo rapido delle energie dei giocatori diversi minuti prima della fine della gara, anche con una gestione oculata delle varie azioni di gioco. Questo farà sì che nei momenti finali della partita i giocatori arrancheranno letteralmente in campo facendo decadere ogni possibilità di organizzare un’azione omogenea e sperando solo nel guizzo individuale. Fa parte dello stesso ragionamento anche il sistema di sostituzioni consigliate gestito dall’IA di gioco, che ci permetterà di effettuare rapide sostituzioni nelle fasi di palla inattiva con la semplice apertura di un menu rapido e senza interrompere il gioco. Un aspetto certamente apprezzabile e che abbiamo già visto, ma che in questo caso soffre di una presenza piuttosto invadente per tutto il corso della gara. Capiterà spesso, infatti, di trovare dei suggerimenti per alcune sostituzioni anche al terzo minuto di gioco, nonostante la piena forma di tutti i giocatori in campo.

Decisamente convincenti, invece, le animazioni dei giocatori in campo, sia nei movimenti e nel controllo del pallone, sia negli interventi difensivi. Anche apparenti piccolezze come lo spostamento dell’equilibrio del corpo prima del tiro o le cadute in seguito ad un intervento in scivolata hanno saputo restituire un’ottima fedeltà con la realtà. Viceversa, qualche nota è necessaria – in negativo – su alcuni comportamenti dell’IA avversaria. Se da una parte abbiamo trovato i classici alti e (pochi) bassi nei comportamenti dei portieri o negli interventi dei centrali difensivi, una certa pigrizia si è notata, invece, per quanto riguarda gli esterni di difesa. In questo caso i terzini si sono rivelati spesso in totale disinteresse dei movimenti delle ali avversarie, che troppo facilmente hanno trovato campo libero per accentrarsi o per lanciare un cross in area in completa libertà. Questa tendenza si è ulteriormente arricchita con l’utilizzo dei filtranti alti, che si sono rivelati praticamente infallibili non appena il nostro esterno accennava uno scatto sulla fascia.

Un ultimo aspetto che abbiamo voluto approfondire e con cui ci siamo trovati piacevolmente sorpresi è l’avanzamento dal punto di vista grafico. Specialmente nel nostro test su PS4 Pro con risoluzione 4K e HDR abbiamo potuto apprezzare notevolmente il colpo d’occhio in campo e fuori, sia in fase di presentazione, ma anche nel livello di dettaglio percepibile in campo, con tutti i giocatori ben riconoscibili ed una riproduzione dei volti di primissimo livello; in molti casi ben al di sopra della concorrenza.

Una prima prova, dunque, che ha saputo regalarci molti spunti su cui riflettere. Alcuni ci hanno sicuramente potuto dare una conferma in positivo, altri rimangono in attesa di un ultimo lavoro di sistemazione in vista del lancio. Un lancio, fissato per il prossimo 30 agosto che dovrà necessariamente essere sfruttato a dovere da Konami per giocare l’esclusività temporale sul mercato in attesa di EA e del suo nuovo FIFA 19. La sfida sicuramente è aperta, e PES 2019 ha ancora molto da offrire, soprattutto a tutti i giocatori che cercano più che l’esperienza completa, la profondità del sistema di gioco, delle sue strategie e di tutte le sue sfumature, anche con qualche grossa mancanza dal punto di vista quantitativo.

PES 2019 trailer

PES 2019 beta: finalmente disponibile la demo gratuita per PC e console

Dopo la nostra prova in anteprima, ora tutti gli interessati potranno mettere le mani sulla demo giocabile del nuovo PES 2019. La prova del gioco, che mette a disposizione le modalità partita veloce o co-op con diversi club e due nazionali, è disponibile al download gratuito su PS4, Xbox One e PC.

PES 2019 requisiti PC

Di seguito, invece potete trovare i requisiti minimi e consigliati dell’edizione PC di PES 2019, che anche quest’anno si troverà perfettamente allineato con le edizioni console, dopo i tanti anni di distacco tra le due versioni.

Requisiti minimi

  • Windows 7 SP1/8.1/10 – 64bit
  • Intel Core i5-3470 / AMD FX 4350
  • 4 GB RAM
  • NVIDIA GTX 670 / AMD Radeon HD 7870
  • 30 GB su disco fisso
  • Risoluzione 1280 x 720

Requisiti consigliati

  • Windows 7 SP1/8.1/10 – 64bit
  • Intel Core i7-3770 / AMD FX 8350
  • 8 GB RAM
  • NVIDIA GTX 760 / AMD Radeon R9 270X
  • 30 GB su disco fisso
  • Risoluzione 1920 x 1080

PES 2019 uscita e prezzo in Italia

PES 2019 sarà ufficialmente disponibile su PC, PS4 e Xbox One a partire dal 30 agosto 2018. Per quanto riguarda le edizioni in copia fisica del gioco, saranno due le versioni disponibili al lancio, con la classica edizione standard per tutte le piattaforme, cui si aggiunge l’esclusiva David Beckham Edition. Questa includerà una copia del gioco all’intrno di una steelbox dedicata al campione inglese e diversi extra dedicati alla modalità My Club, tra cui proprio Beckham in edizione scan 3D del 2018, il prestito di Coutinho, un rinnovo assicurato per tre giocatori e tre agenti speciali per i vostri primi acquisti all’interno di questa modalità. Passando ai prezzi, PES 2019 sarà disponibile nell’edizione base al prezzo di listino di 69€, con un piccolo sconto garantito dalla prenotazione al minimo garantito di Amazon; si passa invece agli 80€ circa per quanto riguarda la Beckham Edition, acquistabile al momento in esclusiva su PS4.

Puoi acquistare il prodotto su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa il prodotto è disponibile nelle varianti PES 2019 Xbox One o nella variante PES 2019 Beckham Edition.

9 agosto 2018