Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Modem portatile: la nostra guida alla scelta al migliore per voi

Modem portatile: la nostra guida alla scelta al migliore per voi

di Claudio Carelli
aggiornato il 2 aprile 2020
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Modem portatile è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Agosto 2020.

Siete persone che amano l’avventura o che stanno spesso fuori casa, ma non vogliono assolutamente rinunciare alla possibilità di usare una connessione? Un modem portatile potrebbe senza dubbio essere il vostro oggetto del desiderio, soprattutto se dovete connettere svariati dispositivi. Scegliere un router 4G portatile però, non è così semplice: sono svariati gli elementi da considerare. Per non cadere in fallo, non temete e proseguite la lettura della nostra guida all’acquisto.

Modem portatile: quale comprare

 

La necessità di restare sempre connessi è ormai all’ordine del giorno: che siate lavoratori professionisti con un notebook pronto a sfrecciare sui documentidi lavoro, che siate studenti o semplici social-addicted, Internet è vita. Spesso però, c’è chi vive un regime quotidiano prevalentemente fuori casa. Quanti pendolari, studenti o lavoratori, sono sempre in giro sui mezzi pubblici o in situazioni urbane e necessitano di avere una bella connessione? Tanti. Quanti di questi hanno un numero di dispositivi che non riesce ad offrire prestazioni decenti sebbene si sfrutti il proprio smartphone in modalità hotspot? Quasi altrettanti.

Sì, perché se da un lato è vero che ormai gli smartphone recenti consentono di condividere la propria connessione dati liberamente con quasi tutti gli operatori, dall’altro è anche da considerare che la cosa ha dei limiti. Innanzitutto, a discrezione dei modelli di smartphone, si ha un numero massimo di dispositivi che si possono collegare che va solitamente dai 2 ai 4. Ciò implica che, se già in prima persona dovrete connettere uno smartphone, un tablet e un notebook, difficilmente potrete consentire la stessa elasticità ad altre persone. Inoltre c’è da considerare che via hotspot la stabilità di connessione a più dispositivi lascia spesso a desiderare. In questo caso, la soluzione ideale è puntare su un modem portatile.

Questi sono dei piccoli dispositivi portatili estremamente ottimizzati a sfruttare una SIM e delle antenne integrate per distribuire il traffico 4G in modo ottimale, fino a ben 32 dispositivi. Inoltre consentono di salvare molta batteria, in quanto una delle classiche pecche dell’hotspot è appunto l’estremo impatto sull’autonomia degli smartphone. Ma come scegliere il migliore router 4G portatile che faccia al caso vostro? Per selezionarlo, vi illustriamo i criteri selettivi che abbiamo utilizzato.

Velocità di connessione

Prima di considerare qualsiasi altro criterio è strettamente necessario focalizzare l’attenzione sulla velocità di connessione. Ogni modem portatile appetibile oggi dispone infatti di connettività 4G LTE; come è ovvio che sia abbiamo messo completamente da parte tutti quelli che non dispongono di questo standard. Ma non è tutto.

Non basta dire “LTE”, assolutamente. Lo standard di connettività è infatti da spezzare in vere e proprie classi, definite “Cat”. Ogni grado di classe LTE è infatti in grado di offrire una velocità massima differente. Si parte dalla semplice Cat4, in grado di erogare massimo 150 Mbps, alla Cat6 che raggiunge i 300 Mbps; e fino a qui, parliamo di classi ormai quasi abbandonate. Salendo di fascia troviamo infatti i Cat11 o i Cat16, rispettivamente in grado di erogare 600 Mbps e 1000 Mbps.

Cifre, ok, ma a cosa servono? Si parla in questo caso di velocità o, più precisamente, di ampiezza di banda. I Mbps (megabit per secondo) sono la velocità con cui misuriamo solitamente la nostra connessione ad Internet: più è elevato il numero, maggiore sarà la velocità della connessione. In questo caso nella scelta del router 4G portatile, non siamo in circostanze diverse: maggiori sono i numeri dei Mbps, più veloce sarà il dispositivo sia nel download che nell’upload. Ovviamente i numeri sono da intendere sempre in modo teorico: è infatti solo dalla Cat11 in poi che riusciamo a vedere velocità di connessione al pari di una potenziale VDSL casalinga.

In questo caso, se dovete svolgere operazioni prettamente leggere come la gestione di mail e documenti di testo, potete affidarvi su un modello economico di classe bassa. Diversamente, se vi serve una bella connessione per guardare anche video e maneggiare file grossi, optate per quelli di classe più elevata.

Connettività e funzioni extra

Il secondo criterio di valutazione per un buon modem portatile è senza ombra di dubbio l’aspetto della connettività. Ogni router 4G portatile presenta al suo interno un vano SIM, che può essere di tipologia differente in base al taglio: classica SIM, microSIM o la nuova nanoSIM. Certo, non può non essere un criterio selettivo se siete già in possesso di una SIM dati, ma non la consideriamo una vera e propria variabile selettiva: ormai gli operatori offrono le SIM con adattatore multiformato.

Altra variabile da tenere in considerazione è la tipologia di Wi-Fi. I modelli più economici offrono infatti una Wi-Fi ab classica, mentre quelli più avanzati dispongono di quella dual-band ac, cioè in grado di lavorare su due bande di uscita differenti. Quest’ultima caratteristica è molto preferibile, in quanto dividendosi sui 2.4 GHz e i 5.0 GHz, il modem portatile è in grado di ottimizzare la navigazione in base alle tipologie di dispositivi: smartphone o PC possono stare sulla banda 5 GHz solitamente più potente, mentre dispositivi di piccola entità come eBook Reader o prodotti sfruttati giusto per il messaging possono restare sui 2.4 GHz.

Non abbiamo escluso prodotti che non dispongono di Wi-Fi ac, in quanto è strettamente da correlare, come già detto, in base all’utilizzo che volete fare del vostro nuovo router 4G portatile. Se cercate qualcosa di modesto potete restare sulla classica Wi-Fi, mentre se avete davvero molti dispositivi, vi conviene salire di fascia. Menzioni d’onore sicuramente per le funzioni extra: queste non sono un must-have, ma nella nostra selezione abbiamo cercato di includere dispositivi dotati di funzioni aggiuntive extra, che vedremo da prodotto in prodotto. Queste vanno dal display a colori interattivo alla funzione di powerbank, senza dimenticare la condivisione micro SD. Approfondiremo di seguito!

Batteria

Ultimo criterio da tenere in considerazione nella selezione di un bel modem portatile è senza ombra di dubbio la batteria. In questo caso, selezionando per voi i migliori modelli abbiamo voluti essere piuttosto stringenti, escludendo tutti i modelli che non dispongono di una autonomia da almeno 8 ore. Questo è sostanzialmente circa il tempo che impieghereste a lavorare distanti da una connessione domestica, definita da noi come un’azione che deve essere necessariamente realizzabile.

C’è sicuramente da precisare che, in tutti i casi in cui doveste sfruttare il modem portatile al massimo della propria velocità e per un periodo davvero lungo, si possono sfruttare i powerbank. Tutti i modelli selezionati hanno infatti una porta micro USB o USB Type-C, e possono essere ricaricati dunque sfruttando un caricabatterie portatile.

Capiti dunque i criteri selettivi, proseguiamo con la nostra disamina alla ricerca del miglior modem portatile presente sul mercato, in ordine di fascia di prezzo.

Modem portatile: i modelli su cui puntare

TP-Link M7200

Iniziamo la nostra guida al modem portatile con un modello che rappresenta il minimo indispensabile per chi non ha operazioni particolarmente pesanti da svolgere con la propria connessione. Troviamo infatti in TP-Link M7200 tutto ciò che è necessario per disporre di una connessione LTE discreta, in un corpo assolutamente molto tascabile. Parliamo infatti di un oggetto con form factor prettamente a “saponetta”, con faccia piatta e bordi estremamente arrotondati. Il corpo è in policarbonato nero ruvido ed ha dimensioni pari a 9,4 x 5,7 x 2 cm; niente male, visto che parliamo di un dispositivo con peso finale di soli 50 grammi scarsi.

Frontalmente troviamo una interfaccia molto semplice: nessun display, ma una piccola plancia nera con tre icone retroilluminate a LED, rispettivamente dedicate a connessione dati, connessione WI- Fi e batteria residua. L’installazione è pressoché immediata: si inserisce al suo interno una scheda SIM (formato SIM classico, quello vecchio) e il gioco è fatto. Tramite l’app dedicata tpMiFi è possibile configurare password e gestire eventuali altri parametri. Le antenne integrate sono discrete e consentono il supporto alla connessione fino a 10 dispositivi, tutti su Wi-Fi b/g/n classico. Il modem integrato è LTE di classe Cat4, ovvero in grado di erogare fino a circa 15-20 Megabit reali. La suggeriamo, come detto, a chi vuole il minimo indispensabile perché non scarica dati molto grandi in mobilità.

L’autonomia è pari ad 8 ore, garantita da una batteria da 2000mAh. Questo router 4g portatile si ricarica via micro USB classica.

Puoi acquistare TP-Link M7200 su Amazon o se preferisci su eBay

TP-Link M7200
Prezzo consigliato: € 59.9Prezzo: € 42.99

TP-Link M7350

Se volete qualcosa un po’ più affidabile, allora date un’occhiata al fratello maggiore TP-Link M7350. Stiamo parlando di un modello più nuovo, con alcune funzionalità extra che ne giustificano l’acquisto leggermente più impegnativo. Trovato al di sotto di circa 70€ vale sicuramente la pena portarsi a casa questo modello che, già dal look, fa capire di essere un prodotto di un livello diverso. Il design è realizzato prevalentemente sul form factor a faccia rettangolare, dotata di spigoli arrotondati. Frontalmente questa accoglie un piccolo display a colori, il quale offre icone di stato per Wi-Fi, batteria residua, tipologia di rete (ormai solo 4G), eventuali SMS ricevuti e soglia di traffico residuo.

All’interno troviamo delle antenne di buona qualità in grado di collegare fino a 10 dispositivi senza problemi. La Wi-Fi supportata è sempre di tipo b/g/n mono-band, dunque non proprio il top in termini di gestione della banda. Il modem LTE è CAT4 in grado di raggiungere circa i 20 Mb/s reali: è perfetto soprattutto per gli utenti pendolari che vogliono più avere un punto di riferimento sul proprio notebook anche in viaggio. Un’altra chicca è lo slot micro SD integrato, il quale offre la possibilità di usare il TP-Link M7350 anche come una piccola memoria di rete condivisa con tutti i dispositivi connessi sulla sua rete (massimo 32 GB). Lo slot SIM integrato è di quelli classici: scelta un po’ retrò, ma accompagnata da due adattatori per microSIM e nanoSIM in dotazione.

La batteria integrata riesce a garantire circa 8 ore di utilizzo, se non giocate magari troppo col display acceso; la ricarica avviene via micro USB. Buoni dimensioni e peso, pari a 6,6 x 1,6 x 10,6 cm e 80 grammi circa.

Puoi acquistare TP-Link M7350 su Amazon o se preferisci su eBay

TP-Link M7350
Prezzo consigliato: € 89.9Prezzo: € 83.06

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Huawei E5785-92C 2 Plus

Saliamo di fascia e troviamo probabilmente il miglior modem portatile per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo. In piena fascia media infatti il router 4G portatile che vi suggeriamo di acquistare è senza ombra di dubbio Huawei E5785-92C 2 Plus. Siamo di fronte, anche in questo caso, di un prodotto con faccia rettangolare a bordi stondati.

Per questo modello Huawei opta per l’utilizzo di un policarbonato bianco con dettagli oro. Al centro troviamo un pannello LCD monocromatico da 1.45″: non troppo grande e a bassa risoluzione, funge da componente utile per conoscere eventuali stati del nostro modem portatile. A schermo è possibile consultare anche un contatore di GB impostando una soglia di navigazione massima. Non manca di fianco il tasto power.

Le dimensioni e il peso rimangono contenutissimi, e fanno dell’E5785 un modem portatile davvero ottimo da portare con sé dappertutto: parliamo di soli 13,8 x 7,8 x 5,2 cm, per 280 grammi circa. All’interno troviamo un bel po’ di elementi interessanti: il modem integrato è innanzitutto LTE Cat6, ed è dunque in grado di arrivare a velocità che superano anche i 50 Mb/s. Inoltre le antenne sono Wi-Fi ac dual-band, consentendo quindi di sfruttare le frequenze 2.4 GHz ma anche 5.0 GHz. Inoltre il numero massimo di dispositivi connettibili è di ben 16: l’ideale se dovete fare delle partite outdoor in comitiva.

Chiude il tutto una batteria da 3000mAh che promette ben 16 ore di utilizzo. Questa è ricaricabile via micro USB. Il modulo SIM integrato è microSIM.

Puoi acquistare Huawei E5785-92C 2 Plus su Amazon o se preferisci su eBay

TP-Link M7650

Saliamo ancora di livello e troviamo un modem portatile per chi vuole fare davvero sul serio. In questo caso, se vestite i panni del professionista che vuole davvero una velocità di connessione elevata in tutti i momenti, sicuramente è TP-Link M7650 il modello su cui dovete fare affidamento. Il dispositivo in questione è infatti il router 4G portatile che combina al top quello che è un design sempre piuttosto compatto alla potenza dell’LTE Advanced. Il prodotto rimane sempre a faccia rettangolare.Al centro troviamo come al solito il display a colori che tutte le varie notifiche utili e il traffico residuo impostato tramite app dedicata su smartphone. Le dimensioni e il peso ammontano a 6,7 x 1,6 x 11,3 cm e a 259 grammi.

Perché parliamo di un prodotto di alto livello? Display a parte, quello che c’è sotto la scocca è davvero molto interessante. Il modulo microSIM va ad accogliere una scheda che, combinata al modem interno, riesce a supportare l’LTE Cat.11: questo è in grado di erogare velocità anche oltre i 70 Mega effettivi. Ottimo per chi lavora con file di grosse dimensioni e vuole vedere magari anche qualcosa in streaming occasionalmente. Sfrutta una connessione Wi-Fi ac dual-band, quindi lavora sia sui 2.4 GHz che sui 5.0 GHz, e riesce ad accogliere fino a 32 dispositivi connessi simultaneamente; non è un errore di battitura.

Questo piccolo vero e proprio gioiellino è, evidentemente, il modem portatile definitivo, fatto per chi vuole acquistare il meglio una volta soltanto. Come se non bastasse dispone anche di uno slot micro SD per realizzare una piccola memoria condivisa su rete (massimo 32 GB). Chiude il tutto una batteria da 3000mAh ricaricabile via micro USB che, a detta del produttore, garantisce circa 15 ore di autonomia.

Puoi acquistare TP-Link M7650 su Amazon o se preferisci su eBay

Netgear MR1100 Nighthawk M1

Se volete il router 4G portatile di nuova generazione, volete esagerare e vi piace il brand Netgear, allora potete dare un’occhiata al Netgear MR1100 Nighthawk M1. Il nome “Nighthawk” viene da sempre affidato, da parte dell’azienda, ai modelli di gamma “ultra” che realizza per ciò che riguarda i router. In questo caso però, anziché trovare design aggressivo e che strizza l’occhio un po’ ai gamer come nei modelli di router casalinghi, MR1100 si presenta con estrema eleganza e un look veramente premium. Il form factor in questo caso è a faccia quadrata. Stiamo parlando di un prodotto che già per dimensioni e peso rappresenta una vera e propria eccellenza: parliamo di 249 grammi per dimensioni pari a 10,5 x 10,5 x 2 cm.

Frontalmente troviamo un ampio display a colori di buona qualità, all’interno del quale è possibile fruire tutte le informazioni utili su Wi-Fi, connessione dati, SMS e dati residui. Non mancano uno slot micro SD e addirittura una porta USB 2.0, in entrambi i casi nate appositamente per la condivisione di dati con i dispositivi collegati sul modem portatile. Nel secondo caso è possibile collegare una vera e propria chiavetta esterna (avete già visto al nostra guida alle migliori chiavette USB?).

Chiude il tutto un modem integrato davvero senza eguali: parliamo di un modulo LTE Cat.16, il quale riesce nel modello M1 a raggiungere la velocità teorica di 1 Gbps. Ovviamente parliamo di velocità ideali. Mette a disposizione fino a 20 collegamenti wireless simultanei. Inoltre ha una porta Ethernet, quindi ottimo se volete utilizzarla con un notebook e avere il massimo della stabilità di navigazione. Questo gioiellino integra una batteria da 5040mAh che mira all’utilizzo per una giornata intera.

Puoi acquistare Netgear MR1100 Nighthawk M1 su Amazon o se preferisci su eBay

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Claudio Carelli tramite i commenti.