Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Notebook gaming GTX 1050: i migliori nella nostra selezione

Notebook gaming GTX 1050: i migliori nella nostra selezione

di Stefano Zocchi
Specialist Portatile gaming
aggiornato il 28 agosto 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Notebook gaming GTX 1050 è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Settembre 2019.

Con il lancio delle GPU Nvidia Serie 10 sono stati lanciati diversi portatili che montano il modello GTX 1050, in grado di permettere il gioco senza dover spendere eccessivamente per componenti di fascia alta. In questa guida andremo a raccogliere i migliori modelli di questa categoria, per agevolare la tua scelta del miglior notebook gaming GTX 1050, e spiegheremo i parametri da considerare.

Notebook gaming GTX 1050: quale comprare

La scelta di un PC da gaming, o meglio assemblare un PC da gaming con gli ultimi componenti disponibili sul mercato, non si rivela mai una missione facile. Per questo motivo, negli ultimi anni sta crescendo sempre più la tendenza a trovare la migliore soluzione in un notebook da gaming. Da una parte, infatti, i notebook da gaming offrono delle soluzioni molto performanti e adatte ad ogni tipo di esigenza, ma soprattutto pronte per un uso immediato. Viceversa, anche in questo caso la proposta è molto variegata anche in questo settore, rendendo difficile la scelta anche in base al budget disponibile per questo tipo di spesa. Per quanto le specifiche hardware di questa categoria si rivelino per lo più identiche, scegliere un notebook gaming GTX 1050 richiede comunque diverse riflessioni.

Modello di scheda e processore

Prima di tutto, è necessario considerare l’effettivo modello di scheda video installata all’interno del notebook, essendo disponibili diversi modelli con GTX 1050 o GTX 1050 Ti. Nel secondo caso, infatti, avremo la garanzia di performance superiori nel campo della grafica senza – almeno il più delle volte – estreme differenze di prezzo. Si tratta tendenzialmente del modello preferibile, ma ci sono ovviamente altre considerazioni. Altro elemento che contribuisce di più al gioco è il processore, che dev’essere di buon livello. In questo caso i notebook tendono a standardizzarne l’uso, sfruttando spesso gli stessi modelli, ma c’è comunque una certa scelta da considerare.

Specifiche fisiche

Secondariamente, la scelta di un modello specifico di notebook gaming GTX 1050 è influenzata da caratteristiche importanti quali le dimensioni e il peso, che dipendono a seconda del tipo di uso se ne vuole fare. Se vuoi un portatile per giocare durante il viaggio allora orientarti su un modello più leggero e compatto è la scelta giusta, mentre se vuoi usarlo principalmente su scrivania puoi scegliere anche modelli più ingombranti ma meno costosi. Nel primo caso, inoltre, la durata della batteria rappresenta un fattore importante: se progetti di portarlo spesso con te, dovresti orientarti su un modello dalla buona durata, fermo restando che anche i migliri notebook sul mercato possono durare solo qualche ora.

Monitor e raffreddamento

Altro fattore importantissimo sono le specifiche del monitor. In questo caso ci limitiamo a un Full HD: i notebook gaming GTX 1050 non sono adatti a risoluzioni superiori, e consideriamo una frequenza di aggiornamento da 60 Hz l’ideale – difficile che si riesca a spingere un gioco abbastanza in alto da toccare framerate più alti.  Da considerare inoltre il sistema di raffreddamento, che serve a dissipare il calore generato da una sessione di gioco e, naturalmente, le possibilità di personalizzazione ed ottimizzazione.

Funzioni aggiuntive

La maggior parte dei notebook da gaming, infatti, propone una serie di software pre-installati nel sistema, capaci di ottimizzare le prestazioni in base alle varie esigenze. Nel caso di MSI, ad esempio, troviamo a disposizione l’ormai noto Dragon Center, tramite il quale è possibile cambiare diverse impostazioni tra cui la velocità delle ventole, la retroilluminazione della tastiera e il risparmio energetico per quanto riguarda l’utilizzo del laptop tramite batteria integrata. Software simili sono presenti anche sui notebook di Lenovo, ASUS, Acer e così via, ognuno con i propri vantaggi e funzionalità uniche.

Infine, un’avvertenza: per quanto le specifiche dei modelli proposti permettano un’esperienza da gaming completa e soddisfacente, una GTX 1050 non garantisce in ogni caso la possibilità di giocare ai titoli più recenti al massimo delle loro possibilità grafiche, richiedendo sempre qualche sacrificio in termini di impostazioni. Nonostante questo, anche con qualche piccolo ritocco, questi notebook – anche grazie alla compattezza dei monitor da 15 o 17 pollici – sono comunque in grado di offrire un ottimo impatto visivo ed ottime performance in ogni circostanza.

Lenovo Legion Y530

Nella nuova lineup 2018  di Lenovo spicca tra le soluzioni entry level il nuovo Legion Y530. Rispetto al predecessore Y520, questo nuovo notebook offre un design completamente rinnovato e suo modo singolare, considerando la categoria dei portatili da gaming. L’ottimo monitor da 15,6″ IPS Full HD spicca per le cornici decisamente ridotte, garantendo un’immersione totale nell’azione di gioco o anche per la visione di film e contenuti multimediali. La scocca, spessa solo 2,4 cm, permette anche un ampio raggio di apertura, fino a 180 gradi. I due lati del dispositivo rimangono molto puliti, lasciando spazio a due porte USB 3.0 ed un ingresso jack audio da 3,5 mm. La maggior parte degli ingressi, infatti, trova spazio sul retro del notebook, con una terza porta USB 3.0, un ingresso USB 3.1 Type C, una doppia uscita video HDMI e Mini DisplayPort, insieme all’ingresso per l’alimentazione, la porta Ethernet e lo slot per il lucchetto Kensignton.

Per quanto riguarda la scheda tecnica, Lenovo Legion Y530 mette in mostra la nuova gamma di CPU Intel Coffee Lake di ottava generazione, con un processore Intel Core i5 8300H, 8 GB di RAM DDR4, SSD da 128 GB + HDD da 1 TB compatibile con Intel Optane ed una scheda video Nvidia GTX 1050 con 2 GB di memoria video dedicata. Anche in questo caso, dunque, parliamo di una soluzione entry level per un gaming a 1080p ad ottimi livelli, ma senza esagerare con le configurazioni grafiche in-game.

Puoi acquistare Lenovo Legion Y530 su Lenovo.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

HP OMEN 17

HP OMEN 17 viene maggiormente incontro a chi cerca un prodotto non troppo costoso, ma più in linea con l’attitudine dei videogiocatori. Questo nuovo modello proveniente dall’ultima lineup 2018, infatti, presenta linee decisamente più aggressive e senza particolari rinunce. Sui due lati troviamo dunque tre porte USB 3.0, ingresso USB 3.1 Type C, doppio ingresso audio da 3,5mm per cuffie e microfono, HDMI e mini DisplayPort per l’output video ed un lettore di schede SD. Il pannello da 17,3″ con risoluzione Full HD è accompagnato, in questo caso, da una tastiera a retroilluminazione LED RGB.

All’interno, invece, troviamo un processore Intel Core i7-8750H Coffee Lake di ottava generazione, 8 GB di RAM DDR4, scheda video Nvidia GTX 1050Ti con 4 GB di memoria video dedicata e un hard disk da 1 TB, purtroppo nel solo formato meccanico. A differenza del precedente notebook, tuttavia, in questo caso HP OMEN 17 offre Windows 10 Home già pre-installato all’interno del sistema.

Puoi acquistare HP OMEN 17 su Amazon o se preferisci su eBay

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Stefano Zocchi tramite i commenti.