Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa

Minix Neo X8 e Neo X8s ufficiali

di Riccardo Palomboaggiornato il 3 maggio 2015

Minix Neo X8 e X8s sono ufficiali. Saranno in vendita da fine maggio e saranno i primi dell’azienda a vantare la riproduzione 4K. Come anticipato giorni fa, i nuovi Mini PC Minix abbondano i chipset Rockchip per passare ad Amlogic. Su Neo X8 avremo S802, su X8s ci sarà S802-H. Sono entrambi Quad Core Cortex-A9r4 con GPU Mali-450, ma S802-H aggiunge il supporto Digital e DTS.

Il resto delle specifiche tecniche è molto simile. Su Neo X8 e X8s abbiamo 2 GB di RAM, HDMI 1.4b per uscita 4K @ 30 fps, audio jack e S/PIDF, Ethernet 10/100, Bluetooth 4.0, lettore SD, 3 porte USB 2.0 + microUSB OTG, sensore IR, HDMI-CEC e Android 4.4 KitKat. Neo X8s avrà WiFi n Dual Band (2.4 GHz e 5 GHz) e 16 GB di spazio interno eMMC; Neo X8 avrà WiFi n Single Band e ROM da 8 GB. Il design è identico a quello di Neo X7 e X5, con antenna WiFi esterna, pulsante on/off posteriore e scritta Minix sulla parte superiore.

X8 e X8s verranno venduti con un telecomando abbinato buono a gestire le funzionalità basilari dell’interfaccia di Android. Per chi cerca un vero controller, è ufficiale anche Minix Neo M1, nuovo AirMouse con giroscopio a 6-assi, batteria integrata, design rinnovato e telaio più compatto dei precedenti (da 146 x 39 x 12.6 mm).

Amlogic S802 è uno dei SoC di nuova generazione per Mini PC (ma anche tablet e set-top box nelle sue varianti). È già usato su Tronsmart Vega S89 e M8 con ottimi risultati prestazionali ma anche con qualche fastidioso bug lato software. Minix, da questo punto di vista, è una garanzia. Neo X8 e X8s vengono presentati come dispositivi per la decodifica 4K2K e per la codifica 1080p, con un netto balzo prestazionale rispetto alla generazione attuale basata su chip RK.

Rockchip che, dal canto suo, sta mettendo sul mercato i SoC RK3288 basato su Cortex-A12 e con GPU Mali-T764, potenzialmente più prestante ma ancora tutti da scoprire. Proprio ieri abbiamo parlato dei primi modelli a farne uso: Ugoos UT3 e CloudnetGo CR12. Sarà divertente leggere le recensioni di entrambi e capire quale soluzione si adatta meglio al contesto multimediale. Senza dimenticare Amazon Fire TV e il suo hardware da top-di-gamma; con i giusti firmware potrebbe rientrare in competizione con questi box. Ci torneremo.