Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Panasonic Lumix DC-G9

Panasonic Lumix DC-G9

di Marco Rotunnoaggiornato il 20 giugno 2018
attesamedia
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Panasonic Lumix DC-G9 presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 22 Agosto 2019.
Panasonic Lumix DC-G9: tutto sulla nuova mirrorless top di gamma

Panasonic Lumix DC-G9 caratteristiche ufficiali

Panasonic Lumix G9 promette di offrire la migliore qualità d’immagine nella storia delle fotocamere mirrorless Lumix serie G. Grazie al suo sensore MOS Digital Live da 20,3 megapixel senza il filtro passa-basso garantisce una qualità delle immagini ottimale in perfetta sinergia con gli obiettivi creati appositamente per le mirrorless Panasonic.

Il processore Venus Engine, invece, è in grado di restituire immagini naturali ad alta precisione grazie alla luminanza multi-pixel. L’unione tra il processore e il nuovo sensore crea un connubio perfetto che rende la gamma dinamica più ampia ed una gradazione più fluida. Panasonic ha pensato quest’anno di inserire una nuova modalità chiamata Alta Risoluzione, una funzione che permette di produrre immagini ad una dimensione di ben 80 megapixel (10368 x 7776) grazie all’unione di 8 immagini consecutive, per riprendere dettagli di paesaggi e di architettura di elevatissima qualità.

Panasonic sa bene quanto siano importanti i suoi prodotti per i videomaker, ecco perché sulla nuova Panasonic Lumix G9 troviamo un rinnovato stabilizzatore d’immagine I.S. e Dual I.S., ottimizzato per garantire riprese stabili a mano libera anche con la velocità dell’otturatore bassa, grazie ad un nuovo algoritmo.

Conosciamo già bene la tecnologia DFD (depth from defocus) di Panasonic, sempre pensata per le riprese video, in cui abbiamo ampiamente parlato all’interno del nostro articolo dedicato alle fotocamere compatte Panasonic. Oggi questa funzione è stata ulteriormente ottimizzata e permette alla nuova G9 di offrire una messa a fuoco automatica ultrarapida pari a circa 0,04 sec a 60 fps con otturatore elettronico a piena risoluzione.

Per essere ancora più performante nel campo della fotografia sportiva e naturalistica, Panasonic Lumix G9 può contare su 225 aree di messa a fuoco che possono essere personalizzate, scegliendone dimensioni e posizione. Il joystic di nuova generazione permette di regolare tranquillamente la messa a fuoco anche quando si utilizza il mirino LVF. A proposito del mirino elettronico, su questa mirrorless troviamo uno splendido mirino LVF che può vantare di un rapporto di ingrandimento pari a circa 1,66x / 0,83x (35 mm equiv.), il più grande della sua categoria. Il display OLED presenta una risoluzione elevatissima da (3.680.000 punti) ed ha un ritardo di appena 0,005 secondi, un fattore impercettibile dall’occhio umano. Se volete sapere di più sul mirino macchina fotografica vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra guida.

Tra le alte caratteristiche troviamo anche un monitor orientabile da 3 pollici, la connessione WiFi 5 GHz e 2.4 GHz ed un chip Bluetooth 4.2 a basso dispendio energetico. Insomma a questa Panasonic Lumix G9 non manca proprio nulla, non ci resta che aspettare la data di uscita ufficiale per toccare con mano questo gioiello elettronico.

 

Panasonic Lumix DC-G9 disponibilità e prezzo

Panasonic Lumix DC-G9 news su prezzo e data uscita

La nuova Panasonic Lumix G9 sarà in vendita in Italia a partire da gennaio 2018, per lasciare il vecchio e sposare il nuovo alle massime prestazioni. Il prezzo indicativo è pari a 1699€ per il solo corpo macchina.

Per questa fotocamera sono stati anche progettati degli accessori opzionali come il nuovo Battery Grip DMW-BGG9, l’oculare DMW-EC4 per rendere più comodo l’utilizzo del visore LVF, e il caricabatteria DMW-BTC13 per un rapido caricamento del gruppo batteria. Siamo davvero curiosi di toccare con mano questa nuova mirrorless Panasonic che per rapporto prezzo prestazioni sembra davvero interessante.