Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Nikon D3400

Nikon D3400

di Riccardo Delli Paoliaggiornato il 28 maggio 2018
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Nikon D3400 presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 17 Gennaio 2019.
Nikon D3400: successo preannunciato o modello azzardato?

Nikon ha da poco presentato la nuova Nikon D3400, la entry level tanto attesa dal pubblico che si pone come obiettivo di contrastare la rapida ascesa di Canon EOS 1300D.

Nikon D3400 arriva decisamente in un periodo strano per un modello del genere: agosto e, soprattutto il 17, non è di certo il giorno migliore del miglior periodo dell’anno (ripetizione obbligatoria) per presentare una fotocamera come questa che sicuramente sarebbe potuta essere un best-buy per l’estate e accendere una sana rivalità con le concorrenti. Ad ogni modo, seppur il periodo sia discutibile, Nikon D3400 prende in eredità tutto ciò che D3300 ha fatto di buono e aggiunge alcune “piccolezze” di cui i fotografi principianti di oggi non possono più fare a meno, come ad esempio il Bluetooth “always on” che permette, tramite la connessione all’app Snapbridge, una rapida condivisione di foto su smartphone e tablet per poi passare ai social, alle piattaforme di instant messaging, alle email o semplicemente ad un programma di postproduzione mobile. Grazie a questo Bluetooth sempre attivo, denominato “Snapbridge“, esattamente come l’app, sarà possibile mantenere il consumo di batteria basso (in quanto si tratta di un low energy) e sincronizzarsi istantaneamente con smartphone e tablet, permettendo così di catturare una foto e vederla subito su un altro dispositivo. D3400 integra un sensore in formato DX da 24,2 Megapixel, processore EXPEED 4, scatta a raffiche da 5fps, sfrutta un autofocus a 11 punti e registra video in Full HD fino a 50/60p. Un’altra grande novità di questa fotocamera è sicuramente la batteria, resa più grande per sopportare tutte le richieste energetiche di questo dispositivo, e che è in grado di effettuare fino a 1.200 scatti con un’unica carica. Per quanto concerne la sensibilità ISO, essa è variabile da 100 a 25.600, come molte entry level.

Sembra tutto bello fin qui, ora però veniamo alle notizie negative: Nikon D3400 ha solo il Bluetooth, questo vuol dire che è sprovvista di connessione Wi-Fi (a differenza dei concorrenti e del concorrente più diretto, Canon 1300D); non sarà quindi possibile scattare fotografie a distanza con altri dispositivi (controllo remoto), il trasferimento di fotografie originali a pieno formato e la copia di filmati verso tablet e smartphone. Non sappiamo il motivo secondo cui Nikon abbia deciso di includere solo il Bluetooth, sappiamo però che, in un mercato fatto ormai di utenti che chiedono a gran voce il Wi-Fi e tutte le funzioni che questa tecnologia permette, questa è una pesante limitazione che, in fase di vendita, può tradursi in un flop.

16 marzo 2018
Nikon D3400 provata in anteprima al Photokina 2016

Nikon D3400 è stata presentata a metà agosto, un periodo piuttosto strano per un prodotto del genere. Gli utenti principali e amatori aspettavano ormai da molto il successore della gloriosa (e molto venduta) D3300. Oggi, al Photokina 2016 di Colonia, abbiamo avuto la possibilità di provare in anteprima la nuovissima Nikon D3400 con sensore APS-C (DX) da 24,2 megapixel, processore d’immagine EXPEED 4 e Bluetooth (SnapBridge).

Grazie al sensore d’immagine EXPEED 4 è possibile scattare ad una raffica di 5fps per una sensibilità ISO massima pari a 25600, caratteristiche piuttosto comuni ormai per una entry level ma che rispondono alla precisa richiesta di mercato di questo prodotto. Il corpo è rimasto molto simile alla nota reflex D3300 e con esso anche la facilità d’uso. La grande novità di questa fotocamera è sicuramente la presenza della connettività Bluetooth che, grazie all’app “SnapBridge” disponibile per iOS e Android, rende possibile una connessione always-on in grado di trasferire immediatamente le immagini dopo lo scatto. Questo tipo di funzionalità è chiamata “SnapBridge” (si, esattamente come l’app) e permette il rapido trasferimento di file JPEG ad una risoluzione compressa rispetto al formato originale; questo permette di condividere i propri scatti istantaneamente sui social e via email/web server. Ci spiace molto della mancanza del Wi-Fi in quanto, senza di esso, non è possibile trasferire in wireless filmati e scatti ad alta risoluzione (come ad esempio i RAW originali), cosa che è invece possibile fare con D500.

Altra novità riguarda la batteria, ora potenziata per garantire un’ottima autonomia di 1200 scatti con una singola carica, decisamente non male per una fotocamera entry level in grado di regalare comunque buoni scatti a 24 megapixel. Ci è sembrato inoltre molto rapido il sistema di messa a fuoco da 11 punti di Nikon D3400, sicuramente una buona feature.

Nikon D3400: disponibilità e prezzo

Nikon D3400 sarà disponibile a partire da metà ottobre 2016 ad un prezzo pari a 629,00€ in kit con ottica AF-P DX Nikkor 18-55mm f/3.5-5.6 G VR. Decisamente un prezzo alto considerando anche la mancanza della registrazione video in 4K e la grave mancanza del Wi-Fi a discapito di un limitativo Bluetooth.

16 marzo 2018
Abbiamo provato la Nikon D3400

Nikon D3400 è sicuramente una entry-level dalle prestazioni molto alte, la batteria che assicura 1.200 scatti è molto rara, soprattutto in questa fascia di prezzo. Tranne per alcune mancanze si tratta di un’ottima reflex, trovate tutte le nostre opinioni nella nostra recensione Nikon D3400

16 marzo 2018