Mouse gaming wireless: come e quale scegliere

Questo articolo è monitorato mensilmente e aggiornato con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a febbraio 2018.

 

L’obbiettivo principale di questo articolo è quello di suggerirvi un buon mouse gaming wireless, ovvero un mouse capace di funzionare senza l’intralcio di un filo. Questa tipologia di dispositivi per definizione vanta alcuni pregi e soffre di un paio di “difetti concettuali” rispetto alle loro controparti cablate; andiamo quindi a vedere insieme se queste caratteristiche siano o meno idonee per voi.

Mouse gaming wireless: quale comprare

Vi abbiamo già spiegato in dettaglio quali sono i punti principali da individuare in un buon mouse nella nostra guida ai migliori mouse gaming, però visto che gran parte di queste caratteristiche riguardano anche i mouse gaming wireless ricapitoliamo brevemente.

Il comfort e la funzionalità sono i punti essenziali che ogni mouse deve rispettare per essere ritenuto degno della vostra attenzione. L’ergonomia è un aspetto essenziale, visto che andremo ad impugnare la periferica il 100% del tempo che siamo davanti al PC, ed è determinata dalla forma del mouse. Tralasciando il fatto che alcuni mouse permettono addirittura di customizzare l’impugnatura, esistono due principali tipologie di design: uno “a palmo disteso” ed uno “ad artiglio“. Non esistono effettivi pregi o difetti di un’impugnatura rispetto all’altra, quindi dovrete valutare a seconda della vostra preferenza se preferite un mouse da usare a palmo disteso oppure uno con le dita arcuate. Un mouse ambidestro, inoltre, è particolarmente apprezzabile dato che più del 10% delle persone al mondo sono mancine e quindi con queste tipologie di prodotti non devono impazzire cercando le poche soluzioni mancine da gaming presenti sul mercato.

Un altro aspetto importante da valutare è la bontà del sensore ottico, che viene determinato da molti aspetti ma principalmente è legato al DPI (Dots Per Inch, ovvero punti per pollice). Con l’aumentare del settaggio DPI diminuisce lo spostamento richiesto per muovere il mouse sullo schermo, però non è tanto il valore massimo di DPI ad essere importante quanto la possibilità di scegliere manualmente che valore di DPI impiegare. Ormai tutti i mouse consentono di impostare il DPI, però solo i migliori mouse da gaming lasciano scegliere al giocatore tramite software esattamente che DPI assegnare al proprio mouse.

Per un mouse gaming wireless bisogna considerare un ulteriore fattore, ovvero la durata della batteria. La maggioranza di queste periferiche (soprattutto quelle di fascia più alta) ha una batteria integrata ed offre quindi l’opzione di collegare via cavo il mouse al PC, però la durata della batteria è comunque importantissima. Lasciando sempre collegato il mouse, infatti, nega in toto la necessità di una periferica senza fili, quindi sapere per quanto tempo possiamo giocare senza dover scomodarci a ricaricarlo è a dir poco essenziale. Tenete a mente, infine, che un mouse gaming wireless per definizione avrà un prezzo superiore all’equivalente cablato, quindi se cercate periferiche rispettabili ed atte al gaming evitate soluzioni low-cost. Nel caso vogliate spendere meno di 50€ vi suggeriamo piuttosto di dare un’occhiata ad un mouse da gaming economico, che non sarà senza fili ma offre sicuramente un miglior rapporto qualità/prezzo.

Mouse gaming wireless di fascia medio-bassa: dai 50 ai 70€

In questa fascia troverete dei mouse gaming wireless decisamente competenti per il gaming; non è presente una batteria integrata però, quindi nonostante l’autonomia sia superiore alla media assicuratevi di avere qualche batteria a disposizione per quando inevitabilmente si scaricheranno.

Logitech G602

Mouse gaming wireless

Questo mouse gaming wireless vanta un sensore ottico da 2.500 DPI, polling rate di 500 Hz e sei pulsanti laterali; l’autonomia delle due batterie AA è di un massimo di 1440 ore in modalità Endurance.

Ergonomico e dotato di numerosi tasti programmabili (11 in tutto, di cui sei laterali), il Logitech 602 è un ottima opzione per il gaming su PC. Il sensore ottico sfrutta la tecnologia proprietaria Delta Zero, pensata per offrire un  buon compromesso fra precisione e durata della batteria, che infatti raggiunge un’autonomia massima davvero notevole. Parte di questa longevità è data dalla presenza di due distinte modalità: Endurance e Performance. Come suggerisce il nome, Endurance è pensate per le sessioni non da gaming, riducendo al minimo i consumi, mentre Performance riduce il tempo di risposta del sistema Wi-Fi da 2,4 GHz ed abbassa l’autonomia ad “appena” 250 ore. Se siete interessati a comprare questo mouse da gaming senza fili è sufficiente visitare questa pagina Amazon, raggiungibile anche selezionando il box qui sotto.

Mouse gaming wireless di fascia media: dai 70 ai 100€

Questa categoria di mouse gaming wireless vanta sensori ottici più performanti, che non hanno nulla da invidiare a quelli proposti dai migliori mouse da gaming cablati.

Logitech G403 Prodigy Wireless

Mouse gaming wireless

Questo mouse gaming wireless vanta un sensore ottico da 12.000 DPI, polling rate di 1000 Hz e due pulsanti laterali; l’autonomia della batteria integrata è di un massimo di 32 ore.

Vi abbiamo già parlato della versione con cavo USB di questo mouse nella nostra recensione di Logitech G403 Prodigy, rimanendo decisamente soddisfatti dell’esperienza, e fortunatamente la variante senza fili mantiene tutti i punti positivi della variante cablata. Il sensore ottico è molto valido, come lo sono anche il feedback dei tasti e l’ergonomia della periferica, e la presenza di un sistema a pesetti e di una memoria interna rende il prodotto davvero competente e customizzabile. Il sistema d’illuminazione RGB da 16,8 milioni di colori chiaramente è completamente regolabile tramite il Logitech Gaming Software, però se l’autonomia per voi è molto importante forse vi conviene disabilitare questa feature, perché riduce l’autonomia da 32 a 24 ore. Nel caso siate interessati ad acquistare questa ottima periferica, vi basta anche in questo caso selezionare il seguente link ad Amazon o il box sottostante.

Mouse gaming wireless di fascia alta: oltre i 100€

I mouse gaming wireless di questa fascia sono estremamente competenti, con tempi di risposta praticamente equiparabili a quelli di un mouse cablato e ricchi di feature aggiuntive.

Razer Ouroboros

Mouse gaming wireless

Questo mouse gaming wireless vanta un intelligentissimo sensore ottico 4G da 8.200 DPI, polling rate di 1000 Hz e quattro pulsanti laterali (due per lato); l’autonomia della singola batteria AA ricaricabile è di un massimo di 12 ore.

Non lasciatevi ingannare dall’autonomia apparentemente ridotta del dispositivo, Razer Ouroboros è davvero un mouse gaming wireless sensazionale. Il sensore ottico sfrutta una configurazione 4G, composta da due distinti sensori ottici che conferiscono un livello di precisione estrema ed in accoppiata con il tempo di risposta da 1 ms rende questo mouse migliore di molti dispositivi cablati. Il design ambidestro è molto apprezzabile, anche se non quanto la possibilità di customizzare i poggia-pollice su entrambi i fianchi del mouse per adattarsi al meglio alla nostra presa. La retro-illuminazione “purtroppo” non è RGB, però è un bene dato che per alimentare il fantastico sensore ottico 4G il mouse non supera le 12 ore di autonomia con la singola batteria AA ricaricabile inclusa con l’acquisto. Se vi interessa questo valido mouse gaming wireless, vi ricordiamo che potete trovarlo su questa pagina Amazon, raggiungibile anche tramite il box qui sotto.

Logitech G900 Chaos Spectrum

mouse gaming wireless

Questo mouse gaming wireless vanta un intelligentissimo sensore ottico 4G da 8.200 DPI, polling rate di 1000 Hz e quattro pulsanti laterali (due per lato); l’autonomia della singola batteria AA ricaricabile è di un massimo di 32 ore.

L’ultimo mouse che abbiamo deciso di evidenziare è una vera chicca, ovvero il magnifico Logitech G900 Chaos Spectrum. Questo mouse è uno dei più performanti, versatili e meglio concepiti attualmente in commercio. Il suo sensore ottico da 200 – 12.000 DPI è il più preciso sfornato da casa Logitech finora e grazie alla tecnologia proprietaria wireless di qualità professionale il G900 è virtualmente priva di input lag. L’ergonomia è ottima, pienamente ambidestra e persino customizzabile dato che i quattro pulsanti laterali (due per lato) sono rimovibili a piacimento. Gli switch sono meccanici, garantendo un’attuazione consistente e precisa, e l’illuminazione RGB da 16,8 milioni di colori evidenzia benissimo ogni singolo dettaglio di questo mouse dal design molto allettante. L’autonomia, infine, è di circa 32 ore con l’illuminazione spenta e di 24 ore con il sistema di luci RGB acceso. Per comprare questa eccellente periferica da gaming è sufficiente selezionare questo link Amazon o selezionare il box sottostante.

 

Altro

Questa guida ti è risultata utile? Prova a dare un’occhiata agli altri articoli appartenenti alla collana accessori PC gaming:

Avete qualche dubbio nello scegliere un modello di dissipatore PC Gaming che fa al caso vostro, oppure volete suggerire qualche modello da inserire all’interno della collezione? Usate il box dei commenti qui sotto!

Top