Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Monitor 4K G Sync: come e quale scegliere

Monitor 4K G Sync: come e quale scegliere

di Matteo Gobbi
Specialist Accessori PC Gaming
aggiornato il 6 maggio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

N.B. La guida Monitor 4K G Sync è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

All’interno di questa guida andremo a spiegarvi come effettuare una selezione dei migliori monitor 4K G Sync per le vostre necessità videoludiche. In aggiunta, evidenzieremo quali sono le caratteristiche fondamentali che li rendono prodotti validi. Dopo una breve introduzione, dove spiegheremo anche qual è il target d’utenza per cui sono pensati questi display tanto costosi quanto performanti, vi illustreremo quelle che sono a nostro avviso le migliori scelte di monitor 4K G Sync attualmente disponibili.

Monitor 4K G Sync: quale comprare

Molto probabilmente se siete intenzionati ad acquistare un monitor 4K G Sync siete utenti che già conoscono i pre-requisiti richiesti per poterlo sfruttare appieno. Detto questo, però, ritengo sia dovuto specificare un paio di aspetti essenziali. Il primo che tengo a segnalare è che il monitor 4K G Sync è un prodotto valido ma consigliabile solo ad utenti dotati di un PC da gaming di fascia alta.

Prerequisiti e benefici dell’Nvidia G-Sync

Senza una scheda grafica molto prestante i monitor 4K gaming diventano relativamente “inutili”, perché per giocare a risoluzione UHD è fondamentale avere moltissima VRAM nella propria GPU (oltre ad un processore non troppo vecchio per evitare fenomeni di “strozzamento” delle performance della scheda video).

Detto questo, è importante evidenziare però che grazie alla funzionalità Nvidia G Sync potremo ridurre discretamente il carico di lavoro richiesto alla scheda video per mantenere attiva la sincronia verticale, quindi se da un lato è richiesta una GPU potente per poter giocare in UHD, un monitor 4K G Sync ci consente di aumentare ancor di più il framerate con qualsiasi gioco (a patto di avere una scheda Nvidia). Grazie a questa utilissima tecnologia, quindi, potremo raggiungere facilmente i 60 fps in 4K su ogni gioco attualmente in commercio senza dover optare una GTX 1080 Ti oppure una configurazione SLI.

Le caratteristiche da cercare in un display di un monitor 4K G-Sync

Finita questa parentesi sul G Sync, passo a citarvi le medesime raccomandazioni che ho stilato nel nostro articolo dei monitor 4K gaming, dato che si possono applicare anche quando si parla di monitor 4K G Sync. Partendo da un paio di suggerimenti riguardanti le dimensioni consigliate minime e massime, vi invitiamo caldamente a non comprare un monitor 4K G Sync inferiore ai 24″ o superiore ai 40″. Nel primo caso il beneficio del 4K sarebbe pressoché impercettibile, mentre nel secondo subentrano limitazioni logistiche davvero fastidiose, come distanza ottimale dallo schermo e posizionamento del pannello.

Infine, l’altro elemento da tenere in considerazione è se ciò che state cercando è un pannello TN, normalmente dotato di tempi di risposta più veloci, oppure di uno schermo IPS, che vanta colori ed angoli di visuale superiori con un leggero calo del tempo di risposta (3-5 ms). Se la vostra intenzione è giocare in 4K piuttosto che puntare sui 144 Hz presumibilmente il vostro intento è di dare priorità alla qualità dell’immagine piuttosto che alla fluidità dell’azione a schermo, quindi tendenzialmente non andremo a suggerire pannelli TN. ì

Cavo per sfruttare il proprio monitor 4K G Sync

UGREEN cavo Display Port 1.2

Questo cavo Display Port (maschio – maschio) è un’ottima soluzione che consente di dotarsi di un sistema per collegare il proprio monitor 4K G Sync e sfruttare la risoluzione 4K e la tecnologia Nvidia fino ad un refresh rate massimo di 144 Hz. Il cavo è lungo 2 metri, risultando quindi decisamente ottimale per la maggior parte dei setup così da offrire un buon margine di lunghezza senza risultare troppo ingombrante, e grazie al suo ottimo rapporto qualità/prezzo risulta davvero difficile non consigliarne l’acquisto. Per portarvi a casa questo cavo UGREEN è sufficiente selezionare uno dei nostri box dedicati, e ricordatevi che senza una soluzione Display Port 1.2 o superiore è impossibile impiegare il G-Sync!

Puoi acquistare Cavo DisplayPort 1.2 (necessario per sfruttare il G-Sync) su Amazon o se preferisci su eBay

Monitor 4K G Sync: i migliori monitor

Acer Predator XB271HK/XB321HK

Questo monitor 4K G Sync ha un pannello IPS da 27″ o 32″ con un framerate da 60 Hz.

Prestante ed estremamente versatile, Acer Predator XB271HK (e la sua variante da 32″, chiamata XB271HK) è l’unica vera opzione attualmente disponibile nel mondo dei monitor 4K G Sync. Disponibile in due tagli differenti – così da soddisfare le preferenze di un maggior numero di utenti – questo monitor ha una scocca dal design zero frame, riducendo al minimo lo spazio occupato dal pannello, e vanta numerose tecnologie utilissime come il ComfyView per ridurre lo stress sugli occhi, il contrasto dinamico  ed Nvidia ULMB.

Il framerate massimo raggiungibile si assesta 60 fps, che grazie all’implementazione dell’Nvidia G-Sync risulta raggiungibile anche da PC di fascia medio-alta e non solo da chi possiede GPU al top di gamma. La qualità dei colori e la profondità dei neri, infine, è davvero notevole grazie alla natura IPS LED del pannello. Nel caso vogliate approfondire ulteriormente le qualità di questo monitor 4K G Sync, infine, vi rimandiamo alla nostra recensione di Acer Predator XB271HK.

Puoi acquistare Acer Predator XB271HK su Amazon su eBay o su ePrice In alternativa Acer Predator XB271HK è disponibile nella variante Acer Predator XB321HK.

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto adatto alle loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti da anni, al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota, in base alle più disparate necessità. La fiducia nei nostri riguardi è ripagata con un tasso di soddisfazione elevatissimo, pari al 98% complessivo. Per consolidare il nostro modus operandi abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo per l’Italia, ma affrontando anche mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo.

Il perché questo è possibile è legato alle competenze e alle conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare oltre 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Io sono Matteo e su Ridble ho compiti ben definiti, sono lo Specialist di assemblaggio ed accessori PC gaming, oltre che di accessori Xbox One, e quindi parlo di quello che realmente conosco e studio ogni giorno. Questa esperienza, che ho maturato nel corso degli anni sia per passione personale che per finalità lavorative, è facilmente testimoniata dal muro di tastiere, mouse, cuffie, monitor, hardware e controller che ho sparsi in casa. Ciascuno di questi prodotti è stato soggetto ad una mia analisi, e grazie all’esperienza maturata nel tempo son diventato sufficientemente capace da poter dire di essere uno Specialist degno di aiutarvi nei vostri acquisti. Inoltre ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide all’acquisto di mia competenza.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Tutti i prodotti presenti all’interno delle guide all’acquisto sono selezionati mediante il metodo Ridble. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo e che si compone di quattro fasi.

Qualsiasi prodotto entra nei nostri radar nel momento in cui è ufficializzato. Rumors, indiscrezioni e chiacchiere non ci interessano. Attraverso varie fonti (comunicati stampa, inviti ad eventi ecc.) ogni Specialist raccoglie l’ufficialità sull’esistenza dei prodotti appartenenti alla sua categoria di competenza.

Tuttavia un prodotto per poter essere preso in considerazione per l’inserimento nelle nostre guide deve raggiungere un requisito necessario: l’eleggibilità. Ciò significa che soltanto i prodotti realmente acquistabili in Italia (online e offline) sono considerati per le nostre guide all’acquisto.

La terza fase è quella di prova. Ogni tipologia di accessori PC gaming richiede chiaramente una metodologia ben diversa da seguire, e lo studio di questi aspetti per scoprire quali siano i pregi, i difetti e le potenzialità dei vari prodotti è punto cardine della nostra figura di Specialist.

Infine, i prodotti che ottengono un giudizio positivo sono selezionati per essere inseriti nelle nostre  guide all’acquisto. Questa procedura di selezione viene ripetuta almeno una volta al mese, vista la mensilità degli aggiornamenti delle nostre guide all’acquisto. Ogni volta che ci troviamo in queste circostanze, noi Specialist mettiamo sempre in discussione la posizione dei prodotti all’interno della guida, così da garantire sempre al consumatore le migliori opzioni disponibili al momento.

Se vuoi scoprire più nel dettaglio come funziona il metodo Ridble, ti invitiamo a visitare la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Chiaramente ogni prodotto è mirato a rispondere ad esigenze e finalità differenti all’interno della sua categoria, quindi il rapporto qualità/prezzo è uno dei fattori cruciali che teniamo sempre in considerazione per valutare l’effettivo merito che ha un prodotto nello scenario del mercato attuale. Ciò non toglie però che un buon monitor da gaming debba risultare valido indipendentemente dalla fascia di prezzo a cui appartiene, e son proprio questi aspetti che siamo andati a considerare durante la nostra prova.

Essendo questa guida mirata ad un target molto specifico, è nostra premura assicurarci durante la fase di prova ed analisi del prodotto che questo sia pienamente in grado di rispettare le aspettative dell’utente. Di conseguenza, la primissima valutazione che compiamo riguarda il pannello o, più nello specifico, la sua resa da un punto di vista di qualità e fluidità dell’immagine.

La presenza dell’Nvidia G-Sync è  parte integrante dei prodotti che andiamo a considerare, quindi considerare il fatto che l’utente desideri cercare di raggiungere e mantenere il framerate massimo proposto dallo schermo è a dir poco essenziale per noi. Di conseguenza, il nostro test includerà chiaramente una sessione di analisi sul comportamento del prodotto quando si gioca a titoli graficamente più pesanti. Infine, il G-Sync viene inteso tanto come un aiuto per GPU di fascia alta quanto per soluzioni estreme, quindi è nostra premura effettuare test pratici per vedere come si comporta con setup differenti.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Matteo Gobbi tramite i commenti.