Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Batterie esterne per tablet: quali e come scegliere

Batterie esterne per tablet: quali e come scegliere

di Claudio Carelli
Specialist Caricabatterie portatile
aggiornato il 10 giugno 2018
1 utenti hanno trovato utile questa guida
1 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Batterie esterne per tablet è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Giugno 2018.

I tablet sono dispositivi che ormai sfruttiamo nella nostra vita quotidiana, senza accorgercene. Ma che succede se, di punto in bianco, questi raggiungono lo 0% di autonomia residua? La soluzione, come al solito, è correre ai ripari con una batteria esterna. Ma che requisiti devono avere le batterie esterne per tablet? Di che dimensione è necessario sceglierle per portare con sé una o due cariche? Ma soprattutto: qual è l’amperaggio adatto per non impiegare tempi biblici nella ricarica del proprio dispositivo? Rispondiamo a queste domande e individuiamo i prodotti più rilevanti sul mercato nella nostra guida alle migliori batterie esterne per tablet.

Batterie esterne per tablet quale comprare

Ricaricare un tablet è sicuramente una cosa impegnativa, visto che di solito anche i modelli più piccoli, magari da 8″, sono dotati da un modulo da circa 6000 mah. Iniziamo dicendo che considerare la batteria esterna che solitamente sfruttate per uno smartphone come valida compagna per ricaricare anche un tablet è, spesso, sbagliato. Sì, perché se avete risparmiato acquistando un modello che non è in grado di raggiungere i 2.4 Ampere, intensità di corrente impiegata solitamente per tutti i tablet, allora i tempi di ricarica potrebbero raggiungere cifre davvero disumane, non considerabili adatte – non è possibile pensare che per ricaricare un iPad possa andarvi bene impiegarci 6-8 ore. Ecco quindi una considerazione importante: se avete già scelto un prodotto di piccola capacità nella nostra guida all’acquisto della migliore batteria esterna, allora dovrete per il vostro tablet probabilmente acquistarne una seconda. Se invece ne avete acquistato una di media o grande capacità, che supporta un output ad almeno 2.4 Ampere, allora potete anche accontentarvi e usare ciò che già avete. Tenete presente inoltre la tecnologia Quick Charge 3.0, supportata da alcuni tablet per la ricarica più rapida e anche da alcune batterie esterne per tablet.

Molto implicito, ma è giusto sottolinearlo, è appunto la capacità: da una batteria esterna da 10000 mah non avrete mai due ricariche di un iPad o di un tablet da 10″, proprio perché al loro interno spesso sono presenti batterie molto grandi, da 7000 mah in su. Ecco quindi che, in questa guida, opteremo per la selezione di prodotti solo di grandi capacità, ad eccezion fatta per un modello più economico che possa venirvi incontro se proprio non volete spendere troppo e portare con voi un prodotto dall’ingombro importante. Proprio l’ingombro è un’altra cosa da tenere fortemente in considerazione quando si ricarica un tablet: tutte le batterie esterne per tablet sono grandi, perché dispongono di molte celle per portare in mobilità molta carica. Munitevi quindi di zainetto, borsello o di uno spazio all’interno del portaoggetti della vostra autovettura, e scoprite quali modelli scegliere.

Anker PowerCore 20100mah

Iniziamo la nostra selezione delle migliori batterie esterne per tablet con un prodotto presente sul mercato ormai da tempo: Anker PowerCore 20100mah. Il modello a cui facciamo riferimento è strettamente quello economico, il primo uscito, che non dispone di profili energetici di alto livello. Parliamo sicuramente della batteria esterna che ha rivoluzionato il settore di quelle da 20000mah, con un design molto gradevole e dimensioni tutto sommato ancora compatte – 16,6 x 2,2 x 5,8 cm per 354 grammi.

Le porte USB presenti sono due, e in grado di erogare entrambe fino ad un massimo di 2.4 Ampere ciascuna – ok un po’ per tutti i tablet classici. I tempi di ricarica sono abbastanza estesi, fino ad un totale di 12 ore per portarla dallo 0 al 100%. Se non avete grosse pretese, siete dotati di un tablet con ricarica tradizionale (tipo iPad) e vi sta bene ricaricare il prodotto in mezza giornata, potete tranquillamente acquistare Anker PowerCore 20100mah. Questo consente di eseguire mediamente due ricariche per i tablet da 10″, e dispone di un sacchettino e di un cavetto micro USB in dotazione.

Puoi acquistare Anker PowerCore 20100mah su Amazon.

Anker PowerCore 20100mah
Prezzo consigliato: € 25.99Prezzo: € 31.99

EasyAcc 20000mAh, QC 3.0 e Mostro

Proseguiamo con EasyAcc, sicuramente il brand che produce le batterie col migliore rapporto qualità/prezzo. Queste, con materiali un po’ più economici ma con una dotazione comunque molto interessante, rappresentano le batterie esterne per chi vuole risparmiare, senza badare troppo all’aspetto esteriore. In questo caso le batterie esterne per tablet sono svariate.

La prima che vi segnaliamo è la EasyAcc LED Powerbank 20000mAh, un modello base che sfrutta la solita plastica e i soliti colori di EasyAcc per portare una capacità elevatissima, ben quattro porte USB a disposizione e una grande torcia LED sul lato inferiore. Si parla di un prodotto sicuramente ingombrante – è spessa 3,3 centimetri e larga quasi 12 cm – e anche un po’ pesante, oltre che in grado di graffiarsi un po’ troppo facilmente e che quindi richiede l’uso con una custodia esterna soprattutto per i trasporti, ma in termini di efficienza non è niente male.

L’output totale è di 4.8 Ampere, il che significa che è in grado di ricaricare simultaneamente un massimo di due dispositivi che richiedono 2.4 A per ricaricarsi in velocità – vedi appunto i tablet. Attenzione però, perché ogni porta non va oltre i 2.4 A e non dispone della compatibilità con lo standard Quick Charge 3.0. Per tutto il resto però, non è affatto male. Tramite essa infatti potete ricaricare almeno due volte il vostro tablet da 10″, e almeno tre volte quelli da 7 o 8″.

Degno di nota è sicuramente il doppio input micro USB da 2 Ampere per porta, il quale offre l’opportunità, mediante il collegamento simultaneo ad un caricabatterie da presa a più porte, di ricaricarsi in modo estremamente rapido – si parla di sei ore totali, poche per le batteria esterne per tablet. All’interno troviamo anche due cavi micro USB.

Tenete presente che la scocca esterna tende a graffiarsi un po’ troppo facilmente ed è preferibile acquistare anche una custodia come quella che trovate di seguito nel capitolo dedicato agli accessori – non è fondamentale. Sempre da EasyAcc abbiamo inoltre delle alternative molto interessanti e, almeno visivamente parlando, molti simili al modello da 20000mah illustrato poco più su. I modelli in questione sono due. Il primo è estremamente simile a quello visto poco più su, ad eccezion fatta del pieno supporto alla tecnologia Qualcomm Quick Charge 3.0 su una delle porte USB a disposizione, mentre il secondo è fondamentalmente solo più grande, con una capacità massima di ben 26000mah che le attribuisce l’appellativo “Mostro” sui vari store.

Puoi acquistare EasyAcc 20000mah su Amazon. In alternativa EasyAcc 20000mah è disponibile nelle varianti EasyAcc 20000mah QC 3.0 o nella variante EasyAcc Mostro 26000mah.

RAVPower 20000mah e 268000mah

Passiamo alle batterie esterne per tablet di RAVPower, un altro produttore sul campo ormai da anni che vanta una vastissima gamma di strumenti di ricarica. Fra questi troviamo alcuni dispositivi molto interessanti.

Il primo è la nuova RAVpower 20000mah, l’ultima edizione RP-PB006 giunta sul mercato nella fine del 2017. Questa è una 20000mah molto semplice e leggera, che non ha particolari funzionalità, se non quella di offrire in output un amperaggio molto ridotto, pari a 2.4 A per porta, per un complessivo di 3.4 A. Ciò significa in pillole che, ricaricando un tablet, l’altra porta USB – sono due in totale – eroga solo 1 A, utile magari per rifocillare smartphone datati, iPhone precedenti all’8/X, piuttosto che periferiche di piccola portata.

Volendo strafare potete optare anche per il modello da 26800mah, grazie al quale potete raggiungere quasi le quattro cariche per un tablet da 10″ e quattro cariche piene per uno da 8″. Esteticamente sempre molto gradevole, è congeniale per chi vuole avere anche un output maggiore di corrente, puntando quindi alla ricarica di più dispositivi fino a 5.5 Ampere.

In alternativa RAVPower 20000mah è disponibile nelle varianti RAVPower 20000mah o nella variante RAVPower 26800mah.

Vinsic 20000mah QC 3.0

L’ultimo prodotto degno di rientrare all’interno della nostra collezione di batterie esterne per tablet è sicuramente Vinsic 20000mah QC 3.0. Questa non è altro che l’ultimo ritrovato del produttore, noto ai più per progettare sempre powerbank di livello, con caratteristiche particolari, con un gran numero di porte e con un prezzo comunque, tutto sommato, contenuto.

Vinsic 20000mah ha uno schermo a LED touch sul bordo principale, il quale mostra la percentuale di carica residua con precisione. Oltre a ciò, presenta ben quattro porte: una micro USB per la ricarica classica fino a 2.4 Ampere, due USB (una a 2.4 Ampere e l’altra con supporto anche alla tecnologia Quick Charge 3.0) e una USB Type-C, sfruttabile sia in ingresso e in uscita, in grado di erogare fino a 3 Ampere a 5 Volt. Tale requisito energetico è essenziale se siete possessori di un notebook che si alimenta tramite USB Type-C, perché potrete sfruttare la Vinsic in questione anche per ricaricarlo mentre siete lontani dalla presa, magari mentre non vi serve ricaricare il vostro tablet. La capacità complessiva di 20000mah come al solito vi consente di ricaricare circa 2-3 volte un tablet 10″.

Puoi acquistare Vinsic 20000mah QC 3.0 su Amazon.

Vinsic 20000mah QC 3.0
Prezzo consigliato: € 39.99Prezzo: € 29.99

Accessori: occorrente necessario per le batterie esterne per tablet

Le batterie esterne per tablet, per funzionare al meglio, hanno bisogno di accessori. Spesso si sottovaluta questo punto, ma non c’è alcun motivo al mondo per farlo. Non usare tutta la componentistica adatta implica non sfruttare al meglio dalla propria batteria.

Vediamo quindi brevemente cosa di certo non può mancare utilizzando le batterie esterne per tablet:

  • Dei buoni cavi micro USB o Type-C
  • Dei cavi Lightning per iPad che non sono mai inclusi nella confezione
  • Un buon caricabatterie da presa
  • Una cover (sicuramente più opzionale)

Le batterie esterne mettono a disposizione almeno un cavetto micro USB di media fattura per ricaricare i vostri dispositivi. C’è però da notare due cose: la prima, è che sicuramente ne avete già uno fornito col vostro dispositivo che volete ricaricare, ma che è nettamente più comodo averne un altro da tenere sempre con la batteria esterna da portare in giro; la seconda è che se avete un iPad, sicuramente in dotazione non avrete un cavo Lightning secondario.

Per far fronte a ciò quindi, se non disponete di cavetti addizionali e ne volete più di uno rispetto a quello fornito con la vostra batteria esterna, vi consigliamo l’acquisto di questo set di tre micro USB RAVpower davvero ottimi, oppure di reperire un nuovo cavetto Lightning di Syncwire ultraresistente adatto ad essere maltrattato. E per i dispositivi USB Type-C? C’è anche un prodotto per quello: Aukey USB Type-C.

Superato lo scoglio dei cavi, passiamo al secondo più importante, ovvero il caricabatterie da presa. Se volete ricaricare in tempi umani la vostra batteria esterna, dovete averne uno che dispone almeno di un output da 2 Ampere. Potrebbe andare benissimo il caricabatterie fornito in dotazione col vostro tablet o col vostro smartphone ovviamente, ma è chiaro che se di sera volete ricaricare sia il dispositivo in questione e sia la batteria esterna, con una sola porta USB alla presa non potete farlo. Per questo motivo vi invitiamo caldamente ad acquistarne uno secondario o uno doppio in grado di ripristinare la carica di entrambi in contemporanea. A tal proposito vi rimandiamo alla nostra guida dedicata al miglior caricatore USB, sempre aggiornata con i migliori prodotti.

Ultimo accessorio potrebbe essere una custodia, se magari scegliete una batteria che non include un sacchettino in dotazione (Anker di solito li offre, EasyAcc e RAVpower no) e volete essere sicuri che questa non si graffi o non si danneggi nei viaggi. A tal proposito vi consigliamo di dare un’occhiata a questo modello di EasyAcc, che può sicuramente essere ottima per riporre al suo interno anche svariati cavetti ad un prezzo non esagerato.

1 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Claudio Carelli tramite i commenti.