Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa

Nvidia Ansel e la nostra prova su Final Fantasy XV Windows Edition

di Federico Parraviciniaggiornato il 30 marzo 2018

Il lancio di diversi titoli di prima fascia nel panorama dei videogiochi ha creato un trend molto particolare negli ultimi tempi, quello delle modalità fotografiche in-game. Con un focus importante all’interno dell’ambito console, diversi giochi tripla A hanno introdotto la possibilità di effettuare screenshot in modalità libera all’interno del gioco, permettendo di muoversi liberamente all’interno dell’ambiente di gioco, modificare e regolare filtri, luminosità, contrasto ed una serie di accorgimenti per riuscire a catturare i migliori momenti di gioco. Simili possibilità le abbiamo viste, ad esempio, con i recenti Horizon: Zero Dawn e Uncharted 4, ma la lista dei titoli supportati è sempre in crescita. Viceversa, le modalità fotografiche si trovano con minore frequenza nell’ambito del PC gaming, almeno fino ad ora. Grazie a Nvidia, infatti, è stata recentemente introdotta la funzione Nvidia Ansel, integrazione fotografica all’interno dei giochi che riesce addirittura a superare le già apprezzabili possibilità presenti più spesso su console. Ma come funzione, esattamente, Nvidia Ansel?

Nvidia Ansel: cos’è e come funziona

Nvidia Ansel è un servizio recentemente lanciato da Nvidia ed integrato direttamente all’interno delle funzionalità del client GeForce Experience. Si tratta, in buona sostanza, di una modalità fotografica a visuale libera richiamabile in tempo reale all’interno dei titoli supportati.

Ciò significa che, una volta lanciato uno dei giochi con supporto Nvidia Ansel, sarà possibile accedere alla modalità fotografica attraverso la combo Alt+F2. A questo punto si aprirà un overlay che ci permetterà di dare libero sfogo alla nostra fantasia. Nel pannello posto sulla destra, infatti, sono presenti una serie di setting con cui potremo regolare nel dettaglio i diversi parametri prima di catturare il nostro screenshot.

Tra questi, è possibile regolare luminosità, contrasto, definizione e brillantezza dei colori; aggiungere filtri supplementari come bianco e nero, effetto retro o seppia e tanti altri. In aggiunta, le più recenti versioni di Nvidia Ansel consentono anche di sfruttare una feature davvero molto intrigante chiamata Style Transfer. Annunciata in occasione della Gamescom 2017, questa nuova intoduzione consente agli utenti di “trasferire” letteralmente uno stile grafico all’interno del nostro screenshot, creando interessanti effetti artistici. La più considerevole delle feature proposte con Nvidia Ansel, però, è quella legata alla possibilità di catturare immagini a risoluzioni più elevate di quelle supportate dal gioco stesso.

Questo upscaling dell’immagine di gioco avviene in due modalità distinte: la prima consente semplicemente un upscaling digitale della risoluzione originale del gioco, andando semplicemente ad applicare un filtro antialiasing supplementare per limitare al minimo la sgranatura dell’immagine. La seconda possibilità, chiamata Enhanced Mode, rappresenta forse la funzionalità più interessante di Nvidia Ansel: andando ovviamente a pesare maggiormente sull’hardware del vostro PC, essa agisce direttamente sulle opzioni grafiche di gioco, andando ad aumentare temporaneamente il rendering per scattare lo screenshot a risoluzioni elevatissime, con un conseguente miglioramento esponenziale del risultato finale.

Il rendering finale, infatti, effettuerà una scansione del fermo immagine in tutte le sue sezioni, applicando dei miglioramenti grafici ad ognuna di esse e producendo dei risultati davvero incredibili. Ovviamente, l’attivazione dell’Enhanced Mode – ancora in beta test, è giusto specificarlo – peserà in maniera netta sulle dimensioni del file finale, con la possibilità di creare immagini fino a più di 50 GB.

Nvidia Ansel, oltre alle possibilità riservate agli screenshot in piena regola, strizza l’occhio anche alla realtà virtuale, ma in che modo? Oltre alle regolazioni sopra citate, le funzioni di Nvidia Ansel consentono anche di scattare immagini a 360°, in modalità semplice o stereoscopica, creando così un piacevole effetto 3D con tutti i visori VR attivi come HTC Vive o Oculus Rift. Questa funzione si concretizza grazie alla possibilità di espandere il campo visivo dell’ambiente di gioco, pur senza particolari distorsioni. Nel caso delle immagini a 360° classiche, queste potranno essere esportate su mobile ed essere utilizzate, in caso di smartphone Android, direttamente sull’app Cardboard ufficiale di Google.

Nvidia Ansel: la nostra prova con PES 2018

In concomitanza con il lancio di PES 2018 su PlayStation 4 e Xbox One, Konami ha finalmente regalato anche agli utenti PC l’edizione che tutti stavano aspettando. Come abbiamo riportato nella nostra recensione di PES 2018, oltre al tanto desiderato aggiornamento del motore grafico alle più blasonate versioni console, l’edizione PC di PES 2018 vanta anche il supporto alle nuove funzioni di Nvidia Ansel.

La prima peculiarità che riguarda il supporto a Nvidia Ansel con PES 2018, rispetto agli altri titoli compatibili, è che la modalità fotografica non è attivabile liberamente in ogni momento di gioco. Questo perché, prima di tutto, rispetto ad altri titoli non è possibile fermare l’azione di gioco durante una partita di calcio; secondariamente, il supporto a questo tipo di servizio viene meno nel momento in cui la visuale predefinita è quella televisiva dall’alto. Per questo motivo, Nvidia Ansel è comodamente attivabile direttamente dalla modalità replay, consentendoci di recuperare il momento esatto in cui vorremo iniziare a lavorare sulla cattura della nostra immagine.

Una caratteristica apprezzabile, in questo caso, è che l’attivazione di Nvidia Ansel tramite tastiera non comporta alcun tipo di sovrapposizione con l’eventuale utilizzo del gioco tramite controller esterno. Al contrario, entrambe le periferiche cooperano per facilitare l’operazione, permettendo di effettuare tutte le regolazioni del caso tramite mouse e tastiera, lasciando lo spostamento libero, lo zoom e l’altezza rispetto al campo di gioco direttamente alle levette analogiche del controller.

C’è da dire che nel caso di PES 2018 la presenza di colori già molto accesi di base non ci ha spinto a giocare più di tanto con la regolazione della palette colori, con il rischio di andare a creare degli effetti decisamente posticci. Viceversa, si è rivelata particolarmente utile la possibilità di ampliare il campo visivo, immortalando il momento del gol includendo praticamente l’intera area di rigore. Molto divertente anche l’utilizzo della modalità panoramica a 360°, con il risultato di poter entrare letteralmente in campo per rivivere l’istante che abbiamo appena immortalato. Dobbiamo pur specificare che gli scatti a 360° vengono comunque salvati come semplici file JPG, non permettendo l’integrazione con alcuni social o applicazioni che richiedono formati specifici dedicati alle camere 360.

Nonostante questo, l’integrazione con Google Foto risulta semplice ed immediata, permettendo di sfruttare pienamente il movimento a 360° nell’immagine direttamente dopo l’upload su mobile o desktop. Un esempio degli scatti a 360° è visibile direttamente a questo link.

Infine, parliamo dell’Enhanced Mode offerto da Nvidia Ansel. Nel caso di PES 2018, che in ogni caso non offre di base la possibilità di regolare molti effetti di post processing, il rendering degli screenshot a risoluzioni più elevate funziona bene. Pur non andando a migliorare sensibilmente la qualità base delle texture di gioco, uno scatto “Super Resolution” permette di ricostruire anche i più piccoli dettagli senza alcuna sgranatura. Elementi come il pubblico o il manto erboso del campo producono, in questo caso, dei risultati davvero stupefacenti.

Nvidia Ansel messo alla prova con La Terra di Mezzo l’Ombra della Guerra

Come testato durante la nostra recensione de La Terra di Mezzo Ombra della Guerra, anche il titolo di Monolith Games vanta il supporto alle nuove funzioni di Nvidia Ansel.

Rispetto a quanto visto con le possibilità date a PES 2018, La Terra di Mezzo l’Ombra della Guerra non vanta particolari differenze nelle funzioni di Nvidia Ansel. La differenza più sostanziale rispetto al titolo di Konami è che in questo caso è possibile attivare la modalità fotografica in qualsiasi punto di gioco, eccezion fatta per le cutscene pre-renderizzate. Anche nel bel mezzo dell’azione, quindi, è possibile premere la combinazione Alt+F2 per dare libero spazio alla nostra creatività.

Sono possibili modifiche ai principali parametri dell’immagine, quali contrasto, luminosità, nitidezza e così via. A questo si aggiunge la possibilità di applicare ulteriori filtri, ma soprattutto di allargare il campo visivo in maniera dinamica, andando a catturare delle panoramiche spettacolari. Ottimo anche l’impatto con la modalità “ritratto”, che permette di modificare la profondità di campo per ottenere un effetto sfocato dello sfondo che potrà mettere in risalto anche la più macabra delle decapitazioni di orchi.

Per quanto riguarda il rendering finale, infine, si fa sentire la mancanza dell’Enhanced Mode sugli scatti classici, eliminando quindi la possibilità di aumentare la risoluzione degli screenshot. Una possibilità limitata agli scatti a 360°, comunque molto interessanti, e agli screenshot stereoscopici per godere del divertente effetto 3D. Andando dunque ad aumentare al massimo le impostazioni grafiche del gioco, La Terra di Mezzo l’Ombra della Guerra è un titolo che sicuramente vi permetterà di ottenere degli scatti bellissimi grazie alle possibilità offerte da Nvidia Ansel.

Nvidia Ansel e la nostra prova su Final Fantasy XV Windows Edition

In aggiunta alle numerose tecnologie targate Nvidia implementate all’interno di Final Fantasy XV Windows Edition – come HairWorks, ShadowLibs, TurfWorks e VXAO – è stata implementata anche la funzionalità Nvidia Ansel, che dopo la nostra prova possiamo considerare complessivamente ben implementata.

Esattamente come già visto su PES 2018 e La Terra di Mezzo l’Ombra della Guerra, anche in FF XV Windows Edition sono presenti le medesime funzionalità di Nvidia Ansel, con l’aggiunta però della relativamente nuova modalità Style Transfer. Dopo aver scaricato circa 60 MB di patch per aggiungere questa feature (ancora classificata come una Beta) gli utenti avranno accesso ad un’ulteriore opzione di personalizzazione delle proprie foto, applicando uno stile grafico tra i 17 supportati.

Il problema di questa modalità, però, è che se non siete dotati di una scheda video con una quantità notevole di VRAM non potrete sfruttare a dovere questa opzione. Con una GTX 1080, ad esempio, non sono riuscito a sfruttare Style Transfer, lasciandomi al tempo stesso basito e confuso dato che al momento sul mercato l’unica scheda Nvidia con più di 8 GB GDDR5 di VRAM è la GTX 1080 Ti (11 GB). Tenete a mente questa nozione, dunque, se il vostro intento è di impiegare questa feature su FF XV Windows Edition.

Tralasciando la mia impossibilità sul piano tecnico di testare lo Style Transfer, Nvidia Ansel si dimostra molto versatile, risultando attivabile in qualsiasi momento del gioco (tranne durante i video pre-renderizzati) ed offrendo all’utente una miriade di opzioni per gestire e personalizzare la resa dell’immagine. Dall’esposizione alla profondità di campo, dagli screenshot stereoscopici al supporto al Raw HDR, Nvidia Ansel su Final Fantasy XV Windows Edition consente di regolare praticamente ogni aspetto dell’immagine, risultando capace ancora una volta di soddisfare davvero ogni tipologia di utente in cerca dello scatto perfetto.

Nvidia Ansel: quali sono i requisiti e come attivarlo

Nvidia Ansel è compatibile con tantissime schede video, a partire dalla serie Nvidia GTX 600. Pur riuscendo a dare il meglio di sé con le più recenti GPU della serie 10 di Nvidia, anche la nostra prova con Nvidia GTX 970 è riuscita a produrre risultati notevoli senza gravare particolarmente sulla configurazione hardware del PC.

Se rientrate nei requisiti – la lista completa è disponibile direttamente a questo pagina ufficiale – vi basterà scaricare l’ultima versione di GeForce Experience per accedere alle funzionalità Nvidia Ansel con i titoli supportati. Tra questi sono attualmente disponibili The Witcher 3, Mass Effect Andromeda, Dishonored 2, For Honor e tanti altri titoli. Anche in questo caso potete consultare la pagina ufficiale per la lista completa dei giochi compatibili.