Nokia T20: il ritorno del brand in Italia anche sul segmento tablet

N.B. Questo contenuto, come tutti gli altri, è sempre il risultato del nostro lavoro costante. Per maggiori dettagli su come realizziamo i nostri contenuti ti invitiamo alla pagina Come lavoriamo.

 

Una silenziosa Nokia irrompe quest’oggi con una risposta decisamente interessante a tutti i brand che nei mesi scorsi hanno provato a rianimare la noiosa e poco creativa categoria dei tablet. Dopo un paio di giorni di anticipazioni, ecco che arriva il nuovo Nokia T20, un prodotto dal prezzo decisamente aggressivo e che si propone ad un bel numero di target.

La parola d’ordine è funzionalità: siamo di fronte ad un dispositivo da 10.4″ con risoluzione da 2000 x 1200 pixel, davvero niente male soprattutto se considerata la luminosità di picco di ben 400 nits. Le cornici non sono sottilissime e il design infatti ricorda un po’ quello del primo MatePad 10.4″ di casa Huawei: cambia però il colore della scocca posteriore che è di un blu Deep Ocean.

Il cuore pulsante che consente di tenere i costi passi è un octa-core Unisoc Tiger T610 da 1.8 GHz, associato 3 o a 4 GB di RAM e 32 o 64 GB di memoria integrata fortunatamente espandibile via micro SD. Lato connettività abbiamo Wi-Fi 5 ac dual-band, Bluetooth 5.0, jack audio e USB Type-C con ricarica da 15 Watt. Gli speaker sono dual, dunque stereo. Presente l’opzione LTE con slot SIM. Ad alimentare il tutto troviamo un modulo batteria da 8.200 mAh che promette davvero svariate ore di autonomia.

Lato OS abbiamo Android 11, compatibilità con la suite HMD Enable Pro per chi vuole portarlo sul lavoro ma anche con Google Kids. Nokia T20 è acquistabile in pre-order fin da subito sul sito ufficiale al prezzo di 239€ per la versione Wi-Fi e a 249€ per quella LTE (comprerete la Wi-Fi davvero?). Non mancano cover rugged e cover rugged folio da aggiungere in fase d’acquisto. C’è odore di miglior tablet Android economico.

Claudio Carelli

Sono il responsabile editoriale di Ridble e mi occupo del coordinamento di tutto il team garantendo che i contenuti realizzati siano in linea con la nostra linea editoriale. Ricopro anche il ruolo di specialist per alcune categorie come le cuffie visto il mio trascorso da musicista, ma anche per ciò che riguarda le soluzioni di ricarica.

Lascia un commento