Nokia 3: il ritorno del brand Nokia tra alti e bassi

In occasione dello scorso MWC 2017, Nokia è finalmente tornata tra i protagonisti del settore mobile presentando non uno, bensì tre nuovi smartphone Android: stiamo parlando di Nokia 3, Nokia 5 e Nokia 6. In questa sede prenderemo in analisi il “piccolino” della nuova famiglia di prodotti: uno smartphone entry-level che si caratterizza per un design elegante e compatto, materiali solidi e la presenza, a bordo, di una versione di Android Nougat 7.0 pressoché “stock”, ovvero pulita da personalizzazioni varie ed eventuali.

In attesa di conoscere da vicino il vero e proprio top di gamma di Nokia, cioè Nokia 8, già annunciato ufficialmente negli scorsi giorni, diamo un’occhiata alla fascia bassa targata Nokia, ovvero quella porzione di mercato che il noto colosso finlandese ha deciso di aggredire per tornare in auge. Procediamo con la nostra recensione di Nokia 3.

Scheda tecnica

Sistema operativo
Versione Android 7.0 Nougat
Display
Diagonale 5 pollici
Tecnologia LCD IPS
Risoluzione 1280 x 720 pixel
Densità 294 PPI
Processore
Nome MediaTek MT6737
Frequenza di clock 1.3 GHz
Numero core 4 core
Architettura ARM a 64 bit
GPU Mali-T720MP2
RAM
Quantità 2 GB
Fotocamere
Posteriore da 8 megapixel, video a 720p - flash LED
Anteriore da 8 megapixel, video a 720p
Memoria di archiviazione
Memoria interna 16 GB - memoria espandibile
Connettività
Modem 4G
Wi-Fi 802.11b/g/n
SIM nanoSIM
SIM secondaria nanoSIM
Geolocalizzazione A-GPS
Bluetooth Bluetooth 4.1
NFC No
Porte
Connettività USB microUSB 2.0
Batteria
Capienza 2650 mAh - non removibile
Stylus
Stylus attivo No
Dimensioni
Millimetri 143,4 x 71,4 x 8,5
Peso
Grammi 140

Design: compatto, solido ed essenziale

Ciò che colpisce prima di tutto è ovviamente il design di questo Nokia 3. Lo smartphone in questione si presenta come un piccolo monolite completamente nero, dotato di un pannello frontale lucido e di una scocca composta in un policarbonato dotato di una sfumatura opaca, molto piacevole alla vista. In quanto a dimensioni ci troviamo davanti ad uno smartphone alquanto contenuto: la diagonale conta infatti solo 5 pollici, mentre il profilo, di 8,5 millimetri, è molto sottile. Nokia 3 è anche parecchio leggero: pesa solamente 140 grammi.

Nokia 3

I bordi del dispositivo sono inoltre arrotondati e favoriscono un buon grip alla mano. Le cornici sono invece composte in alluminio. Su quella destra troviamo tutti i pulsanti del device: in alto quelli del volume, poco più sotto quello di accensione/spegnimento. Dal lato opposto, invece, figurano i due sportellini, rispettivamente adibiti per le due nano SIM (il terminale è infatti un dual-SIM), e per la scheda d’espansione micro SD. Un’ottima trovata, questa, che permette di utilizzare al contempo due SIM, senza sacrificare lo slot di espansione per la memoria interna.

Nokia 3

Sulla cornice superiore è poi presente un jack da 3,5 mm, mentre su quella opposta troviamo gli altoparlanti e la porta micro USB. Tornando sulla facciata del device, qui capeggia il logo Nokia, posto in cima al display, sulla destra, mentre in basso troviamo tre pulsanti soft-touch che ahimè non sono retroilluminati: un vero peccato. Niente pulsante home fisico e niente sensore d’impronte digitali, nemmeno sulla scocca posteriore, dove troviamo semplicemente la fotocamera con flash LED e, anche qui, il logo Nokia.

Nokia 3

In generale ci troviamo davanti ad uno smartphone compatto, sempliciotto nel look ma anche elegante quanto basta per donare un buon effetto visivo a prima vista. Il tutto è poi molto solido alla mano – in piena tradizione Nokia – ed è un peccato non vedere a bordo alcune piccolezze che mi avrebbero fatto apprezzare decisamente di più il device: su tutto i tasti retroilluminati ed un LED di notifica, in questo caso completamente assente.

Display: un buon pannello

Focalizzandoci sul display di Nokia 3 dobbiamo dire come anche in questo senso il pannello frontale sia ben costruito. Ci troviamo infatti davanti ad un display da 5 pollici con risoluzione HD (1280 x 720 pixel) e protezione Corning Gorilla Glass, che rende il tutto resistente a graffi e urti. Il display, ai propri bordi, dispone di una lievissima curvatura, quasi impercettibile, che serve ad indirizzare il display verso le cornici, anch’esse ricurve. Tutto ciò dona al design del dispositivo un tocco molto elegante. Lo stesso display è molto performante anche per quanto riguarda il trattamento oleofobico: ben presente, in quanto lo schermo raramente tende a trattenere le nostre ditate.

Nokia 3

Per quanto riguarda il funzionamento del display, invece, possiamo dire che tutto sommato Nokia 3 è dotato di un buon pannello. La risoluzione HD è più che adatta alle dimensioni del display, mentre per quanto riguarda i colori Nokia ha fatto un buon lavoro, calibrando in maniera ottimale i neri e un po’ meno i bianchi, lievemente tendenti al grigio. Buono poi il contrasto, mentre anche la luminosità generale non delude, permettendo di vedere chiaramente tutti i contenuti su display anche all’aperto, durante le calde giornate estive. Sotto la luce diretta del sole, invece, si fa un po’ di fatica ma il risultato complessivo è più che accettabile. Anche gli angoli di visuale sono molto buoni. Pur montando Android Nougat, però, manca completamente all’appello una “modalità notte”, utile a filtrare i raggi blu emessi dallo schermo in modo tale da non disturbare il nostro sonno. Peccato.

Software: Android Stock e pochi fronzoli

Spostandoci sul software, troviamo a bordo il sistema operativo Android Nougat 7.0, in una veste quasi completamente “stock”, ovvero libera da modifiche e aggiunte apportate dalla casa produttrice. Dopo l’avventura con Microsoft ed i Lumia, dotati dapprima di Windows Phone e poi di Windows 10 Mobile, ora il marchio Nokia è di proprietà della compagnia HMD Global (altro colosso finlandese), che ha deciso di rilanciarsi nel settore smartphone affidandosi al robottino di Google, apportando al sistema pochissime modifiche, scelta che tra l’altro ha favorito una più celere distribuzione degli aggiornamenti, come le patch di sicurezza mensili distribuite da Big G.

Nokia 3

Il sistema operativo di Nokia 3 non è altro che una versione di Android Nougat nella sua versione più “pura”, con giusto qualche icona (telefono, contatti, fotocamera e poche altre) ridisegnata in stile Nokia. Niente di meno e niente di più. In questo modo, nel caso foste appassionati del sistema operativo made in Google e non desiderate acquistare uno smartphone dotato delle (spesso) fastidiose personalizzazioni OEM, sappiate che con i nuovi dispositivi Nokia potete andare sul sicuro, accaparrandovi la vera e propria Google Experience. Qui, Android rimane completamente “intatto”, rispecchiando le novità che di anno in anno la compagnia californiana decide di aggiungere al proprio pacchetto. Non manca ad esempio la tanto vociferata modalità “Schermo diviso”, ovvero l’atteso multi-finestra di Android, mentre anche il resto del look generale è ispirato alle ultime linee guida del Material Design di Android 7.0.

Gli aggiornamenti al software arrivano con cadenza regolare ed infatti ogni mese potrete stare certi di ricevere almeno le patch di sicurezza di Android, per evitare di incappare in malware dell’ultima ora. La parte software, dunque, è più che promossa.

Prestazioni: sicuramente non al top

Passiamo ora alle prestazioni. Nokia 3 è equipaggiato con un SoC MediaTek MT6737, con CPU quad-core da 1,3 GHz, accostata a 2 GB di RAM e a 16 GB di storage interno, espandibili però tramite micro SD. Come ben sappiamo i SoC MediaTek, soprattutto quelli di fascia bassa, non brillano solitamente per le proprie prestazioni, ma anzi spesso risultano essere “limitanti” per il dispositivo su cui vengono montati. Nokia 3, purtroppo, non è da meno e sebbene HMD Global abbia fatto molti sforzi per calibrare al meglio il proprio software per le risorse disponibili, il terminale tende ad avere qualche rallentamento qua e là, soprattutto in occasione dell’apertura delle app più pesanti.

Nokia 3

Nokia 3, dunque, non è di certo un campione di velocità, anche quando si tratta di aprire applicazioni di uso comune, come social network mediamente pesanti quali Facebook o Instagram. In questo senso, essendo dotato di un SoC MediaTek di fascia bassa, bisognerà attendere una manciata di secondi dalla prima apertura delle app più pesanti, permettendo così al sistema di caricare il tutto; riaprendo le stesse applicazioni quando queste saranno ormai immagazzinate nella RAM potrete finalmente godere di tempi celerissimi, quasi istantanei, nell’apertura delle stesse. Nokia, perlomeno, ha fatto un buon lavoro di ottimizzazione e la navigazione tra i menù e le schermate di sistema risulta essere alquanto fluida, almeno finché non si satura la memoria di sistema con troppe applicazioni in multitasking.

Nokia 3 se la cava un po’ peggio con i giochi, come ad esempio Asphalt Nitro, Plants vs Zombie 2 o Clash Royale, dove il framerate lascia molto a desiderare. Insomma, stiamo comunque parlando di un terminale dal price-tag di circa 150€, che saprà servirvi degnamente per il classico utilizzo quotidiano composto da servizi di instant messaging, client mail, browsing e social network. La navigazione con Google Chrome è molto fluida, anche consultando i principali quotidiani italiani in modalità desktop. In aggiunta bisogna constatare come Nokia 3 scaldi raramente, simbolo di una buona costruzione interna del device.

Ottima, infine, la ricezione: Nokia 3 è dotato di tutte le bande che utilizziamo in Italia per la connettività, soprattutto quella LTE, onnipresente nella mia prova con Vodafone. Buono anche l’audio in chiamata, forte e pulito.

Fotocamera: non fa miracoli

Sebbene sia perfettamente in linea con dispositivi della stessa fascia di prezzo, bisogna dire che la fotocamera di Nokia 3 non fa di certo miracoli per quanto riguarda la qualità dei propri scatti. Nokia 3 è equipaggiato con una doppia fotocamera da 8 MP, rispettivamente per il sensore posteriore ed anteriore, ed in entrambi i casi è in grado di registrare video a risoluzione HD. Il sensore posteriore è dotato inoltre di flash LED.

Per quanto riguarda la qualità della fotocamera, purtroppo, trattandosi di un device di fascia bassa, bisogna constatare come la maggior parte degli scatti lascino parecchio a desiderare. Questi risultano essere al massimo “buoni” se guardati dal piccolo display del telefono, che ricordiamo avere risoluzione HD (720p), ma una volta caricati su un’altra piattaforma, come ad esempio su desktop, lasciano intravedere tutte le proprie lacune in termini di dettagli e, parzialmente, di colori. Gli scatti panoramici di Nokia 3 mostrano una buona rappresentazione dei colori, ma perdono tantissimo in quanto a definizione dello scatto: provando ad effettuare anche un semplicissimo zoom su una foto scattata con questo smartphone potrete osservare con i vostri stessi occhi come questa abbia dei gravi problemi di risoluzione, oltre che di definizione, con soggetti della foto che rimangono spesso sfocati. La situazione si aggrava con l’uso dell’HDR, che restituirà colori più fedeli, sacrificando ancor più la definizione dell’immagine. Gli scatti con HDR sono inoltre molto lenti da compiere.

Sono riusciti meglio gli scatti “macro”, mentre il sensore anteriore si è comportato decisamente meglio, restituendo dei selfie molto buoni, ideali per l’upload su piattaforme social. Il software della fotocamera, infine, non è proprio ricco di funzionalità e presenta dei menù alquanto limitati. I filmati, invece, presentano un notevole rumore dell’immagine, ben evidente.

Batteria: perfettamente nella media

Spostiamoci ora sul versante batteria. Nokia 3 arriva equipaggiato con un modulo batteria da 2650 mAh, che risultano essere più che ideali per questo smartphone poco “energivoro”. Vista la scheda tecnica in dotazione, infatti, sarebbe stato inutile dotare Nokia 3 di un modulo ben più grande, in quanto ciò che troviamo qui installato permette di ottenere una giornata d’autonomia senza troppi problemi, permettendoci dunque di tirare fino a sera, con un utilizzo mediamente intenso.

Utilizzando infatti Nokia 3 nell’arco della giornata, cambiando repentinamente da rete WiFi a quella LTE, sfogliando il feed dei social network, navigando in rete e giocando di rado, sono infatti riuscito ad ottenere ben 15 ore di utilizzo, con poco più di tre ore di schermo acceso. Un risultato più che accettabile per un terminale di fascia bassa. Essendo poi equipaggiato con Android Nougat in versione “stock”, Nokia 3 può avvalersi delle ultime tecnologia di risparmio energetico che portano il nome di “Doze” e che permettono a questo terminale di entrare in uno stato di ibernazione – più o meno profonda – quando lo blocchiamo e/o lo teniamo fermo su una superficie per ore.

Nokia 3

I tempi di ricarica non sono celerissimi: si parla di circa tre ore. Nokia 3 non sfrutta infatti alcuna tecnologia di ricarica rapida ed è alimentato tramite un classico connettore micro USB.

Multimedia: nulla da segnalare

Parlando di multimedia, non c’è molto da dire su Nokia 3. Questo smartphone, con il suo display da 5 pollici a risoluzione HD, non è di certo il dispositivo ideale per gustarsi chissà quali filmati: certo, rimane buono nel caso si desiderasse guardare qualche video su YouTube, riproducendo comunque in maniera buona i colori su schermo.

Per quanto riguarda il comparto sonoro, questo si affida interamente ad uno speaker installato sulla cornice inferiore del dispositivo: una scelta decisamente apprezzabile, preferibile al classico speaker posteriore che impedisce di udire al meglio i suoni riprodotti se a contatto con una superficie. L’audio prodotto da questo speaker è molto chiaro, tuttavia è dotato di un volume che non è tra i più altissimi.

Nokia 3

In cima al device, invece, è presente un jack per le cuffie da 3,5 mm. Questo permette di collegare i propri auricolari ed ovviare al problema dell’audio riprodotto dall’altoparlante. Nokia 3, tra l’altro, sebbene arrivi con un prezzo già di per sé basso, include anche un paio di auricolari, di fattura sì economica, ma sufficienti nella resa sonora.

Conclusioni: il nostro verdetto su Nokia 3

Nokia 3 è sicuramente un primo esperimento curioso da parte di HMD Global di tornare sul mercato con il celebre marchio finlandese: questo si contraddistingue infatti per una qualità costruttiva molto tangibile, in piena tradizione Nokia. Sembra infatti di avere tra le mani un dispositivo molto solido, un po’ come accadeva con i vecchi telefonini della compagnia. Peccato che la stessa cura non sia stata messa nella costruzione interna del device, dove si è deciso di optare per soluzioni economiche, sacrificando così le prestazioni dello stesso e bollandolo come uno smartphone entry-level e nulla di più. Proprio per questo motivo teniamo a consigliarvi Nokia 3 solo ed esclusivamente se state cercando un device di fascia bassa con cui addentrarvi nell’ecosistema Android, che vi aiuti nelle attività giornaliere senza però pretendere troppo – in termini di prestazioni – dal dispositivo.

Pro

  • Ottima qualità costruttiva
  • Buona autonomia
  • La ricezione è perfetta
Contro

  • Tasti non retroilluminati
  • Manca il LED di notifica
  • Prestazioni altalenanti
  • Fotocamera solo sufficiente
6

Andrea Pettinari


Nokia 3 è già acquistabile su Amazon, cliccando qui oppure sul box che trovate di seguito.

Top

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi