Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
OnePlus 6

OnePlus 6

di Luca Pierattiniaggiornato il 26 luglio 2018
valutazione finale9
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su OnePlus 6 presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 22 Febbraio 2019.
OnePlus 6: ecco il nuovo flagship killer

OnePlus risponde agli annunci eccellenti di questa prima metà di 2018, lanciando il nuovo OnePlus 6 in un evento a Londra che ha mostrato l’ultimo flagship della compagnia cinese, contraddistinto da un display ancora più grande, dal primo corpo in vetro della (breve) storia dell’azienda e dal debutto del tanto amato/odiato notch. Vediamo prezzo, caratteristiche tecniche e data di uscita di OnePlus 6, a cui è dedicata questa pagina.

OnePlus 6 caratteristiche ufficiali

Il nuovo OnePlus 6 nasce con tante aspettative alle spalle: il brand cinese ha perso l’effetto sorpresa e le tante innovazioni dei competitor hanno spinto al rialzo sia i prezzi che la qualità dei dispositivi, costringendo i cinesi a dover rispondere colpo su colpo, ma stando attenti a non sforare troppo sul costo iniziale per non perdere il titolo di flagship killer. Per questo il lavoro di OnePlus si è concentrato soprattutto sul display: un AMOLED Full Optic 19:9 da 6,28 pollici che è più grande rispetto a OnePlus 5T, pur conservando lo stesso fattore di forma limando bordi e cornici, oramai praticamente inesistenti.

Per consentire agli utenti di sfruttare al meglio la superficie del display, OnePlus ha progettato la barra di navigazione in modo da poter essere sostituita dal controllo gestuale, liberando ancora più spazio di visualizzazione, per un look più pulito. Sono simili a quelle viste su Huawei P20 o su iPhone X: in pratica dovrai dire addio ai classici tre pulsanti virtuali, ma potrai sfruttare le gesture per richiamare app personalizzate, tornare indietro o scattare uno screenshot, semplicemente con un gesto della mano.

In alto c’è l’oramai classico notch – a cui dovremo abituarci finché non si riuscirà a integrare tutti i sensori per fotocamera anteriore, capsula auricolare e riconoscimento facciale, sotto lo schermo – mentre sul retro la doppia fotocamera si sposta al centro, posta verticalmente, subito sopra il lettore per le impronte digitali, realizzato di forma rettangolare per distinguerlo subito al tatto. La struttura completamente in vetro Corning Gorilla Glass 5 consente a OnePlus 6 una migliore trasmissione delle onde radio – offre velocità di download fino a 1 Gigabit – e una solida robustezza, all’interno di un design lineare e curato. Per le varianti Mirror Black e Midnight Black, OnePlus ha incorporato un sottile strato di pellicola sotto il vetro per creare un senso di profondità quando luci e ombre colpiscono il dispositivo. Nella variante Midnight Black, sulla pellicola è incisa una particolare texture che produce una linea sottile a forma di S quando il telefono riflette la luce. La variante Silk White in edizione limitata utilizza invece polvere di madreperla per creare un raffinato effetto scintillante.

Sotto la scocca c’è il top di gamma Qualcomm, lo Snapdragon 845 – octa-core a 2.8 GHz – che migliora le prestazioni del 30% e al tempo stesso è più efficiente del 10% dal punto di vista energetico, rendendolo così lo OnePlus più veloce di sempre – a detta dell’azienda. A supportarlo dal punto di vista grafico ci sarà il chip Adreno 630 con almeno 6 GB di RAM e 64 GB di spazio interno, non espandibile via micro SD nella versione base, che diventano 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna in quella più prestazionale. Un bel pacchetto di mischia che dovrebbe offrire la potenza necessaria per qualsiasi attività, dallo streaming di video HD ai giochi con un utilizzo intensivo della grafica, garantendo un’ottima fluidità.

Dal punto di vista fotografico, la doppia fotocamera posteriore non cambia molto rispetto a OnePlus 5T: il sensore principale da 16 megapixel è più grande (+19%) ma ha la stessa apertura focale (f/1.7), mentre il secondario da 20 megapixel è perfetto per migliorare le immagini in condizioni di scarsa luminosità grazie al supporto all’Advanced HDR. C’è anche la registrazione in 4K e lo slow-motion, che permette di acquisire video ad alta definizione fotogramma per fotogramma con un livello di dettaglio sorprendente, per essere certi di non perdersi nemmeno un particolare. La modalità Ritratto è disponibile sia nella fotocamera posteriore che in quella anteriore (da 16 megapixel): utilizzando l’intelligenza artificiale, la fotocamera anteriore è in grado di applicare ai selfie un effetto di profondità di campo. Originali effetti di sfocatura, come cerchi, cuori e stelle, offrono modi nuovi per personalizzare i propri ritratti.

Completano la scheda tecnica la batteria da 3300 mAh – con Dash Charge che ti dà una giornata di autonomia con mezz’ora di ricarica, ma senza la possibilità di caricarlo wireless, nonostante il corpo in vetro – la connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, il Bluetooth 5.0 e l’ingresso USB Type-C. Lato software, OnePlus 6 uscirà sul mercato con l’ultima versione di OxygenOS, aggiornata ad Android Oreo 8.1, contraddistinta da un design minimal e funzionale.

OnePlus 6 prezzo e data di uscita in Italia

17 maggio 2018