Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Monitor PS4: le migliori soluzioni video per la console Sony

Monitor PS4: le migliori soluzioni video per la console Sony

di Stefano Zocchi
Specialist Accessori PS4
aggiornato il 10 maggio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Monitor PS4 è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

Sin dalla nascita dei videogiochi casalinghi, il ruolo della console è sempre stato a fianco del televisore. Questa accoppiata è nata per motivi tecnici, essendo in origine l’unico schermo in grado di essere utilizzato, ma col passare del tempo la scelta nel campo degli schermi è aumentata enormemente. Oggi qualunque cosa abbia un’ingresso HDMI può essere utilizzata per giocare con una console. La seguente guida all’acquisto andrà a raccogliere quindi una selezione dei migliori monitor PS4, valutando le offerte migliori del settore. Questa raccolta di prodotti terrà conto di diverse esigenze e delle particolarità offerte dai monitor rispetto alle TV, partendo dalle dimensioni più contenute fino alle eventuali funzionalità 4K e HDR, quest’ultime pensate in particolare per PS4 Pro.

Monitor PS4: quale comprare

Nonostante il pensiero comune abbini in maniera quasi automatica l’utilizzo di una console per videogiochi al TV del soggiorno o della propria stanza, sempre più spesso gli utenti sono alla ricerca di soluzioni più contenute in termini di dimensioni e maggiormente efficienti dal punto di vista della qualità d’immagine. Proprio per questo anche i possessori di PS4 sono sempre più indirizzati verso i monitor rispetto ai televisori, soprattutto le nuove generazioni che guardano sempre di meno la televisione in diretta e non vogliono spendere soldi per servizi che non usano.

I prodotti analizzati e presi in considerazione per la selezione che seguirà andranno a tenere conto di diverse esigenze e diverse tipologie di utenti: prima di tutto con prodotti più contenuti nei costi per iniziare, ma non per questo privi di funzionalità e caratteristiche particolarmente interessanti; seguiranno poi prodotti con funzionalità più specifiche come la possibilità di visionare contenuti in HDR, fino ai monitor a risoluzione 4K e per questo maggiormente indirizzati ai possessori della più recente PS4 Pro. La risoluzione standard resta comunque il Full HD, e il lag tra console e schermo è un fattore da considerare.

Modelli, casse e valori aggiuntivi

Nonostante la risoluzione debba essere fissa, visto che le console non permettono di cambiarla, le dimensioni dello schermo possono variare e vanno considerate a seconda delle tue necessità. Inoltre, alcuni schermi offrono ingressi multipli che consentono di switchare da console a console o anche da computer a console, perfetto per una configurazione da scrivania. Bisogna poi anche considerare il tipo di pannello utilizzato, che può essere TN (Twisted Nematic, standard dell’industria, dal basso costo e dal tempo di risposta molto ridotto ma con qualità dell’immagine limitata), VA (Vertical Alignment, con input lag più elevato ma ottima resa dei colori) o IPS, in grado di offrire il meglio dei due precedenti tipi ma dal prezzo molto alto.

È inoltre consigliato considerare anche schermi che offrano casse integrate, di cui valutare la qualità: le console sono pensate per mandare audio e video attraverso HDMI, e se il modello base permette di usare un cavo ottico per collegarsi direttamente a sistemi home theater, se hai PS4 Slim anche l’utilizzo delle casse deve passare attraverso l’uscita audio di uno schermo (o sdoppiatori extra). Il fattore audio è quindi qualcosa a cui fare riferimento, e da considerare quando costruisci la tua configurazione. Nel caso, invece, tu sia comunque indirizzato verso l’acquisto di un televisore, la nostra guida PS4 Pro TV 4K può fare al caso tuo.

AOC G2590VXQ

Il primo prodotto che andiamo a proporre rappresenta già un’ottima scelta, soprattutto considerando il rapporto qualità/prezzo. AOC G2590VXQ è un monitor da 24,5″ a risoluzione Full HD e pensato proprio per un utilizzo dedicato principalmente al gaming. Il pannello dispone, infatti, di un tempo di risposta di 1ms e di un refresh rate di 75Hz con tecnologia AMD Free Sync. Se da una parte il refresh al di sopra dei 60Hz e la tecnologia Free Sync non interessano in maniera diretta i possessori di PS4, la qualità dell’immagine ed il prezzo contenuto possono comunque soddisfare pienamente. In aggiunta, la doppia uscita HDMI e DisplayPort si rivelano perfetti per collegare contemporaneamente PC e console e sfruttare a pieno questo ottimo monitor PS4.

Puoi acquistare AOC G2590VXQ su Amazon o se preferisci su eBay

AOC G2590VXQ
Prezzo consigliato: € 209Prezzo: € 154.99

BenQ EW277HDR

Una delle migliori soluzioni intermedie è rappresentata dal BenQ EW277HDR. Questo pannello Full HD da 27″ offre ottimi contrasti e diverse possibilità di calibrazione dell’immagine, capace di dare risultati davvero sorprendenti per la sua fascia di prezzo. Pur essendo predisposto con i soli collegamenti HDMI e VGA – quindi non perfettamente consigliato per un doppio utilizzo simultaneo di PS4 e PC, la caratteristica più interessante è rappresentata dalla presenza di tecnologia HDR. Ricordiamo, infatti, che anche i modelli base di PS4 sono predisposti per i contenuti HDR anche senza la possibilità del 4K, conferendo alle immagini di gioco dei colori molto più vividi e accesi.

Puoi acquistare BenQ EW277HDR su Amazon o se preferisci su eBay

BenQ EW277HDR
Prezzo consigliato: € 240Prezzo: € 149.99

LG 27UK600

Chiudiamo la selezione con un prodotto di fascia decisamente più alta con il monitor PS4 LG 27UK600. Questo pannello IPS da 27″, infatti, rappresenta la soluzione più completa non solo per il gaming, ma anche per esigenze creative su PC o semplicemente per vedere film e contenuti multimediali. Si tratta di un monitor a risoluzione 4K HDR dall’ottima qualità d’immagine, con un ottimo contrasto – con la possibilità di impostare anche il contrasto automatico che si adatta in base al tipo di scena – e colori molto naturali, grazie alla copertura sRGB del 99%. Sul retro il monitor dispone di due porte HDMI, oltre alla porta DisplayPort consigliata per il PC ed un’uscita audio standard da 3,5mm. Sia che siate in possesso di PS4 Pro, sia per una postazione universale per console/PC, questo è sicuramente il prodotto migliore nella sua fascia di prezzo per ottenere una qualità superiore anche rispetto a TV dal prezzo nettamente superiore.

Puoi acquistare LG 27UK600 su Amazon o se preferisci su eBay

LG 27UK600
Prezzo consigliato: € 579Prezzo: € 374.99

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Io sono Stefano e all’interno di Ridble mi occupo degli accessori per PlayStation 4. Amante delle console sin dalla sua prima versione negli anni Novanta, ho conosciuto di persona il mondo dei suoi accessori fin dalla nascita, passando dai famigerati controller di Mad Catz ai volanti più costosi fino a mode del momento come Guitar Hero. Ho sviluppato quindi una conoscenza del mercato molto critica, scoprendo a mie spese che la maggior parte degli accessori non vale il prezzo, nonostante quanto possa essere basso. Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Tutti i prodotti presenti all’interno delle guide all’acquisto sono selezionati mediante il metodo Ridble. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo e che si compone di quattro fasi.

Qualsiasi prodotto entra nei nostri radar nel momento in cui è ufficializzato. Rumors, indiscrezioni e chiacchiere non ci interessano. Attraverso varie fonti (comunicati stampa, inviti ad eventi ecc.) ogni Specialist raccoglie l’ufficialità sull’esistenza dei prodotti appartenenti alla sua categoria di competenza.

Tuttavia un prodotto per poter essere preso in considerazione per l’inserimento nelle nostre guide deve raggiungere un requisito necessario: l’eleggibilità. Ciò significa che soltanto i prodotti realmente acquistabili in Italia (online e offline) sono considerati per le nostre guide all’acquisto.

La terza fase è quella di prova. La categoria degli accessori PS4 è molto ampia, e include prodotti che vanno da controller a volanti a SSD. I nostri Specialist sono in grado di valutare i bisogni che risolve ciascuno di questi accessori, e di giudicarne pregi e difetti una volta messi alla prova sia in test specifici che nelle situazioni di tutti i giorni.

Infine, i prodotti che ottengono un giudizio positivo sono selezionati per essere inseriti nelle nostre guide all’acquisto. Questa procedura di selezione viene ripetuta almeno una volta al mese, vista la mensilità degli aggiornamenti delle nostre guide all’acquisto. Ogni volta che ci troviamo in queste circostanze, noi Specialist mettiamo sempre in discussione la posizione dei prodotti all’interno della guida, così da garantire sempre al consumatore le migliori opzioni disponibili al momento.

Se vuoi scoprire più nel dettaglio come funziona il metodo Ridble, ti invitiamo a visitare la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Il primo test da effettuare riguarda il ritardo dell’immagine, o tempo di risposta, che si viene a creare con lo schermo. Da questo punto di vista gli schermi non-TV sono più reattivi, ma vengono comunque misurati con attenzione. Il secondo valore importante da valutare è che schermi di larghe dimensioni non causino un’immagine troppo sgranata: non potendo andare oltre il Full HD (con l’esclusione del 4K, che però rappresenta un’eccezione particolare), bisogna valutare se lo schermo è in grado di presentare un’immagine accettabile o se i pixel siano troppo evidenti, soprattutto nel caso dell’utilizzo su scrivania.

Si passa poi alla resa del colore e dell’immagine. In questo frangente viene valutata la qualità dei colori resi dal pannello dello schermo, comparandoli con schermi di riferimento di fascia molto alta per valutarne il confronto e verificando l’implementazione dell’HDR. Infine gli ingressi aggiuntivi vengono testati, e vengono anche valutate le opzioni offerte da menu integrati nello schermo e le eventuali modalità di immagine extra o per ridurre l’affaticamento degli occhi. Infine, per i modelli muniti di casse integrate valuto la qualità audio sia tramite giochi che con musica e film, in modo da assicurarmi che possa offrire un’esperienza a tutto tondo.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Stefano Zocchi tramite i commenti.