Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Le migliori cuffie per ogni situazione: dal low-cost al lusso

Le migliori cuffie per ogni situazione: dal low-cost al lusso

di Claudio Carelli
Specialist Cuffie
aggiornato il 11 novembre 2020
3725 utenti hanno trovato utile questa guida
3725 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Migliori cuffie è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Aprile 2021.

Sei alla ricerca di un paio di cuffie che possano fare al caso tuo? Da quelle più semplici e compatte a quelle più professionali, passando anche dalle cuffie per lo sport, in questa guida dedicata alle migliori cuffie troverai tutto ciò che ti serve. Iniziamo approfondendo innanzitutto la base per scegliere un paio di cuffie, dedicandoci poi successivamente a tutte le varie categorie di cuffie esistenti e suggerendovi, tipologia per tipologia, tutti i migliori modelli in base alla fascia di prezzo.

Migliori cuffie: quale comprare

Che il mondo della tecnologia sia fortemente legato alla musica, e che quest’ultima dipenda molto dallo sviluppo tecnologico avvenuto negli anni, non è affatto un segreto. Il settore dell’audio è in stretto legame con la ricerca di nuovi materiali e nuovi integrati in grado di fornire esperienze di ascolto sempre più complete e versatili: fino a qualche anno fa le cuffie non pensavano ad adattarsi anche alle varie tipologie di sessioni audio – ascolto in mobilità, in studio, comunicazione da gaming, intrattenimento e supporto durante lo sport. Oggi possiamo dire che ci troviamo di fronte ad un mercato davvero molto vasto, e per questo abbiamo deciso di proporvi una selezione ristretta di quelle che, secondo noi, sono le migliori cuffie presenti sul mercato. Ma in base a quali criteri?

Prima di iniziare ad approfondire le variabili di scelta delle migliori cuffie, è necessario precisare che queste sono classificabili anche in due macrocategorie: cuffie da ascolto semplice, e cuffie per circostanze particolari come il gaming. Per approfondire esclusivamente sulle cuffie da gioco vi rimandiamo alla nostra guida all’acquisto delle migliori cuffie gaming. Per tutte le altre tipologie di cuffie invece, continuate la lettura.

Form Factor

Se è l’ascolto musicale quello che vi interessa, allora sicuramente ci sono dei criteri da seguire per scegliere la propria cuffia ideale. Il primo criterio selettivo per un paio di cuffie non può che essere il form factor, ovvero il formato con cui queste si interfacciano ai padiglioni auricolari: abbiamo infatti le in-ear, che si inseriscono direttamente nella parte più esterna del cavo orale; le on-ear, più grandi e che si appongono al padiglione auricolare senza isolarlo; e infine over-ear, che rivestono tutto il padiglione auricolare.

Perché scegliere un form factor? Da un lato potrebbe esserci una semplice scelta stilistica, ma concretamente la scelta di un paio di cuffiette in-ear potrebbe essere più razionalmente legato al volere qualcosa di piccolo e compatto, mentre le on-ear potrebbero essere più indicate per chi vuole far vedere che ha le cuffie sfruttando anche un bel design ma senza avere ingombro eccessivo. Diversamente, le over-ear sono più avvolgenti, immersive e molto vistose, più per chi vuole dei driver ampi e avvolgenti. Potete approfondire nei capitoli dedicati ai singoli form factor per capire se vi rispecchiate in tutte le tipologie di utenze che abbiamo descritto.

Qualità sonora

Procediamo ad approfondire i successivi criteri selettivi per poter individuare le migliori cuffie. Immediatamente dopo è necessario prestare attenzione alla qualità sonora: questa deve sempre essere quantomeno buona, da rapportare al prezzo che le cuffie ovviamente hanno. Scegliere cuffie con audio scadente non è assolutamente utile, e col tempo ve ne pentireste. Dunque è assolutamente necessario scegliere sempre delle cuffie con una buona resa, soprattutto sui generi musicali che preferite ascoltare. Non tutte le cuffie infatti dispongono di una risposta in frequenza adatta a tutti i generi: più sarà ampia la risposta in frequenza, più le cuffie saranno in grado di riprodurre in modo fedele tutte le tipologie di suono.

Qualità costruttiva

Successivamente non si può che valutare anche la qualità costruttiva dei prodotti: questa deve essere assolutamente più che buona, perché il prodotto deve necessariamente durare nel tempo. Il prezzo non c’entra, fermo restando che sicuramente sui modelli più costosi è ovvio che siano presenti materiali più pregiati e di prima scelta. Il prodotto deve essere ben assemblato e ben costruito, oltre che comodo e non fastidioso anche dopo un paio di ore di utilizzo. Assolutamente fondamentale stare a distanza dalle “cinesate” che promettono tanto, con schede tecniche assurde e che alla fine si traducono in prodotti approssimativi dal confort pressoché nullo.

 

Connettività

Inoltre, non può assolutamente passare inosservato anche quanto riguarda la connettività: un altro criterio selettivo è proprio questo. Wireless o wired, ovvero, senza fili o con fili? Anche qui la risposta non è necessariamente netta: dipende da come volete usare le cuffiette. Dunque se siete alla ricerca di un prodotto più dinamico, che vi permetta di non avere impedimenti quando siete in giro e anche quando fate sport, allora le cuffiette senza fili sono quelle più adatte, mentre invece se volete il massimo della qualità e stare lontani dal vincolo dell’autonomia, allora è meglio optare per delle cuffie wired. Degna di nota è sicuramente la presenza di optional come l’NFC, per il pairing senza fili istantaneo con gli smartphone di nuova generazione, o il cavo jack da 3,5 placcato in oro.

Autonomia

Per le cuffie wireless è inoltre fondamentale valutare con criterio un’altra variabile ovvero l’autonomia: per scegliere le migliori cuffie, questa deve necessariamente garantire un minimo di ore di utilizzo soddisfacenti e in linea con le aspettative basate sulle vostre abitudini di utilizzo, tenendo in considerazione che l’uso intensivo sicuramente va a danneggiare il numero di ore dichiarate dal produttore nel corso del tempo. La nostra selezione escluderà senza dubbio tutte le cuffie poco efficaci anche da questo punto di vista.

Capite tutte le principali variabili di scelta, addentriamoci all’interno delle migliori cuffie per tipologia di formato, scoprendo sempre i modelli dal più economico a quello di fascia più alta.

Migliori cuffie in-ear: gli auricolari che fanno la differenza

Inizialmente snobbate, le cuffie in-ear sono praticamente il formato di cuffiette più utilizzato attualmente da parte di tutti i produttori per una serie di motivi. Sono, per capirci, le cuffiette di piccolo taglio che utilizzano dei gommini che si introducono, letteralmente, all’interno della parte esterna dell’orecchio, isolando a tappo l’ambiente esterno. Queste hanno preso piede dopo le iniziali superstizioni sulla comodità, soppiantando quasi completamente gli auricolari classici. Questi ultimi, solo in alcuni casi particolari come le Apple AirPods, sono praticamente scomparsi. Il motivo è presto detto: con una serie di gommini di dimensioni diversa, le cuffie in -ear sono ora in grado di adattarsi praticamente a tutte le circostanze e orecchie, senza risultare fastidiose.

C’è da dire che se state cercando le migliori cuffie sportive, è assolutamente il caso di puntare sulle cuffie in-ear wireless, visto che proprio in questa categoria si sono sviluppate tutte le migliori cuffie sportive, dotate spesso anche di funzionalità particolari pensate proprio alle attività in movimento. Fra queste spiccano sicuramente le in-ear corded, ovvero wireless e unite fra di loro con un semplice laccetto che funge da supporto da collo, e le nuovissime cuffie truly wireless.

“Truly wireless” è il termine magico che descrive quelle cuffiette in-ear (auricolari classiche in alcuni rari casi) completamente sprovviste di fili, che comunicano fra di loro semplicemente con la tecnologia Bluetooth, ormai giunta alla stabilissima versione Bluetooth 5.0. Queste si incastrano con un meccanismo solitamente gommato al padiglione auricolare, per garantire sia piena libertà durante lo svolgimento di attività motorie, sia elevata discrezione visto che sono assolutamente eleganti e poco vistose.

Xiaomi Piston Fresh

Per chi si intende di cuffie, le Xiaomi Piston sono sicuramente un nome davvero importante. Per stravolgere il settore degli auricolari infatti, l’azienda cinese ha realizzato una prima generazione di cuffiette che, ad un prezzo ridicolo, offrivano la stessa resa di auricolari molto più costosi. Andando più avanti nel tempo, i vari modelli rinnovati sono stati svariati, ed oggi giungiamo all’ultimo ritrovato di casa Xiaomi: Xiaomi Piston Fresh.

Questo paio di cuffiette abbandona il look un po’ troppo serioso e grottesco delle precedenti Xiaomi Piston 3 e ritrova una splendida lega di alluminio esterna e fibra di kevlar per il cavetto integrato con microfono e controllo remoto. Molto semplici, hanno una risposta in frequenza base di 20 – 20000 Hz e una impedenza da ben 32 Ohm, con un audio piuttosto accurato ricco su tutte le tipologie di frequenze.

Nella confezione sono presenti tre coppie di gommini di differente misura e le cuffiette in questione, purtroppo non accompagnate da un astuccio come le precedenti. La peculiarità è che però sono disponibili in una vasta gamma di colorazioni, sicuramente più giovanili e versatili (magari potete abbinarle ad una cover o alla colorazione effettiva del vostro smartphone). Senza dubbio le migliori cuffie suilla decina di euro.

Puoi acquistare Xiaomi Piston Fresh su Amazon o se preferisci su eBay

Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2 Basic

Potevano mancare delle true wireless a prezzo da record fra le migliori cuffie? No di certo. Per ricoprire questo difficile ruolo abbiamo scelto le nuove Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2 Basic, piccole campionesse che non rinunciano davvero a tutto, nonostante il budget necessario contenutissimo.

Il loro design è davvero molto semplice, e si allontana dal classico concept delle in-ear normali, visto che non dispongono di gommini da inserire ma più che altro di casse da agganciare al padiglione auricolare. Proprio come le AirPods di Apple, queste vanno ad adattarsi alle orecchie di dimensioni piuttosto medie, con una attenzione a non isolare completamente l’utilizzatore dall’ambiente esterno.

La forma include anche una serie di sensori touch per le gesture, proprio come le precedenti cuffiette Mi di fascia più alta. All’interno troviamo due driver idnamici da 14,2 millimetri, Bluetooth 5.0 e dei buoni microfoni, a supporto anche della cancellazione attiva del rumore. Sì, avete capito bene, costano pochissimo e hanno anche l’ANC; non fra i migliori sul mercato, ma ribadiamo che si tratta di una presenza assolutamente strabiliante per il prezzo finale.

L’autonomia è pari a 20 ore di utilizzo complessive, se si considera anche la batteria integrata all’interno della custodia per il trasporto. Le migliori cuffie da regalare per compleanni o a Natale, non c’è che dire.

Puoi acquistare Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2 Basic su Amazon o se preferisci su eBay

Xiaomi Mi ANC Type-C

Proseguiamo con un modello molto interessante e, se vogliamo dirla tutta, moderno a tutti gli effetti. Varcata ormai la soglia del 2020 abbiamo capito che ormai la tecnologia del jack audio, almeno per ciò che riguarda il reparto mobile, è destinata a tramontare: sono sempre più gli smartphone e i tablet che stanno perdendo questa tipologia di connettore. Se siete possessori di uno dispositivo dotato di USB Type-C, allora potete puntare ad un prezzo molto accessibile sulle Xiaomi Mi ANC Type-C. Parliamo delle migliori cuffie USB Type-C economiche, arrivate ormai da quasi due anni sul mercato ma passate soprattutto in Europa piuttosto in sordina.

Di cosa parliamo? Come detto, di un paio di cuffiette che all’estremità non dispongono di un jack audio bensì di un connettore Type-C. Questo significa, in pillole, che le cuffiette lavorano in modo completamente digitale e non analogico: è questa la differenza sostanziale che consente di sfruttare l’audio ad alta risoluzione. Il design che mette a disposizione è molto semplice, nero, un po’ anonimo ma anche efficace. Il cavetto integrato è cordato, mentre il modulo di controllo remoto mette a disposizione un bilanciere del volume, un microfono e un interruttore per attivare la cancellazione del rumore attiva. Avete capito bene: le Mi ANC Type-C sfruttano dei microfoni per azzerare (o quasi) i rumori esterni e garantire l’ascolto quanto più neutro possibile, riuscendoci piuttosto bene. La risposta in frequenza è pari a 20 Hz – 40 KHz.

All’interno della confezione mettono a disposizione un sacchetto per il trasporto e tre differenti earbud in-ear per adattarsi a differenti grandezze di padiglione auricolare. Datele una chance, visto che ora il ribasso che hanno ricevuto è davvero molto interessante.

Puoi acquistare Xiaomi Mi ANC Type-C su Amazon o se preferisci su eBay

Honor Magic Earbuds

Saliamo ancora un po’ di livello e troviamo quelle che sono praticamente le migliori cuffie true wireless mid-range disponibili sul mercato: Honor Magic Earbuds. Adatte a coloro che necessitano del form factor completamente privo di cavi e con forma allungata, queste suonano davvero bene e vanno incontro a coloro che eseguono anche frequentemente delle chiamate audio, in mobilità. In questo caso parliamo di cuffiette in-ear con gommini in silicone, pronte ad aderire al meglio garantendo anche la cancellazione del rumore attiva.

Questa va incontro a tutti coloro che si trovano spesso in treno o in aereo, e vogliono azzerare il sottofondo per poter ascoltare in pace la propria musica o propri podcast preferiti. La funzione è comunque opzionale ed attivabile solo all’occorrenza, salvando anche un po’ la batteria. Quest’ultima punta a circa 14.5 ore di utilizzo complessive, sfruttando ovviamente la custodia con batteria aggiuntiva. Il Bluetooth è ovviamente 5.0.

All’interno la pulizia del suono è garantita da una coppia di driver dinamici da 10 millimetri, i quali offrono dei bassi davvero oltre le aspettative. Considerate che alcune funzioni, come il play/pausa automatici quando ne togliete una, sono ad utilizzo esclusivo dei telefoni EMUI, dunque Honor o Huawei. Nessun altro tipo di rinuncia per gli altri dispositivi: siete di fronte alle migliori cuffie true wireless sotto ai 100€.

Puoi acquistare Honor Magic Earbuds su Amazon o se preferisci su eBay

1MORE E1010 Quad Driver

Se siete alla ricerca delle migliori cuffie in-ear per l’ascolto o la conversazione ad alto livello restando distanti dagli standard wireless dipendenti da una batteria, allora sulla fascia dei 100€ circa oggi trovate 1MORE E1010 Quad Driver. Le cuffie nate dal brand innovativo spingono il tutto su due dettagli: qualità sonora e design curato accompagnato da ottimi materiali. Le 1MORE nell’edizione che vi suggeriamo, ovvero le quad driver, hanno infatti uno stile assolutamente particolare, con un corpo minuto accompagnato da un resistentissimo cavo in Kevlar che garantisce resistenza massima anche agli strattoni più pesanti. Internamente troviamo un prodotto davvero capolavoro dell’ingegneria: i quattro driver interni si incontrano in un diaframma in PET protetto ulteriormente da una tripla armatura; il tutto garantisce una resa finale ottima, con certificazione Hi-Res per l’audio lossless.

Lato specifiche troviamo una classica impedenza a 32 Ohm e una risposta in frequenza ottima che si estende dai 20 Hz ai 40.000 KHz. Non manca ovviamente un controllo remoto sul cavo con microfono integrato per gestire il volume o effettuare chiamate in piena comodità: siamo di fronte ad un prodotto adatto praticamente a tutti. In dotazione arrivano con custodia in pelle, 8 forme differenti di supportini gommati, adattatore aereo e adattatore jack da 6.3 millimetri. C’è davvero tutto, per tutti gli usi; consideratelo un buon investimento per il futuro.

Puoi acquistare 1MORE E1010 Quad Driver su Amazon o se preferisci su eBay

Samsung Galaxy Buds Live

Totalmente a sorpresa, salendo oltre i 100€ il brand su cui fare riferimento senza allontanarsi più di tanto, se volete puntare sulle true wireless, è Samsung. Il prodotto che prova a sbaragliare con successo la concorrenza Samsung Galaxy Buds Live: parliamo di un paio di cuffiette in realtà alternative alle in-ear, che punta sull’ibrido con prese ad aria. Il look premium è infatti abbinato ad una struttura che si approccia ad incastro col padiglione auricolare, senza entrarne all’interno. Per ridurre il fastidio da “orecchie ovattate” l’azienda sudcoreana ha infatti pensato ad un sistema di prese d’aria, che consentono di non far percepire l’isolamento esterno all’utilizzatore.

Nonostante ciò, non manca la riduzione attiva del rumore di sottofondo, portata avanti da un sistema a tre microfoni che consente di pulire anche l’audio in uscita durante le chiamate audio. I driver interni sono da 12 millimetri, mentre la custodia nella versione che vi suggeriamo supporta lo standard Qi per la ricarica wireless. La batteria interna consente una riproduzione continuata di 6 ore, per un utilizzo di 21 ore totali sfruttando la custodietta per il trasporto.

Disponibili in tre colorazioni differenti, è doveroso attenzionare una cura al look e all’originalità che difficilmente si trova su prodotti di questa fascia.

Puoi acquistare Samsung Galaxy Buds Live su Amazon o se preferisci su eBay

Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro

Continuiamo la nostra guida all’acquisto e troviamo sicuramente le migliori cuffie in-ear sportive: parliamo delle Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro. Giunte sul mercato decisamente molto a sorpresa, queste piccole meraviglia di casa Apple (Beats è ormai di Apple, per chi non lo sapesse) vanno incontro a chi non ha ancora trovato nelle true wireless classiche delle compagne degne dello sport. Sì, perché spesso le cuffiette sfuggono, soprattutto di fronte a sudore e a sport molto frenetici; potremmo fare l’esempio del crossfit, così come della corsa ad alto livello.

Beats riparte rispolverando un concept di design abbastanza acclamato in passato, mescolandolo però con le nuove tecnologie: parliamo infatti di una struttura around-ear, ma completamente true wireless. Le nostre Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro, disponibili anche in più colorazioni, si agganciano infatti al padiglione auricolare. L’approccio all’inserimento è sempre in-ear, ma il corpo in policarbonato va ad accompagnare l’orecchio nella sua curvatura, assicurando una salda presa al capo.

Al loro interno abbiamo dei driver in grado di riprodurre musica ad altissimo livello, isolando bene l’ambiente esterno e garantendo un ascolto naturale, puro e bilanciato. Alimenta il tutto il processore Apple H1 che consente il pairing rapido sui dispositivi iOS e che consente di sfruttare lo standard Bluetooth di Classe 1. Ottime anche per le chiamate, dispongono di una autonomia di singola carica pari a ben 9 ore di utilizzo reali, le quali aumentano di altre 15 ore aggiuntive sfruttando la custodia di ricarica. Quest’ultima ha un connettore Lightning, cosa che potrebbe far storcere un po’ il naso agli utenti distanti dal parco di casa Apple.

Resistono ovviamente all’acqua e al sudore. Se volete delle cuffiette da allenamento, beh, queste sono le migliori.

Puoi acquistare Beats by Dr. Dre Powerbeats Pro su Amazon o se preferisci su eBay

Apple AirPods Pro

Dopo aver capito che aggirare il form factor in-ear non può, per via dei limiti fisici, raggiungere livelli di qualità molto elevati, Apple ci ripensa con le nuove AirPods Pro. Abbiamo davanti senza ombra di dubbio fra le migliori cuffie senza fili per utilizzo generico in assoluto. Il design base rimane quello classico delle AirPods, bianco e solido nella struttura. La forma delle cuffiette viene però adattata per essere accolta all’interno del padiglione auricolare, senza perdere la classica forma a bacchettina che fuoriesce e con la quale interagire tramite tocco esterno.

Ovviamente è molto avvantaggiato chi dispone di dispositivi Apple per utilizzarle: con Mac, iPhone, iPad e simili, le AirPods Pro si associano all’istante senza dover accedere al menù del Bluetooth. Quest’ultimo è disponibile nella recente versione 5.0, che ne ottimizza la stabilità e i consumi. Buonissimo è l’audio riprodotto, ottimi anche i microfoni integrati per le chiamate. Ciò che spicca è però indubbiamente la funzione di cancellazione dei rumori esterni attiva (ANC). Questa adatta il suono ben 200 volte al secondo, neutralizzando così i rumori esterni e consentire l’ascolto o le chiamate quanto più cristalline possibili. Non manca neanche una Transparency Mode per l’ascolto istantaneo di ciò che succede intorno.

Ottime notizie anche per chi ama allenarsi però, visto che arriva la certificazione IPX4 ufficiale per la resistenza al contatto con i liquidi. Il case in dotazione, leggermente diverso rispetto ai precedenti, dispone della ricarica wireless integrata e consente di ricaricare le cuffiette fino a 24 ore di utilizzo. La singola carica ammonta a 4,5 ore. Non c’è ombra di dubbio che siamo di fronte alle migliori cuffie in-ear per chi dispone di dispositivi Apple.

Puoi acquistare Apple AirPods Pro su Amazon o se preferisci su eBay

Bose QuietComfort Noise Cancelling Earbuds

Chiudiamo la nostra divisione di auricolari in-ear con un prodotto di fascia altissima, nuovo di autunno 2020: Bose QuietComfort Noise Cancelling Earbuds. Si tratta di un modello dallo stile estremamente semplice ma allo stesso tempo molto elegante, con un approccio in-ear classico accompagnato da un grip secondario ad uncino.

Oltre all’attenzione per la qualità massima dell’audio in uscita, le Bose in questione puntano fondamentalmente sulla cancellazione del rumore di sottofondo. Essa opera su ben undici livelli, risultando la soluzione più completa attualmente sul mercato per quanto riguarda questo form factor. Piacevole è anche la presenza di una modalità Trasparenza, la quale consente di aprire tutti i microfoni integrati per ascoltare, al contrario, tutto l’ambiente esterno così da poter ascoltare dialoghi o evitare situazioni di pericolo.

Non mancano Bluetooth 5.1 e certificazione IPX4 per resistere a sudore, pioggia, grandine o neve. Presenti ovviamente anche i controlli touch sul lato esterno, ma anche la ricarica wireless per sfruttare qualsiasi basetta ricaricante. L’autonomia per singola carica è pari a 6 ore, ma con la custodia si può arrivare fino a 24 senza troppi problemi. Non c’è altro da dire: sono le migliori cuffie true wireless ora.

Puoi acquistare Bose QuietComfort Noise Cancelling Earbuds su Amazon o se preferisci su eBay

Migliori cuffie on-ear: prestazioni e design all’ultimo grido

La categoria delle cuffie on-ear è quella che viene spesso preferita dai giovani. Queste sono, letteralmente, le cuffie che hanno un form factor che si appoggia tramite dei cuscinetti al padiglione auricolare, ma senza inglobarlo. Questo permette di non essere completamente isolati dall’ambiente esterno, avendo un prodotto sicuramente visibile, ma leggero e non affatto ingombrante. Anche nel caso delle migliori cuffie on-ear troviamo sia soluzioni prettamente wired (con cavo), sia wireless, dove queste ultime sono quasi sempre utilizzabili anche con cavo e stanno lentamente sostituendo quelle tradizionali sul mercato.

La leggerezza, correlata alla buona potenza, sono sicuramente l’elemento chiave che dovrebbero farvi scegliere un paio di cuffie on-ear.

JBL 500BT

Iniziamo a parlare delle migliori cuffie on-ear proponendovi un prodotto sicuramente molto interessante per il prezzo contenuto che mette a disposizione. Parliamo delle JBL 500BT, un modello che, sebbene mantenga il prezzo decisamente contenuto, accoglie anche la tecnologia del wireless senza andare a risultare scadente o poco affidabile. È la nuova generazione di cuffie JBL, azienda leader sulle on-ear di fascia bassa che ha già riscosso un enorme successo con le precedenti 450BT e 400BT.

Le cuffie in questione sono molto compatte e leggere, adatte sicuramente a chi fa molti viaggi e vuole portare con sé un dispositivo poco ingombrante sia per ascoltare musica che per godere di qualche serie TV. Il formato è ad archetto con copricuffia richiudibili e rotanti verso l’interno, così da poterle indossare agilmente senza fastidio anche se non alle orecchie. Il peso complessivo è di 150 grammi circa, davvero ridotto.

Dalla loro hanno una autonomia più che modesta da 16 ore di riproduzione senza fili, con driver da 32 millimetri particolarmente attenti alle frequenze basse grazie alla tecnologia proprietaria JBL Pure Bass Sound. Presenti i tasti su cuffia per alzare e abbassare il volume, piuttosto che per rispondere alle telefonate o richiamare l’assistente vocale, hands-free. In dotazione arriva solo con un cavo per la ricarica: niente porta jack audio addizionale per l’utilizzo wired, niente custodie. Sono disponibili in svariate colorazioni. Senza dubbio le migliori cuffie on-ear per i giovani.

Puoi acquistare JBL 500BT su Amazon o se preferisci su eBay

JBL 500BT
Prezzo consigliato: € 49.99Prezzo: € 37.99

Audio Technica ATH-S200BTBK

Continuiamo a parlare delle migliori cuffie on-ear trovando un modello che fa davvero da divisore netto fra la fascia bassa e quella media, con specifiche di livello: parliamo delle Audio Technica ATH-S200BTBK. Con un design molto elegante e semplice, queste Audio Technica, brand che ha concretamente ridefinito i target di prezzo delle cuffie sul mercato per anni, sono una ottima alternativa moderna. Il look nero e serioso si adatta senza ombra di dubbio sia ai giovani che ai business man che cercano un prodotto facile da usare, senza troppe pretese.

Eppure i driver da 40 mm integrati all’interno delle S200 consentono di sfruttare a pieno il Bluetooth 4.1 per la riproduzione ben calibrata di musica in ogni momento, puntando sui profili A2DP, AVRCP, HFP, HSP. Totalmente assente anche in questo caso la possibilità di collegarsi con un jack audio: solo wireless, con controlli volume e play/pause integrati direttamente nella struttura delle scocche esterne. Parliamo di un paio di cuffie chiuse dinamiche, ottime ad ascoltare praticamente qualsiasi tipo di musica senza troppe pretese, ma anche per realizzare chiamate.

Si ricaricano circa in tre ore sfruttando il connettore purtroppo ancora micro USB presente sul lato inferiore, ma offrono una durata in autonomia fino a ben 40 ore di utilizzo. Leggere, pratiche ed economiche, sono anche pieghevoli e si trasportano facilmente ovunque. Non c’è dubbio: siete di fronte alle migliori cuffie on-ear economiche.

Puoi acquistare Audio Technica ATH-S200BTBK su Amazon o se preferisci su eBay

GRADO SR 60

Proseguendo oltre alla soglia dei 100€ troviamo un brand decisamente noto nel settore, che ha voluto realizzare anche i propri prodotti di fascia più economica, accessibili da tutti: parliamo di GRADO, e nello specifico delle GRADO SR 60, cuffie dinamiche on-ear aperte, le quali consentono di godere di una buona qualità audio basate sul principio di riproduzione ad aerazione libera.

La struttura del prodotto è tanto minimale quanto semplice: GRADO non bada particolarmente alla cura visiva dei suoi prodotti, quanto alle funzionalità. Le SR 60 infatti godono di un archetto molto semplice, legato agli speaker auricolari mediante l’utilizzo di ganci metallici; questi ultimi sono ricoperti da una griglia scura, accompagnata dal logo dell’azienda che ci ricorda che il prodotto appartiene alla linea Prestige. Lato specifiche tecniche troviamo sicuramente numeri ben poco da capogiro: 20 – 20.000 Hz e impedenza da 32 Ohm canonici. A fare la differenza è la costruzione interna dei driver, di ottima qualità.

Se volete portarvele a casa, preferendo la qualità del suono a quella estetica, allora dategli una chance. Spendendo qualcosa in più potete guardare anche al modello SR 60i, il quale include nel cavo anche un controllo remoto per smartphone e un microfono.

Puoi acquistare GRADO SR 60 su eBay.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Marshall Mid ANC

Saliamo un po’ sulla fascia di prezzo e troviamo un modello davvero spettacolare: fino ad oggi, detto con molta onestà, non ve lo abbiamo suggerito semplicemente per il prezzo proibitivo molto vicino a quello di listino. Andando avanti nel tempo però, le Marshall Mid ANC hanno subito un ribasso davvero notevole, il quale consente oggi di dire senza troppi giri di parole che sì, probabilmente siamo di fronte alle migliori cuffie on-ear di fascia media per l’ascolto musicale. Il modello fa riferimento al classico look che ha resa Marshall famosa in tutto il mondo: abbiamo infatti una trama esterna nera in simil pelle, con logo e dettagli dorati ove necessari.

Il prodotto risulta essere piuttosto piccolo e moderatamente leggero, con un peso di circa 200 grammi. La presa è senza dubbio una delle sue caratteristiche chiave: l’archetto si fissa in modo estremamente saldo al capo, impedendo così alle cuffie di poter cadere durante l’utilizzo. L’autonomia ammonta a 20 ore se si usa la funzione di riduzione del rumore esterno, cosa assolutamente rara per prodotti di questo form factor. L’autonomia si estende fino a 30 ore se si utilizzano senza ANC attivo, oppure se si sfruttano con jack audio da 3,5 mm e riduzione del rumore esterno; sì, è possibile sfruttare questa funzione anche in utilizzo wired. Non finisce qui. Se le collegate via Bluetooth alla sorgente potete sfruttare il cavo jack per condividere l’audio in questione con una seconda cuffia, così da poter ascoltare musica o vedere film insieme. Non è uno scherzo.

Queste meraviglie arrivano in dotazione con cavo jack da 3,5 mm a spirale e micro USB per la ricarica, oltre che con una confezione davvero splendida. La resa musicale è davvero splendida, con bassi caldi e frequenze ben rispettate.

Puoi acquistare Marshall Mid ANC su Amazon o se preferisci su eBay

Beats by Dr. Dre Solo Pro

Se siete utenti pretenziosi e tenete particolarmente anche al design, le migliori cuffie on-ear di fascia alta incontrano nella nostra guida le Beats Solo Pro. Edizione recente avanzata nella famiglia di cuffie del gruppo Apple, queste vanno incontro a chi cerca proprio quel qualcosa in più nell’ascolto on-ear. Le Solo Pro uniscono uno stile unico ormai rappresentativo del brand, performance di alto livello e feature innovative. All’interno delle suddette troviamo il chip audio Apple H1, il quale consente il pairing rapido con tutti i dispositivi di casa Apple in modo rapido e senza navigare nei vari menù. Tale chip offre anche la ricarica rapida delle cuffie con la tecnologia Fast Fuel, la quale consente nei primi 10 minuti di ricarica di ottenere ben 3 ore di autonomia. Quest’ultima ammonta a ben 40 ore se non si sfruttano le tecnologie di cancellazione del rumore e la modalità Trasparenza, oppure fino a 22 ore.

Ma di cosa si tratta? Beh, la cancellazione del rumore attiva (ANC) è una cosa ormai nota: grazie all’utilizzo di appositi microfoni, le cuffie riproducono un suono che annulla le frequenze rumorose ambientali. Ecco dunque che il suono di sottofondo di traffico, treno e simili viene azzerato per dare spazio solo e soltanto all’audio riprodotto in cuffia. La modalità Trasparenza consente invece, tramite un solo gesto, di aprire tali microfoni per poter ascoltare chi ci sta parlando o semplicemente i suoni esterni, fermando l’isolamento acustico. Con un audio ben pesato, le Solo Pro sono ben performanti ma allo stesso tempo poco impegnative da tenere alle orecchie e piuttosto comode.

Certo, il prezzo è il punto debole principale: con circa 300€ è possibile portare a casa un prodotto consigliabile fondamentalmente quasi solo agli utenti di casa Apple. Per la connettività troviamo solo un ingresso Lightning, il quale può essere sfruttato per la ricarica oppure per il collegamento jack audio tramite cavetto apposito, non fornito in dotazione.

Puoi acquistare Beats by Dr. Dre Solo Pro su Amazon o se preferisci su eBay

Migliori cuffie over-ear: immersione sonora totale

L’ultima tipologia di form factor è quella delle cuffie over-ear, ovvero quelle che accolgono l’intero padiglione auricolare al loro interno, escludendo i rumori esterni e dando maggiore spazio al suono in assoluto. Anche queste sono sia cablate che wireless, con un ottima predominanza di modelli senza fili (ma sempre ibridi con ingresso jack da 3,5 mm), sebbene per i modelli da audiofili malati di pulizia con cavo placcato in oro sono ancora tanti, e non si estingueranno mai.

Sicuramente c’è da notare che sono le cuffie tendenzialmente più ingombranti e pesanti in termini di formato, ma anche quelle che hanno di solito un suono più avvolgente, cancellazione attiva del rumore esterno (ANC) e una autonomia, per i modelli wireless, davvero prolungata.

Sennheiser HD 206

Alla base delle migliori cuffie over-ear troviamo sicuramente le Sennheiser HD 206, modello decisamente di fascia bassa con rapporto qualità/prezzo molto buono. Queste sono ovviamente indicate a chi vuole risparmiare un bel gruzzolo e avere comunque un paio di cuffie efficienti, con un design molto semplice e dotata di materiali interessanti. Questi sono ovviamente plastici, e vengono utilizzati quasi interamente in colorazione nera: solo l’interno degli speaker, che enfatizzano l’altezza degli stessi, sono in colorazione grigia. Le prestazioni sono ovviamente buone, con una equalizzazione abbastanza classica.

In questo caso ovviamente si tratta di una semplice cuffia da ascolto: nessun controllo remoto per gli smartphone, solo “plug and play” in tutti i dispositivi compatibili con la presa jack da 3,5 mm o da 6,3 mm, mediante adattatore fornito in dotazione. Hanno una impedenza da 24 Ohm e una risposta in frequenza di 21 – 18000 Hz.

Puoi acquistare Sennheiser HD 206 su Amazon o se preferisci su eBay

Audio Technica Pro ATH-M30X

Se volete acquistare un prodotto di livello superiore, fortemente economico in base a quello che offre, allora trovate Audio Technica Pro ATH-M30X sicuramente fra i nostri consigli. Dotate del classico design della casa giapponese, queste cuffie over ear chiuse sono pensate per l’ascolto professionale musicale, e per nient’altro. Scordatevele quindi se pensavate di sfruttarle su smartphone per le conversazioni – non hanno neanche un controllo remoto con microfono integrato – o per il gaming, perché nascono per la musica.

Il design plastico nero e in parte anonimo racchiude due driver da 40 millimetri, i quali sono in grado di riprodurre qualsiasi genere musicale con buone performance, un buon soundstage e un ottimo rispetto delle frequenze basse, medie e alte. Comode da trasportare, grazie anche al sistema che consente di ripiegare su sé stessi i grandi padiglioni auricolari verso l’interno e al sacchettino fornito in dotazione, dispongono sicuramente di un difetto importante: il cavo jack da 3.5 mm, coordinato ad un adattatore da 6.3 millimetri, non è intercambiabile. Questo è davvero molto resistente, ma qualora voleste cambiarlo perché dovesse risultare danneggiato, beh… non potete farlo.

Se un design pratico, comodo e le performance ad un prezzo più che contenuto sono la cosa che state cercando, le ATH-M30X potrebbero essere il prodotto che fa per voi.

Puoi acquistare Audio Technica Pro ATH-M30X su Amazon o se preferisci su eBay

Soundcore Life Q20

Se siete alla ricerca delle migliori cuffie wireless over-ear economiche per utilizzo misto, le avete proprio trovate. Parliamo delle Soundcore Life Q20, prodotto che ricordiamo essere fra i brand del noto marchio Anker, famoso prima per le soluzioni di ricarica. Le Soundcore Life Q20 sono una risposta piuttosto netta e quasi violenta a tutti i produttori che richiedono un prezzo decisamente più alto per avere un dispositivo con buona resa. In questo caso ci troviamo di fronte ad un prodotto certificato Hi-Res Audio: connesse via cavo jack da 3,5 mm fornito in dotazione, è possibile riprodurre file audio anche piuttosto pesanti (FLAC, 24-bit) e goderne di tutte le varie sfaccettature. Una bella chicca per i piccoli audiofili che non vogliono spendere troppo.

In modalità wireless le Anker rendono in modo inferiore, ma piuttosto accettabile. Hanno la cancellazione attiva del rumore esterno e una autonomia, con quest’ultima attiva, di ben 30 ore. Tale autonomia si estende fino ad, udite udite, 60 ore di utilizzo qualora non voleste usare l’ANC; insomma, numeri non proprio da poco. Il look è piuttosto serioso: sono disponibili sia in versione argento che nera, ma non hanno fronzoli particolari, se non linee moderne e ben apprezzabili in tutti i contesti (anche professionali). In dotazione arrivano con una custodia da viaggio, cavetti micro USB e jack da 3,5 mm e degli ottimi copricuffia in memory foam.

Puoi acquistare Soundcore Life Q20 su Amazon.

Sony MDR-RF855RK

Quante volte vi è capitato di voler guardare la vostra serie TV o film preferito, ma fate una vita notturna o semplicemente condividete l’ambiente con qualcuno che potrebbe infastidirsi di fronte a volumi elevati? C’è una soluzione, non temete, ed è proprio alla portata di tutti.

Parliamo delle Sony MDR-RF855RK, un paio di cuffie wireless ma che si collegano, grazie ad una basetta, a qualsiasi smart TV o fonte sonora dotata di output su cavo RCA. La basetta funge da ponte senza fili per le cuffie in questione, che trasmettono quindi completamente senza fili l’audio dalla sorgente, immergendo l’ascoltatore nel contenuto esentando tutti gli altri da qualsiasi disturbo.

Le cuffie in questione hanno anche una buona risposta in frequenza, che si estende dai 10 Hz fino ai 22 KHz, garantita anche da due driver da 40 mm in neodimio. L’utilizzo è molto semplice: una volta collegata la basetta, le cuffie sollevate iniziano già a trasmettere l’audio e, una volta riposte, si ricaricano senza problemi. Sì perché la basetta è ricaricante, e l’autonomia per singola carica delle nostre Sony si estende comunque fino a 18 ore. Insomma, le migliori cuffie per TV, ad un prezzo assolutamente accessibile.

Puoi acquistare Sony MDR-RF855RK su Amazon o se preferisci su eBay

Audio Technica Pro ATH-M50X

Saliamo su un altro gradino, e guardiamo alle cuffie un po’ più per professionisti. Fra queste troviamo, a gamba tesa, le Audio Technica Pro ATH-M50X, prodotto dotato di un rapporto qualità prezzo davvero elevato – come tutti quelli proposti da questo brand – particolarmente indicato per tutti coloro che vogliono spingere sulle frequenze basse.

Dotate di un design estremamente industrial, in pieno stile Audio Technica, sicuramente non elegante ma più improntato verso il “fantascientifico”. I driver da 45 millimetri ricoprono bene l’orecchio, isolandolo in modo non eccessivamente estremo. Particolare è la loro attenzione per il rispetto delle frequenze, che non spingono mai verso l’enfatizzazione dei bassi ma che si fermano al rispetto di tutte le tipologie di suono, distinguendo bene anche i suddetti nello spazio in modo davvero interessante. Alla struttura solida si aggiungono inoltre tre cavi forniti in dotazione, due lisci (due lunghezze differenti) e uno a spirale, ottimizzato per gli spazi ridotti e per la riduzione delle interferenze.

Puoi acquistare Audio Technica Pro ATH-M50X su Amazon o se preferisci su eBay

Philips Fidelio X2HR

Facciamo che siete dei veri e propri audiofili e non volete assolutamente rinunciare a nulla: la qualità dell’audio prima di tutto. Diciamo che, probabilmente, saprete che le soluzioni cablate con cavo sono assolutamente quelle più adatte a rispettare gli standard qualitativi più elevati, abbracciando il vero e proprio Hi-Res audio.

Le Fidelio X2HR sono le cuffie più adatte all’ascolto puro della musica, quello che non vuole assolutamente scendere a compromessi su nessun genere musicale. All’interno troviamo praticamente un miracolo della tecnologia: due driver in neodimio da ben 50 millimetri riescono a garantire una risposta in frequenza davvero impressionante di 5 – 40.000 Hz, praticamente senza eguali. Il tutto però è correlato ad una impedenza che non è assolutamente elevata, come si potrebbe pensare: bastano solo 30 Ohm, grazie al cavo in fibra ottica con cui le Philips Fidelio X2HR sono accompagnate.

Quest’ultimo è removibile e termina con connettore jack da 3,5 millimetri placcato in oro, con adattatore da 6,3 millimetri e dalla lunghezza di ben 3 metri. Il tutto si riassume in un prodotto dinamico, estremamente ergonomico e adatto all’ascolto di altissimo livello: le migliori cuffie in assoluto al momento sul mercato.

Puoi acquistare Philips Fidelio X2HR su Amazon o se preferisci su eBay

Plantronics BackBeat PRO 2

Passiamo a tutt’altro tipo di prodotto che, se avete letto attentamente la nostra collezione, potreste conoscere in parte già. Sono le Plantronics BackBeat PRO 2, edizione 2016 delle precedenti BackBeat PRO che avevano riscosso un enorme successo per la loro natura distaccata dal mero ascolto musicale. Queste si rinnovano in toto per ciò che riguarda il design, ma mantengono lo stesso concetto: volersi mettere al capo di utenti, soprattutto professionisti, che vogliono gestire il proprio smartphone e il proprio PC, conversare, videochiamare e sì, anche ascoltare musica, per l’intera giornata.

Dotate di una autonomia di ben 24 ore, le BackBeat PRO 2 sono un prodotto stiloso, leggero, pratico e con cancellazione del rumore attivo, in grado di isolare al meglio l’audio esterno poco gradevole tramite l’emissione di apposite frequenze sonore che controbilanciano tale noise di sottofondo. Il meglio per chi ad esempio si trova spesso in metro, in treno, nel traffico e necessita di dimenticarsene per tutto il tempo in cui inforca le cuffie. Dotate di due canali simultanei per due dispositivi, sfruttano l’NFC, il Bluetooth 4.0, ma anche quello di Classe 1 (come le precedenti), potendo garantire una copertura di ben 100 metri con le sorgenti compatibili.

Dispongono di microfono, della possibilità di passare a jack audio 3.5 con controllo remoto classico e di un bel set per il trasporto sicuro in mobilità. La cura delle frequenze è ottima, così come il soundstage: per l’ascolto su smartphone o PC, sono davvero un ottimo prodotto.

Puoi acquistare Plantronics BackBeat PRO 2 su Amazon o se preferisci su eBay

Bose QuietComfort 35 II

Diciamo che volete fare una mezza follia, perché non chiedete nient’altro che un prodotto che disponga della migliore qualità audio, del migliore isolamento del rumore e di funzionalità moderne. Allora, in questo caso, incontriamo sul podio delle migliori cuffie over-ear le Bose QuietComfort 35 II, cuffie wireless chiuse che, con le loro caratteristiche, rappresentano una vera e propria scelta senza fili d’elite.

Queste mettono a disposizione un design davvero unico per ciò che riguarda la cura, con l’utilizzo di materiali quali il nylon in fibra di vetro o l’acciaio inossidabile. Disponibili in due colorazioni, queste leggere e decisamente affascinanti cuffie vanno incontro a coloro che vogliono passare definitivamente al Bluetooth, sfruttando la riduzione del rumore attiva meglio realizzata dal punto di vista della circuiteria. Se avete abitudini particolarmente caotiche e volete isolarvi dal mondo, allora sono il prodotto che fa per voi.

Al loro interno troviamo NFC, Bluetooth 4.0 e un’autonomia di ben 20 ore con cancellazione del rumore attiva, davvero niente male. Dispongono anche della possibilità di essere utilizzate via cavo, ed integrano un set di microfoni utili anche alle conversazioni su smartphone. Al loro interno troviamo Amazon Alexa, l’assistente vocale di casa Amazon che può essere sfruttata per interagire senza mani con i dispositivi auricolari.

Puoi acquistare Bose QuietComfort 35 II su Amazon o se preferisci su eBay

Sony WH-1000XM4

Le cuffie smart, per antonomasia. Potremmo descrivere così in breve le Sony WH-1000XM4, quarta edizione delle cuffie over-ear con cancellazione del rumore attiva di casa Sony. Dopo il successo delle precedenti edizioni, l’azienda giapponese risponde con un modello che va finalmente a contrastare davvero la concorrenza, e proprio grazie all’aspetto smart.

Il design rimane pressoché stupendo, elegante e molto stiloso. L’archetto è sempre più compatto ma allo stesso tempo robusto, la struttura dei copricuffie è ben assemblata e dotata solo di elementi realmente essenziali, come la porta Type-C per la ricarica che troviamo in alto, per la prima volta in un modello degno di nota.

La cancellazione del suono è gestita dal processore HD QN1 ed è tutta alimentata da un algoritmo custom, il quale riesce ad azzerare completamente tutti i rumori di sottofondo, consentendo un ascolto audio di altissimo livello. Non mancano infatti la certificazione Hi-Res Audio e la compatibilità col nuovo formato DSEE Extreme per il rich listening compresso. Con Alexa built-in, possibilità di interazione rapida comunque con Google Assistant o Siri, Bluetooth 5.0 ed NFC, parliamo di vere e proprie campionesse che si spingono fino a 30 ore di ascolto, con cancellazione del rumore attiva.

Puoi acquistare Sony WH-1000XM4 su Amazon o se preferisci su eBay

Shure SRH1540

Se siete audiofili senza limiti di budget, se volete proprio il massimo dal vostro prodotto; se cercate le migliori cuffie in assoluto, a prescindere dalla categoria, dovete sicuramente dare un’occhiata alle Shure SRH1540. Questo gioiellino dell’ingegneria del suono è sul mercato ormai da qualche anno, e nel tempo ha accumulato qualche calo di prezzo che l’ha reso davvero molto appetibile a chi le vuole usare per l’ascolto di alto livello. Potremmo collocarle in studio, così come in un impianto di ascolto musicale: è però necessario un DAC, esterno o integrato, visto che hanno una impedenza di 46 Ohm (neanche così elevata).

A dar vita al tutto sono due driver da 40 mm in neodimio, i quali sono adatti alla riproduzione di qualsiasi contenuto: dalla musica più black con vocali cristallini e da quella rock o più classica con bassi caldi e corposi. La risposta in frequenza è pari a 5 Hz – 25 KHz, non delle più assurdamente ampie ma limitata a rendere al top nei range, secondo Shure, utili all’ascolto. Le Shure SRH1540 si mostrano con un design piuttosto vincente: semplice ed elegante, serioso in stile Shure. Il corpo è estremamente ergonomico, con archetto in metallo sottile ma resistente, tutto rinforzato in memory foam. Il cavo integrato è un jack da 3.5 mm con adattatore da 6.3 mm intercambiabile con connettore ad Y. Non c’è molto altro da dire: se siete ascoltatori seriali con un budget notevole, acquistatele e non ve ne pentirete.

Puoi acquistare Shure SRH1540 su Amazon o se preferisci su eBay

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato.

Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Ad esempio, come specialist e responsabile su Ridble delle cuffie, mi occupo di testare in prima persona davvero ogni tipologia di dispositivo per l’ascolto musicale auricolare: il mio ambiente di lavoro è praticamente contornato da così tante cuffie in fase di test che, quando ricevo telefonate, è sempre una scommessa individuare al volo quali sono quelle collegate col mio smartphone in quel preciso momento; fortuna che viene in mio soccorso il menù delle impostazioni Bluetooth per mostrarmi il modello in uso!

Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

I nostri prodotti – nessuno escluso – sono selezionati mediante l’utilizzo di una serie di fasi che definiamo “metodo Ridble”. Questo consiste in un vero e proprio modus operandi che abbiamo sviluppato e migliorato durante il corso del tempo, componendosi in 4 fasi.

I prodotti, e ovviamente in questo caso le migliori cuffie, entrano nei nostri radar solo a seguito della relativa ufficializzazione da parte dell’azienda che lo produce. Tutti i rumors, le voci di corridoio e i vari leak non ci interessano: sono solo gli eventi dedicati, i comunicati stampa e gli annunci gli strumenti che i ogni specialist di Ridble usa per intercettare i prodotti, concreti e finiti.

Chiaramente l’annuncio è solo l’inizio: un prodotto non può essere semplicemente annunciato per essere inserito nelle nostre guide all’acquisto. Il prodotto infatti deve raggiungere un ulteriore requisito indispensabile: l’eleggibilità. Per entrare a far parte delle migliori cuffie, il prodotto in sé deve essere acquistabile in Italia, su eCommerce online o in negozi fisici.

Se e solo se i due criteri sono rispettati, allora passiamo alla terza fase, ovvero quella della prova. Qui testiamo i prodotti giunti in vendita per apprenderne in prima persona quali sono i punti forti e quelli deboli, potendo dare successivamente un giudizio. In questa fase lo specialist interpreta quali sono le esigenze di acquisto che il prodotto è in grado o meno di soddisfare, così da individuare una posizione congeniale all’interno delle migliori cuffie.

I prodotti che ottengono dunque un giudizio positivo sono nell’ultima fase selezionati e inseriti nelle guide all’acquisto. Tale fase si ripete nel tempo, tutti i mesi, durante l’aggiornamento mensile delle guide all’acquisto. Ciò significa che, almeno una volta al mese, lo specialist mette in discussione tutti i prodotti selezionati in precedenza e decide se inserirne o meno di nuovi, ripetendo per ognuno sempre tutte le fasi.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Per selezionare le migliori cuffie, come è ovvio che sia, è necessario eseguire dei test tecnici.

Il primo criterio per scegliere le migliori cuffie è, come abbiamo detto, il form factor. Questo non è per forza di cose qualcosa che, in base ai test, può generare una restrizione: non è in base alla natura dei prodotti che questi sono più consigliabili di altri. Come abbiamo detto, in alcuni casi sfruttare delle in-ear può essere meglio, ma ciò non toglie che potreste preferire le on-ear meno invasive, oppure le over-ear per l’isolamento ottimale. In questo caso dunque, il criterio selettivo non ha un test diretto: per la prova strutturale, date un’occhiata più avanti.

 

Iniziamo con la qualità sonora. Per testare se i prodotti siano validi a rientrare fra le migliori cuffie preferisco eseguire dei test tecnici che non si spingono in modo eccessivo su risultati numerici e particolarmente complicati: chi acquista un paio di cuffie, oltre alle specifiche tecniche necessita di sapere se suonano bene – con tutte le casistiche legate al mondo dei professionisti distinte a sé. Questo mi porta ad eseguire dei test sonori quanto più prolungati possibili, con sessioni di ascolto che si estendono anche per 4 o 5 ore e che vanno a toccare quante più disparate sorgenti audio possibili: si va dal classico ascolto musicale, con tutti i vari generi a disposizione, fino all’ascolto di podcast o alla fruizione di contenuti video.

L’ascolto musicale è comunque il campo più decisivo: utilizzando Spotify ad alta qualità, ma anche dei file lossless FLAC che ho a mia disposizione, testo la bontà dell’audio in uscita con le cuffie in questione: quanto rende ogni singolo strumento o traccia vocale su ogni genere è un benchmark assolutamente parlante di quanto le cuffie siano adatte a suonare.

Per testare la qualità audio riproduco brani che vanno dal pop classico all’hip-hop, dal rock al jazz, dall’elettronica al reggae, dalla classica al blues, passando anche per alcuni sottogeneri. Lo scopo finale è quello di appurare che ognuno di essi suoni bene con le cuffiette in questione; che i bassi dell’hip-hop non siano ovattati, che le chitarre del rock non siano compresse o distorte, e via discorrendo. Inoltre anche una semplice prova di chiamata, sia essa classica o VoIP, viene eseguita anche per testare la bontà del microfono integrato.

Per concludere, tutte le cuffie che dispongono di isolamento attivo del rumore esterno vengono testate anche sotto questo punto di vista, appurando la differenza di qualità sonora in fase di riproduzione e valutando quanto l’isolamento è efficace. Per eseguire il test la classica passeggiata in centro città immerso nel traffico, oppure il viaggio sull’autobus o in aereo, sono ottimi per capire quanto l’isolamento è in grado di fare per l’utente finale – perché sono queste poi le circostanze quotidiane in cui si vuole “azzerare ogni rumore non utile”. Solo i prodotti che superano uno standard qualitativo piuttosto elevato vengono approvate dopo tali test per entrare nelle migliori cuffie.

 

Per valutare la qualità costruttiva, stresso le potenziali migliori cuffie indossandole ripetutamente, trasportandole più volte mediante gli eventuali sacchetti o supporti forniti in dotazione, ed eseguo dei comuni stress test per simulare le classiche circostanze giornaliere: se mi trovo di fronte a delle cuffiette in-ear, le strattono per apprezzarne la resistenza e le giunture di tutti i vari elementi (connettore, controllo remoto col microfono, supporti auricolari). Se mi trovo di fronte a cuffie on-ear o over-ear invece fletto ed allargo l’archetto per testarne la resistenza.

Inoltre, cosa da non sottovalutare è il comfort: per valutarlo tendo ad indossare le cuffie in tutti i momenti della giornata, siano essi durante le sessioni lavorative classiche, sia durante l’allenamento. Lo stesso viene fatto sia indoor che outdoor, per capire quanto è effettivamente comodo il tutto sia in termini di form factor, sia proprio per la confortevolezza dei supporti auricolari, siano essi in gel che a cuscinetto.

Il prossimo step per identificare le migliori cuffie è inerente al test tecnico sulla connettività. Questo viene eseguito in base alla natura della cuffia: se le suddette sono utilizzabili prettamente tramite cavetto, sia esso jack da 3,5 mm o più verso il digitale, allora l’unico test tecnico in merito è quello di provare il collegamento con tutte le varie sorgenti compatibili, da smartphone a PC, da tablet a schede audio esterne (magari con un adattatore jack da 3,5 mm). Il risultato che mi aspetto è un funzionamento impeccabile con ognuno di essi, senza deterioramenti.

Nel caso in cui le cuffiette dovessero essere Bluetooth invece, la cosa si va ben più ampia. Innanzitutto, se si tratta di cuffie on-ear e over-ear in grado di essere usate anche con cavo (solitamente fornito in dotazione), allora eseguo il test tecnico precedentemente citato. In aggiunta, testo la stabilità della connessione senza fili. Per farlo, considero innanzitutto che tipologia di Bluetooth ho di fronte: si tratta di un vecchio Bluetooth 4.0/4.1, oppure ci si spinge verso il 4.2/5.0?

In base a questo, eseguo dei test di pairing con tutti i dispositivi Bluetooth che ho a disposizione, mettendoli sotto stress per due principali fattori: il coverage dell’area, ovvero il range entro il quale le cuffie rimangono connesse e trasmettono musica in riproduzione; e la riconnessione, che solitamente mette in difficoltà molti chip Bluetooth, sia allo spegnimento e successiva riaccensione delle cuffie, sia dal classico allontanamento e riavvicinamento all’interno del range di copertura previsto dallo standard. Solo le cuffie che riescono a riconnettersi agilmente e che mantengono un segnale stabile anche con ostacoli (vedi le pareti) superano il test.

Inoltre, provo anche tecnologie secondarie come l’NFC per il pairing rapido testandolo con due smartphone differenti per calcolare il tempo necessario ad eseguire il primo pairing, nonché anche la stabilità di trasmissione tra una cuffietta all’altra quando queste sono truly wireless. Queste non possono infatti avere nessun impuntamento, visto che l’esperienza di ascolto con disturbi come interferenze o microlag potrebbe dare non poco fastidio all’utente finale: scarto tutte le cuffie completamente wireless che non sono stabili durante tutte le sessioni di ascolto.

 

Infine, cosa assolutamente da non sottovalutare per le cuffie wireless è l’autonomia. Cuffie che suonano bene ma per poco tempo non sono prodotti che vogliamo consigliare, in quanto interrompono l’esperienza di utilizzo in modo brusco e spiacevole. Le migliori cuffie vengono selezionate mediante il classico test dell’ascolto continuato, sia con che senza una eventuale funzione di riduzione attiva del suono che, ovviamente, va di base a diminuire l’autonomia. Ciò che deve risultare in output è un numero di ore complessive di funzionamento attivo, quindi con ascolto musicale e ad un volume piuttosto sostenuto, al pari da quanto dichiarato dal produttore. Tutte le cuffie che si discostano da tale valore di ore complessive, dopo qualche ciclo di carica, vengono dunque scartate.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

3725 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Claudio Carelli tramite i commenti.