Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
PC Gaming: build complete per fascia di prezzo

PC Gaming: build complete per fascia di prezzo

di Matteo Gobbi
Specialist Computer gaming
aggiornato il 5 novembre 2019
144 utenti hanno trovato utile questa guida

Il Natale 2019 sta per arrivare! Se stai cercando le offerte migliori del periodo o non sai cosa regalare ai tuoi cari, niente paura: ti aiutiamo noi! All’interno della sezione Migliori regali di Natale trovi consigli utili e i migliori sconti natalizi su una vasta serie di categorie.

 

Paura di non ricevere in tempo i tuoi prodotti per Natale? Nessun problema, la spedizione è rapidissima con Amazon Prime! Ti invitiamo a provarlo nella versione classica e Student qui ai link di seguito:

 

N.B. L'articolo PC Gaming è monitorato giornalmente e aggiornato con eventuali nuove proposte. Ti consigliamo quindi di tornarci più volte durante il giorno. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Dicembre 2019.

Vi diamo il benvenuto alla nostra guida al PC Gaming, il luogo perfetto dove trovare la configurazione completa più adatta al vostro budget. Scegliere singolarmente ogni componente può essere talvolta troppo impegnativo, proprio per questo abbiamo deciso di proporvi delle build già completate garantendo il giusto equilibrio e la massima compatibilità dei componenti. Ogni prodotto è stato selezionato dopo un’attenta analisi da parte di uno specialist del settore, ma niente vi impedirà di scegliere ciò che vi sembra più opportuno per ottenere il miglior computer gaming!

Attenzione: la disponibilità ed i prezzi delle schede video potrebbero subire enormi variazioni. Per altre problematiche inerenti all’articolo sentitevi liberi di scriverci nei commenti sottostanti!

PC gaming: quale comprare

La scelta di un PC gaming da assemblare può rappresentare tanto una questione semplice, quanto un’impresa estremamente complicata. In buona sostanza, ciò che fa realmente la differenza tra le due situazioni è rappresentato da due fattori fondamentali: esigenze e budget. Il pregio più grande dell’assemblaggio di un computer gaming, infatti, è la possibilità di poter costruire un prodotto su misura in base alle proprie necessità.

I fattori da considerare, dunque, sono innanzitutto influenzati dalla questione del budget. In base alle tue possibilità economiche, infatti, è possibile realizzare una serie di configurazioni che andranno a rispondere alle tue necessità.

Una volta ragionato sul budget massimo che sei in grado di investire per l’assemblaggio di un computer gaming, devi necessariamente ragionare sul tipo di esperienza che richiedi da un PC gaming. Come normale che sia, almeno nella maggior parte dei casi, un budget superiore porta a prestazioni e possibilità più estese, tuttavia ciò che andremo a proporti andrà a tenere conto di ogni tipo di richiesta da parte di un giocatore. Questa può essere maggiormente indirizzata verso la qualità dei dettagli grafici oppure sulla fluidità; su un piccolo miglioramento rispetto all’esperienza su una console casalinga, oppure su un sensibile salto in avanti per poter godere delle migliori performance in 4K o in realtà virtuale.

L’importante è l’equilibrio

Rispetto all’offerta dei PC gaming pre-assemblati, i computer gaming da assemblare comportano la necessità di selezionare nei minimi dettagli ogni singolo componente, dal case esterno al processore, dal tipo e quantitativo di RAM all’alimentatore. Ogni componente deve risultare il più possibile bilanciato per ottenere un risultato soddisfacente, con il conseguente consiglio di non dare una maggiore priorità ad un particolare componente rispetto ad un altro. Per fare un esempio chiaro in tal senso, spesso gli utenti decidono di spendere una cifra maggiore per assicurarsi una scheda video più performante e di risparmiare, di conseguenza, su un componente apparentemente superficiale come l’alimentatore. Sono proprio questi gli errori da evitare nella selezione di un PC gaming.

Per andarti incontro, ciò che potrai trovare all’interno di questa guida è un’attenta selezione di alcune build di computer gaming assemblati, suddivisi per esigenze di prestazioni e di budget ed accompagnati da un’integrazione di accessori e componenti supplementari rispetto alla componentistica di base. Vengono tenuti in considerazione tutti i fattori sopra descritti ed ogni componente è selezionata tenendo conto delle prestazioni, delle caratteristiche e del rapporto qualità/prezzo.

Può capitare, infatti, che una delle build proposte in seguito contenga componenti meno recenti rispetto alla proposta attuale del mercato, ma anche in questo caso la scelta è dettata dal fatto che rappresentano ancora ottimi prodotti pienamente supportati ed in linea con le prestazioni offerte dalle edizioni più recenti, con il vantaggio di un maggiore risparmio; almeno per quanto riguarda l’esigenza di massimizzare le prestazioni con i computer gaming delle fasce più entry level.

PC gaming per iniziare

Se le attuali possibilità di budget ti portano a considerare l’acquisto di un PC gaming di fascia più bassa, è necessario che tu sappia quali possibilità è in grado da offrire un computer gaming di questa categoria. Naturalmente, per un prodotto che già di base è destinato all’utilizzo in ambito gaming, le principali attività di base di un PC vengono sempre garantiti al meglio delle sue possibilità. Parliamo, in questo caso, di attività come la navigazione web, attività di lavoro e studio con le applicazioni più comuni e l’intrattenimento in streaming, sia a risoluzione Full HD sia in 4K.

Per quanto riguarda il gaming, nello specifico, le configurazioni che abbiamo selezionato puntano ad offrire un’esperienza basilare a risoluzione Full HD. Anche con i titoli di ultima generazione, questi computer gaming permettono prestazioni convincenti, pur con qualche compromesso in termini di qualità visiva. Mantenendo comunque una risoluzione Full HD nativa, sarà necessario lavorare parecchio sulle impostazioni grafiche di ogni singolo gioco per trovare il giusto compromesso tra dettagli e fluidità. Nel caso volessi puntare maggiormente su un miglioramento grafico, soprattutto in confronto alle edizioni console dei giochi, il compromesso sarà portare il framerate su un livello di 30 fps. Viceversa, sacrificando qualche dettaglio in più, ti sarà possibile puntare su una maggiore fluidità; anche raggiungendo i 60 fps in diversi casi.

Configurazione PC gaming AMD – 500€:

Affiancati magari dai seguenti accessori complementari:

Una promettente configurazione dalle dimensioni ridotte a circa 550€ capace di soddisfacenti performance in Full HD, senza rinunciare alle ottime possibilità di upgrade futuri. Abbinato agli accessori otteniamo un PC completo di monitor e periferiche per circa 700€. Le CPU di AMD possono vantare un prezzo/performance davvero competitivo.

Configurazione PC gaming Intel – 550€:

Affiancati magari dai seguenti accessori complementari:

Una solida configurazione da circa 550€ capace di soddisfacenti performance in Full HD, lasciando comunque spazio per miglioramenti futuri. Abbinato agli accessori otteniamo un PC completo di monitor e periferiche per circa 750€. I processori che spingono di più in ambito gaming sono made by Intel.

Acquisti opzionali:

PC Gaming di fascia media

Passando alla fascia superiore delle configurazioni computer gaming, in questo caso i componenti selezionati aprono ad un numero nettamente superiore di possibilità.

Configurazioni come quelle proposte di seguito permettono, infatti, di alzare nettamente l’asticella e di accedere ad un’esperienza decisamente più soddisfacente. Nella maggior parte dei casi, computer gaming di questa fascia possono essere sfruttati al massimo delle loro possibilità se parliamo di gaming in 1080p a 60 frame al secondo, anche portando i dettagli grafici sui livelli più alti. In alternativa, è comunque possibile investire qualcosa in più per l’acquisto di un monitor con una frequenza di aggiornamento più alta (da 75 a 144 Hz) per aumentare ancora di più la fluidità, a patto di abbassare le impostazioni grafiche che gravano maggiormente sull’hardware. Una scelta come l’ultima proposta è finalizzata in maniera specifica ai giocatori che più si dedicano ai titoli più competitivi, che richiedono la massima velocità d’azione.

Allo stesso modo, questi computer gaming permettono un piccolo assaggio delle possibilità offerte dal gaming a risoluzione 2K, o 1440p, capace di offrire un impatto visivo davvero notevole sfruttando direttamente la risoluzione nativa del monitor e consentendo, di conseguenza, di non portare al limite le impostazioni grafiche supplementari.

Un occhio di riguardo, in questo caso, viene dato ai componenti che più incidono sulle prestazioni del PC, tra cui sicuramente la CPU e la scheda video. Naturalmente, portando questi elementi ad un livello superiore, è necessario valutare con molta attenzione l’alimentatore da accompagnare a queste build, in modo da supportare la maggiore richiesta di energia di questi componenti.

Configurazione PC gaming AMD – 1.000€:

Vi consigliamo questi accessori complementari:

Una seducente configurazione da circa 1.000€ capace di sorprendenti performance in 1080p e 1440p, la giusta combinazione per iniziare a godervi a pieno i giochi di ultima generazione. Abbinato agli accessori otteniamo un PC completo di monitor e periferiche per circa 1.300€. Questa configurazione è particolarmente efficace nei workload legati alla CPU.

Configurazione Intel – 1.000€:

Vi consigliamo questi accessori complementari:

Un’accattivante configurazione da circa 1200€ capace di sorprendenti performance in 1080p e 1440p, un bel mix di componenti che non smetterà di darvi soddisfazioni nel corso degli anni. Abbinato agli accessori otteniamo un PC completo di monitor e periferiche per circa 1500€. Con questa build siete pronti alla next-gen di GPU estreme.

Acquisti opzionali:

PC Gaming di fascia alta

Per chi vuole solo il meglio per la propria postazione da gaming, le configurazioni computer gaming di questa fascia propongono delle soluzioni davvero molto performanti. Non vengono fatti compromessi per nessun componente, o quasi. Abbiamo selezionato i migliori processori per garantire il massimo delle prestazioni non solo per videogiocare, ma anche per attività altrettanto dispendiose in termini di richieste hardware come il video editing.

L’unico componente per cui vengono fatti dei “compromessi” è la scheda video. In questo caso, infatti, abbiamo deciso di porre comunque un limite al budget, pur garantendo performance ad altissimo livello sia nelle possibilità di qualità grafica, sia nelle prestazioni lato framerate.

Le seguenti build PC gaming, dunque, permettono un’esperienza 1080p e 2K al massimo delle sue possibilità, andando quindi a garantire la possibilità di settare ogni impostazione al suo livello massimo senza in alcun modo intaccare la fluidità. Qualche piccolo sacrificio è necessario – e non in tutti i casi – solo nel caso il tuo scopo sia quello di giocare a risoluzione 4K e sempre settando sui livelli più alti anche le impostazioni grafiche più gravose.

Configurazione computer gaming AMD – 1.800€:

Affiancati magari dai seguenti accessori complementari:

Un’elegante configurazione da circa 1.800€ capace di eccellenti performance in 1080p e 1440p ed esperienze di gioco godibili in 4K, il top delle prestazioni che AMD riesce ad offrire. Abbinato agli accessori otteniamo un PC completo di monitor e periferiche per circa 2.250€. Ideale per chi una vuole immergersi nei dettagli focalizzandosi sulla meravigliosa risoluzione 4K.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Configurazione PC gaming Intel – 1.900€:

Affiancati magari dai seguenti accessori complementari:

Una configurazione dal look seducente al costo di circa 1.900€ capace di prestazioni ad altissimo frame rate in 1080p e 1440p ed esperienze di gioco godibili in 4K, eccellente per chi vuole giocare senza preoccupazioni agli ultimissimi titoli tripla A. Insieme agli accessori otteniamo un PC completo di monitor e periferiche per circa 2.400€. Definitivamente la prima scelta per gli appassionati di giochi competitivi online (e non solo).

Acquisti opzionali:

 

Computer gaming: la nostra migliore configurazione

Se hai deciso di non porti alcun limite di budget (senza però spendere senza ritegno), quella che ti proponiamo di seguito è la nostra configurazione di riferimento per il miglior computer gaming. Si tratta della configurazione più perfromante del momento, sebbene selezionata comunque seguendo un’attenta analisi dei componenti. Di base, questa build PC gaming è in grado davvero di fare tutto, dal gaming in 4K ad alto framerate alla realtà virtuale ai massimi livelli.

Ciononostante, è necessario specificare che il mercato è comunque in grado di offrire componenti di livello maggiore, ma questi risulterebbero in ogni caso sottosfruttati rispetto ai titoli disponibili oggi. La scelta di componenti migliori – e più costosi, ovviamente – rispetto a quelli proposti di seguito dovrebbe essere finalizzata unicamente ad un investimento per il futuro, quando anche il cambio generazionale su console porterà a maggiori richieste hardware anche su PC.

Configurazione computer gaming Master Race – 3.000€:

E da aggiungere come ciliegina sulla torta vi consigliamo:

La configurazione da sogno di ogni PC gamer, il meglio delle ultime tecnologie ed innovazioni integrate in ogni singolo componente. C’è poco da dire, il sistema raggiunge performance estreme in qualsiasi contesto con un look avvincente degno delle sue capacità. Il costo del solo computer gaming si aggira intorno ai 3.000€, mentre assieme alle periferiche citate si assesta a circa 4.000€. La miglior esperienza che il PC gaming può offrire al giorno d’oggi.

FAQ

Se siete videogiocatori vi sarete posti, almeno una volta nella vita, il seguente quesito: come assemblare un PC da gaming? Magari siete già in possesso di una o più console, ma avete iniziato a fantasticare sul fascino di un PC: multiplayer gratuito, giochi scontati e tanta, tanta libertà nell’utilizzo. Vediamo infatti una libreria di giochi immensa e variegata, potendo giocare anche a titoli di oltre vent’anni fa, spesso senza mettere mano al portafogli. Un grosso vantaggio è proprio quello del prezzo inferiore dei giochi appoggiandosi su piattaforme come Steam o GOG, ma specialmente sui popolari cosiddetti bundle come Humble Bundle o Fanatical. Tutti volti a offrire il miglior valore per i soldi spesi, che siano titoli tripla A o indie di successo.

Infine, la qualità grafica è nettamente superiore a quella delle console, a patto ovviamente di acquistare un PC non low-cost. Magari la scelta del PC è condizionata dall’essere avidi giocatori di FPS e volete farvi valere con mouse e tastiera, oppure avete deciso di voler realizzare contenuti video per il vostro futuro canale.

Quanto dura un computer gaming assemblato?

Ora, probabilmente siete qui perché qualcosa ha suscitato il vostro interesse, ma forse avete un ronzio di dubbi che continua ad assillarvi mettendovi in una situazione di perenne indecisione. Vorremmo quindi chiarire alcuni concetti e sfatare quei miti tanto vociferati del PC. Primo fra tutti, non è vero che il computer va cambiato ogni tot anni, i componenti elettronici non si degradano col tempo e vi daranno risultati soddisfacenti anche a distanza di anni. Certo, i requisiti dei giochi di ultimissima generazione aumentano, ma per come è strutturato il PC potrete sostituire i componenti chiave e portare la configurazione ad un livello nettamente superiore, è più facile di quanto si possa immaginare. E qui qualcuno potrebbe controbattere che le console costano meno – ma costano davvero complessivamente meno?

È imprescindibile, il prezzo di listino di una console è decisamente allettante: pronta all’uso, controller incluso ed un ecosistema completamente dedicato al computer gaming. Tuttavia, possono offrirti tutto ciò perché una volta fatta questa scelta ogni transazione avverrà tramite i loro canali: un investimento iniziale che sanno di poter convertire in profitto con i tuoi futuri acquisti. Proprio per questo motivo la console non propone sconti come quelli su PC, è il fondamento del loro modello di business. Il vero vantaggio del PC è perciò la libertà e flessibilità, permettendovi di scegliere dove e come acquistare i giochi, se e come migliorare un aspetto del computer e specialmente garantire le prestazioni a lungo termine tramite della sana manutenzione, anch’essa limitata nel mondo delle console.

Cosa serve per assemblare un PC da gaming?

Innanzitutto, per realizzare un computer gaming bisogna capire cosa serve per assemblare un PC gaming. I componenti necessari per far partire il computer sono otto in totale: processore, scheda madre, RAM, scheda video, storage, alimentatore, case e dissipatore CPU. Diamo ad ognuno una chiara descrizione per capire il loro ruolo all’interno del computer gaming.

Processore

Il processore o CPU (Central Processing Unit) è l’unità di calcolo principale ed è perciò il componente più importante nella scelta di un computer gaming. Questo piccolo quadratino di pochi centimetri rappresenta il cervello del computer che definirà sostanzialmente la performance del nostro PC. Le aziende che si contendono questo mercato sono i colossi Intel e AMD.

Scheda madre

La scheda madre o motherboard si occupa invece di interfacciare tutti i componenti fra di loro permettendo l’armonioso funzionamento del PC. Generalmente possiamo dire che non impatta in modo percettibile la performance e farà da semplice “ponte” fra i vari componenti. La caratteristica chiave della scheda madre è la compatibilità del processore: esistono schede madri realizzate per processori Intel e schede madri ideate per processori AMD. In nessun caso sarà possibile utilizzare CPU con motherboard del brand opposto, mentre il resto della componentistica è standardizzata e nel più dei casi compatibile. I brand che si contendono questo mercato sono molteplici, tra cui i più rilevanti ASUS, MSI, Gigabyte e ASRock.

RAM

La RAM o memoria è un componente molto veloce che ha il compito di tenere i dati pronti all’uso per la CPU. Qualsiasi programma in esecuzione, compreso il sistema operativo, sarà caricato dal dispositivo di archiviazione alla RAM. Da qui, memoria e CPU si scambieranno frequentemente i dati relativi all’elaborazione in corso, dando vita effettivamente a tutto ciò che accade su schermo e non. Le aziende produttrici di RAM sono estremamente numerose, tra le più popolari troviamo Corsair, Crucial e Kingston.

Scheda video

La scheda video o GPU (Graphics Processing Unit) è un altro componente fondamentale del PC. È assolutamente impossibile, d’altro canto, decidere come assemblare un computer gaming senza prima scegliere quanto budget dedicare a questa essenziale componente. Come si può intuire dal nome, questa si occupa dell’elaborazione grafica dei dati ovvero di far vedere su schermo il risultato di quello che accade nel computer. Possiamo distinguere due tipi di GPU, andiamo a vedere cosa le caratterizza.

Prima di tutto la scheda video integrata che è appunto già inclusa nella CPU, ideale per un utilizzo non impegnativo del computer come la navigazione web o la visione di film. Una volta accertati che si tratta di un processore con scheda video integrata, potete usufruirne semplicemente collegando il monitor all’uscita video della scheda madre.

L’alternativa è la scheda video dedicata, un componente a sé stante che può essere di gran lunga superiore a quella integrata. Avrà infatti una memoria tutta sua, insieme ad una moltitudine di funzionalità esclusive dei produttori. La scheda video dedicata è un must nell’uso di software professionali e nel gaming dove i due colossi Nvidia ed AMD si scontrano da più di un decennio. In questo caso la GPU andrà installata su uno slot della scheda madre e occorrerà eventualmente collegare il cavo di alimentazione richiesto. Qualsiasi motherboard è compatibile con una qualsiasi scheda video, non esiste alcun vincolo di compatibilità.

Storage – Hard Disk e SSD

Il computer non può funzionare se non possiamo installarci nulla sopra. I dispositivi di storage sono quindi essenziali per utilizzare il PC e poter installare tutti i software necessari. Anche qui troviamo una netta distinzione.

Gli hard disk o HDD utilizzano componenti meccanici per l’archiviazione dei dati. Sono la tecnologia più datata, ma possono vantare un costo decisamente minore rispetto ai veloci SSD. I principali competitor sono Western Digital e Seagate.

Gli SSD (Solid State Drive) sono invece completamente elettronici e superiori da molti punti di vista agli hard disk. Risultano essere più efficienti, più resistenti agli urti, ma specialmente di gran lunga più veloci. Tutto questo ha però un costo e gli SSD risultano essere molto cari se confrontati alle capacità di archiviazione degli HDD. Ciò nonostante i benefici sono innegabili e nella maggior parte dei casi ne varrà la pena. I produttori di SSD sono estremamente numerosi (come nel caso delle RAM), fra i più popolari troviamo Samsung, Crucial e SanDisk.

Alimentatore

Passiamo all’alimentatore o PSU che può essere visto come il cuore del computer. Questo blocco di metallo e cavi si occupa di fornire a tutti i componenti l’energia richiesta e di proteggerli in caso qualcosa vada storto. Non influenza in maniera diretta le prestazioni del PC, ma è fondamentale scegliere un alimentatore di qualità per garantire la longevità della propria configurazione. Le aziende anche qui sono tantissime, ma tra le più consolidate ci sono Corsair, Seasonic ed EVGA.

Case

Infine troviamo il case, una struttura solitamente in metallo e plastica che si occupa di accogliere tutta la componentistica al suo interno. Il suo principale scopo è quello di proteggere i componenti ed assicurare un flusso d’aria costante. È importante scegliere un case che abbia i giusti alloggiamenti per i componenti da installare e che magari compiaccia anche la vista. Il mercato dei case è in assoluto il più caotico con una scelta di prodotti immensa, e tra le aziende leader del settore troviamo Cooler Master, Corsair ed NZXT.

Dissipatore CPU

Il dissipatore per la CPU può essere un acquisto opzionale oppure necessario, in base fascia di prezzo del processore acquistato. Quando si deve decidere come assemblare un PC da gaming, bisogna infatti scegliere se acquistare un prodotto meno costoso, per cui è sufficiente un dissipatore “di fabbrica”, oppure qualcosa di più potente ma che necessita di un metodo di dissipazione più performante. Un dissipatore, infatti, si occupa di tenere al fresco la CPU, dato che tenderà ad alzarsi di temperatura man mano che i workload assegnati si faranno più pesanti. Specialmente in situazioni di rendering avanzati o gaming ad alti FPS sarà fondamentale l’acquisto di un dissipatore più capace. Se invece fate un utilizzo comune del PC basterà quello incluso col processore.

Come assemblare un PC da gaming?

Per quanto riguarda il vero e proprio assemblaggio, abbiamo realizzato un filmato che va ad illustrare l’intero procedimento nell’assemblaggio di una build da gaming, dalla preparazione del case al montaggio dei diversi componenti. Sono comunque necessarie delle precauzioni ed è consigliabile seguire alcuni accorgimenti prima di iniziare. La prima cosa da fare è assicurarsi di lavorare in un ambiente spazioso e, per quanto possibile, libero da polvere ed il più possibile non a rischio di scariche statiche. Nell’assemblare un computer gaming, infatti, si maneggiano attrezzature elettroniche a rischio di danni se messa a contatto con scariche elettrostatiche. Evita, quindi, indumenti sintetici e, nel caso, procurati un braccialetto antistatico per metterti al sicuro da ogni rischio. Sono oggetti davvero utili e facilmente acquistabili direttamente su Amazon.

Non mettere troppa forza

La seconda dritta da seguire per evitare rischi è non fare mai troppa forza nel montaggio dei componenti. In questo senso, una volta scartata la scheda madre del tuo PC gaming dalla confezione, assicurati di montare processore e moduli RAM prima di posizionare la scheda madre all’interno del case. Questa operazione è importante in quanto, una volta inserita nell’alloggiamento del case, la scheda madre rimane leggermente rialzata dalla superficie proprio nei punti in cui è necessario fare un minimo di forza per inserire i componenti.

Lo stesso discorso si applica per i componenti più pesanti, come il dissipatore o la scheda video. Nel caso del dissipatore, se si dispone di un AiO a liquido dovrai chiaramente procedere al montaggio solo dopo aver posizionato il tutto all’interno del case. Viceversa, in caso di dissipatore ad aria, puoi tranquillamente montarlo sopra il processore prima dell’inserimento nel case.

Cable management

Chiaramente, un case più grande facilita il cable management, croce e delizia di ogni computer gaming. Tuttavia, cerca sempre il più possibile di mantenere un ordine preciso nella disposizione dei cavi prima di chiudere il case. L’operazione di cable management di ogni PC gaming, infatti, non solo permette una comoda chiusura del case al termine dell’assemblaggio, ma soprattutto facilita ogni operazione di sostituzione o upgrade dei componenti che potrai acquistare in futuro. Senza un buon cable management, infatti, anche un’operazione apparentemente banale come la sostituzione di un case potrebbe risultare un vero incubo.

Come ottimizzare un PC per il gaming?

Se con l’assemblaggio di un PC gaming hai già sostanzialmente fatto la maggior parte del lavoro, è comunque necessario saper ottimizzare il proprio PC per il gaming anche lato software. In questo senso, diverse possibilità sono offerte direttamente dai produttori dei componenti del tuo PC, in primis per quanto riguarda la tua scheda madre. I maggiori produttori di componenti per il gaming, infatti, offrono un ottimo supporto lato software che ti permette di ottenere le migliori prestazioni in ogni situazioni.

Questi programmi includono dei semplici switch per attivare a piacimento un determinato comportamento delle ventole, la gestione della RAM, il comportamento dei programmi in background durante il gaming e diverse altre cose. Con i componenti di ultima generazione, anche una pratica rischiosa come l’overclocking viene ora messo alla portata di tutti, offrendo la possibilità di attivare un overclocking molto più controllato per aumentare ancora di più le prestazioni e totalmente senza rischi. Ci sono naturalmente altri accorgimenti per ottimizzare il PC per il gaming: tieni sempre aggiornati i driver dei tuoi componenti, anche visitando di tanto in tanto i siti di supporto dei produttori nel caso dovessi avere problemi con gli update automatici. Infine, per i titoli più esigenti in termini di performance, dai sempre la priorità ad un’installazione sull’SSD del tuo computer gaming; naturalmente nel caso ne sia in possesso.

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo.

Il metodo Ridble

Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Come Specialist della sezione computer gaming, parlo di quello che realmente conosco e studio ogni giorno. Questa esperienza l’ho maturata nel corso degli anni, e dato che assemblo PC sin dai tempi di Windows Millennium Edition conosco benissimo quali sono le configurazioni più ottimali del momento per ogni fascia di prezzo. Ciascuno dei prodotti che suggerisco è stato soggetto ad una mia analisi, e grazie all’esperienza ed alle conoscenze maturate nel tempo son diventato sufficientemente capace da poter dire di essere uno Specialist degno di aiutarvi nei vostri acquisti.

Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Il nostro iter comincia nel momento dell’ufficializzazione tramite comunicati stampa, eventi ed altre fonti di natura ufficiale. Ogni Specialist segue il mercato per scoprire quando prodotti appartenenti alla sua categoria di competenza vengono annunciati, senza però basarsi su rumor o indiscrezioni; questi canali d’informazione non ci interessano in quanto non ci aiutano a consigliarvi prodotti validi.

Una volta preso atto dell’esistenza di un prodotto, consideriamo l’inserimento nelle nostre guide ma solamente una dopo averne constatata l’eleggibilità. Non andremo quindi a consigliarvi prodotti a meno che non siano disponibili sul mercato italiano, indipendentemente dal fatto che si stia parlando di rivenditori fisici o digitali.

La terza fase del metodo Ridble è quella della prova. Giustamente ogni tipologia di soluzione hardware per computer gaming richiede metodologie d’analisi differenti per scoprirne i meriti e le potenzialità, dunque è nostra premura valutare ogni tipo di prodotto testandone specifiche e funzionalità per carpirne i pregi, i difetti. Questo è assolutamente uno dei cardini della figura dello Specialist di Ridble.

Infine, i prodotti che ottengono un giudizio positivo e soprattutto riteniamo siano degni della vostra attenzione sono selezionati ed inseriti nelle nostre guide all’acquisto. Questa procedura di selezione viene ripetuta di mese in mese, vista la mensilità degli aggiornamenti delle guide all’acquisto, ed ogni volta mettiamo in discussione i prodotti presenti così da avere sempre un’approccio imparziale.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

144 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Matteo Gobbi tramite i commenti.