Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Mirrorless Panasonic: i modelli su cui vale la pena puntare

Mirrorless Panasonic: i modelli su cui vale la pena puntare

di Antonino Clemente
Specialist Fotocamere Mirrorless
aggiornato il 27 giugno 2019
5345 utenti hanno trovato utile questa guida

Il Black Friday 2019 sta per iniziare! Dal 22 novembre al al 2 dicembre saranno davvero tantissimi gli sconti che arriveranno su Amazon, eBay, Unieuro e tanti altri store; non tutti però sono così convenienti come sembrano! Per questo motivo li selezioniamo per voi: trovate tutti i VERI sconti di questo Black Friday all’interno della nostra collana “Migliori offerte Black Friday“, catalogate per tipologia di prodotto. Salva il link e tienilo a portata di mano. Se vuoi dare un’occhiata liberamente alle offerte Amazon, la sezione è questa.

 

Come ogni anno vi ricordiamo che chi dispone di un account Amazon Prime può accedere in anticipo alle offerte:

 

Infine, se siete aziende, ricordate che potete partecipare anche voi con Amazon Business.

N.B. La guida Mirrorless Panasonic è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Novembre 2019.

Panasonic è tra le aziende che hanno deciso di investire in maniera più attiva nel settore delle mirrorless, fino a conquistare un posto di primo piano tra i prodotti dedicati al mondo del videomaking. Nel corso degli anni Panasonic ha presentato fotocamere mirrorless adatte a tutte le tasche e a tutti i tipi di utilizzo, e adesso può contare su un catalogo molto variegato. In questa guida vogliamo mostrarvi le nostre scelte delle migliori mirrorless Panasonic attualmente disponibili sul mercato. 

Mirrorless Panasonic: quale comprare

Dall’entrata nel settore delle mirrorless, Panasonic è riuscita a costruirsi un nome tra i videomaker con prodotti dalla qualità estrema a prezzi abbastanza concorrenziali. L’azienda ha puntato tutti i suoi sforzi nello sviluppo dei sensori in formato micro 4/3, sensori fotografici di tipo crop grandi la metà dei Full Frame. Il vantaggio principale di un sensore dalle dimensioni contenute è la possibilità di mantenere i corpi macchina, e soprattutto gli obiettivi abbinati, piccoli e leggeri. Un grande vantaggio per i fotografi di viaggio, o per utenti che portano con sé diversi tipi di lente. Di contro, sensori così piccoli fanno abbastanza fatica quando si alzano i valori di sensibilità ISO, a meno di non integrare un numero basso di megapixel.

Per questo motivo, nel corso del 2019 Panasonic ha presentato la sua prima gamma di mirrorless con sensori Full Frame: dei prodotti dalla qualità estrema chiamati a competere con le ammiraglie delle aziende concorrenti. Al momento il sistema di mirrorless Full Frame di Panasonic, contraddistinto dalla sigla S1, non è molto sviluppato, e ad esempio il parco obiettivi dedicato è ancora piuttosto limitato. Ma considerato l’apprezzamento da parte di utenti ed esperti del settore, è molto probabile che l’azienda giapponese continuerà ad investire in maniera consistente su questa linea di fotocamere.

Ma vista l’ampiezza del catalogo Panasonic, come fare per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze? Bisogna considerare alcuni fattori.

 

Sensore

Il primo elemento di scelta è il tipo e la qualità del sensore. Come abbiamo già visto, Panasonic integra nelle sue fotocamere due tipi di sensori, i micro 4/3 e i Full Frame. I primi sono indicati per chi desidera mantenere dei kit fotografici leggeri e portatili, in particolare per quanto riguarda gli obiettivi. Grazie al fattore di crop, per raggiungere una lunghezza focale paragonabile a quella dei sistemi Full Frame, una lente sviluppate per i sensori fotografici in 4/3 può mantenere delle dimensioni ridottissime, e di conseguenza anche i costi sono difficilmente assimilabili.  Invece i sensori Full Frame, essendo più grandi, riescono a catturare una maggiore quantità di luce e di dettagli, il che li rende consigliabili per la fotografia di ritratti, moda o paesaggi.

Bisogna considerare anche il numero di megapixel presente nel sensore. Questo indica la grandezza delle immagini catturabili in termini di pixel. In generale, se dovete stampare le vostre foto in grande formato, o vi servono per dei progetti grafici molto dettagliati, vi conviene puntare su sensori con un numero maggiore di megapixel, almeno 20. Invece per gli altri tipi di utilizzo, come ad esempio la condivisione sui social network, questo elemento non ha un peso rilevante. Ma il numero di megapixel influisce anche su un altra caratteristica, ovvero la resa ad alti livelli di sensibilità ISO.

Sensibilità ISO

La sensibilità ISO rappresenta la quantità di luce che il sensore può assorbire. Valori bassi vengono utilizzati in condizioni di luce, mentre i valori alti sono necessari per situazioni di scarsa illuminazione. Se vi capita spesso di fotografare o registrare video in notturna, o in interni con poca luce, dovreste valutare modelli di mirrorless Panasonic che supportano un ampio range ISO, oltre i 6400.

Ma non è tutto: alzando la sensibilità, si rende più probabile la comparsa del rumore digitale, una grana che ricopre le immagini fino a rovinarle. Come abbiamo già detto, una caratteristica dei sensori micro 4/3 è che fanno fatica nelle prestazioni ad alti valori ISO. Questo è vero perché la comparsa di rumore è più evidente quando i pixel del sensore sono più piccoli e quindi catturano meno luce. Per ovviare questo problema, le compagnie riducono il numero di megapixel, in modo che la concentrazione minore permetta performance migliori. È per questo motivo che mirrorless come la Panasonic GH5s, nonostante un prezzo di listino elevatissimo, includono dei sensori con un numero di megapixel intorno a 10 (meno della maggior parte dei nostri smartphone).

Autofocus

Il terzo elemento di scelta riguarda l’autofocus. Quando si scattano foto di soggetti in movimento, è opportuno poter fare affidamento su un sistema di messa a fuoco automatico rapido e preciso. Generalmente, gli autofocus sfruttano due tecnologie: a rilevamento di contrasto e a rilevamento di fase. La seconda è più performante, e quindi preferibile per ottenere scatti nitidi nel minor tempo possibile. Da considerare anche il numero di punti AF supportati dal sensore: maggiore è il numero, più immediata sarà la messa a fuoco.

Video

Il quarto elemento di scelta riguarda le prestazioni video delle mirrorless Panasonic. Grazie a delle caratteristiche avanzate ed una qualità strepitosa, le fotocamere Panasonic sono diventate tra le più apprezzate nel mondo del videomaking, anche a livello pro o semi pro. Il primo criterio da valutare è la risoluzione supportata. A differenza dei competitor, la registrazione in 4K è ormai praticamente uno standard per le fotocamere Panasonic. Si tratta di una risoluzione molto elevata, che misura 3840×2160 pixel, esattamente il doppio del Full HD. Proprio per andare incontro alle esigenze dei professionisti, la casa giapponese ha anche presentato la sua prima fotocamera mirrorless capace di registrare in 6K.

Oltre alla risoluzione, è importante anche il frame rate supportato, ovvero il numero di frame che la fotocamera può registrare in un secondo. In ambito cinematografico il rapporto più utilizzato sono 24 o 30 fps, ma per ottenere degli ottimi risultati in particolare per il caricamento dei file online, è consigliato puntare sui 60 fps, che assicurano una maggiore fluidità. Infine, se desiderate filmare anche degli slow motion, valutate solamente modelli che supportano dei frame rate superiori a 120 fps.

 

Dopo aver visto i criteri di selezione, andiamo a scoprire le nostre scelte dei migliori modelli di mirrorless Panasonic nel mercato attuale. Abbiamo suddiviso i prodotti in base al loro prezzo. Nella fascia bassa sono presenti modelli adatti ai principianti, o agli appassionati con un budget ristretto. I modelli nella fascia media invece sono più avanzati, e possono garantire delle buone soddisfazioni ad utenti di tutti i livelli. Passiamo adesso alla fascia alta, dove troviamo mirrorless evolute e abbastanza costose, capaci di garantire una fantastica qualità d’immagine. Infine, nella fascia pro sono raccolte le top di gamma del produttore giapponese, che comprendono le ultime tecnologie sviluppate da Panasonic e dedicate ai professionisti. Iniziamo allora a vedere quali sono i migliori modelli di mirrorless Panasonic per fascia di appartenenza.

Migliori Mirrorless Panasonic: fascia bassa

Panasonic Lumix DMC-GX80

Iniziamo questa guida alle migliori mirrorless Panasonic con la Lumix DMC-GX80. Si tratta di una mirrorless compatta e leggera, con una buona costruzione e delle ottime prestazioni foto e video. È perfetta per street photography e viaggi, grazie alla sua portabilità estrema combinata alle dimensioni ridotte degli obiettivi Panasonic dedicati.

Integra un sensore Live MOS micro quattro terzi da 16 megapixel, capace di un range di sensibilità ISO che varia tra 100 e 25600. Il punto di forza è il sistema di stabilizzazione a cinque assi chiamato Dual IS, che agisce sia sul sensore sia su qualsiasi obiettivo montato, per una riduzione del movimento fino a 4.5 stop. La registrazione video è possibile fino alla risoluzione 4K, con un frame rate di 30 fps. La messa a fuoco a rilevamento di contrasto può sfruttare 49 punti AF selezionabili. Comoda la funzione post focus, che permette di selezionare la messa a fuoco desiderata dopo aver scattato la foto. Presenta uno dei migliori mirini elettronici tra le mirrorless di fascia bassa, dotato di 2.764.800 pixel, ed un display posteriore LCD da 3″ completamente ribaltabile a 180°. Le raffiche di foto sono da 10 fps utilizzando la messa a fuoco automatica, e 40 fps con quella fissa.

Nonostante sia in commercio già da qualche anno, la Panasonic Lumix DMC-GX80 rimane un’ottima opzione nella fascia bassa del mercato. È una fotocamera completa, con delle ottime capacità video. Assolutamente consigliata per principianti e appassionati con un budget contenuto.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DMC-GX80 su Amazon su eBay o su ePrice

Migliori mirrorless Panasonic: fascia media

Panasonic G80

La Lumix DMC-G80 è la prima proposta nella fascia media di Panasonic. Si tratta di una mirrorless robusta e resistente a umidità e polvere. Ha un design decisamente diverso a quello della serie GX: è infatti leggermente più ingombrante, ma assicura anche una ergonomia straordinaria grazie ad un grip ben pronunciato. Il sensore è un micro 4/3 da 16 megapixel senza filtro passa-basso, stabilizzato attraverso il sistema Dual IS di Panasonic. Si tratta di una stabilizzazione a cinque assi che agisce sia sul sensore che sugli obiettivi, per un effetto di compensazione fino a 5 F-Stop. Questa fotocamera sfrutta un sistema di messa a fuoco a rilevamento di contrasto con 49 punti AF selezionabili.

Il mirino elettronico è di qualità, grazie ad una risoluzione di 2.360.000 punti. Presente la modalità 4K photo, che permette di scegliere un singolo fotogramma ad alta risoluzione da una sequenza video 4K per salvarlo autonomamente e non perdere mai la scena desiderata. Può scattare raffiche di foto da 10 fps con autofocus, fino ad un massimo di 45 file RAW e 300 JPEG, quindi il buffering non sarà mai un problema. La registrazione video può avvenire fino a 4K/30 fps, o 60 fps scendendo al Full HD. La sensibilità ISO passa da 200 a 25600, con la possibilità di estensione in basso a 100 ISO.

La Panasonic Lumix DMC-G80 è una fotocamera solida, capace di una buona qualità delle immagini sia in ambito fotografico che video, ed offre un rapporto qualità prezzo abbastanza convincente.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DMC-G80 su Amazon o se preferisci su eBay

Panasonic Lumix DC-GX9

Nella fascia media di questa guida non poteva mancare la Panasonic Lumix DC-GX9: una fotocamera mirrorless compatta, prestante e dal design moderno. La caratteristica fisica che più sorprende in questa macchina è la presenza di un mirino inclinabile verso l’alto, per riprese da più angolazioni senza rinunciare ad inquadrare dal mirino. Il sensore da 20.3 megapixel senza filtro passa-basso, in formato micro 4/3, assicura immagini dalla buona qualità, con un discreto numero di dettagli. Il sistema di stabilizzazione Dual IS consente di ottenere scatti nitidi anche senza l’utilizzo di un treppiedi. Non mancano alcuni effetti per la simulazione della pellicola analogica a colori e in bianco e nero.

La registrazione video è possibile fino alla risoluzione 4K/30 fps. Disponibili anche i 60 fps abbassando la risoluzione a Full HD. Le raffiche di foto arrivano a 6 fps, o a 9 senza autofocus continuo, mentre la sensibilità ISO può essere selezionata in valori tra 100 e 25600. Il sistema di messa a fuoco automatica è il classico modulo di Panasonic a rilevamento di contrasto, con 49 punti selezionabili.

Se cercate una fotocamera mirrorless di fascia media compatta e leggera, che non rinunci ad una buona qualità dell’immagine, la Panasonic GX9 può essere il prodotto adatto a voi.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DC-GX9 su Amazon o se preferisci su eBay

Migliori mirrorless Panasonic: fascia alta

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Panasonic Lumix DC-G9

Panasonic Lumix DC-G9 è una mirrorless veloce e affidabile, pensata principalmente per i fotografi dinamici. Monta un sensore in formato micro 4/3 MOS Digital Live da 20,3 megapixel senza il filtro passa-basso, per un’ottima resa dei dettagli. Il punto di forza principale di questa mirrorless Panasonic è la velocità di scatto, che raggiunge i 20 fps con messa a fuoco continua. Autofocus che si basa su ben 225 selezionabili. Le raffiche di foto senza autofocus arrivano addirittura a 60 fps. Queste caratteristiche la rendono una macchina adatta in modo particolare alla fotografia sportiva e naturalistica.

Non manca la famosa tecnologia di stabilizzazione a cinque assi chiamata Dual IS, che agisce sia sul sensore che sugli obiettivi. Comoda la funzione 6K Photo, che permette di estrapolare immagini da 18 megapixel da sequenza a 30 frame al secondo. È una fotocamera progettata per resistere a condizioni estreme: umidità, polvere e temperature basse non sono un problema. L’impugnatura è ampia ed ergonomica. Presenta un display LCD completamente articolabile, e uno schermo secondario nella parte superiore della macchina per controllare lo stato delle impostazioni di scatto. Ottimo il mirino, ampio e definito con 3.680.000 punti ed un lag di appena 0,005 secondi, impercettibile per l’occhio umano. E per le esigenze dei professionisti è presente un doppio slot scheda SD.

La Panasonic Lumix DC-G9 è una fotocamera resistente e performante, che può dare tante soddisfazioni agli appassionati di fotografia sportiva e naturalistica.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DC-G9 su Amazon o se preferisci su eBay

Panasonic GH5

Panasonic GH5 non è certo una fotocamera che ha bisogno di molte presentazioni. Il produttore giapponese ha infatti deciso, con la serie GH, di dedicarsi principalmente al mondo dei video maker, inserendo tutte le caratteristiche necessarie per registrare filmati di qualità.

Panasonic GH5 integra un sensore Live MOS da 20,30 megapixel affiancato dal processore Venus Engine. La mirrorless può contare su un sistema AF a contrasto fino a 225 aree che sfrutta la tecnologia DFD. Guardando la parte video ci si rende conto delle prestazioni mostruose di questa fotocamera dal momento che è dotata di uno stabilizzatore d’immagine a 5 assi Dual I.S ed è in grado di registrare video in 4K a 60fps, catturando foto fino a 6K. Anche la connettività non scherza grazie alla doppia presenza del chip WiFi e Bluetooth 4.0. Il mirino elettronico è uno dei migliori sul mercato: si tratta di un LVF OLED da 3.680.000 pixel con campo visivo del 100%. Troviamo infine una porta USB C, uscita cuffie e ingresso microfono, batteria da 1860 mAh e un peso complessivo pari a 725 grammi con scheda di memoria e batteria.

Panasonic GH5 è una mirrorless particolare, che riesce a scattare foto di qualità, ma che per essere sfruttata a pieno deve essere utilizzata principalmente come videocamera.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DMC-GH5 su Amazon o se preferisci su eBay

Migliori mirrorless Panasonic: fascia pro

Panasonic Lumix DC-GH5s

Panasonic Lumix DC-GH5s è una mirrorless Panasonic pensata in modo specifico per i videomaker professionisti. Questa macchina ricalca l’onda si Sony, che con la sua A7s II si è imposta come la mirrorless ideale per i videomaker, con la caratteristica principale di resistere ad una gamma ISO impressionante, che può passare da 80 a 204.800 (in espansione). Panasonic ha deciso di adottare la stessa strategia, ma con un sistema totalmente diverso, chiamato Dual native ISO. In parole semplici il sensore di questa mirrorless Panasonic ha due configurazioni ISO differenti, una a 400 e l’altra a 2.500 ISO progettate per ottenere la massima qualità dall’immagine anche ad alti valori.

Panasonic GH5s è dotata di un nuovo sensore da 10.2 megapixel in formato micro 4/3. Può sembrare strano trovare una fotocamera di fascia così alta con un sensore da soli 10 megapixel: in realtà si tratta di un’ottima soluzione per ottenere dei pixel singoli più grandi che riescono a catturare una quantità di luce maggiore. Arriva a registrare in 4K a 50 e 60 fps nel formato DCI Cinema, e in Full HD a 240 fps. Ovviamente non poteva mancare il formato di registrazione avanzata V-Log. È assente invece il sistema di stabilizzazione del sensore a cinque assi molto apprezzato nelle altre mirrorless Panasonic. Il corpo macchina è costruito in magnesio pressofuso, e comprende la tropicalizzazione per resistere a umidità e polvere. Ottimo il mirino elettronico da 3.680.000 pixel, capace di un refresh rate fino a 120 fps.

Panasonic Lumix DC-GH5s è una mirrorless Panasonic molto particolare, con delle caratteristiche particolari che la rendono adatta alle esigenze di molti videomaker. Straordinaria la sensibilità ISO, che permette di ottenere foto e video utilizzabili anche in condizioni di luminosità difficilissime.

Puoi acquistare Panasonic Lumix GH5s su Amazon o se preferisci su eBay

Panasonic DC-S1R

La serie S1 di Panasonic rappresenta l’entrata nel settore delle Full Frame da parte del produttore giapponese. Un’entrata col botto, considerata la qualità dei modelli presentati. La Lumix DC-S1R punta tutto sul sensore Full Frame CMOS da 47.3 megapixel, che assicura dei risultati pazzeschi in termini di dettaglio. È una fotocamera adatta principalmente ai fotografi di ritratti, moda e paesaggi. Per lo stile di questa mirrorless, Panasonic si è discostata in maniera decisa rispetto ai modelli precedenti. La S1R presenta un design moderno e abbastanza minimale, ma sempre solido e resistente come da tradizione Panasonic.

Può registrare in 4K ad un frame rate di 60 fps, con l’aiuto dell’ottimo sistema di stabilizzazione del sensore Dual IS. Non manca la registrazione in V-Log, un formato professionale che permette di catturare una gran quantità di dettagli sia nelle zone d’ombra che in quelle più luminose della scena. Il mirino ha una qualità eccezionale: oltre a essere OLED, può contare su ben 5.760.000 pixel, una cifra elevatissima. Ottimo anche l’ampio display posteriore da 3.2″, inclinabile e touch screen. Il sistema di autofocus è a rilevamento di contrasto, e si basa su 225 aree AF selezionabili.

La Pansonic Lumic DC-S1R è chiamata a competere con le ammiraglie mirrorless delle altre aziende, come la Sony a7 III e la Nikon Z7. Nonostante sia un sistema nuovo, con pochi obiettivi dedicati, fa ben sperare per il futuro. È sicuramente un’ottima opzione per gli amanti del dettaglio.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DC-S1R su eBay.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

5345 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Antonino Clemente tramite i commenti.