Mouse gaming Razer: come e quali scegliere

N.B. Questo contenuto, come tutti gli altri, è sempre il risultato del nostro lavoro costante. Per maggiori dettagli su come realizziamo i nostri contenuti ti invitiamo alla pagina Come lavoriamo.

 

In questo articolo andremo a illustrarvi quelli che a nostro avviso sono i mouse gaming Razer più validi e meritevoli della vostra attenzione. Prima di cominciare a parlarvi direttamente dei modelli che abbiamo selezionato, però, riteniamo importante spiegare quali sono state le ragioni che ci hanno convinto a consigliarveli.

Mouse gaming Razer: quale comprare

Quando si tratta di scegliere un prodotto capace e di qualità, ben pochi possono rivaleggiare i mouse gaming Razer. Senz’alcun ombra di dubbio, infatti, la maggioranza assoluta delle soluzioni Razer riesce a svolgere egregiamente il ruolo che deve svolgere ogni valido mouse da gaming: essere uno strumento preciso, versatile e ben costruito per interagire al meglio coi propri giochi.

Per selezionare i migliori dei mouse gaming Razer, abbiamo seguito i medesimi criteri di selezione che adottiamo quanto in generale per i mouse da gaming. L’unica differenza vera e propria consiste nel fatto che daremo più peso alla bontà e quantità di feature aggiuntive. Procediamo però in con ordine d’importanza.

Ergonomia

Il primissimo aspetto da considerare è l’ergonomia. Visto e considerato che in fin dei conti questo tipo di periferica sarà sempre nella nostra mano, è infatti essenziale verificare che questo possa stare comodamente e saldamente nella nostra mano. Per trovare il modello più adatto a voi, è importante tenere in considerazione la forma e le dimensioni del mouse, che a seconda dei casi potrebbero risultare più o meno indicate per uno di due stili d’impugnatura: ad artiglio ed a palmo disteso. Molti prodotti permettono tranquillamente di essere impiegati con entrambi questi approcci, quindi vi diremo di volta in volta parlando del singolo prodotto a che casistica appartengono.

Sensore ottico

Anche in questo caso il discorso è analogo tanto per i mouse gaming Razer quanto in generale per le soluzioni di altri brand. A nostro avviso, l’unica specifica davvero essenziale da valutare per determinare le potenzialità del mouse in questione per un uso videoludico è il suo range del DPI. Così facendo si potrà infatti capire quando facilmente il sensore ottico saprà rispondere alle nostre esigenze a seconda delle situazioni in cui incapperemo, garantendo un livello di sensibilità e precisione il più vicino possibile ai nostri gusti personali. Il range più importante da vantare è 500 – 1.500 DPI, quindi sconsiglieremo l’acquisto di prodotti che non vantano almeno questi valori.

Funzionalità aggiuntive

Razer è un brand tendenzialmente orientato a soddisfare i bisogni di chi cerca prodotti di fascia alta, quindi è naturale che nei mouse gaming Razer non manchino feature hardware e software particolarmente avanzate nei loro prodotti. Quasi ogni singolo modello vanta l’illuminazione RGB da 16,8 milioni di colori Razer Chroma, che assieme ad altri aspetti del mouse (come il DPI o l’assegnazione/creazione delle macro) è pienamente regolabile tramite software Razer Synapse. In molti casi, inoltre, sarà possibile customizzare il grip o l’area del poggia – pollice del mouse, così da rendere l’esperienza il più vicina possibile alle nostre aspettative ed esigenze.

Mouse gaming Razer di fascia media

Razer DeathAdder Elite

Questo mouse gaming Razer cablato ha un sensore ottico da 16.000 DPI, switch meccanici Omron Hyperesponse e due pulsanti laterali.

Al momento Deathadder Elite è una delle soluzioni più bilanciate in termini di qualità/resa/prezzo sul mercato dei mouse da gaming. I tasti sono molto tattili e l’attuazione è pulita, grazie alla presenza di switch meccanici davvero ben progettati, ed i tasti laterali sono grandi, facilmente distinguibili ed attuabili. Il prodotto è costruito in maniera decisamente solida ed è dotato del sistema di retroilluminazione Chroma da 16,8 milioni di colori. Se siete interessati, potete acquistare questo mouse selezionando i box qui di fianco, dove troverete anche una variante per mancini e – se volete risparmiare una decina di Euro – anche l’edizione E-Sport Classico con un sensore da 6.400 DPI.

Razer Basilisk

Questo mouse gaming Razer cablato ha un sensore ottico da 16.000 DPI, switch meccanici RazerTM e tre pulsanti laterali.

Pensato per un utente desideroso di un mouse gaming Razer dal layout eccellentemente studiato per l’ambiente degli FPS, Razer Basilisk offre ai giocatori un pacchetto in grado di eccellere sia sul frangente della qualità di costruzione che della funzionalità. Il sensore ottico è davvero ottimo, raggiungendo un fantastico livello minimo di 100 DPI, ed anche gli switch meccanici proprietari di razer offrono un ottimo livello di qualità e reattività nella pressione. Il poggia pollice gommato che protrude sul lato sinistro del mouse offre non solo un valore aggiunto al prodotto in termini di comodità, ma offre anche il rapido accesso a ben tre tasti laterali. Due di questi sono i canonici “Mouse 4” e “Mouse 5” presenti in ogni mouse da gaming, mentre il terzo è un tasto intercambiabile con estensione variabile (per poter essere attuato comodamente col pollice) così da attivare la cosiddetta Sniper Mode, ovvero un’impostazione del DPI attiva solamente mentre si tiene premuto il pulsante.

Mouse gaming Razer di fascia alta

Razer Lancehead Tournament Edition

Questo mouse gaming Razer cablato o wireless ha il sensore ottico 5G da 16.000 DPI, switch meccanici Omron Hyperesponse e quattro pulsanti laterali.

Razer Lancehead Tournament Edition è, per mancanza di una migliore definizione, una variante migliore ma leggermente più costosa del Razer DeathAdder Elite. Il design è ambidestro ed il migliore fattore comfort/ergonomia è ulteriormente rinforzato dalle guance gommate anti-scivolo. Gli switch Omron sono molto puliti e precisi ed i tasti laterali sono quattro, anche se a livello d’attuazione sono discutibilmente meno facili da premere di quelli del DeathAdder Elite. La rotella del mouse ha un feedback tattile, rendendo i movimenti molto più precisi, ed infine è presente anche la pressoché onnipresente retroilluminazione Chroma RGB da 16,8 milioni di colori. Decisamente valido e performante, anche questo mouse di Razer può essere recuperato seguendo i box dedicati.

Razer Naga Trinity

Questo mouse gaming Razer cablato ha il sensore ottico 5G da 16.000 DPI, switch meccanici e tre diversi set intercambiabili di pulsanti laterali.

Razer Naga Trinity rappresenta una scelta ideale per chi vuole un mouse pensato per i MOBA ed estremamente customizzabile. I pulsanti laterali sono intercambiabili a seconda del grip che preferiamo montare. Avere accesso rapido a due, sette o dodici tasti laterali è un vantaggio decisamente considerevole ed essendo facilmente distinguibili l’uno dall’altro grazie al design intelligente è anche possibile sfruttarli efficacemente. Il sensore ottico, infine, è anche in questo caso l’ottimo sensore 5G da 100 – 16.000 DPI presente anche in altri mouse Razer top di gamma.

Lascia un commento